Vai a Team World Shop
Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 40
Like Tree16Likes

Discussione: Sei lo sbaglio più bello…

  1. #1
    New Kid on TW


    Data Registrazione
    Apr 2014
    Messaggi
    77

    Predefinito Sei lo sbaglio più bello…

    Intro


    E’ ora di partire. E’ ora di dar vita ad un’estate ricca di concerti. Da brava fidanzata sono pronta a seguire il mio uomo in tutta Italia. Per incoraggiarlo, supportarlo, aiutarlo, confortarlo, festeggiarlo.
    Ok. Per prima cosa devo preparare le valigie. Sarà facile, io e lui viviamo insieme. Mi occuperò di ogni cosa, come sempre. E’ così da 4 anni ormai. Da quando è cominciata tra di noi.
    Mi faccio strada nella nostra stanza da letto. Afferro la sedia ai piedi del nostro lettone e la posiziono davanti all’armadio aperto. Ci salgo sopra. I trolley sono nel ripiano più alto e la mia altezza non mi consente di raggiungerlo senza l’ausilio di una sedia o di una scala. Piedi nudi ed un vestitino di cotone grigio. Fa caldo, decisamente. Siamo a luglio. Siamo a Legnano. Mi posiziono sulle punte ma nonostante la sedia non riesco ad afferrare il trolley. Infondo sono solamente 160 centimetri. Sbuffo. Ho bisogno d’aiuto.
    Io: MARCOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!
    Sì Marco. Il mio lui in questione all’anagrafe è iscritto come Marco Pedretti. Per l’intero universo lui è Pedro ma non per me e non per la sua mamma.
    Nel giro di un minuto mi raggiunge. Spalanca la porta.
    Pedro: che fai lì?
    Io: devo preparare le valigie no?
    Pedro: esatto amore!
    Io: stavo cercando di prende i trolley ma non ci arrivo!!
    Si avvicina.
    Pedro: sei la mia piccolina!!
    Sorride. Avvolge un braccio intorno alla mia vita e mi poggia sul pavimento. Che piacere adagiare i piedi sul pavimento fresco. Prende il mio posto sulla sedia e nel giro di un minuto mi poggia i nostri 2 megatrolley sul letto.
    Io: grazie!
    Pedro: quando cambierai???
    Io: perché??
    Pedro: partiamo domani pomeriggio. È prematuro!!!
    Io: lo faccio per evitare di dimenticare qualcosa!
    Pedro: sei sempre stata più saggia di me!!
    Mi regala un accenno di sorriso mentre lascia scivolare due dita sul mio volto. Solita reazione chimica quando entriamo in contatto. Brividi. Brividi immensi. Sorrido a mia volta e poi comincio a preparare le valige.
    Io: cosa facevi??
    Pedro: giocavo con la play!
    Io: fifa 2014!
    Pedro: sì amore!
    io: che noia!
    Pedro: ma non è vero è bellissimo. Sono cresciuto con questi giochi!
    Io: io con qualcosa di molto ma molto meglio!
    Pedro: ad esempio?
    Io: i vostri concerti!
    D’impeto mi bacia.
    Pedro: non farmi passare per Nostradamus. Ho solo 3 anni più di te!!
    Io: sono tantissimi!
    Rido, sorride poi afferra la cornice sul suo comodino. Mentre io comincio a tirar fuori i vestiti dall’armadio e dai cassetti lui si siede sul letto. Lascia scivolare le dita su quell’istantanea che ci ritrae.
    E’ di tanto tempo fa, sì. Quando ero solo una semplice fan e tra me e lui era antipatia e guerra dichiarata.
    Lo so, so cosa sta facendo. Si sta lasciando andare ai ricordi. Rivive nella sua mente ogni tappa che c’ha portati qui.


    Cosa ne pensate????


    http://forum.teamworld.it/forum1743/...ml#post8460021
    Ultima modifica di Stella_Polare; 16-04-2014 alle 18:11
    DAVIDE-1997 likes this.

  2. #2
    New Kid on TW


    Data Registrazione
    Apr 2014
    Messaggi
    77

    Predefinito Re: Sei lo sbaglio più bello…

    -CAPITOLO UNO-


    1380116204musicaconcertiliveItalia.jpg

    Torniamo, letteralmente, indietro nel tempo. Esattamente 8 anni prima. Siamo a Roma. E’ il 2006, è quasi la fine dell’anno. E’ il 13 dicembre. Sono all’ultimo anno di liceo, frequento un classico. Il Giulio Cesare.
    E’ mercoledì. Non sono a scuola. No. Semplicemente perché oggi è una giornata particolare e molto importante per me. Tra poche ore ci sarà il concerto di una delle mie band preferite, i Finley. Hanno lanciato il loro album d’esordio pochi mesi fa. 30 marzo. Il concerto sarà al Circolo Degli Artisti. L’inizio è fissato alle 17.30 ma alle 16 è previsto il meet, sì sono una delle fortunate che questa sera incontreranno la band prima del live.
    È la prima volta che li vedrò. In assoluto. E’ il momento di prepararmi, non riesco più a guardare la tv. Tutto ciò che voglio è CORRERE sul luogo dell’evento. Al momento non mi interessa altro. La mia compagna d’avventura sarà mia sorella maggiore. Lei si chiama Benedetta. Ha 23 anni. Nella vita lavora in un agenzia di viaggi. Ha fatto il liceo linguistico. Ha deciso di prendersi una pausa, vuole iscriversi all’università ma non adesso. Forse farò come lei, forse. Usciamo di casa e passiamo a prendere Greta, una mia amica.
    Né mia sorella né la mia amica sono fans, sono qui solo per farmi contenta. La vera fan sono io.
    È una giornata soleggiata ma il freddo ci abbraccia. L’attesa è lunga. E’ l’una. Non mi spaventa. So cosa voglio e non mi pesa attendere. Voglio prendere posto sotto il loro palco e godermi appieno la loro musica. Ho aspettato mesi, cosa saranno poche ore?!.
    Mai pensata cosa più sbagliata. Passano molto più rapidamente i giorni preconcerto che le ore quando si è ormai davanti al palazzetto.
    Mia sorella è qui principalmente come accompagnatrice. Ci serviva un passaggio. Sono maggiorenne solamente da 2 mesi, non ho ancora la patente.
    Tra chiacchiere, risate, musica, dolci e bibite cerchiamo di ingannare l’attesa. E’ una di quelle attese snervanti. Non si riesce a star seduti, non si riesce a stare in piedi. Non si riesce a far nulla.
    Nel momento più impensabile compare Omar e si posiziona davanti alla transenna. Stringe tra le dita un foglio di carta. Cerca le vincitrici del meet, indette dal forum ufficiale. Siamo in 2. Solamente in 2 perché ogni vincitrice conquistava 2 pass. In totale entriamo in 4. I bodyguard spostano leggermente la transenna e ci lasciano passare. Mi dispiace lasciar fuori mia sorella ma non è un problema per lei. La ritroveremo dentro. Lei è forte, ci raggiungerà. Dopo il meet avremo libero accesso per assistere al soundcheck, quindi transenna certa.
    Omar ci guida fin sotto al palco, con un sorriso si congeda e va a chiamare la band. Noi ne approfittiamo per prendere i posti in transenna. Ci poggiamo le giacche e sul pavimento le borse. Armate di macchinetta attendiamo mentre ci presentiamo. Anche le altre due ragazze sono amiche da anni.
    Arrivano a staffetta. Il primo a farsi strada è Danilo. Ci saluta una per una con i classicissimi bacetti sulla guancia. È gentilissimo e dolcissimo. Avanti con le foto. Poi compare il Kapitano. Arriva con le mani in tasca, i capelli sparati ed il suo passo felpato. Appena metto a fuoco respiro profondamente, più di una volta. Comincia salutando le altre due ragazze che hanno vinto il meet.
    Greta: Stè cos’hai??
    La guardo, non parlo. Comincio a piangere.
    Greta: nooo. Perché?
    Io: Ka!
    Greta: Ka cosa??
    Io: lo sai, lui ha scritto “Scegli Me” con Max Pezzali. Sto riprovando le stesse identiche emozioni di quando l’ho ascoltata la prima volta!!
    Greta: ora tu glielo dici!
    Sto praticamente singhiozzando.
    Io: sì per farmi prendere in giro per l’eternità. Bel modo per farmi conoscere da loro!!
    Greta: dai, vedrai che gli farà piacere!
    Dani: tutto bene???
    Mi domanda il batteriologo notando le mie lacrime. Ispiro.
    Io: sì, in realtà sì. Ti prego scusami ma Ka è uno degli autori di “Scegli Me”, è stata la prima vostra canzone che mi ha fatto emozionare profondamente!!
    Dani: wow. Aspetta…Mimmo vieni un secondo!!!
    Ka: aspetta. Faccio la foto anche con lei e sono tutto tuo!!!
    Io: Dani…!
    Dani: è una cosa bellissima. È giusto che lui lo sappia!!!
    Mi asciugo le lacrime col dorso della mano. Per fortuna ho usato un trucco water resistant, mi aspettavo di emozionarmi durante il concerto. Come promesso Ka ci raggiunge. Per prima cosa ci saluta.
    Ka: va meglio??, ti ho vista piangere!!!!!
    Annuisco abbozzando un sorriso. No, non ho nessuna preferenza nella band ma non posso negare che ho un debole per il Kapitano. Per lo strumento che suona, per tutte le emozioni che provo ogni volta che ascolto “Scegli Me”.
    Dani: deve dirti una cosa, anzi, spiegarti il perché di queste lacrime!!!
    Ka: sono tutt’orecchie!!
    Dani: non mi è difficile crederlo. Le hai a sventola!!!
    La battuta del Calvio scatena le risate dei presenti.


    http://forum.teamworld.it/forum1743/...ml#post8460027
    Ultima modifica di Stella_Polare; 17-04-2014 alle 13:57
    DAVIDE-1997 likes this.

  3. #3
    New Kid on TW


    Data Registrazione
    Apr 2014
    Messaggi
    77

    Predefinito Re: Sei lo sbaglio più bello…

    Buongiorno Randa. Sono finalmente cominciate le vacanze. Voi tutto ok???
    Spero di ricevere qualche commento oggi. Ho bisogno del vostro riscontro. Perché se la storia non vi piace chiedo la chiusura.
    Daiii, io aspetto
    Accetto critiche, suggerimenti, consigli!
    Vi auguro buona Pasqua.
    Ps: prometto. Farò la brava. Mangerò poca cioccolata bianca.



    -CAPITOLO DUE-


    Ka: ma non trovate che ha la simpatia di un comodino????
    Dani: la verità ti fa male, che ti piaccia o no!!!!!
    Ka: parliamo di cose serie, è meglio. Perché queste lacrime…, il tuo nome??
    Io: Stella, il mio nome è Stella!!!
    Mi stringe la mano.
    Ka: piacere tutto mio!
    Gli sorrido e provo a spiegargli ogni singola lacrime. Non dice nulla. Resta qualche secondo a fissarmi poi mi abbraccia. Non me l’aspettavo, lo giuro. Mi ha sorpresa a tal punto che sono rimasta quasi immobile. Sono riuscita a malapena a poggiargli le mani fianchi.
    Ka: grazie, davvero. E’ bellissimo saperlo!!
    Io: se l’avete inserita in scaletta porta sul palco un po’ di fazzoletti. Posso controllarmi sulla parte di Pedro ma quando arriva il tuo turno mi sciolgo!!!
    Dani: perché è stonato e le tue orecchie implorano pietà!!!
    Il Kapitano gli regala una risata molto ironica.
    Dani: eh lo so, sono simpaticissimo. Oggi sparo battute a raffica!!!
    Ka: a dir la verità ero ironico!!!
    Ci raggiungono cantante e bassista. Catturano subito l’attenzione. Saluti, chiacchiere e il meet sta praticamente volgendo al termine. Foto con Ste, foto con Pedro e poi scusandosi si avviano al palco. C’è il soundcheck da fare. Al quale, fortunatamente, possiamo assistere.
    Io: fermi!!
    Si voltano.
    Io: sono l’unica a non aver fatto la foto con Ka!!!
    Ka: hai ragione. Rimediamo subito!!!
    Pedro: eh no, scusa Stella ma il tempo riservato al meet è finito. Ora siamo costretti a fare il soundcheck. È tardi. Il concerto deve iniziare tra poco. Magari la fate dopo il concerto mh?!, dai muovi chitarrista!!!!
    Lo trascina letteralmente verso il palco.
    Ka: ma Pè….!!!!
    Non ammette repliche il cantante. Il programma della giornata è serrato. È un sold out. C’è molta gente fuori che aspetta.
    Greta: dai Stè, prendiamo posto in transenna. Godiamoci questo soundcheck poi il live. Vedrai a fine concerto avrai la foto con lui!
    Io: spero, ci tengo!!
    Greta: lo so bene!!!!!!!
    Ci avviciniamo alla transenna e loro iniziano. I colpi di tamburo di Dani risuonano per tutto il locale. Il Ruggiero mi fa l’occhiolino poi sussurra qualcosa.
    Ka: scusa Pedro, rimediamo dopo. Promesso!!
    Sorride e lo faccio a mia volta.
    Ore 19.10, i Finley dopo qualche bis lasciano il palco. Le luci si alzano e i bodyguard ci invitano a guadagnare rapidamente l’uscita. Beh, sinceramente non ne voglio sapere. Ho ancora una foto da scattare. Mentre ci accompagnano cerco di ribellarmi.
    Io: non posso uscire. Devo fare la foto con Ka!
    Bg: come tutti i presenti. Certo. Vai, il concerto è finito!
    io: ma io ero al meet. Non sono riuscita a farla!!
    Bg: peggio per te se non sei riuscita a sfruttare a meglio il tuo tempo. Accontentati, il 99% delle persone che sono state qui li hanno visti solo sul palco. Ciao!!
    A malincuore esco. Demoralizzata. Tanto. Mia sorella mi avvolge un braccio intorno al collo.
    Bene: andiamo a prendere la macchina devo dirti una cosa che ti risolleverà il morale!!!
    La guardo carica di speranza e con Greta andiamo al parcheggio a breve distanza.
    Apriamo la macchina. Ci lanciamo dentro le borse.
    Io: allora??
    Domando impaziente.
    Bene: mentre voi due vi dimenavate come scimmie in transenna io ne ho approfittato per far due chiacchiere con Omar!
    Greta: il fratello di Pedro!
    Bene: sì, il fratello di Pedro. Esatto!
    Io: sì, vabbé. Arriva al punto!
    Bene: diciamo che ho fatto un po’ la svenevole per prenderlo all’amo!
    Greta: ma tu sei fidanzata!
    Bene: beh mica lo sa Omar. E poi ho solo fatto la civetta. Cristiano non lo saprà mai!!
    Io: sì, ok. Cosa vi siete detti??
    Bene: dove stanno andando a cena!
    Io: ehhh???. Dici sul serio??
    Annuisce sorridendo mia sorella maggiore.
    Greta: dove????
    Bene: in un ristorante a breve distanza. Proprio davanti al loro albergo!
    Greta: genio, andiamo così tua sorella riprende a sorridere!!!
    Bene: a bordo ragazze!!!!



    http://forum.teamworld.it/forum1743/...piu-bello.html
    DAVIDE-1997 likes this.

  4. #4
    New Kid on TW


    Data Registrazione
    Apr 2014
    Messaggi
    77

    Predefinito Re: Sei lo sbaglio più bello…

    Ciao. Posto il nuovo capitolo per augurarvi una BUONA PASQUA.
    Voi però commentate.



    -CAPITOLO TRE-



    Mia sorella si precipita al ristorante. E’ a pochi passi dal centro. Si chiama “Da Ciro”. Ristorante-pizzeria. I nostri genitori sanno che avremmo cenato fuori, idem quelli di Greta.
    Lasciamo la macchina davanti al capolinea dei bus e passo dopo passo ci avviciniamo all’entrata del ristorante.
    Io: ferme, non possiamo. Faremmo una figura pessima!
    Greta: preferisci la vergogna di un minuto o il rimpianto eterno per aver regalato alla storia il tuo primo concerto dei Finley senza foto con Ka?
    Poggio una mano sulla porta e la spingo per farci strada.
    Bene: tranquille. Mi ha invitata Omar!!!
    Sorrido. Appena varchiamo la soglia il Pedretti senior ci corre incontro.
    Omar: ciao ragazze. Benedetta scusami se non sono venuto con te ma con tutta la gente che c’era ho dovuto portarli via!!
    Bene: non c’è problema. Ti ripresento mia sorella Stella e la nostra amica Greta!!!
    Ci sorride.
    Omar: dai, andiamo a mangiare. Ho una fame tremenda!!
    Greta: anche io!
    Io: io non tantissima!!!!!
    Bene: e quando mai?!
    Io: le giornate dedicate ai concerti mi tolgono un po’ l’appetito!
    Greta: ah perché solitamente ne hai???
    Ride e mia sorella lo segue a ruota.
    Il Pedretti ci invita a seguirlo. Il tavolo è infondo alla sala. Ad aspettarci Pedro, Dani e Ste.
    Greta: dov’è Ka??
    Omar: è andato in aeroporto in taxi. Doveva rientrare a Milano. Oggi è il compleanno di sua sorella minore, fa 18 anni. Non poteva proprio restare. Accomodatevi bellezze così ordiniamo!!!
    Mi siedo dispiaciuta mentre lancio uno sguardo al cantante CARICO D’ODIO. Rapidamente ordiniamo. Tutti carbonara, io no. Io pizza. Accavallo le gambe e comincio a picchiettare le dita sul tavolo mentre i miei commensali aprono una conversazione di gruppo. Non prendo parte. Mi limito a fissare Pedro, sempre male.
    Mentre cominciano a servirci si lascia andare alla curiosità.
    Pedro: Stella, va tutto bene???
    Io: divinamente!
    Rispondo acida.
    Pedro: come mai questo tono????
    Io: hai dimenticato ciò che hai fatto al meet?
    Pedro: cos’ho fatto?
    Mi domanda a sua volta mentre afferra la forchetta, pronto ad infilarla nel piatto per gustarsi i suoi bucatini.
    Io: mi hai impedito di far la foto con Ka perché dovevate fare il soundcheck e hai aggiunto che l’avrei fatta a fine concerto. Se tuo fratello non avesse invitato mia sorella a cena io non vi avrei rivisti e tu sapevi perfettamente che Ka doveva ripartire immediatamente. Ora lui è in viaggio ed io ho dovuto archiviare il mio primo vostro concerto senza foto con Ka, per colpa tua!!!
    Pedro: avevamo il check. Degli orari da rispettare. Farai la foto con Ka un’altra volta!!!!
    Io: cantante. Vi ho conosciuti di persona questa sera. Ho aspettato una vita questo concerto. Era tutto perfetto. Avevo vinto il meet, potevo viverlo in transenna. In un attimo ha preso un’altra rotta. Io la volevo la foto con lui, non sai quanto. Ha scritto “Scegli Me”. Tutto in fumo!
    Pedro: stai esagerando. Non è così grave. Ripasseremo a Roma, te lo garantisco. La prossima volta la farai!!!
    Io: no, non mi interessa la prossima volta. Mi interessa oggi. Questo mio primo concerto. E se non è stato come lo sognavo la colpa è tua. Te lo faccio pagare, lo giuro!!!!
    Pedro: oh che paura!
    Dichiara sarcastico per poi divorare la sua cena.
    Lasciamo il ristorante dopo il dolce. E’ tempo di saluti. Dobbiamo rientrare. Io e Greta, domattina, dobbiamo andare a scuola. Ne approfittiamo per un nuovo giro di foto. Mi limito a salutare il cantante con un semplice “ciao”. E’ guerra. Sì, è guerra. Il suo è stato un colpo basso.
    DAVIDE-1997 likes this.

  5. #5
    New Kid on TW


    Data Registrazione
    Apr 2014
    Messaggi
    77

    Predefinito Re: Sei lo sbaglio più bello…

    Ciao. Buona Pasquetta.
    In attesa di uscire per andare al ristorante vi lascio il nuovo capitolo.
    Vero che commentate?. =). Buona lettura.



    -CAPITOLO QUATTRO-


    È cominciato un nuovo anno. Il traguardo del diploma è sempre più vicino. I Finley alternano concerti a giornate in discografica. Stanno già lavorando al loro secondo album. Sono instancabili. Che gran concerto quel 13 dicembre. Quelle emozioni e quei ricordi resteranno piantati nel mio cuore e sulla mia pelle per l’eternità.
    Sono passati mesi, non li ho ancora rivisti. A breve uscirà il nuovo disco e in automatico cominceranno gli esami. Chissà quante date sarò costretta a perdere per la maturità. Al solo pensiero mi sale il nervoso.
    Poco importa, inventerò qualche buona scusa da propinare ai miei per qualche concerto.
    Sto studiando. Matematica. Ho una serie di esercizi. Noia pura. Non ho problemi in matematica e in nessun’altra materia.
    Mia sorella maggiore spalanca la porta della mia camera.
    Io: ey!
    Bene: hai impegni questo weekend?
    Io: i soliti, niente di speciale. Passeggiata in centro sabato pomeriggio e la sera pizzeria e pub!!!!!!
    Bene: ok, allora se dai buca per una volta i tuoi amici non se la prenderanno!!!!!!
    Io: perché dovrei dar buca?
    Bene: sbaglio o i Finley hanno l’ultima data del tour all’Alcatraz questo sabato?
    Io: non sbagli!
    Bene: l’avevi dimenticato??
    Io: lo ricordavo benissimo!
    Bene: e che hai intenzione di fare??
    Io: riguardo?
    Bene: il concerto Stè, sveglia!!!!
    Io: che intenzioni posso avere. Sarà a Milano dopodomani. Io sono qui a Roma!!
    Bene: non vorrai perdere l’ultima data del “Tutto è possibile tour”?
    Io: non vorrei ma la questione non sussiste. Mamma e papà non mi lasceranno mai andare a Milano. Nel pieno dell’anno scolastico con Greta!
    Bene: e se non gli dicessi del concerto?
    Io: e che m’invento??. Devo star fuori minimo una notte. Devo avere un alibi. Non posso lasciare nulla al caso. O mamma e papà mi impediscono di andare in vacanza in Croazia dopo l’orale!!!!
    Bene: posso coprirti io!
    Io: in che modo?
    Bene: mi hanno detto che devo salire a Milano per lavoro questo weekend. Ho un impegno sabato mattina lì. Possiamo dire a mamma e papà che tu e Greta venite per farmi compagnia. Possiamo partire domani dopo scuola. Tanto voi il sabato non andate. Sabato mattina voi andate a far la coda fuori dal palazzetto ed io vado in agenzia poi vi raggiungo!!!!
    Io: ma Bene, domani. Dove li troviamo i biglietti per la freccia ed il concerto???
    Bene: per il treno eccoli lavoro sempre in un agenzia di viaggi. Per il concerto ho chiamato Omar. Ce li porterà domani. Verrà a prenderci in stazione!!!!!
    Io: cosa??, e dove dormiamo??
    Bene: Cristiano ha casa a Milano!!!!
    Sfila dalla borsa i biglietti del treno. Andata e ritorno e le chiavi della casa milanese del suo fidanzato. Non ci posso credere. È troppo ma troppo bello per essere vero.
    Mi sbrigo a finire gli esercizi di matematica. Mi cambio e corro a casa di Greta. Citofono.
    >>Greta: chi è??
    Io: sono Stella. Mi apri?, voglio far merenda!!!
    La sento ridere poi apre il cancello.
    Saluto i genitori mentre entro in cucina. La mia amica tira fuori dal frigo il barattolo di nutella e lo yogurt al limone per me.
    Io: sono venuta per dirti una cosa e per dirla ai tuoi!!!!!!!!
    Mi guardano tutti e tre.
    Io: mia sorella sabato mattina ha un impegno di lavoro a Milano. In un agenzia. Mi ha chiesto se l’accompagniamo. Mentre lei fa la riunione noi possiamo far shopping e visitare il Duomo. Se ti va e se per voi va bene. Rientriamo domenica in giornata!!!!
    mamma Greta: direi che non ci sono problemi!!
    papà Greta: assolutamente, vi farà bene una boccata d’aria. State studiando così tanto!!!!!
    Io: allora Grè??. Ti va???
    Greta: sì dai. Così stiamo un po’ di tempo con Bene, il mese prossimo riprende con i suoi viaggi all’estero per organizzare i pacchetti vacanza per i clienti!!!!!!
    Io: già!!!!!!
    Greta: beh facciamo merenda poi andiamo a prendere delle cose che mi servono per il viaggio!!
    io: va bene!!!
    Guardo Greta. So che lei ha capito. Seguiamo alla lettera il nostro programma. Usciamo a passo svelto.
    Greta: ma come hai fatto??
    Io: ha organizzato tutto mia sorella. Ha preso i biglietti, ha sentito Omar e poi mi ha informata. Ovviamente sono corsa da te!!!
    Greta: wow, non ci credo. Rivedrai i Finley ma soprattutto l’ultima data di questo tour. Sono contenta per te. Stavolta farai la foto con Ka. A costo di girare tutta Legnano per trovarlo!!!!
    Rido poi entriamo in profumeria.
    DAVIDE-1997 likes this.

  6. #6
    New Kid on TW


    Data Registrazione
    Apr 2014
    Messaggi
    77

    Predefinito Re: Sei lo sbaglio più bello…

    -CAPITOLO CINQUE-



    Siamo in treno. Abbiamo superato la fermata di Bologna. Ora viaggiamo a vele spiegate verso il capoluogo Lombardo. Benedetta sia la freccia rossa, nata per accorciare le distanze.
    Si ferma lungo il binario 10 della stazione centrale. Afferriamo borse e trolley e scendiamo. Quasi subito notiamo Omar, ci stava aspettando. Ho parlato con mia sorella durante il viaggio. Deve essere sincera. Deve dire ad Omar che è già, felicemente, impegnata. Meglio ora che fra un po’ quando sarà veramente preso. In ogni caso possono comunque diventare buoni amici.
    Salutiamo il 5° Finley e lo seguiamo all’esterno della stazione ferroviaria. Al parcheggio c’è la sua auto. Apre il cofano e da perfetto cavaliere sistema i nostri trolley per poi richiudere. Prendiamo posto e lui parte velocemente.
    Omar: pensavo di portavi a casa così potete lasciare le valigie, rinfrescarvi e poi possiamo andare a prendere la band in Emi e andare a cena tutti insieme. Se vi va!
    Io: ci va!!!
    Omar: allora ok!!!
    È dolcissimo Omar, gentile.
    Lascia la macchina davanti al cancello di casa di Cristiano. Mia sorella sfila le chiavi dalla borsa e la seguiamo all’interno. Mette mano al mini armadio accanto al portone ed attiva acqua, corrente, gas. Ci sono due bagni. Mi chiudo nel primo, Greta nel secondo. Ho bisogno di una bella doccia calda. Rigenerante e rinfrescante.
    Abbiamo lasciato Benedetta sola con Omar, di proposito. Deve essere sincera. E’ un particolare importante della sua vita. Stanno insieme da anni. Non credo che Omar la prenda male ma di certo gli dispiacerà un po’. Scendo al piano di sotto pronta. Greta è spaparanzata sul divano a guardare la tv. Mia sorella e Omar in cucina. Li raggiungo.
    Io: Bene, i bagni sono liberi!
    Bene: ok, grazie. Omy, torno tra poco!!!!!
    Il Pedretti annuisce. Ci lascia soli.
    Io: allora??
    Omar: cosa?
    Io: mia sorella ti ha parlato di Cristiano?
    Omar: sì, lo ha fatto!
    Io: ti dispiace???
    Omar: un po’ ma ci conosciamo poco. Lei è regolarmente fidanzata ed io mi sono come al solito fatto un film. Però mi sono fatto promettere che anche se è impegnata possiamo ugualmente diventare amici!!
    Io: certo che potete. Sarebbe felice!!!
    Mi sorride.
    Omar: grazie!!
    Io: e di cosa?
    Omar: so che hai insistito te per farla confessare!!!!
    Annuisco.
    Io: direi che stai imparando a conoscermi!!!!
    Omar: eh sì!
    io: sono contenta. Sei il mio Finley preferito!
    Omar: oooooooo, aspetta che ti registro. Così posso vantarmi un po’!!!
    Ridiamo.
    Io: dai, andiamo. Voglio vedere i cicci. Ho sentito la loro mancanza!!!
    Sorride.
    Omar: aspetta, tua sorella si sta preparando!
    Io: mia sorella è un razzo. Sarà quasi pronta poi con quei capelli super corti!!!
    Omar: corti proprio no, le coprono il collo!
    io: sono corti!!!
    Omar: beh certo. Paragonati ai tuoi che fra un po’ raggiungono il sedere!!!
    Io: sìììììììì!!
    Omar: sono belli ma anche i suoi!
    io: grazie!!!
    Fanno capolino in cucina Greta e Benedetta.
    Greta: dai andiamo!!!
    Io e il Pedretti ci alziamo. Usciamo in macchina. Si va in Emi. In Corso Sempione.

    daiii, commentate
    DAVIDE-1997 likes this.

  7. #7
    New Kid on TW


    Data Registrazione
    Apr 2014
    Messaggi
    77

    Predefinito Re: Sei lo sbaglio più bello…

    Buongiornoooo. Daiiii lasciate più commenti =D



    -CAPITOLO SEI-


    Stiamo salendo le scale.
    Io: Omy?
    Mi guarda.
    Io: se anche questa volta, tuo fratello, si intromette per impedirmi di far la foto con Ka puoi aiutarmi???
    Omar: tranquilla. A costo di chiuderlo nel ripostiglio!!
    Io: grazie!!!
    Ci lasciano entrare senza problemi. Mi sembra un sogno. Possiamo farlo solo perché siamo scortate dal 5° Finley. Ci precipitiamo in saletta. Sono la più impaziente, non vedo l’ora di vederli.
    Davvero.
    La porta è aperta. Sono tutti seduti, stanno parlando. Carmine tiene tra le braccia l’acustica.
    Io: ciao cicciiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!!!!
    Esordisco sorridendo. Si voltano.
    Pedro: la romana polemica!!!!!
    Lo guardo di traverso mentre i suoi soci si alzano per salutarmi.
    Ka: hai con te la macchinetta o il cellulare?. Voglio farmi perdonare!!!
    Sorrido.
    Io: non ce l’ho con te. Davvero!!!!
    Ka: scusami, sono dovuto partire. Voglio troppo bene a mia sorella!!!
    Io: hai fatto benissimo. Ho fatto 18 anni 2 mesi prima di lei, se mia sorella fosse mancata alla mia festa l’avrei decapitata!!
    Ka: come facevo io con le barbie di mia sorella!!!!!
    Io: le decapitavi le barbie?????
    Ka: ovvio!!!!!
    Io: ma sei un’associazione a delinquere. Povera ragazza. Io te le avrei lanciate dietro!!
    Ka: è quello che ha fatto!!!!
    Io: brava la Ruggiero. Ha la mia stima!!
    Ka: alleanza femminile spietata!!!!
    Greta: suu, fatevi questa foto!!!
    Pedro: ma andiamo prima a cena. Ho una fame tremenda. Ho voglia di pizza!!!!
    Si alza.
    Pedro: dai muoviamoci!!!!!
    Io: ora mi hai stancata. Se hai tutta questa fame vai pure da solo. È la seconda volta che fai di tutto per non farmi fare la foto. Non ti sopporto!!!
    Apro il bauletto e dopo aver sfilato 20 euro dal portafogli glieli metto in mano.
    Io: vai, offro io. Ci vediamo dopo in pizzeria!!!
    Pedro: adoro le ragazze spietate!!!!
    Ka: e io quelle determinate. 5 minuti ed andiamo tutti a cena. Lasciaci fare sta foto sono mesi che aspetto!!!
    Gli regalo un sorriso.
    Passo il telefono a Greta e prendo posto tra le braccia del chitarrista. La mia amica si SCATENA. Ci scatta diverse foto. Finalmente. Non sarà lo stesso. Non ripaga quella che ho perso quella sera. Purtroppo no. Però quelle ancora da scattare e i concerti da vivere pieni di istantanee saranno tantissimi.
    Li costruiremo giorno per giorno. Siamo solo all’inizio di questa meravigliosa avventura. Lasciamo la discografica per andare in cerca di un ristorante-pizzeria. Mi accontentano. Voglio cenare a Legnano e visitare la città d’appartenenza della mia adorata band.
    DAVIDE-1997 likes this.

  8. #8
    New Kid on TW


    Data Registrazione
    Apr 2014
    Messaggi
    77

    Predefinito Re: Sei lo sbaglio più bello…

    COMMENTI, COMMENTI, COMMENTI. =)




    -CAPITOLO SETTE-



    Lasciamo la pizzeria prima della mezzanotte. Dopo una bella passeggiata nel centro ci sistemiamo davanti al portone di casa Calvio. Non facciamo nulla di speciale. Stiamo semplicemente mangiando gelato e bevendo birra. Approfondiamo la conoscenza. Ed è proprio questo il bello. Per star bene, per divertirsi non bisogna per forza far l’impossibile. Bastano le serate con la compagnia giusta.
    Finito il mio gelato in coppetta apro il bauletto. Sto cercando le sigarette. I miei sanno che fumo, certo sperano sia solo un periodo ma mi sembrava corretto informarli.
    Poggio la mia Marlboro light tra le labbra e cerco l’accendino. E’ sempre latitante. Corre in mio soccorso il chitarrista. Mi accende la sigaretta con il suo. Ricambio la gentilezza offrendogli una sigaretta, che accetta di buon grado.
    Ste: sono le 4. Domani c’è il concerto!!!!!
    Pedro: e che problema c’è?, tanto domattina dormi!!!
    Io: ma io no, dobbiamo alzarci presto. Io voglio la transenna!!!!
    Omar: ma non c’è bisogno che fai la coda. Vi ho dato i pass!
    Io: ci hai dato i pass?, ho visto solo i biglietti!!!
    Bene: Omy, li ho nascosti i pass. Volevo farle uno scherzo!
    Io: non si scherza su un meet preconcerto con loro!!
    Il Kapitano scoppia a ridere.
    Ka: ha sputato fuoco come un drago la sorellina!!!
    Bene: questo significa vivere con una finleyna!!
    Pedro: non ti invidio Bene. Io con una come tua sorella non ci andrei mai a vivere!!
    Io: menomale!!
    Sorrido ironicamente a 36 denti.
    Ka: mai dire mai. Tutto è possibile!!!
    Io: se vuol farmi da servo la porta di casa mia è aperta!!
    Pedro: semmai puoi far tu da serva a me. Io sono l’anima della band!!!!
    Io: allora stamo in una botte de fero!!!
    Pedro: ma tu ce l’hai proprio su con me!
    Io: aha!
    Pedro: ancora per quella storia del concerto di Roma!
    io: sì, ancora. È solo colpa tua!
    Ste: non ha tutti i torti. Per un tuo capriccio non ha fatto la foto. Era questione di un secondo. Il programma non ne avrebbe risentito. Tu lo sapevi che Ka ripartiva dopo il concerto!!!!
    Pedro: è stato troppo divertente. Lei che la voleva tanto questa foto ed è rimasta a bocca asciutta!
    Io: mi stai proprio sul c***o!
    Pedro: tranquilla, la cosa è reciproca!
    Io: bene. Tanto anche se non ti ci fossi stata non mi sarei sentita in colpa!
    Pedro: benissimo così allora!
    io: perfetto!!
    Sentenzio. Mi accendo un’altra sigaretta mentre lui manda giù un’intera bottiglia di birra. Una mezzora dopo siamo tutti brilli. Le conversazioni sono diventate superdivertenti o forse l’alcool che abbiamo in circolo rende tutto comico.
    Cominciamo a ballare, a cantare, ad avere comportamenti non propriamente normali. Ma che bello. Davvero.
    Ci si sposta, ci si divide in sottogruppi. Stiamo bene, benissimo. Mentre fumo l’ennesima sigaretta di questa nottata e fisso il Calvio che balla un valzer col Mantegazza mi accorgo che il Pedretti si siede al mio fianco sul muretto.
    Pedro: Stella!
    Ormai siamo TUTTI ubriachi.
    Io: Pedro!
    Nonostante l’alcool che scivola tra le mie vene continuo ad essere in guerra con lui.
    Pedro: ti va di ballare?
    Io: no, perché mi stai così addosso???
    Pedro: hai ragione. Lo faccio. La smetto. Perché ho già combinato troppi casini e non vorrei…, solo che dovresti cercare di non essere così bella. Perché ogni volta che ti guardo mi manca il respiro!!
    Sgrano gli occhi. Ruoto la testa, lo guardo.
    Io: cos’hai detto???
    Resta qualche istante, in silenzio, a fissare i miei occhi.
    Pedro: niente. Non ho detto niente. Adesso scusami!
    Si alza, fa qualche passo, si volta. Poi vomita.
    DAVIDE-1997 likes this.

  9. #9
    New Kid on TW


    Data Registrazione
    Apr 2014
    Messaggi
    77

    Predefinito Re: Sei lo sbaglio più bello…

    Ciao, buona festa della liberazione. Oggi lasciate più commenti???. DAIIIIIIIIIIII =)


    -CAPITOLO OTTO-


    La sveglia del cellulare parte a bomba. Senza se senza ma. Devo svegliarmi. Tra poche ore ci sarà il concerto. Abbandono il letto e mi chiudo nella doccia. Mia sorella non c’è. Aveva la riunione presto. Non sarà stato facile. Notte insonne, sbornia, riunione. Beh, può capitare. Avrà fatto una doccia, avrà buttato giù un paio di analgesici ed ettolitri di caffè.
    Dopo essermi preparata sveglio Greta. Siamo in pessime condizioni ma una bella colazione ci rimetterà al mondo. Mentre lei si chiude in bagno io scendo a preparare.
    Sono sovrappensiero. Non riesco a ricordare bene la notte appena archiviata. Ho la strana sensazione che Pedro mi abbia detto qualcosa di particolare ma non ricordo quasi nulla. Solo lui che negava. È inutile che gliene parli, di sicuro non può aiutarmi. Era ubriaco come e più di me e data la guerra dichiarata tra noi non mi aiuterebbe neanche se ricordasse.
    Verso latte e caffè nelle tazze mentre Greta entra in cucina.
    Ho lo sguardo perso.
    Greta: ey, tutto bene???
    Mi domanda tentando di riportarmi alla realtà. Niente. Mi agita una mano sotto gli occhi. Torno in me.
    Io: ey!
    Greta: a chi pensi???
    Io: la domanda giusta sarebbe “a cosa pensi?”!
    Ammetto sedendomi di fronte a lei.
    Greta: a cosa pensi?????
    Domanda in automatico.
    Io: ho la strana sensazione che Pedro, stanotte, mi abbia detto qualcosa!
    Greta: anche se c’è antipatia reciproca parlate. O meglio battibeccate!
    Mi fa notare mentre lancia un paio di biscotti nel caffelatte.
    Io: no, mi ha detto qualcosa di diverso che mi ha lasciata a bocca aperta. Ricordo solo che mi ha stupita e pensavo di non aver capito, gl’ho chiesto conferma ma lui ha negato. Si è alzato ed ha vomitato!!
    Greta: fantastico. Magari ti ha detto che stava male!!!!
    Io: no. Non credo. Non mi avrebbe lasciata a bocca aperta. Eravamo straubriachi era la conseguenza più ovvia!!!
    Greta: magari qualcuno ha sentito!
    Io: sicuramente ma dato che eravamo tutti fuori l’avranno rimosso!!!!
    Greta: mangia e non tormentarti!!!
    Mi allunga un mega cornetto. Lo afferro e la ringrazio. Eppure ho l’amaro in bocca, non sono convinta. È inutile fasciarmi la testa. Tanto ormai è passato.
    Greta: dai, andiamo a fare un po’ di shopping!
    Io: grande idea!!!
    Sistemiamo tutto in lavastoviglie ed usciamo. Giretto in centro, a breve distanza, qualche acquisto. Rientriamo rapidamente. Ci cambiamo. 10 minuti d’attesa ed arriva il nostro autista speciale, Omar Pedretti. Ci lascia davanti all’entrata secondaria del locale. Rallenta solamente poi riparte. Deve andare a prendere mia sorella. Io e Greta varchiamo la soglia. Stanno oziando sotto al palco mentre sgranocchiano qualcosa. Il meet con le, fortunatissime, vincitrici inizierà a breve. Salutiamo e nell’attesa scambiamo due chiacchiere.
    Mi siedo sul palco con le gambe a penzoloni. Il Ruggiero si posiziona al mio fianco.
    Ka: passata la sbornia???
    Io: diciamo. Tu??
    Ka: così così ma sono abituato. Non pensavo reggessi l’alcool così bene!!!
    Io: sarà che ogni sabato qualche drink scappa!!!!
    Sorride.
    Ka: sei proprio come noi!!!
    Io: questo è il più bel complimento che potessi farmi!!
    Ka: ne meriti tanti altri!
    Io: beh, ti ringrazio. Allora mio adorato Kapitano. Puoi svelarmi qualcosa della scaletta????
    Ka: se non dici niente a Pedro te la mostro!
    Io: figurati. Meno ci parlo meglio è!
    Ride si posiziona semisdraiato sul palco ed afferra la scaletta ferma sotto l’asta del suo microfono. La guardiamo insieme.
    Io: wow!!!!
    Ka: abbiamo scelto bene??
    Io: eccome. Ey ma sono previste più canzoni di Roma!
    Ka: ultima data di questo tour, in casa, era nostro dovere!!!!!
    Io: eh lo so. Preferirete sempre Milano!!!
    Ka: no. Milano è casa nostra ma Roma ce l’abbiamo nel cuore. Quel concerto al Circolo degli Artisti è stato speciale. Se ci ripenso ho la pelle d’oca!!
    Annuisco mentre gli occhi mi si velano le lacrime.
    Ka: oh no. Ti stai riemozionando come quella sera!
    Io: eh, ripensarci fa questo effetto. Quando tornate a Roma??
    Ka: te lo dico ma tu non farlo diventare di portata mondiale. Ok?
    Io: ok!!
    Ka: il disco nuovo è praticamente pronto. Stiamo fissando la data di uscita. A giugno, verso metà mese!!
    Lo guardo con un sorriso a 36 denti.
    Io: non vedo l’ora di ascoltarlo. Ho grandi aspettative. Mi fido di voi!!!
    Sorride.
    Ka: e poi pensavamo di fare dopo l’estate un meet ed aperitivo all’hard rock di Roma!!!!
    Io: fatelo fatelo!!!
    Mi avvolge un braccio attorno al collo.
    Ka: ero sicuro che avresti approvato!!!!
    Io: ma ovviamente l’uscita di questo secondo album comporterà un instore tour ed una nuova serie di concerti??
    Ka: auguriamocelo. Deve piacere a voi fans altrimenti niente!
    io: non sottovalutatevi. Se ci sarà questo aperitivo all’hard rock cafè mi dovrai offrire una birra!
    Ka: molto volentieri!
    io: e prepara una scorta di fazzoletti se hai scritto una canzone come “Scegli Me”!
    Ka: ci sarà!!!!
    Lo guardo con gli occhi che brillano. Sorride e poi ci scattiamo l’ennesima foto.
    DAVIDE-1997 likes this.

  10. #10
    New Kid on TW


    Data Registrazione
    Apr 2014
    Messaggi
    77

    Predefinito Re: Sei lo sbaglio più bello…

    Buon sabato. Commentate però



    -CAPITOLO NOVE-



    Il “Tutto è possibile tour” è stato consegnato ufficialmente alla storia. Mi mancherà ma io lo so già. Sì, io lo so. Ce ne saranno tantissimi altri. Più lunghi, più belli, più emozionanti. Non vedo l’ora di viverli.
    È ora di cena. Sono quasi le 21. Restiamo a Milano. Ristorante-pizzeria, così abbiamo l’imbarazzo della scelta sul menù.
    Ste: dopo cena che facciamo??, queste 3 bellissime donne partiranno tra poche ore!!
    Dani: discoteca???
    Ka: no, troppo casino. Non possiamo parlare!
    Dani: ma sarà divertente insieme a loro una serata in disco!
    Ka: non ne dubito ma magari un sabato scendiamo a Roma e andiamo in qualche disco di lì!!!
    Ste: allora???
    Bene: andiamo a casa!
    Ste: ma no, è sabato sera io non voglio stare con i miei davanti alla tv!
    Bene: ma no tutti insieme. A casa di Cristiano dove stiamo noi!!
    Ste: ci sto!!!
    Siamo tutti d’accordo.
    Sto fissando il Pedretti.
    Pedro: tutto ok?
    Io: …sì!
    Pedro: sicura Stè?
    Annuisco poi faccio segno al cameriere di farmi portare una porzione di patatine.
    Pedro: mi sembri strana dopo ieri notte, dipende da me?
    Io: dovrei essere strana per qualche motivo particolare?
    Pedro: sarebbe?
    Io: mi hai detto qualcosa che possa avermi colpita?
    Resta in silenzio a fissarmi.
    Pedro: no!
    Dice secco. Serio, soprattutto.
    Io: va bene!!!
    Le patatine sono arrivate. Le spargo sulla pizza poi comincio a mangiare.
    Ste: Bene, ti posso fare una domanda?
    Bene: ovviamente!
    Ste: che tipo di sorella maggiore sei???
    Bene: riguardo?
    Ste: sei iperprotetiva?, quel tipo di sorella che controlla e segue la piccolina e le impedisce determinate cose?
    Io: no!
    Ste: ma dovrebbe rispondere lei!
    Ka: beh ma lei è la sorella minore. E’ lei che subisce nel caso!!!
    Ste: ah giusto. Quindi Bene tu le permetti di uscire con i ragazzi, di far esperienza o no?
    Bene: mia sorella è maggiorenne e vaccinata. È intelligente, è matura. Non le ho mai impedito niente. Certo le dispenso consigli e suggerimenti ma non le impedisco nulla. Lei sa cos’è giusto fare. Le ho sempre fatto da alibi!!!
    Dani: in che modo?
    Io: per la prima volta col mio ex!!!
    Dani: che cosa????. Non lo permetterei mai a mio fratello!
    Rido.
    Bene: che c’è di male?. Non voglio essere una nemica per lei, voglio che si fidi. Voglio che si apra e che sappia che su di me può sempre contare!!!!!
    Greta: è la sorella perfetta. La sfigata sono io!
    Pedro: perché?
    Io: ha una sorella minore di 5 anni. E’ un amore!
    Greta: parliamo della stessa bambina??. Mora, occhi verdi, di nome Silvia??
    Annuisco.
    Greta: tratta meglio te di me. Adora Stella mentre io sono il suo bersaglio!!!!!!
    Pedro: dicevate della prima volta di Stella. Com’è andata????
    Greta: perché t’interessa tanto???
    Io: sì, perché t’interessa tanto???
    Pedro: interessa a Carmine, così farà la stessa cosa per la prima volta della sorellina!!!
    Ka: c***o dici?. Ti pare??. Se qualcuno osa solo pensare di toccare mia sorella gli taglio il gioiellino con una sega elettrica!!
    Scoppio a ridere.
    Io: aiuterò io la Ruggiero!!!
    Ka: non se mi vuoi contro di te!
    io: come non detto!!!!
    Ste: beh com’è andata????
    Bene: è successo qualche settimana prima dei suoi 18…!
    io: ey ma dobbiamo sbandierare la perdita della mia verginità???
    Un coro di Sì ad alto volume. Carini.
    Bene: beh dicevo. Stava col suo ragazzo da un po’!
    Dani: un po’ quanto??
    Greta: tra alti e bassi dal secondo anno!!!
    Ste: una vita!!!!!
    Bene: nooo, quale vita. Ci sono storie più lunghe, tipo la mia con Cristiano!
    Pedro: da quanto voi??
    Bene: quasi 6 anni!
    Ka: mei c******i!!!!!
    Bene: lei e Giacomo volevano una serata speciale per poi dormire insieme ed io gl’ho regalato un alibi!
    Ste: non poteva dire che dormiva da Greta???
    Bene: i nostri genitori e quelli di Greta sono amici da moltissimi anni. Da prima di sposarsi. Avrebbero mangiato la foglia!!!
    Ka: quindi??
    Bene: dovevo andar fuori per lavoro. A Genova. Mi sono portata il mio ragazzo, che vive da solo in un appartamentino e Stella e Giacomo hanno cenato e dormito lì!!!
    Dani: e quando i tuoi ti hanno chiesto com’era Genova??
    Bene: mia sorella conosce Genova come le sue tasche!!!!!
    Annuisco mentre mando giù un sorso di cola.
    Ste: anziché scoprire Genova ha scoperto l’America!
    Omar: chiamala America!!!
    Greta: ma come siamo arrivati a questo?
    Ste: ah già, semplicemente perché voi partite domani ed io non ho ancora avuto incontri ravvicinati con nessuna!!!
    Bene: sono fidanzatissima. Io e Cristiano andremo a vivere insieme a breve!!!!
    Ka: c***o state insieme da una vita!
    Ste: praticamente un ergastolo!!
    Greta: io sono impegnata da meno tempo ma avevo una cotta per Paolo già da 2 anni. Me lo tengo stretto!!
    Ste: Stellina cara. La notte è nostra!!!
    Pedro: se vai con quest’acidella ti do 700 euro. Mi faresti un favore. Sì vede che è nervosa perché non batte chiodo da una vita!!!!!
    Io: sarebbe preoccupante se tu battessi chiodo cantante!
    Pedro: io sono felicemente fidanzato da 4 anni. Tranquilla. Conoscerai la mia ragazza tra pochi minuti, ci raggiunge per il dolce!!!
    Mi dice sorridendo perfido.
    DAVIDE-1997 likes this.

Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima

Segnalibri

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •