Vai a Team World Shop
Risultati da 1 a 8 di 8
Like Tree15Likes
  • 2 Post By _Marya_
  • 2 Post By _Marya_
  • 2 Post By _Marya_
  • 3 Post By _Marya_
  • 2 Post By _Marya_
  • 1 Post By _Marya_
  • 2 Post By _Marya_
  • 1 Post By _Marya_

Discussione: "L'unica paura che non ho"

  1. #1
    New Kid on TW


    Data Registrazione
    Feb 2013
    Messaggi
    19

    Predefinito "L'unica paura che non ho"

    È la mia prima FF... Spero che vi piaccia ♥

    "L'unica paura che non ho."

    Capitolo 1

    È il mio primo giorno di lavoro e già sono in ritardo.
    Entro nel negozio di dischi e vado verso il bancone.

    "Salve, sono la ragazza che qualche giorno fa è venuta a chiedervi il lavoro."
    "Ah si, Maria giusto? Tieni il cartellino e ti dico che devi fare."

    Ok, devo sistemare i CD: Data di Pubblicazione - Genere - Ordine Alfabetico.

    Inizio sistemando gli album dentro allo scatolone con su scritto Punk-Rock 2006.
    Fra le mie mani capita un album che ho anche io, però il mio al contrario di questo è tutto rovinato e pieno di graffi, l'ho consumato per tutte le volte che l'ho sentito.

    "Tutto è Possibile."

    Mi spunta un sorriso sul mio volto. Quell'album ha fatto parte della mia gioventù. Mi ha aiutato in un momento difficile, riaverlo tra le mani tutto nuovo e perfetto mi fa rivivere quel male che avevo allontanato da me.

    Lo ripongo sullo scaffale e finito il mio turno torno a casa da Chiara, la mia amica milanese.

    "Hey Chià!"
    "Hey Mary! Senti io ora scappo a lavoro, c'è un po' di carne sotto al forno e mi prendo la tua auto. Ci vediamo stasera!"
    "Ok, statti attenta alla mia piccola! È la cosa più cara che ho!" - le dico lanciandole le chiavi.
    "Certo! Non ti preoccupare. Ciao!"

    *Chiara.

    Scendo freneticamente le scale. Chissà Maria dove ha parcheggiato la macchina, ah eccola, proprio avanti l'edificio, che fortuna che ha avuto!
    Corro per la strada e arrivo in ufficio. Alle 20 ho finito il mio turno e torno a casa.

    Entro in macchina, l'accendo e cerco di far manovra.

    BAM!

    No, no, no.. Maria mi uccide! La sua Mini Cooper è l'unica cosa che ama più dei suoi libri e di J-Ax!
    Scendo dall'auto e trovo un ragazzo che guarda la botta, speriamo che non sia qualcosa di grave altrimenti a casa non ci torno.

    Mi avvicino, per fortuna non è niente. Solo un graffietto, ce lo dico a Maria e poi la porto a riverniciare.

    "Scusa non ho visto che stavi uscendo..." - dice il ragazzo alle mie spalle.
    "Non ti preoccupare. La cosa importante è che solo un graffietto."
    "Si però ti tocca riverniciarla."
    "Anche a te.. Per fortuna che non è niente altrimenti a casa non ci tornavo più."
    "Non è tua la macchina?"
    "Della mia coinquilina."
    "Ah capisco, comunque piacere Pedro."
    "Piacere Chiara... un'attimo. Pedro? Il cantante de i Finley? Marco Pedretti?"
    "Si, si sono io! Sei una nostra fan?"
    "Si, sono una vostra fan..."

    Non ci posso credere, sto parlando con Pedro, colui che ha urtato la macchina, forse Maria non mi uccide troppo se dico che è stato lui.

    "Da quanto tempo sei fan?"
    "Io da poco, la mia coinquilina da quando siete usciti con 'Tutto è Possibile', l'avete aiutata in un momento critico della sua vita."
    "Ah, non pensavo che potevamo fare così tanto.."
    "Bhè, sono cose belle quando succedono."
    "Questo si, vabbè Chiara, io vado che sto in ritardo, ormai i ragazzi non ci fanno più caso. È meglio che vado, spero che ci becchiamo in giro qualche volta." - dice facendomi l'occhiolino.
    "Anche io, ciao Pedro!"

    Entro in macchina e mi dirigo a casa. Devo dire tutto a Maria!

  2. #2
    New Kid on TW


    Data Registrazione
    Feb 2013
    Messaggi
    19

    Predefinito Re: "L'unica paura che non ho"

    Capitolo 2.

    Arrivo a casa e trovo Maria che dorme beatamente sul divano. Vado in cucina e preparo la cena.
    Quand'è pronto la chiamo.

    "Maria sveglia! È pronta la cena!"
    "Oh Chià. Già qua? Ma che ore sono?"
    "Sono le 21"
    "Che è successo? Hai negli occhi la luce da 'NON SAI CHE TI DEVO RACCONTARE!' Quindi o parli mo o ti sputo in faccia."
    "Va bene, va bene... Hanno urtato la tua auto..."
    "COSA? CHI? IO LO UCCIDO!"
    "Non so se ti conviene..."
    "In che senso?"
    "Ehm... Non sai ancora chi te l'ha urtata..."
    "Senti se era qualcuno di famoso tu ora già stavi nel suo letto nuda... Ah no, quella ero io."
    "Ahahahah infatti... Sopratutto se quello che ti ha tamponato fosse stato Pedro..."
    "P E D R O? O mio dio... No, no, no... Tu hai conosciuto Pedro?"
    "Ehm..."
    "Giuro che non ti rivolgo mai più la parola e non ti presto più la mia auto..."
    "Lo so che mi ami..."
    "NO!"

    *Maria

    Chiara ha conosciuto Pedro, Pedro... No, non ci posso credere. No, cioè, no. Ma come ha potuto? Uffa.... Lo dovevo conoscere io. Domani andiamo per tutta Milano. Lo devo incontrare!

    "Chià, domani io e te, il pomeriggio Shopping per Milano non mi interessa."
    "Vuoi vedere se incontri Pedro?"
    "Zitta! Comunque si! Tu lavori la mattina no?"
    "Si... "
    "Perfetto! Vado a farmi la doccia ciao!"

    Dopo essermi fatta la doccia mi infilo nel letto.

    La sveglia suona presto, mi piastro i capelli, mi trucco e aspetto Chiara così mi accompagna a lavoro con la mia auto.

    Arrivo a lavoro e mi metto a finire di sistemare dei CD. Erano arrivati nuovi CD e quindi dovevo riordinare tutti gli scatoloni. Alle 12 ancora non avevo finito, mi misi le cuffie e iniziai a canticchiare, ad un tratto vado a sbattere contro un ragazzo, mi abbasso per prendere i CD e vedo che lui fa lo stesso. Mi levo le cuffie.

    "Scusami, non ti ho proprio visto ne sentito..." - faccio vedere gli auricolari che tenevo al collo.
    "Non ti preoccupare... Vengo spesso a prendere CD qui e sempre in orario di chiusura, quindi scusami tu."
    "Non ti preoccupare.. È che sono nuova e non sono ancora abituata a mettere tutto in ordine, anche per il fatto che io sono disordinatissima di solito."
    "Capito..." - sorride, o mio dio ma...
    "Comunque, mi ero distratta grazie ad una vostra canzone.." - sorrido.
    "Ah, allora meglio che mi presento, piacere Danilo o Dani."
    "Il piacere è tutto mio ! Io sono Maria."

    "Maria, stiamo per chiudere! Puoi posare i CD nello scatolone, continuo io oggi pomeriggio!" - grida Erica il mio capo.
    "Va bene!" - urlo per farmi sentire.

    Vado dietro il bancone faccio pagare i CD a Dani e poso il mio cartellino.

    "Da quanto tempo sei fan?" - mi domanda dopo essere usciti dal negozio.
    "Dal primo giorno. Mi avete aiutato in un brutto periodo e ho i vostri 3 album."
    "Noi stiamo a lavoro per il nuovo album.."
    "No, davvero?" - i miei occhi si illuminano.
    "Si, se vuoi oggi ci incontriamo e vieni in studio, visto che dici che ti abbiamo aiutato." - sorride.
    "Davvero? Il fatto è che, può venire anche la mia coinquilina? È fan anche lei, non come me. Però è fan!"
    "Certo. Che ne dici, alle 4 qua fuori?"
    "Per me va benissimo!"
    "Ti do uno strappo a casa... vieni!" - dice
    "Ok!"

    Entro nella sua macchina e mando un messaggio a Chiara: "Bella non venirmi a prendermi che sto nella macchina con DANILO, DANI ! IL BATTERISTA DE I FINLEY! Oggi andiamo in studio con lui! Ci vediamo a casa!!"

    Dico a Danilo dove deve andare e poi ci mettiamo a parlare del più e del meno.

    Arrivo a casa mi faccio un'altra doccia e sto ore davanti all'armadio a vedere che mi devo mettere.
    Ultima modifica di _Marya_; 25-02-2013 alle 11:26
    *Shine_white* and DAVIDE-1997 like this.

  3. #3
    New Kid on TW


    Data Registrazione
    Feb 2013
    Messaggi
    19

    Predefinito Re: "L'unica paura che non ho"

    Capitolo 3.

    *Chiara

    Entro in casa, vedo del cibo sul tavolo e mi ci fiondo.
    Dopo aver mangiato vado in camera di Maria, sta fumando nervosamente, meglio non disturbarla che mi uccide altrimenti.

    Vado in bagno e mi faccio una doccia veloce, mi asciugo e corro in camera a vedere che mi devo mettere. Ok ho deciso!
    Prendo una canottiera bianca lunga con sotto un pantaloncino nero e sopra la canottiera metto un coprispalle leggero viola. Metto le Converse a stivaletto viola e mi metto gli occhiali.
    Sono pronta un po' di trucco et voilat!

    Sono agitatissima, chissà come sarà andare alle prove... Non sto più nella pelle!

    *Maria

    Mi serve qualcosa per nascondere il tatuaggio, quindi camicia a quadrettoni blu e azzurri con una cintura bianca lucida sotto il seno, un pantaloncino blu elettrico con una catenina che scende appena sotto la tasca destra e le mie fidate Jordan grigie ai piedi! Mi trucco e mi metto gli occhiali. Mannaccia a me che uso le lenti a contatto anche per casa!

    Entro in camera di Chiara e chiedo come sto.
    "I tuoi occhiali sono sempre i più originali eh? Assomigliano al tettuccio della tua macchina!"
    "Ahahhah le stanghette a scacchi neri e blu sono figherrime! Comunque, mica si nota?" - chiedo girandomi di schiena e indicando un punto più su del bacino.
    "Il tatuaggio? No non si nota. Ma poi è bello, perché non farlo vedere?"
    "Bho ho un po' vergogna! Dai dammi le chiavi e andiamo!"

    Scendiamo e andiamo a prendere la macchina. Facciamo una corsa e troviamo Dani appoggiato alla macchina.

    "Hey!" - dico scendendo dall'auto e mettendo la sicura, la mia piccola.
    "Hey, ciao Maria!" - dice dandomi due baci sulla guancia.
    "Lei è Chiara!"
    "Piacere Dani"
    "Piacere mio!"

    Entriamo nella sua auto e 'sfrecciamo' alle prove.

    *Pedro

    Sento la macchina di Dani fuori lo studio, di solito quello in ritardo ero io!
    Entra in studio e c'erano anche una ragazza con lui, era Chiara!
    "Ciao Pedro!" - dice tranquillamente.
    "Ciao Chiara, come mai qui?"
    "Bhè, Dani ha conosciuto la mia coinquilina e l'aveva invitata in studio, mo sta fuori a fumare."
    "Capisco.. Quindi mi devo scusare per la macchina?"
    "È meglio se lo fai!"

    Ad un tratto entra l'amica di Chiara, i suoi occhi brillano e si dirige verso Dani. Si mettono a parlare, si nota che lei è emozionata.

    "Piacere Pedro"
    "Piacere, Maria..." - mi porge timidamente la mano e si mangiucchia l'altra.
    Che tenera!

    *Chiara

    Odio Maria quando fa così! È troppo timida, pensa di non essere bella quando invece lo è! Le do un pizzico e lei salta, ci andiamo a sedere su un divanetto e ci mettiamo a parlare, dalla saletta di registrazione esce Ka, dio mio quant'è bello!

    Si avvicina a noi, si presenta.. Sono emozionatissima, il mio cuore non aveva mai battuto così forte!

    "Piacere Ka!"
    "P-Piacere mio, Chiara."
    "Piacere, Maria!" - dice alzando la mano e rimettendosi stesa sullo schienale del divano.
    Ka la guarda, che invidia! Lei resta a guardarlo, non era la persona che abbassa gli occhi, era la persona che cerca le sfide e con Ka l'aveva trovata.

    A casa l'avrei uccisa!


    Commenti quiii : http://forum.teamworld.it/forum1743/...a-che-non.html Grazie A tutti
    chiara*randa and DAVIDE-1997 like this.

  4. #4
    New Kid on TW


    Data Registrazione
    Feb 2013
    Messaggi
    19

    Post Re: "L'unica paura che non ho"

    Capitolo 4

    *Maria

    Dopo aver conosciuto Ivan, il nuovo bassista, i ragazzi iniziano a suonare, dio mio. L'adrenalina in me era altissima.
    Era uno dei miei desideri vedere i Finley da vicino e ancora non c'ero riuscita.

    Iniziarono a cantare tutte le loro canzoni, le più famose, quelle che non erano molto conosciute. Quelle che mi avevano lasciato un segno sul cuore e sulla pelle.
    I miei tatuaggi; braccia, addome, schiena... erano ornate di tatoo, frasi dei Finley, frasi mie, frasi di J-Ax.
    Quelle frasi che nello stesso istante che le avevo sentite, ascoltate, erano entrate nel cuore, come frecce, come se pensassi "queste le hanno scritte per me."

    Dopo varie canzoni ecco quelle che non mi aspettavo che cantassero: 'Scegli me' e 'Per Sempre'.
    Nello stesso istante che iniziarono a suonare il mio cuore va in tilt. No, non posso piangere.

    Ascolto le canzoni con un bruciore incredibile nel petto. Dovevo uscire, mi serviva aria.

    I Finley finiscono di suonare, si avvicinano.

    "Come siamo andati?" - chiede Pedro sorridendo.
    "Siete magnifici..." - rispondo con un filo di voce e uscendo velocemente dalla stanza.

    *Pedro

    Maria era strana, aveva gli occhi lucidi e andava di fretta, chissà cosa aveva, Chiara la guarda e capisce che le prende.

    "Chiara, ma che aveva Maria?"
    "No, niente... Molte canzoni la fanno star ancora male... Tutto qui!"
    "Ah, capito..."

    Esco anche io fuori e trovo Maria che si arrampica su un albero.

    "Che fai?"
    "Non si nota? Mi arrampico. Amo arrampicarmi su gli alberi, l'unico problema è che non so scendere..."
    "E come fai?"
    "Di solito chiamo a qualcuno così gli salto in braccio!" - sorride mentre si siede a gambe incrociate su un ramo robusto.
    "Allora salgo anche io!" - dico ridendo.
    Non sono mai salito su un albero, proviamoci!

    "Eccomi!" - dico avvicinandomi a lei
    "Bravo, e poi come scendiamo? Me lo spieghi?"
    "Bho, troveremo un modo!"

    Sorride.

    "Allora, come mai sei scappata?"
    "Mhà io mica sono scappata, ho voluto solo salire su quest'albero!"
    "Dai, ha detto Chiara che è stato per delle nostre canzoni, quali?"
    "Scegli me e Per Sempre... Mi avete aiutato in un brutto periodo è vero ma quelle due canzoni mi fanno male per altro..."
    "Vabbè posso capire, un ragazzo?"
    "Purtroppo... Mi sento una scema. Sto qua a Milano con Chiara da tanto tempo. Giù non scendo più, non capisco perché mi importi ancora di lui..."
    "È stato importante, anche io ora sto uscendo da una storia durata molti anni.. Possiamo farci forza insieme, che ne dici?"
    "Per me è perfetto!"
    "Anche per me!"

    Scendo dall'albero con un incredibile maestria e dopo poco Maria si butta tra le mie braccia.
    Mentre cade vedo un tatoo sulla schiena, nella zona lombale. Era il nostro simbolo.

    "Sei proprio una Randa!"
    Si guarda la schiena: "Si nota molto che vi amo?"

    Ridiamo insieme entrando nello studio.




    http://forum.teamworld.it/forum1743/...a-che-non.html Commentiii :333

  5. #5
    New Kid on TW


    Data Registrazione
    Feb 2013
    Messaggi
    19

    Predefinito Re: "L'unica paura che non ho"

    Capitolo 5

    *Chiara

    Dopo che quei due sono rientrati nello studio abbiamo deciso di andare a cenare insieme. A casa di Ka a quanto pare.

    "Allora ragazze, fidanzate?" - domanda Ka quando stavamo in macchina.
    "Ah, io no. Single.. già da un bel po'!" - dice Maria mettendosi comoda nei sedili posteriori vicino a Pedro.
    "Nemmeno io." - rispondo quasi freddamente.
    "Come mai ? Due belle ragazze come voi single..."
    Io e Maria ci guardiamo per poi scoppiare in una fragorosa risata.
    "Perché ridete?" - chiede Pedro non capendo.
    "Ah, nulla nulla... Abbiamo notato che l'amore non fa proprio per noi. Cioè almeno io ho notato questo." - dico abbassando lo sguardo.

    L'unica che sapeva qualcosa sulla mia vita sentimentale era Maria, ma solo perché lei mi trasmetteva una fiducia incredibile.
    Nessuno sapeva quanto sono stata male per amore.

    Predo un po' di dischi che teneva in macchina e metto uno dei Guns'N'Roses e parte 'November Rain', mi metto a cantare quella canzone seguita a ruota da Maria, forse era l'unica canzone che conosceva di loro.

    Arrivati a casa di Ka ordinammo le pizze e decidemmo di vedere un Film. Loro volevano vederne uno horror e io feci coraggio a Maria per farle dire di si, anche se lei aveva una paura pazzesca per il sangue.

    "Ka, dove hai le birre?" - chiede Maria entrando in cucina.
    "Nel frigo!"
    "Benissimo. Me ne prendo due!" - dice mentre già cerca di aprirla.

    Ivan e Dani stanno con Pedro nel salone e io esco a fumare, seguita da Ka.

    Già si prospetta una serata meravigliosa.

    *Ka

    Esco con Chiara fuori, si siede su un gradino e io mi poggio vicino alla parete.

    "Hai l'accendino? Me lo sono dimenticata dentro!" - dice voltandosi e allungando la mano.
    "Tieni!"
    "Grazie..."

    Si passa una mano sulle braccia per darsi calore e si stringe le ginocchia al petto per poi alzare lo sguardo al cielo, che è già scuro.

    "Hai freddo?" - chiedo guardandola.
    Quella ragazza mi faceva uno strano effetto. Si nota che non è da una botta e via come l'amica, è seria ed è così bella quando arrossisce...
    "Un po'." - tira un po' dalla sua Malboro e cerca di fare dei cerchietti di fumo.
    Mi levo la giacca che ho addosso e gliela poso sulle spalle.
    "Troppo da film romantico?" - chiedo facendola ridere.
    "Nah... Per niente!"
    "Comunque i cerchi si fanno così!" - dico mettendomi a fare forme con il fumo.

    Lei ride ed è bellissima.
    chiara*randa and DAVIDE-1997 like this.

  6. #6
    New Kid on TW


    Data Registrazione
    Feb 2013
    Messaggi
    19

    Predefinito Re: "L'unica paura che non ho"

    Capitolo 6

    *Maria

    Le pizze sono arrivate, finalmente!
    Mi siedo tra Ka e Ivan, visto che Pedro già sta seduto vicino a Chiara, le lancio un'occhiata e lei sorride.

    "Allora, ragazze. Che fate nella vita?" - domanda Ivan.
    "Io ero la mantenuta di Chiaruccia! Però ora lavoro in un negozio di dischi, dove ho avuto la fortuna di sbattere contro a Dani!" - dissi facendogli il cuoricino con le mani quando ha alzato lo sguardo per poi sorridere.
    "Io invece lavoro nell'agenzia di viaggi di mio padre!" - disse Chiara.
    "La segretaria sexy!" - dico in sottovoce ma vedo che Ka alza lo sguardo e le lancia un'occhiatina maliziosa
    "Tr**a!" - esclama Chiara per poi buttarmi una patatina addosso.
    "Eddai ! Sai che scherzo!" - dico alzandomi per abbracciarla.
    "Ruffiana!"
    "Io esco a fumare. Cià bè!" - dico tutta sparata prendendo dalla tasca di Chiara le sigarette.

    Mi siedo su un gradino e aspiro il fumo di una Marlboro, alzo lo sguardo al cielo. Non mi sembra vero, stare a casa di Ka e aver mangiato insieme ai Finley... Dio mio.

    "Cos'hai?" - domanda Chiara sedendosi vicino a me
    "Nulla... Sono incredula!"
    "Anche io..."
    "I Finley..."
    "I ragazzi per cui avevamo una cotta..." - ride.
    "Tu almeno un sogno l'hai realizzato... Anche se è finito male, l'hai realizzato."
    "È finito male, appunto! Un sogno che mi ha fatto a pezzi. Ora si può incominciare. Anche se non voglio..."
    "Non vuoi perché hai paura di soffrire di nuovo..."
    "Ecco! E poi, tu hai realizzato il tuo sogno: Milano, Finley in concerto!"
    "Per di più privato!"
    "Ahahaha ecco!"

    Butto la sigaretta a terra e mi alzo. Il cellulare suona e Chiara si allontana.

    *Chiara

    Maria è rimasta fuori a parlare, io vado in salotto dove i ragazzi stanno decidendo che film vedere.

    "Wow questo è bellissimo!" - dico prendendo in mano la custodia del 'Gladiatore'.
    "È il mio preferito!" - dice Ka spostandosi per farmi sedere.
    "Lo amo anche io... È l'unico film non romantico che mi piace e poi Russell Crowe in 'sto film è un fi*o!"
    "E te pareva!" - dice Ka ridendo.
    "Solo in sto film mi piace che vuoi!" - dico per poi dargli un piccolo schiaffo dietro la nuca.

    Maria intanto rientra e si siede sul bracciolo del divano accanto a Pedro.

    "Oi, tutto ok?" - domando.
    "Si, va tutto bene... Poi magari ti spiego! Avete intenzione di guardare un film?" - chiede
    "Si... Qualcosa che duri poco però."
    "Basta che ci sia il mio Johnny Depp e mi va bene qualunque film!"
    "Ok, i Pirati dei Caraibi?" - domando
    "Siete voi le ospiti! Ma perché non 'Edward mani di forbici' ?" - domanda Pedro
    "Ah ok lo amo!" - rispondo prontamente
    "Mmmmh, dopo chi ci accompagna a casa, anzi, alla mia macchina?" - chiede Maria
    "Vi accompagno io! Sono di strada!" - dice Dani dopo aver inserito il DVD.

    Io mi metto comoda sul divano mentre Maria si siede per terra tra le gambe di Pedro.
    Aveva gli occhi un po' gonfi e lucidi.

    Ci mettiamo a vedere il film e quando è finito salutiamo i ragazzi e torniamo a casa.

    http://forum.teamworld.it/forum1743/...a-che-non.html Cooommenti :3

    Scusate se questo capitolo fa un po pena ma ultimamente non ho più idee.. Sorry :/
    Ultima modifica di _Marya_; 14-03-2013 alle 13:47
    DAVIDE-1997 likes this.

  7. #7
    New Kid on TW


    Data Registrazione
    Feb 2013
    Messaggi
    19

    Predefinito Re: "L'unica paura che non ho"

    Capitolo 7

    *Chiara

    Dopo il film Dani ci riaccompagna all'auto che avevamo lasciato fuori al negozio.
    Lo salutiamo ed entriamo in macchina, guida Maria. Mi accorgo che è tesa e nervosa.

    "Chi ti ha chiamato? " -chiedo
    "E..."
    "Emanuele?"
    Annuisce e i suoi occhi ritornano pieni di lacrime.
    "Fa ancora male."- dice ad un tratto
    "Che vi siete detti?"
    "Se fatto una famiglia..."
    "Come? " - domando
    "Con quella con cui mi ha tradito... tra un po' si sposano... indovina dove?"-dice irritata
    "Non mi dire..."
    "Esatto! A Milano! Perché lei è di qua! Vabbè questo già lo sapevi, no?"
    "Maria ma che dici?"-sono incredula
    "Ah... e ha avuto anche il coraggio di invitarmi... anzi INVITARCI!"
    "No... ma dai..."
    "Ah io ci vado! Voglio versare un po' di vino sull'abito bianco. Chissà che bella! Come si dice: 'Sposa bagnata, sposa fortunata!' " -dice Maria di getto.
    Negli occhi non ha più lacrime ma solo tanto odio e disprezzo.
    "Però è ridicolo!"-dico.
    "Lei ha voluto invitarmi. Pensa che sto male, non ha capito che dopo aver pianto 2 anni per uno come lui ora ho solo odio dentro!"
    "Quand'è il grande giorno?"- domando
    "Tra 2 settimane, domani però incontrerò il futuro sposo! "

    *Maria

    La mattinata a lavoro passò veloce e io a ora di pranzo andai a casa a vestirmi.
    Chiara stava seduta sul mio letto e fissava il mio armadio.
    "Cià bell!" - dico spaventandola
    "Ti ho messo dei vestiti sul letto! Mi viene a prendere mio padre così la macchina ce l'avrai tu e io ora scappo! Ciao bellezza!"

    Esce dalla mia stanza e io prendo i vestiti: canotta verde e gialla, pantaloncino di jeans e Vans verdi. Perfetto! Ultimo tocco di classe: NewEra verde!

    Vado in bagno e mi trucco.
    Dopo un po' sento qualcuno bussare alla porta dell'appartamento chi sa chi era.

    Apro
    "E tu che ci fai qui?" -esclamo sorpresa
    "Dani mi ha detto dove abitavi e sono passato, disturbo? " -chiede entrando
    "No... ma... io alle 4 dovrei uscire ecco tutto..."
    "Dove andrai?"-chiede sorridendo, che magnifico sorriso
    "Piazza Duomo..."
    "Ti accompagno!"
    "Sicuro? "
    "Certo!"
    "Grazie Pedretti!" -dico abbracciandolo.
    chiara*randa and DAVIDE-1997 like this.

  8. #8
    New Kid on TW


    Data Registrazione
    Feb 2013
    Messaggi
    19

    Predefinito Re: "L'unica paura che non ho"

    Capitolo 8

    *Pedro

    Maria sta finendo di truccarsi, io sono rimasto nel salotto a vedere un po' di TV. I miei occhi però, rimbalzano da una parete all'altra.
    Mi alzo e prendo una delle tante foto che stavano su una mensola vicino alla TV.

    Nella foto c'è una bambina con il grembiule, ha le guance rosse e i capelli e gli occhi neri, ha un codino e fa una piccola smorfia con la bocca. Non sorride ma si vede che è felice, i suoi occhi parlano.

    "Ero tenerissima da piccola ed ero..." - dice Maria alle mie spalle, mettendomi una mano sulla spalla.
    "...Bellissima" - dico finendo la sua frase prima che lei riuscisse a dire altro.

    Prende la foto e la rimette a posto, poi mi guarda.

    "Allora, devo incontrare il mio ex, che sta per diventare un maritino, perché si sposa una... BRAVA DONNA! Come sto?" - dice girando su se stessa.
    "Bene... Troppo scollata però!"
    "Ahahahah, lo so.. Un attimo! - dice prima di scomparire, dopo due minuti torna. - Eccomi!"

    La guardo, se messa una camicia come quella che s'era messa ieri: a quadri, però bianca con i segni gialli e verdi. Si sistema il cappello e apre la porta.

    "Con chi si sposerà?" - chiedo in macchina.
    "Con una brava donna!" - chiude le sue mani a pugno e abbassa la testa.
    "Se vuoi, puoi parlarne.."
    "Si chiama Emanuele, siamo stati insieme 3 anni... Buttati nel ce*so però. Due anni fa è andato a Trieste per visitare l'Università di Lingue. E anche Ilaria stava là. Si sono messi dopo un mese e mezzo che si conoscevano, ma lui stava ancora con me e quindi quando è tornato a Napoli, con lei, io avevo già capito che mi aveva rimpiazzato. Ora si sposano..."
    "E tu stai ancora male per lui..."
    "Sono passati due anni da quando sono venuta qua a Milano. Però pensavo che me l'ero dimenticato, cioè, lo credevo fino a quando la canzone "Per Sempre" non ha incominciato a bruciarmi dentro. - Fa una pausa e si slaccia la cintura - Siamo arrivati. Io sto bene. Quello che provo è odio e ora devo trattenere tutto l'odio che ho in corpo per fare la bella faccia con Ilaria... Ah, sai di dov'è questa? Di Milano! E quindi si sposeranno qua!" - Scende e io scendo insieme a lei.
    "Non devi accompagnarmi se non vuoi."
    "Ti ho accompagnato fino e qua, non ti preoccupare!"

    *Maria

    Pedro sorride e io sento sciogliermi.
    Iniziamo a camminare e lui mette il suo braccio attorno le mie spalle. Io lo guardo da sotto il cappello e allungo il mio braccio lungo il suo fianco.
    Camminiamo così fino al bar, dove ci aspettava Emanuele, s'era fatto più alto e più magro, s'era sciupato, non aveva nemmeno la barba e i capelli a caschetto. Era cambiato molto. Ma le labbra e gli occhi erano quelli.
    Mi guarda e io mi stringo di più a Pedro.

    "Andiamo!" - sussurro per poi guardarlo, lui già stava guardando me da un pezzo.

    "Ciao Maria!" - dice Emanuele alzandosi per venirmi a salutare, mi scosta da Pedro e mi da due baci sulle guance.
    "Ciao Emanuele." - rispondo restando impietrita dal suo gesto.
    "Allora, come va?"- chiede facendo segno di sedermi.
    "Bene. Lui è Marco comunque!" - dico
    "Si, scusami, piacere Emanuele!" - si volta a Pedro con la mano tesa. Lui gentilmente la stringe.
    "State insieme?" - domanda.
    Io e Pedro ci guardiamo e all'unisono rispondiamo 'No.'
    Emanuele ci porge i biglietti. Per me e per Chiara.
    "Vi do due biglietti ma potete portare chi volete. Chiara può portare il ragazzo ad esempio..."
    "Ok, ma credo che veniamo solo io e lei."
    "E.. Guido?!"
    "Non ti importa. Ciao E. Ci vediamo tra due settimane!"

    Ci alzammo e ce ne andammo.
    "Guido?" - chiede Pedro stralunato.
    "L'ex della Chiaretta... lunga storia che io non ti racconterò!"
    "Lo verrò a sapere da Ka."
    "Secondo te parlerà con lui?"
    "Lui oggi voleva andarla a prendere a lavoro!"
    "Azz... hai capito a Ka!"

    Entrammo in macchina e andammo insieme al parco.

    http://forum.teamworld.it/forum1743/...che-non-2.html Spero che lasciate tanti commenti. :3 È lunghino visto che quello prima di questo l'ho fatto corto u.u spero che vi piaccia!
    DAVIDE-1997 likes this.

Segnalibri

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •