Vai a Team World Shop
Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 22
Like Tree16Likes

Discussione: Quello che mi davi tu

  1. #1
    Supporter


    Data Registrazione
    Jun 2012
    Messaggi
    233
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Quello che mi davi tu

    CARMINE
    Mangio ad una velocità impressionante quel cornetto al cioccolato , come se non avessi mai mangiato prima , ma quella mattina ero arrabbiato forse perché le urla di Dani che mi ricordano che sono in ritardo mi aveva infastidito, ma il fatto è che ora mi trovo in macchina che corro più veloce che posso, fregandomene delle eventuali multe che riceverò , ma non mi accorgo che sono andato a tamponare un motorino. Scendo imprecando , e mi ritrovo una ragazza che avrà 17 anni, che mi urla addosso di tutto:
    ‘’ No, ti prego il motorino no, ma sei scemo io non questo andavo a scuola, e adesso con cosa ci vado? Eh?’’ disse arrabbiata nera
    ‘’ Non lo so, non è colpa mia se non stai attenta per strada’’ incominciai ad arrabbiarmi anchio
    ‘’ Ma se avevi tu la precedenza *******e , adesso mi toccherò chiamare i carabinieri e il carro attrezzi ‘’ disse sospirando prendendo il cellulare , ma sentendo solo ‘’ Carabinieri’’ , riparai subito
    ‘’ Senti facciamo una cosa, io ti accompagno a scuola , tu intanto chiami il carro attrezzi e di oggi pomeriggio andiamo a prenderlo , ok ?’ dissi speranzoso di ricevere un suo ‘’Sì’’
    ‘’Va bene , ma avevi torto tu comunque’’ disse sospirando ed entrando in macchina, misi in moto la macchina e partimmo. Durante il viaggio nessuno dei due spiccicava parola , poi mi ricordai che non sapevo dove andasse a scuola , quindi spezzai quel silenzio
    ‘’ Allora, dove vai a scuola ?’’ dissi sbuffando, lei intenta a guardare fuori mi rivolse un sguardo spaventato, poi
    ‘’ Vado allo scientifico , al Galileo Galilei’’ disse fredda. Appena arrivati, stava per scendere quando la bloccai
    ‘’Questo è il mio numero di cellulare, quando hai finito mi chiami e andiamo dal carro attrezzi’’ dissi deciso, lei annuì soltanto e sparì dentro al quel edificio che mi aveva ospitato per 5 lunghi anni.
    Arrivai in sala prove e appena entrai Pedro e Dani mi rivolsero una sguardo infuocato, e sapevo anche perché. Andai dalla mia Bimba e mi posizionai pronto per suonare
    ‘’ M a dove cavolo sei stato ? eh? Lo sai che tra poco inizieremo il tour, lo sai che il nostro primo tour da indipendenti?’’ ed ecco che inizia il rimprovero di Dani , Mister Palpitazione.
    ‘’Dani calmati, se è arrivato in ritardo ci sarà un motivo ‘’ disse Pedro cercando di calmare Dani
    ‘’ Ho tamponato un motorino, e alla guida c’era una ragazza che doveva andare a scuola, le ho dato un passaggio e poi sono venuto direttamente qua’’ dissi spiegando, annuirono e incominciammo le prove.
    Controllai l’ora e vidi che erano Mezzogiorno e cinquanta, salutai tutti e andai a scuola.
    Arrivato scesi dalla macchina è aspettai che la campanella suonasse . La campanella suonò e tutti i ragazzi uscirono mi dovetti fare più avanti per vedere dove era quella ragazzina dagli occhi verdi smeraldo , io la vidi ma lei non vide me, mi feci più avanti e le toccai il braccio, si girò spaventata ma appena vidi che ero io , mi rivolse uno sguardo duro
    ‘’ Ehi, andiamo’’ dissi prendendole la mano , entrammo in macchina ed eccolo , quel silenzio che ci aveva accompagnato per tutto il viaggio di stamattina, stufo mesi i Foo Fighters , appena sentì Dave , si girò e mi rivolse il primo sorriso da stamattina e devo dire che sorriso , ricambiai e arrivammo a destinazione scendemmo dalla macchina per entrare subito dopo, perché avevamo scoperto che era chiuso.
    ‘’ Beh che facciamo, cioè voglio dire quando ci rincontriamo’’ disse gentilmente, lei mi guardò
    ‘’Beh la dice che riapre domani se mai , domani a mezzogiorno andiamo là, adesso puoi portarmi a casa’’ mi disse dove abitava e partimmo , appena arrivati , scese ma prima si girò e mi guardò
    ‘’ Mi chiamo Alessia’’ disse soltanto
    ‘’ Io sono Carmine, ma chiamami Ka’’ dissi guardandola
    ‘’ Va bene a domani CARMINE’’ mi fece la linguaccia e risi, quella ragazzina aveva qualcosa di speciale, arrivai a casa e subito andai Nel Mondo che non c’è .


    Eccomi quaaaa, sono tornata , spero vi piaccia questa FF è molto importante per me , perché io mi sento parte, perché l’ha scrivo con il cuore , commentate nel topic

  2. #2
    TW superstar


    Data Registrazione
    Jun 2012
    Messaggi
    3,502
    Inserzioni Blog
    30

    Predefinito Re: Quello che mi davi tu

    bellissima!
    @ale likes this.

  3. #3
    Supporter


    Data Registrazione
    Jun 2012
    Messaggi
    233
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Quello che mi davi tu

    Alessia
    Aspettai che la macchina svoltasse l’angolo e salì in casa. Appena entrata , trovai mia mamma e mia fratello Francesco in cucina.
    ‘’ Beh chi era quel bel giovinotto che ti ha accompagnato?’’ disse mia madre , beh lei era così curiosa di natura non potevo farci niente
    ‘’ Nessuno era solo un ragazzo che mi ha tamponato, e che domani devo rivedere per andare a prendere il motorino’’ dissi semplicemente, mia mamma annui e si misi a cucinare il pranzo, intanto andai a cambiarmi , ero in reggiseno quando entrò mia fratello
    ‘’ E successo qualcosa con lui?’’ disse serio, mio fratello invece era protettivo ,
    ‘’ Non ti preoccupare non è successo niente di niente’’ dissi sorridendo , si calmò e mi abbracciò , andammo insieme giù a mangiare , Finito tutto andai a studiare Diritto per la verifica di Lunedì.
    Mentre studiavo mi accorsi che avevo il suo numero di telefono e non sapevo se fargli uno squillo , così aveva anche lui il mio oppure No, scelsi la prima.
    Subito dopo, mi arrivò un messaggio: Sconosciuto
    ‘’ Grazie per lo squillo a domani ’’ Sorrisi , sì proprio io, ero una ragazza che non si faceva abbattere da nessuno , insomma una con le palle sotto, ma questo Carmine era diverso, sentivo che era buono e non cattivo , riposi il cellulare nella tasca e riniziai a studiare da dove avevo lasciato.
    CARMINE
    Rimasi stupito dalla squillo che mi aveva fatto poco fa, io sono un ragazzo estroverso che uso le ragazze solo per una scopo , ma con lei non ce l’ha faccio , sento che devo andare piano, e che soprattutto è piccola , quindi non devo fare cazzate.
    Tutto il pomeriggio lo passai a casa , era notte e decisi di andare a dormire, ma prima volevo fare una cosa
    ‘’ Notte piccola stella’’ , Invia , subito mi arrivò la risposta
    ‘’ Notte CARMINE’’ risi di gusto , di solito mi dava fastidio chi mi chiamava così , ma detto da lei no, e con questo in testa mi addormentai.
    La mattina seguente mi sveglia in ritardo, andai subito in sala prove. Tornato dalla sala prove , mi arrivò un messaggio
    ‘’ Motorino preso, non ti preoccupare , ci vediamo in giro’’ lo rilessi, come ‘’ Ci vediamo in giro’’ io ti voglio vedere sempre, ma che dico
    ‘’ Carmine ricorda che è piccola e devi andare piano’’ pensai .
    Presi la macchina e partì e sapevo già dove dovevo andare : Casa sua
    Ero parcheggiato sotto casa sua da mezzora ma non sapevo se andare a suonare o no, decisi di farmi coraggio e suonai
    ‘’ Chi è’’ disse una voce mettallizata
    ‘’ Sono Ka’’ dissi semplicemente
    Mi aprì e corsi su, mi apri un short troppo corti e una canotta
    ‘’ Ma guarda che il motorino l’ ho già preso, non hai letto il messaggio?’’ disse non capendo
    ‘’ Si, sono venuto per dirti se sabato vuoi venire con me in un posto’’ dissi speranzoso
    Ci pensò un attimo e poi sorrise
    ‘’ Va bene, a che ora?’’ disse sorridendo
    ‘’ Alle 20 e si puntuale’’ disse sorridendo, lei rise di gusto
    ‘’ Bella battuta davvero, ciao Carmine’’ mi diede un bacio leggero in guancia ma con un significato per me e entrò in casa.
    Salito in macchina mi ripetei
    ‘’ E’ piccola è piccola , piccola, piccola e piccola …. Un ***** ‘’ e partì con in mente già dove portalra e soprattutto cosa fare


    commenti per : Quello che mi davi tu

  4. #4
    Supporter


    Data Registrazione
    Jun 2012
    Messaggi
    233
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Quello che mi davi tu

    AlessiaEro pronta, fisicamente sì, ma mentalmente no. Avevo indosso degli short e un top rosso che evidenza le forme , con le converse bianche.
    Ore : 20.00 , e come un orologio svizzero , ecco che suona il citofono, saluto velocemente mia madre e mio fratello, e scendo, certamente lei sa che esco con una mia amica, perché sicuramente non posso dirle
    ‘’ Sai mamma, esco con un 27enne , che forse mi piace, quindi non aspettarmi in piedi mi raccomando ’’ gli verrebbe un’ infarto poco ma sicuro, mentre penso questo, non mi accorgo nemmeno come è vestito , ha indosso maglietta dei FF con pantaloni chiari , e converse anche lui bianche mi saluta con un bacio sulla guancia , e so già che sto arrossendo.
    ‘’ Sei bellissima’’ mi sussurra all’ orecchio e io non posso fare altro che crederci, i suoi occhi non mentono
    Saliamo in macchina , e mette in moto e parte. Devo sapere dove andiamo sono troppo curiosa quindi decido di rompergli le palle
    ‘’ Dove andiamo? Me lo dici? Ti prego ti prego ti pregooooo’’ dissi con gli occhi dolci, si girò e mi sorrise, ma non aprì bocca.
    Appena arrivammo mi accorsi che eravamo in una collina dove si poteva ammirare le stelle . Scendemmo e ci avviammo , poi mi accorsi che aveva una chitarra con se .
    Ci sedemmo e ci guardammo negli occhi
    ‘’ Ti voglio suonare una canzone ‘’ disse con gli occhi che brillavano, pensai che degli occhi così profondi non li avevo mai visto, sorrisi e incominciò . Era bellissima questa canzone , mi fece commuovere, appena finito , venne vicino a me e mi asciugò le lacrime con il pollice mentre mi accarezzava le guance guardandomi prontamente
    ‘’ Non pensavo che questa canzone facesse così schifo , me lo potevi dire’’ disse ridendo, gli diedi una manata nella pancia , ci stendemmo sul prato a guardare le stelle. Si girò su un fianco e mi guardò
    ‘’ Sai come si chiama questa canzone?’’ disse dolcemente , accarezzando i capelli, feci di no con la testa
    ‘’ Si chiama Stella Polare’’ disse sorridendomi , poi all’ improvviso mi avvicinai senza rendermi conto , anche lui si avvicinò, le nostre labbra stavano per toccarsi quando iniziò a parlare
    ‘’ Sai io sono una ragazzo che uso le ragazze solo per uno scopo, ma con te non ci riesco, mi dico che devo stare attento che tu sei diversa delle altre, poi se ti vedo, voglio vederti ancora , quando parliamo voglio parlare di più, quello che cerco di dirti è che mi piace, mi fai impazzire’’ disse guardandomi, era sincero, anchio se lo vedevo volevo vederlo di più, quando parliamo anchio voglio parlare di più con lui, anche lui mi fa impazzire.
    ‘’ Forse per te non è la stessa cosa non…’’ , non lo feci nemmeno finire , che le mie labbra già si muovevano sulle sue, sorpreso ricambiò e continuammo così per un bel po’ , appena ci staccammo
    ‘’ Sei sicura? Sai è rischioso , non voglio metterti nei guai con i tuoi’’ disse serio ma dolce. Lo baciai di nuovo
    ‘’ Si sono sicura e non ti preoccupare dei miei , ci penso io a loro’’ dissi sorridendo, lui ricambiò e iniziammo a baciarci di nuovo sempre con più passione, mi fece mettere sotto di lui, per baciarmi meglio, lui mi toccava tutto il corpo , mi accarezzava i fianchi , poi passava alle cosce, io invece gli accarezzavo il petto tatuato di cui andavo pazza , le braccia , le spalle , poi passavo sul viso, tra i capelli, scendevo sulla pancia ,e sorridendo glie la pizzicai , lui subito mi morse il collo
    ‘’ La pancia non si tocca’’ disse con il poco fiato che gli rimaneva ,
    ‘’ Ma è così morbida’’ dissi ridendo , mi bloccò la risata baciandomi , per poi stendersi di fianco a me e mettendo la testa sulla mia pancia e ci addormentammo con le carezze dell’ uno e i morsetti dell’ altro.


    Spero vi sia piaciuto, vi prego commentate, voglio sapere anche la vostra
    #eli dema# likes this.

  5. #5
    Supporter


    Data Registrazione
    Jun 2012
    Messaggi
    233
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Quello che mi davi tu

    Carmine

    Mi svegliò un raggio di luce che penetrava attraverso un vetro, solo adesso mi resi conto che ero nella mia macchina ed sopra di me c’era un’ altro corpo, però più piccolo del mio e con un respiro lieve . Sorrisi quel corpo era della mia piccola Alessia che dormiva ancora beata sul mio petto.
    Sapete non posso ancora crederci che adesso tutto è cambiato, cioè io di solito cerco ragazze più grandi, più marcate, e invece adesso mi trovo in macchina con una stella , ma sapete la differenza qual è ? Questa stella è MIA , finalmente.
    Mentre penso, sento il suo respiro cambiare, segno che si sta svegliando, infatti mi ritrovo ad nuotare tra quei gli’ occhi verde smeraldo che mi fanno impazzire, mi guarda e sorride, si strofina e si allunga a baciarmi prima leggermente poi approfondisce, sorridendo ci stacchiamo
    ‘’ Dormito bene?’’ chiedo sussurrando, per paura di rovinare quell’ atmosfera che si è creata, lei sorride
    ‘’ Si benissimo’’ si ferma un’ attimo per poi sgranare gli occhi al solo vedere l’ora , subito si stacca
    ‘’ Carmine muoviti , mi devi portare a casa , sono in ritardo per la scuola’’ disse velocemente, per scendere e andare a sedersi sul sedile davanti.
    Sbadigliando salgo e metto in moto , direzione : Casa sua.
    Appena arrivati, mi lascia un bacio sulle labbra, ma prima la blocco
    ‘’ Ti andrebbe bene se ti vengo a prendere io a scuola e andiamo a pranzo insieme?’’ chiesi sorridendo, ci pensò bene
    ‘’ Mi andrebbe più che bene Carmine, ma adesso vado ciao’’ e mi saluta ancora con un bacio. Aspetto che salga le scale e poi metto in moto per andare verso Il mondo che non c’è.

    Alessia
    Appena entrata mi meravigliai di non vedere i miei a casa, sospirai e mi recai in camera mia. Mi preparai e corsi a scuola.
    La giornata passa lenta, ma appena mi accorgo che Carmine è fuori, suona la campanella e quando lo vedo gli salto addosso , mi prende al volo e ci baciamo con passio fregandocene di chi ci può vedere. Ci stacchiamo lentamente per poi sorridere, mi fa scendere e mano nella mano andiamo a mangiare.
    La giornata passa così, tra risate, dispetti , e soprattutto sguardi. Non posso ancora crederci che adesso siamo …. Aspetta ma cosa siamo io e lui? Io voglio una certezza non una illusione
    ‘’ Carmine ma noi cosa siamo?’’ chiesi tramante per paura della risposta, lui si girò e ci penso per poi sorridere e mi tranquillizzai anche io.
    ‘’ Siamo una coppia, e non chiedo di meglio tu’’ chiese abbracciandomi
    ‘’ Lo penso anche io ‘’ dico per poi intrecciare le braccia dietro il suo collo e baciarlo dolcemente ma con passione.
    Mi accompagnò a casa
    ‘’ Domani che non devi andare a scuola ti passo a prendere che andiamo da una parte’’ disse elettrizzato
    ‘’ Ok, ma dove andiamo’’ dissi con gli occhi dolci, lui mi baciò
    ‘’ Non ti dirò niente di niente, ciao piccola stella’’ disse baciandomi la fronte per poi salire sula macchina e sparire.


    Ora tocca a voi, sapete cosa fare

  6. #6
    Supporter


    Data Registrazione
    Jun 2012
    Messaggi
    233
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Quello che mi davi tu

    Carmin
    e
    Tutto va per il meglio, questa ragazzina mi sta cambiando , mi sta facendo ricredere nell’ amore. Sapete il vero motivo per cui io andavo sempre a letto con ragazze diverse? Perché ero uscito da una relazione per niente facile, io ero innamorato pazzo di questa ragazza, e pensavo anche lei, in quel periodo la vedevo che usciva sempre con qualche scusa oppure spariva per settimane dicendomi ‘’ E’ una cosa di lavora. Ti amo ’’ e invece mi andava a tradirmi con il suo allenatore personale . E quando l’ho scoperto ho detto ‘’ Basta è tutto una fregatura ’’ e d’ allora ho iniziato questo ‘’Ciclo’’ di cui non potevo farne a meno fino a che non arrivò quella Stella che mi ha cambiato la vita, so che posso fidarmi di lei e lei di me. Detto questo mi preparo , vado dai ragazzi. Mentre suonavamo , ero felice sorridevo, non ero il solito scontroso ero Solare e Dani e Pedro se ne accorsero
    ‘’Chi è?’’ andando al sodo Pedro.
    ‘’ Chi è chi?’’ chiesi facendo finta di niente
    ‘’ Lo sai cosa, ti ho visto così solo quando hai conosciuto … ’’ sospirò e riprese ‘’ Sara’’ disse infine guardandomi negli occhi.
    Abbassai lo sguardo
    ‘’ Si ho conosciuto una ragazza, si chiama Alessia, ma lei è diversa è più solare, divertente ha un sorriso che se hai una giornata lei te lo fa passare soltanto col sorriso ‘’ dissi sognante.
    ‘’ Ahahahahah sei proprio cotto’’ disse ridendo Dani intanto arrossì
    ‘’ Ma quanti anni ha?’’ disse sorridendo, abbassai lo sguardo e subito mi guardò serio ‘’ Carmine quanti’’ disse serio
    ‘’ 17 anni , ma sembra grande lo giuro’’ dissi infine
    ‘’ E’ troppo piccola Ka, non finire nei guai’’ disse Dani serio, annui e continuammo.
    Alle 11 andai via e mi precipitai da lei.

    Alessia
    Mi sveglia alla 10 , feci tutto, i miei erano in crociera e mio fratello era via , era a Barcellona con i suoi compagni e quindi avevo casa libera per un mese. Alle 11 ero pronta per il mare e come un orologio svizzero il campanello suonò , andai ad aprire e subito mi ritrovai tra le sue braccia che lo baciavo felice.
    ‘’ Piccola sei pronta?’’ disse dolcemente mentre mi cullava
    ‘’ Direi di sì’’ dissi sorridendo e baciandolo di nuovo
    ‘’ Allora andiamo’’ mi prese per mano e salimmo in macchina.
    Durante il viaggio mi addormentai e appena mi sveglia non potevo crederci eravamo a Rimini
    ‘’ Ma tu sei pazzo’’ dissi salto in braccio a lui.
    ‘’ Sì, di te’’ e mi baciò
    ‘’ Adesso che i tuoi non ci sono , ho prenotato una camera d’ albergo ‘’ disse dolcemente
    Sorrisi e lo seguì dentro a quella struttura che ci ospiterà per un giorno.
    La camera era carina, aveva letto matrimoniale , la vasca con i petali in poche parole da: Sogno
    Lasciamo le borse là e ci dirigemmo verso la spiaggia. La toccai con i piede e subito corsi dietro a Carmine che se la rideva con gusto.
    Senza problemi mi prese in braccio e mi butto in acqua
    ‘’ CARMINE RUGGIEROOOOOOOOOOO’’ dissi arrabbiata nera
    ‘’ Dimmi tutto’’ disse sorridendomi , sorrisi anche io , lo baciai e quando eravamo vicini alla spiaggia lo buttai
    ‘’ TUUUUUUUUU’’ disse urlando
    ‘’ Lo sai Tesoro occhio per occhio dente per dente’’ dissi sorridendo , la giornata passò così, tra creme solari, sole acqua , baci e sguardi. Tornati in hotel , mi avvicinai a prendere dell’intimo e quando lo vide scattò
    ‘’ Se vuoi posso venire a farti compagnia ’’ disse abbracciandomi da dietro .
    AIUTO , io giuro lo voglio, ma io non sono pronta, ma lui non deve saperlo, sprofonderei dall’ imbarazzo se scoprisse che non l’ho mai fatto
    ‘’ No caro mio, sta buono. A cucia ‘’ disse sorridendo. Annui deluso e andò a stendersi sul letto, io intanto entrai e mi lavai dolcemente.
    Uscita mi sdraiai anche io sul fianco a guardarlo era davvero bello , come ha fatto una come me ad avere uno come lui?! Mah non lo scoprirò mai, ma meglio così e sorrisi,
    Incominciò a baciarmi il collo poi la bocca sapevo dove voleva andare , mi stava per alzare la maglia ma lo fermai, mi guardò stranito , sospirai.
    ‘’ Io …… ’’



    Commenti se volete saperlo, ma ragazze vi piace? Seriamente scrivetemi se non vi piace ,
    Ciao
    http://forum.teamworld.it/forum986/2...ml#post8272701
    #eli dema# likes this.

  7. #7
    Supporter


    Data Registrazione
    Jun 2012
    Messaggi
    233
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Quello che mi davi tu

    [SIZE=6
    Carmine
    [/SIZE]
    ‘’ Io… ‘’ la vedo che era nervosa , ma non sapevo il perché
    ‘’ Piccola ce qualcosa che non va?’’ chiesi accarezzandole dolcemente la guancia. Fece di sì con la testa
    ‘’ Io ho il ciclo’’ disse infine, sospirai, non mi interessava ma sapevo che era una bugia , ma non ci feci caso . La bacia con passione e gli feci mettere la testa sul mio petto e ci addormentammo .
    Tutta la notte pensai il vero motivo del perché mi abbia fermato, quando mi si accese la lampadina : La sua prima volta. Ma certo come ho fatto a non pensarci , che stupido e pensate che figura, sicuramente pensa che sto con lei solo per il sesso, ma non è così. La mattina seguente mi svegliai prima di lei, quindi misi la sua testa sul cuscino e le baciai la fronte , per poi andare ad ordinare la colazione. Voglio farmi perdonare , non voglio che pensa che sono una sfruttatore, anche se pensandoci l’ho ero e come.
    Bussarono alla porta , ringraziai e posai il cibo sul comodino. La fissai dormire, era bellissima, aveva sempre quel sorrise che mi ha fatto impazzire, aveva l’area serena, mi sa che sta sognando?! . Sentivo il suo respiro cambiare, in un’ attimo dopo era già sveglia con un occhio aperto e l’altro no, che mi cercava con la mano, ma non trovandomi, si alzò di scatto e appena mi vide mi sorrise, si alzò , si mise sulle mie gambe e mi baciò dolcemente. Un’ altra cosa che mi piace di lei, è che prende sempre l’iniziativa , cioè su molti aspetti io non vedo una ragazzina di 17 anni, ma una donna cresciuta troppo in fretta. Ci staccammo ,
    ‘’ Colazione?’’ chiesi facendo riferimento al vassoio sul comodino, annui
    ‘’ Sto morendo si fame’’ disse lamentandosi, sorrisi e facemmo colazione.
    ‘’ Sai ,quando mi hai detto che avevi il ciclo?’’ dissi sorridendo, lei annui leggermente
    ‘’ Stanotte ho capito il vero motivo ’’ abbassò lo sguardo imbarazzata
    ‘’ Ehi’’ dissi dolcemente alzandole il metto con le dita ‘’ Non vergognarti è una cosa bellissima che tu voglia darmi una cosa così preziosa, quando l’ho capito ho pensato che fossi stato un insensibile , e quindi per farmi perdonare ti ho portato la colazione’’ lei ormai con le lacrime agli occhi , di slancio mi baciò con passione , le asciugai le guance e andammo a finire con bellezza questa avventura o per dire questo nido che sapeva di noi .
    Quando tornammo erano 3 di mattina e infatti lei si era addormentata , le presi in braccio e la portai in camera mia , la posai sul letto , la spogliai e mi tolsi i vestiti anche io rimanendo in boxer bianchi e mi distesi con lei, la abbracciai e mi addormentai con il suo profumo che mi cullava dolcemente.

    Alessia
    Mi svegliai con il suo profumo in testa, poi mi accorsi che non ero a casa mia, ma in una stanza, aspettate ero nella SUA camera nel SUO letto e senza vestiti , non potevo averlo fatto, no impossibile.
    Poi vidi la sua area serena e mi tranquillizzai , mi accucciai tra le sue braccia , che prontamente mi accolgono.
    Restammo in quella posizione per ore, quando si alzò per prendere il cellulare , vide un messaggio, lo lesse , quando finì aveva una faccia preoccupate e nervosa, ma quando rivolse lo sguardo su di me, nascose tutto e mi baciò dicendomi che non era niente di importante .
    Ma se non lo era perché era così nervoso? Spero davvero che non abbia scheletri nell’ armadio , perché se è così non mi rivedrà più, sorrisi e lo baciai anchio.


    Commenti, ah è GRAZIE A DANIPEDRINA E A ELI DEMA che mi seguono
    http://forum.teamworld.it/forum1743/...e-mi-davi.html

  8. #8
    Supporter


    Data Registrazione
    Jun 2012
    Messaggi
    233
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Quello che mi davi tu

    Carmine
    No, non posso crederci è un incubo , dopo tutto questo tempo, si è rifatta sentire, con ‘’ Mi manchi, non posso vivere senza dite, parliamo’’ e sapete di chi sto parlando è Sara.
    Io non so che fare, devo parlare con Pedro. Quindi mi preparo e vado da lui.
    Ma come mi aspettavo mi aprì con i capelli tutti arruffati e con gli occhi mezzi aperti e mezzi no, lo salutai ed entrai.
    Bevevo il cafè che mi aveva offerto, sospiro e gli racconto tutto. Al solo nominare quel nome, subito si risvegliò dal suo letargo.
    ‘’Come si è fatta risentire? Con che coraggio?’’ disse sorpreso
    ‘’ Con ‘’ Mi manchi, non posso vivere senza di te’’ e altre cose, sai come è fatta, secondo te che devo fare?’’ disse sospirando
    ‘’ Secondo me dovresti parlargli e fargli capire che è un capitolo chiuso ‘’ disse serio, annui
    Lo salutai e montai in macchina, adesso ho solo bisogno di pensare, di trovare le parole giuste per farglielo capire. Intanto mi arrivò un messaggio : Sara
    ‘’ Allora hai deciso?’’
    Sospirai e ……

    Alessia

    Da qualche tempo ho incominciato ad andare a correre, per dimagrire, quindi stamani mi sono svegliata pimpante , invio un messaggio di buongiorno a Carmine, mi vesto e via, con i FF a palla nelle orecchie e inizio a correre.
    Passo per davanti al bar, dove di solito andiamo e Carmine, ma ad attendermi c’era una segna che avrei preferito non vedere, ormai avevo le lacrime agli occhi, c’era lui e un ragazza stra intiro , bionda alta, bella che gli toccava la gamba che faceva su e giù e lui che era serio, ad un tratto lei lo prese per la camicia e lo baciò e lui ricambiò , si baciavano con passione.
    Non posso crederci, non può essere, stavo piangendo, perché mi aveva fatto una cosa del genere , perché. Me ne andai di corsa , correvo così veloce che andai a sbattere contro qualcuno , Era Pedro il suo migliore amico, non vi avevo detto che mi aveva presentato tutti i suoi amici, lui era il più dolce e sensibile. Appena mi vide così, mi prese per mano e mi portò in casa
    ‘’ Tesoro, vuoi dell’ acqua?’’ disse dolcemente , annui e me lo prese, bevvi un sorso
    ‘’ Ti va di dirmi che cosa ti è successo’’ disse accarezzandomi i capelli
    ‘’ C’era lui , e una ragazza, stavano parlando , lei parlava di continuo e lui era serio, quando ad un tratto ‘’ e scoppiai a piangere
    ‘’ Shhh tranquilla’’ disse
    ‘’ Pedro devi essere sincero con me, chi era quella ragazza?’’ disse con la voce tremante
    Abbassò lo sguardo per alzarlo di nuovo, sospirò
    ‘’ Era la sua ex ragazza, Sara’’ disse sospirando
    Ora si capiva tutto, lui mi diceva che non mi tradirà mai, e invece lo ha fatto. Presi tutto e me ne andai.
    Tornai a casa mia, ah e non sapete che adesso ho finito la scuola e quindi vivo da sola.
    Me ne andai a dormire, e spensi il cellulare vedendo tutte le chiamate di Carmine, adesso basta non posso più soffrire, quindi chiamai l’unica persona che mi capiva veramente, digitai il numero e mi rispose un voce squillante e allegra …



    Se volete sapere come va a finire , basta commentare, ah e GRAZIE che mi seguite , vedo che vi è piaciuta


    http://forum.teamworld.it/forum1743/...e-mi-davi.html

  9. #9
    Supporter


    Data Registrazione
    Jun 2012
    Messaggi
    233
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Quello che mi davi tu

    Carmine
    Mi bacia, sì mi bacia e io sto rispondendo. Il bacio sta durando troppo, mi stacco
    ‘’ Ehi ma che fai?’’ disse lei sorridendo, quel sorriso che mi faceva impazzire, o forse anche adesso . No ma che dico io voglio alessia
    ‘’ Io sono fidanzato, sono venuto qua per mettere un punto definitivo alla nostra ex-storia ‘’ dissi deciso
    Lei abbassò lo sguardo
    ‘’ Chi è? E come si chiama? Le spacco la faccia’’ disse decisa
    ‘’ Io voglio lei e non te’’ dissi al suo orecchio e la lasciai là
    ‘’Ma che avevo fatto, io voglio Alessia’’ , devo parlare con lei.
    La chiamo ma il telefono è spento, ma dove sarà. Riprovo , ma niente perché mi ingnora.
    Vedo Pedro in lontananza
    ‘’ Sai dov’è alessia?’’ dico disperato
    ‘’ Sì è a casa a piangere, Carmine io ti avevo detto di parlarle non di baciarla’’ disse arrabbiato. No non può essere
    ‘’ Come lei mi ha visto?’’ dico sorpreso
    Annui,
    ‘’ *****OOOOOOO’’ dico incazzato nero, arrivo al suo appartamento, citofono, 1-2-3 secondi ed ecco la sua voce
    ‘’ Chi è?’’ disse con l’affanno , segnò che ha pianto tanto
    ‘’ Sono Carmine, apri’’ disse con voce tremante
    ‘’ Vaf******* ******o, io non ti apro hai sbagliato, fai finta che sia morta io per non ci sono più’’ e attaccò proprio adesso che andava tutto bene, perchèèèèèè
    Decisi di andare a casa, ha ragione , le lascerò il suo spazio come lei vuole.

    Alessia
    ‘’ Pronto’’ disse una voce squillante
    ‘’ Chià’’ disse per poi scoppiare a piangere , lei capì tutto e disse che sarebbe arrivata in più in fretta possibile.
    Intanto suona il citofono,
    ‘’ Chi è?’’ dico con l’affanno
    ‘’Sono Carmine’’ disse la sua voce tremante, perché mi fa schifo la sua voce, perché mi fa così male
    ‘’ Vaf******* brutto ******o, io per te sono morta , non cercarmi più’’ disse per poi scoppiare di nuovo a piangere.
    L’odio ma lo amo ancora di più , ma deve pagare. Intanto è già arrivata una Chiara molto arrabbiata, ma non so con chi ce l’ha
    ‘’ Chiara, perché sei arrabbiata’’ disse confusa
    ‘’ Guarda lasciamo stare, sono andata a sbattere contro un cafone, con i ricci, che non si neanche scusato e mi anche detto ‘’ Stai attenta mocciosa’’ , ma ******* ‘’ disse arrabbiata. Poi vedendomi mi fece accucciare tra le sue braccia e gli raccontai tutto piangendo
    ‘’ OK , io lo ammazzo Carmine, come ha potuto , menomale che hai incontrato Pedro, approposito me lo farai vedere prima o poi questo Pedro’’ disse contenta
    Risi di gusto, lei era così. Solare , felice , calorosa, quando sei triste ti tira su di morale , ma quando è arrabbiata fa morir dal ridere , almeno a me .
    ‘’certo che te lo farò conoscere, tra una settimana ce il compleanno di Ivan , ce anche lui, e ti presenterò anche gli altri, sono simpaticissimi’’ dissi sorridendo
    In questo momento ho bisogno di lei, Carmine è un capitolo chiuso almeno spero


    Chiaraaaaaaaa , hai visto sei tuuuuu, sei l’unica che mi capisce, Mi sa chi è Pedro, ma mi sa che lo hai già visto. AHAHAHAHAHAH spero vi sia piaciuto, tanti commenti

    http://forum.teamworld.it/forum1743/...e-mi-davi.html

  10. #10
    Supporter


    Data Registrazione
    Jun 2012
    Messaggi
    233
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Quello che mi davi tu

    Pedro
    Camminavo a passo svelto tra le strade di Legnano , uscito da un’altra lite con la mia ragazza. Dice che non ho mai tempo per lei, dice che non la guardo mai, che non ci sono mai. Invece io ci sono per lei, ma è lei che non capisce che io lavoro, anzi faccio musica con i miei amici da 10 anni, ma evidentemente non le interessa questo, ma soltanto a se stessa. Non ce la faccio più , ma non riesco a mettere un punto a questa storia, forse perché stiamo insieme da 5 anni, oppure non ci riesco e basta, non ho il coraggio.
    Mentre penso chiesto, sento un corpo che va contro il mio e cade. Era una ragazza che avrà 18 anni , che si alza e mi sorride per chiedermi scusa, ma sono troppo arrabbiato
    ‘’ Stai attenta dove vai mocciosa’’ e la lascio là , che mi urla dietro. Però che caratterino.
    E ritorno su i miei passi. Arrivo in studio, e ce un altro problema che mi attende : Carmine
    ‘’ Pedro , oggi sono andato a casa sua , e lei mi ha detto che non vuole più stare con me, che per lei io sono morto. Sono stato tutto il giorno a pensare e ho deciso che mi metterò con Sara , e le lascerò il suo spazio, per permettergli di farsi una famiglia, come ha sempre desiderato’’ disse guardando nel vuoto , e vidi che gli scese una lacrima, sapevo che ci stava male e orgoglioso com’è anche se gli dico che è una pazzia, lui non mi ascolterebbe , quindi annuì , intanto arrivò Ivan , il nostro nuovo bassista , è veramente bravo , ci ha dato una grande mano nella produzione dell’ album e tra una settimana sarà il suo compleanno. Abbiamo deciso all’oscuro nei confronti di Ivan che lo festeggeremo in un locale , a Milano dove saranno invitate molte persone. Non so, come farà Alessia a vedere e sopportare lui e Sara alla festa, ma sono più che sicuro che esploderà.
    Una volta tutti in studio, iniziammo a suonare e come ogni volta , vado nel Mondo che non c’è .
    Finito tutto, vado a casa e già mi sento stressato, forse sarà l’ aria che c’è o per il semplice motivo che non voglio vedere la mia ragazza, ma credo sarà impossibile , dato che viviamo insieme da 1 anno. La saluto con un cenno di capo, e vado in taverna, dove ce un piccolo studio di registrazione solo per me, non può entrare nessuno, questo posto è solo mio.
    Sto lì da 2 ore o più, quando sento bussare alla porto, dico di entrare e vedo la mia ragazza con il mano il cibo, con la sguardo freddo e lo lascia da qualche parte e se ne va sbattendo la porta. Io proprio non la capisco, avrà le sue cose.
    Sono le 2 di notte , e non riesco a prendere sonno, e Melissa non è ancora rientrata , sarà con le sue amiche oppure a mettermi le corna ma chiesto non mi fa né caldo né freddo.
    Prendo un foglio e inizio a scrivere , quello che mi passa per la mente , non ho paure di niente , e di nessuno .
    Sono le 7 di mattina e sto dormendo sul foglio di ieri sera , penso ad un titolo e subito lo trovo ‘’ Fantasmi’’ è un bel modo per esorcizzarlo.
    Vado in camera e vedo Melissa sul letto ancora vestita come la sera prima , mi vesto e vado a farmi un giro, forse ne avrò bisogno.

    Alessia
    Oggi è il compleanno di Ivan , ed vedrò anche lui, Pedro mi ha detto che sta con la ragazza che ho visto la settima scorsa , Sara credo che si chiami. Chiamo Chiara per dirle che oggi andiamo a svaligiare i neglozi per Milano e lei subito accetta. Mi lavo, metto in ordine la casa e mi vesto.
    Prendo portafoglio borsa chiavi e via in mezzo alla confusione di Milano.
    Siamo in un negozio, sto cercando un vestito quando vedo entrare lui e la sua ragazza entrare, vado subito nel panico , dico a Chiara chi c’è e lei subito mi suggerisce di andare nei camerini , entro e apro piano la sportello per vedere cosa ha in mente , la vedo che si avvicina , lui si accorge di lei, la saluta e subito lui chiede di me , e cerca me, perché sa che sto sempre con lei. Mi cerca con lo sguardo, quando ad interromperlo è una voce d’oca , che lo chiamo, si presenta a Chiara ,e subito assume una faccia che conosco fin troppo bene , si salutano e se ne vanno , vedo come la tiene per mano, vedo come la stringe, si è dimenticato di me , mi scende una lacrima, ma infondo è quello che volevo. Esco e vado subito , alla ricerca di un vestito , lo trovo e lo faccio vedere alla mia stilista preferita, che mi dice subito di no, e mi porta in un reperto dove ci sono troppo vestiti troppo corti ,
    ‘’ Dobbiamo farlo morire dalla gelosia e poi chi lo sa incontri anche un bel ragazzo’’ dice strizzandomi l’occhio , rido e mi provo il vestito che mi ha dato, mi guardo allo specchio, è un vestito rosso fuoco che lascia la schiena completamente a nudo che si ferma sul fondoschiena, si lega dietro il collo , scollato fino a sotto il seno e con le scarpe rosse fuoco . Appena finito paghiamo e andiamo a casa . Lai invece a preso un tubino blu cortissimo che gli mette in mostra il seno e il fondoschiena , mi sa che farà girare la testa a qualcuno.


    Spero vi piaccia, stasera il continuo, Chiara vuoi far perdere la testa a qualcuno ? eh? AHAHAHAH sarai na’bomba

    http://forum.teamworld.it/forum1743/...e-mi-davi.html

Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima

Segnalibri

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •