Vai a Team World Shop
Pagina 4 di 4 PrimaPrima ... 234
Risultati da 31 a 33 di 33
Like Tree34Likes

Discussione: ...Sei l'unica paura che non ho...

  1. #31
    Supporter


    Data Registrazione
    Jan 2011
    Messaggi
    168

    Predefinito Re: ...Sei l'unica paura che non ho...

    buongiorno!!!
    nuovo capitolo!!


    Una volta arrivati ebbe giusto il tempo di mandarle un sms. Era a pezzi, avrebbero dovuto riposarsi per poi cominciare subito con i preparativi. <arrivati. Mi manchi già. Sei il mio angelo. Sono a pezzi.>
    Quando le arrivò l’sms Marzia era sul divano intenta a guardare la tv. Era già mattina. Balzò giù dal divano e prese il cellulare sul tavolino. Tra loro c’erano quasi nove ore di fuso orario di differenza. Era lui <sono contenta che il viaggio sia andato bene. riposati un po’. Io non ho dormito molto. ti chiedo perdono ma ho usato il tuo letto stanotte. Mi manchi anche tu> rispose con il cuore in gola dalla felicità per averlo sentito.
    Jessica impegno ogni ora del gruppo e i giorni passarono. Uno dopo l’altro. pochi minuti pedro e Marzia riuscivano a sentirsi su skype o con sms. Chiamare era fuori discussione, sarebbe stato un casino a livello di denaro. Di certo non era per colpa sua se il tempo era poco. Le selezioni, il fuso orario e il lavoro per preparare le scalette impiegavano molto del loro tempo.
    Marzia era caduta in stato depressivo e Elena non se ne capacitava “Marzia che hai? Da come ti comporti, sembra il tuo moroso” disse guardandola con le braccia incrociate. Avrebbe fatto un torto a Pedro, lo sapeva, ma era stufa di mantenere il silenzio. “devo dirti una cosa. Promettimi che non la dirai a nessuno neanche a Ka.” Disse guardandola seria. Elena si sedette al suo fianco. Come sempre marzia era a pc ad attendere che Pedro si connettesse. “dimmi. Te lo prometto” “io e Pedro.. bhe noi due ci siamo dichiarati.” Disse abbassando lo sguardo. Elena sgranò gli occhi “davvero??” chiese con euforia “e quando? Da quanto? E ora siete assieme?” la tempestò di domande “ehi calma, una domanda per volta se no non ti sto dietro” disse confusa dalle mille domande “allora. si davvero. Quando, bhe qualche giorno fa. Da quanto.. bhe ufficialmente.. non ancora. anche se per me è ufficiale da quando ci siamo baciati. Lui vuole aspettare prima di dirlo a voi. Perché vuole prima ufficializzare con me per bene. questa partenza ha rovinato i suoi piani.” Disse rispondendo a tutte le domande poste. Elena era felice della notizia “ sono così felice. ora capisco tutte quelle coccole. Quegli sguardi. Tu che dormi con lui 3 notti di fila.. “sorrise maliziosa “ lo avete fatto?” chiese senza peli sulla lingua.
    All’idea di farlo con Pedro, sobbalzò diventando rossa “ ma sei pazza? No” esclamò lei balbettando. “come no? Tutti sti anni repressi, bisognava dargli sfogo.” Commentò seria “la fai facile tu” dichiarò lei “se solo immagino noi due nudi assieme. Oddio mi viene male. mi vedrebbe nuda. Vedrebbe come sono. Poi vedere lui nudo. Ecco io, io” non riusciva a finire la frase da tanto era imbarazzata. “avrete tempo” disse lei dandole una pacca sulla spalla leggera. “ bene stasera si festeggia. Usciamo a bere qualcosa.” Dichiarò entusiasta “ma non mi sembra il caso uscire.” “pensi che loro non escano la sera? I dopo concerti e selezioni? Feste tutti assieme?” quelle frasi le entrarono dentro come pugnalate allo stomaco. “quindi vuole dire che se la spassa.” Disse marzia. “non dico questo, ma non credere che stia chiuso in camera. Certi eventi sono obbligatori” disse cercando di rimediare al danno fatto. “capito. Speriamo bene.”
    Arrivò sera e uscirono come deciso. Passarono una serata in un pub-disco. Marzia non era molto convinta di spassarsela così, ma Elena la trascinò a ballare. Incontrò Fabio. Anche lui lì per passare una serata diversa dalle solite noiose. Parlarono tutta sera. Ma un mms rivoltò la serata. Quella foto fece crollare la terra sotto ai piedi di lei.
    Pedro che si baciava con una ragazza. Quella ragazza era proprio lei. Avrebbe riconosciuto tra mille quei capelli dorati. Jessica. Di nuovo l’amore le giocava un brutto tiro.

    commenti!
    http://forum.teamworld.it/forum1743/...ml#post8419062
    DAVIDE-1997 likes this.

  2. #32
    Supporter


    Data Registrazione
    Jan 2011
    Messaggi
    168

    Predefinito Re: ...Sei l'unica paura che non ho...

    nuovo capitolo

    Aveva trovato l’amore, ma a quanto pare quelle di Pedro erano solo parole. Stupide parole. Si sentiva persa, attorno a se ogni rumore si ovattò. Le girava la testa. Elena le chiese cosa stesse succedendo. Non rispose le scivolò il cellulare di mano e lei prontamente lo prese e vide anche lei quella foto. La condusse fuori il più velocemente scusandosi con Fabio per la fuga improvvisa e che poi le avrebbe spiegato.
    Pedro dall’altra parte del mondo era ignaro di tutto. Il ragazzo si era addormentato su una poltroncina del pub in cui erano stato condotto a forza dagli altri gruppi finalisti e Jessica ne aveva subito approfittato cogliendolo in inganno. Voleva distruggere quel rapporto che li legava qualunque esso fosse. Sospettava fosse di più di una semplice amicizia, quelle cose le capiva e era palese che quei due erano molto uniti. Doveva pagare per il rifiuto che lui le aveva dato. Nessuno poteva dirle no. Quando aprì gli occhi fu per rispondere al cellulare. Jessica era sparita. Elena lo stava chiamando e non capiva perché. Subito pensò fosse successo qualcosa a Marzia.
    “ti sembra il modo di comportarti? Sei soltanto uno ******o.” Disse di getto lei. “ma che succede?” chiese lui ancora confuso. “prima dici che vuoi bene ad una persona e poi le tiri un tiro mancino simile?” lui era sempre più confuso. Non rispose. “ma sei ubriaco?” “no che non lo sono? Ma si può sapere che ti prende?” “ti sei baciato con jessica e per di più fai mandare un mms alla tua ragazza con la foto del vostro bacio?” chiese con rabbia “ e tu come sai di noi?” chiese stupito “ è stata marzia a dirmelo. Fossi in te mi concentrerei sul problema principale . Jessica.” “ma io non ho baciato nessuno. Ero qua in un divanetto zitto che dormivo. Sono talmente stanco in sti giorni che faccio fatica a reggermi in piedi. Sai benissimo che non bacerei mai quella S.T.ron.za” disse serio. Elena rimase interdetta per un momento “aspetta e guarda. Vediamo se hai ancora il coraggio di negare.” Con il cellulare di Marzia mandò la foto anche a lui.


    commenti
    http://forum.teamworld.it/forum1743/...ml#post8419062
    DAVIDE-1997 likes this.

  3. #33
    Supporter


    Data Registrazione
    Jan 2011
    Messaggi
    168

    Predefinito Re: ...Sei l'unica paura che non ho...

    Aspettò l’mms e quando aprì il file non credette ai suoi occhi. come era possibile? Si chiese cercando di dargli una spiegazione. “quella T.r.o.ia, se la becco la uccido.” Dichiarò furioso “quindi dici che non è stato volontario?”chiese Elena “no non era volontario. Io dormivo e quella ne ha approfittato, ma se la prendo la distruggo. Passami marzia.” Disse “perché dovrei? direi che le hai già fatto male abbastanza.” Disse scontrosa “ti prego” scongiurò lui disperato. Elena passò il cellulare a Marzia pur contro la sua volontà.
    Marzia prese il cellulare “ pronto.” Disse solo con freddezza “Marzia. T giuro io non c’entro nulla. Non ho fatto nulla, stavo dormendo e quella bastarda ha messo in scena tutto. Credimi” cercò in ogni modo di chiarire, ma la risposta di lei lo turbò “non ti preoccupare, non importa.” disse lei con voce piatta. Anche Elena si girò a guardarla con stupore. Gli stava dicendo che non le importava? Come era possibile. Il suo sguardo era freddo, come il tono della voce. La sua mente pensava e ripensava a quella foto e si auto convinse che non era nulla. Meglio un piccolo tradimento che essere picchiata. Si disse tra sé e sé.
    La sua mente le impose , come auto difesa che era meglio lasciare correre. “amore? Che succede?” chiese lui con voce preoccupata “ho detto che non è nulla. ti credo e va tutto bene. non ti preoccupare” disse lei con freddezza. Pedro non credette a quelle parole. Forse capì quello che le stava accadendo, ma così a telefono era difficile capirlo chiaramente. Stava negando il dolore, lo aveva già fatto tempo addietro con lui. Negava l’evidenza. “ora vengo da te e ne parliamo” disse serio “no non ce ne è bisogno. Va tutto bene. poi hai da fare là, solo il viaggio ti porterebbe via troppo tempo.” Rispose.
    Forse aveva ragione, andare da lei era troppo rischioso per il concorso. Anche solo un piccolo ritardi sarebbe stato fatale. “ok come vuoi.”si rassegnò lui “ ma ti fidi di me vero?” chiese subito dopo con lieve preoccupazione. Marzia ci pensò qualche secondo prima di rispondere “si mi fido di te. È di lei che non mi fido e ne ho avuto la prova..” disse. “starò attento ad ogni suo movimento. Non mi fregherà più e ti giuro che appena la becco mi sente. La farò licenziare.” Disse con convinzione “era ora.” commentò lei.
    Chiusero la chiamata perché Pedro venne chiamato da Ivan, ma il suo stato d’animo non si placò. La sua agitazione cresceva ogni minuto che passava. Gli aveva detto che andava tutto bene, ma allora perché sentiva che non era così dentro di sé? Si chiese. Se marzia stava soffrendo e non voleva dirglielo? Se in realtà lo odiava? Non ci voleva pensare. Solo all’idea che aveva tradito involontariamente Marzia lo mandava in bestia e lo faceva sentire una M.e.r..da.



    commenti
    http://forum.teamworld.it/forum1743/...ml#post8414939
    DAVIDE-1997 likes this.

Pagina 4 di 4 PrimaPrima ... 234

Segnalibri

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •