Vai a Team World Shop

Visualizza Risultati Sondaggio: Vi piace questa storia?

Partecipanti
6. Non puoi votare in questo sondaggio
  • Molto

    6 100.00%
  • poco

    0 0%
  • pochissimo

    0 0%
  • per niente.

    0 0%
Pagina 4 di 7 PrimaPrima ... 23456 ... UltimaUltima
Risultati da 31 a 40 di 61
  1. #31
    Supporter


    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    147

    Predefinito Re: You'll be always part of me

    cap 21 Le donne

    In sala prove aspettando i ragazzi....
    B:finalmente avete chiarito anche questa! eri veramente insopportabile!
    G: concordo con Bea, non ti si poteva dire niente.
    Io: la smettete di fare le critiche. Ora si è risolto tutto
    B:anche perchè senza di lui tu non riesci a starci e questa la verità
    Io: lo sò me ne sono accorta, andando avanti capisco che lui è ossigeno puro per me
    G:come sei romantica!
    io:
    I ragazzi arrivarono e Ste mi corse incontro e ci baciammo davanti a tutti. Inevitabilmente la sua mano finì sul mio sedere.
    iosussurrandogli all'orecchio) amore ci sono troppe persone, contieniti.
    P: ma la smetti di toccare il sedere di mia sorella in mia presenza
    S: scusate.
    Cominciarono a suonare, ed erano davvero strepitosi, Ste sembrava volere spaccare tutto. Le vacanze di natale erano vicine e anche la nostra partenza.
    Avrei passato una settimana sola e soletta con lui. Che bello. Saremmo poi ritornati prima di capodanno, preferivamo passarlo con i ragazzi.
    Finite le prove salì sul palco.
    io: amore sei stato fantastico!
    S: lo sò, ma a letto sono ancora più bravo!
    P: la smetti di elogiare tutte le volte che ti sei portato a letto mia sorella! io ti ammazzo prima o poi!
    O: eh stai tranquillo Pedro.
    P: omar taci!
    Tutti: hahahahahahhahaha!
    il pomeriggo era stato lungo. I ragazzi si fermarono a casa nostra e ordinammo le pizze.
    K: che buona questa pizza! cavolo ragazzi è da tempo che non andiamo in disco! che ne dite di andare questo sabato prima della partenza di Ste e Chiara.
    D: direi che è un' ottima idea, lo dico subito a Kelly, così magari la fanno anche suonare.
    P: va bene, it's perfect
    S: yeah
    K: ***** Ste ti ricordi le nostre serate in disco, non dico solo qui ma anche al mare, tipo a riccione?
    S: hahahahahahaha! ma quante me ne sono scopate! ho perso il conto ormai
    K: taci va abbiamo fatto a gara a chi se ne faceva di più, mi ricordo che in una settimana te ne sei fatte tipo 20
    S: cavolo! erano delle belle gnoccone però, ricordi del passato
    K: quella dell'ascensore poi non me la dimentico, non riuscivamo a prenderlo perchè questo ***** si stava dando da fare con una proprio lì, nador! e all...
    P: ka smettila!
    Non ci credevo! ero rimasta stizzita! non riuscivo a pensare a Ste con altre ragazze! già prima lui era il don giovanni e ogni sera c'era una ragazza diversa nel suo letto. Mi fa male pensare tutto ciò, ho paura che la cosa si ripeta. Mi alzo dal tavolo lasciando tutta la pizza nel cartoncino e corro in camera.
    P: l'avete combinata grossa
    D: vado a parlarle
    D: Chiara apri!
    io: andatevene tutti!
    S: dani togliti, ci parlo io.
    D: ok fratello, vi aspettiamo giù
    S: ehi
    io: vuoi vantarti ancora per quelle che ti sei trombato?
    S:ma no dai, stavamo scherzando. Ero giovane, ora come vedi ho messo la testa a posto. Ti amo cucciolotta e lo sai. Vieni qui da me!
    Andai da lui e lo baciai.
    io: ti amo anche io e scusa per prima. Ma tu sei solo mio e solo io posso metterti le mani addosso.
    S: bene, allora mettimele adesso.
    Fece per togliermi il maglioncino.
    io: ma gli altri ci aspettano
    S: bè facciamo una cosa veloce.
    Lo baciai subito senza perdere tempo. ci sdraiammo sul letto. Intanto giù...
    k: secondo me hanno chiarito e stanno facendo qualcosa..... Pedro mi preoccuperei in casa tua poi con te presente
    P: non voglio sapere guarda.
    D: nipotini in arrivo
    P: taci dani, non adesso è troppo giovane. Io vado a chiamarli
    io:Ste aspetta ho paura che Pedro possa entrare nella camera.
    infatti.....
    P: io ti ammazzo! togliti da mia sorella e smettila di fare cose sconcie in casa mia!
    S: ma dai ma sul più bello proprio!
    io: hahahahahahahahaha!
    cominciai a ridere come una matta e a rotolarmi per terra.
    P: no ma voi due state male. Basta io scendo fate come volete, basta che non sento urla oscene.
    io e Ste: hahahahahahahaha
    scendemmo dagli altri.
    D: ah eccovi, vi avevamo dati per dispersi.
    K: ste, giochi alla Play?
    S: certo, arrivo!
    Cominciarono a giocare alla play.
    io: che caso disperato.
    P: bè è il tuo moroso, dovresti saperlo?!
    io: infatti lo sò.

    S: le donne le donne le donne!
    P: no ma stai fuori tu!
    io: dillo ancora una volta e ti ammazzo.! e ora a nanna che è tardi!
    S: volevo fare la nanna con te io!
    P: non se ne parla, siete via poi una settimana le cose sconcie ve le fate a Parigi, io di notto voglio dormire.
    io: amore, ci vediamo domani.
    S: va bene. Vieni qui che ti spupazzo.
    *** bacio****
    io: notte
    S: notte princess
    pensai: che ragazzo pazzo che ho...


    Commentiiiiiiiiii!

  2. #32
    Supporter


    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    147

    Predefinito Re: You'll be always part of me

    cap 22 Better than today

    Domenica mattina, ore 11:30. Mi alzo dal letto ancora assonnata e vado in cucina dove Ste stà preparando il caffè.
    S:Buongiorno amore, dormito bene?
    io:si grazie, anche se ho ancora un pò di sonno.
    S:ti volevo dire una cosa infatti.
    io: dimmi
    S:ascolta, pensavo di presentarti ai miei. Che ne dici? anche perchè sono più o meno 4 mesi che stiamo insieme e quindi mi sembra giusto presentargli la mia ragazza.
    io: oddio.
    per l'emozione caddi dala sedia
    S: tutto ok? se vuoi possiamo rimandare! è che preferivo prima di natale e della nostra partenza.
    io: per me va bene tranquillo.
    Manco l'avessi detto che pochi giorni dopo mi ritrovavo in camera per dovere scegliere qualcosa di carino ma non troppo provocante da mettermi.
    B: ehi stai tranquilla! non eri così nervosa quando hai presentato Ste ai tuoi.
    io: lo sò, ma non sono nervosa sono felice. Pensi che Ste stia davvero facendo sul serio?
    B:secondo me si! ci tiene davvero tanto a te e alla vostra storia. Vuole fare le cose per bene e per lui si tratta di una storia seria e importante. é diverso dalle altre volte.
    io: già, forse sono riuscita a cambiarlo in meglio.
    B:io opeterei, per questo maglioncino, questi jeans stretti e queste scarpe con il tacco che non sono esagerate.
    io: già sei un tesoro grazie mille.
    B: prego tesoro e rimani serena.
    Io: dopo ti mando un messaggio e ti faccio sapere!
    B:sempre se hai tempo dopo quello là ti intrappola tra le sue braccia e ciao ciao!
    io: hahhahaha!
    Era arrivato il momento mi trovavo nella macchina di Ste ed eravamo diretti verso casa dei suoi.
    S:sei bellissima stasera.
    io: ma sono vestita molto semplice
    S: bè sei **** lo stesso!
    io: guida che è meglio
    Arrivammo a casa dei suoi! ero un pò tesa
    S:tesoro tutto ok?
    io: si entriamo
    Ci venne ad aprire sua madre.
    Enza: ciao ragazzi! accomodatevi pure.
    Mi aveva ispirato fiducia era con il grembiule e un mestolo in mano. Non me la ricordavo così. ahhahaha
    Enza: e tu devi essere Chiara giusto?
    io: si, piacere Signora!
    enza: dammi pure del tu, Ste non mi avevi detto che era così carina. finalmente ne hai trovata una giusta e la smetterai ti portarti in camera tutte quelle ragazze.
    S:mamma perfavore.
    Enza:si vergogna a dirlo!
    arrivò anche il padre di Ste.
    Aldo: piacere, Aldo.
    io: piacere Chiara.
    Aldo: mi ricordo bene di te, eri molto carina anche da piccolina.
    Io: grazie non sono abituata a tutti questi complimenti.
    mancava solo Marco all'appello, il fratello di Ste
    Scese avvinghiato ad una morettina niente male, si baciarono, un bacio poco casto e poi la salutò
    M: ehi ciao, tu devi essere la ragazza di mio fratello! piacere Marco!
    io: il piacere è tutto mio.
    S: bene direi che possiamo sederci tutti a tavola.
    La cena era ottima. Tutto squisito. Ste era un pò fuori si vedeva, colpa del vino, si alzò e fece un brindisi. Volevo sotterrarmi.
    S: allora brindo alla ragazza che amo e che voglio portare con me negli anni a venire affinchè faccia parte della mia vita. Tu sei lo spiraglio di luce che mi ha portato fuori dalle tenebre.
    Oddio avevo le lacrime agli occhi. Mi alzai e lo baciai senza pensare che i suoi erano presenti.
    Enza: Ste, è una brava ragazza, non fartela scappare e non fare sciocchezze di cui potresti pentirti
    S:tranquilla mamma, ho tutto sotto controllo, buonanotte
    Enza: guida piano
    S: si mamma
    Aldo: notte caro.
    M: notte fratellino.
    S: sarei io che dovrei dire il contrario
    Appena usciti da casa sua mi fermai sul vialetto.
    io: le hai pensate davvero quelle cose quando le hai dette? perchè il mio cuore dice di si!
    S: si, le pensavo davvero! ti amo davvero tanto e questo sentimento cresce di giorno in giorno che passo con te! non ti lascerò mai più andare via da me.
    io: ti amo anche io!
    ci baciammo nel vialetto di casa sua. Poi mi riportò a casa.
    Mi ero addormentata in macchina. Ste mi prese in braccio e mi portò in camera mia, poi si sdraiò vicino a me e abbracciandomi si addormentò.

  3. #33
    Supporter


    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    147

    Predefinito Re: You'll be always part of me

    cap 23 It's christmas time!

    Natale, era giunto con la neve candida che scendeva dal cielo e che dava magia ovunque cadesse. Era la sensazione che mi provocava ogni natale che giungeva, peccato che fossi intenta a preparare le valigie, tra pochi giorni sarei partita con Ste per Parigi e saremmo ritornati il 30. Dovevo cercare di portarmi le cose essenziali e non la casa come faccio di solito(è vero anche nella realtà). La porta si aprì e comparve Pedro.
    P: hai finito con questa valigia?
    io: si tra poco, sono riuscita a farci stare tutto!
    P:cavolo è un evento
    io: Pè, non sai mentire dimmi perchè sei qui
    P:niente,mi sembra strano che passi via qualche giorno con il tuo ragazzo che oltretutto è anche il mio migliore amico. Voglio solo che tu ti diverta e stia bene con Ste è da tanto che non ti vedo così felice.
    io: si con lui mi sento tre metri sopra il cielo, lo amo davvero tanto!
    P:sono contento! vieni qui e fatti abbracciare dal tuo fratellone!
    Mi abbracciò come solo lui sapeva fare!
    P:ti voglio bene peste! ricordatelo!
    io: anche io e tanto!
    P:andiamo a mangiare che è pronto. Più tardi vengono anche i ragazzi.
    Il pranzo era squisito, mamma sapeva sempre cosa preparare. Dopo esserci abbuffati come dei maialini, andai in camera ma prima di sdraiarmi sul letto due mani mi coprirono gli occhi.
    io: ma chi è?
    Mi baciò partendo dal lobo dell'orecchio per poi scendere fino al collo e lasciarmi un succhiotto proprio nel be mezzo del collo.
    io:Ste!
    S: sei brava a riconoscermi amore!
    io: ma non dovevi passare più tardi con gli altri?
    S:non resistevo più dalla voglia di vedere la mia donna! poi ieri non ci siamo visti a causa di impegni vari che ho avuto con la band!
    io:adesso Pedro mi ammazza per questo succhiotto! scemo!
    S: eh dai, cosa vuoi che sia! ti ho portato un regalino!
    io: hahahaha! grazie, io però te lo consegno a capodanno!
    S: ok, tranquilla, aprilo!
    Mi aveva regalato il ciondolo della tiffany, quello che mi piaceva tanto!
    io: oddio! ma è bellissimo! è quello che volevo!
    S:ti piace?
    io: certo, è stupendo, ma non dovevi!
    S: per la mia principessa, tutto!
    Mi avvicinai per baciarlo ma mia mamma entrò nella stanza
    Mamma: ops scusate ragazzi, non volevo disturbarvi ho preparato la torta! Ste ne vuoi una fetta?
    S: si grazie signora, ora scendiamo
    M: va bene vi aspetto.
    io: uffi, sempre a rompere le scatole
    S: dai andiamo c'è la torta
    io: si si quando c'è il cibo non mi calcoli più
    S: non è vero amore, lo sai.
    io: si si dai scendiamo
    Dopo poco arrivarono gli altri e ci scambiammo tutti i vari regali, quello di Ste glielo avrei consegnato dopo con calma, era un regalo speciale.
    I festeggiamenti furono davvero lunghi arrivò il momento. Io, eli e kelly e la ragazza di ka passammo i regali ai nostri boys e rimasero folgorati. Gli avevamo regalato i biglietti per andare a vedere in concerto i foo fighters a Londra.
    Pddio, grazie amore, è bellissimo!
    K: ma io ti amo, stasera sei mia!
    D: grazie amore!!!!!!!!
    S: cavolo che regalino super! vieni qui che ti spupazzo!
    eravamo tutti presi da baci e coccole varie.
    Brindammo tutti a questo natale magico e speciale.
    Finito tutto Ste mi aiutò a pulire casa, avevano tutti fatto un macello! c'era cibo ovunque.
    S:******a che casino che abbiamo combinato!
    io: già avete fatto il botto
    S: mi sà che il botto lo facciamo io e te dopo!
    io: hahahahaha! stupido pensa a pulire!
    P: cos'è che fate dopo?
    S:niente pensa a te che è meglio!
    io: ma la smettete voi due! che palle! ahahahahaha!
    Finito di pulire mi misi il cappotto per andare in giardino e cominciai a prendere qualche palla di neve per fare un pupazzo di neve! ma inevitabilmente venni colpita da qualcuno.
    io: ehiiiiiii!
    S:ahhahahahaha!
    io: vieni qui che ti ricopro di neve!
    Cominciammo a correre per tutto il giardino e sfiniti ci coricammo sulla neve, mi misi sopra Ste e ci baciammo, un bacio al sapore di neve.
    S: questo natale non me lo dimenticherò così facilmente
    IO: nemmeno io.
    Passammo tutta la giornata sotto la neve a guardare il cielo e lanciarci palline di neve. Alla fine avevamo anche fatto il pupazzo di neve! non era venuto male! è così che volevo che la mia vita fosse, con il ragazzo che amo con cui stò vivendo momenti fantastici! voglio solo che questo non finisca mai e duri in eterno. Ho capito che senza di te non riesco a stare, sei come una droga per me che mi annienta, mi stordisce anzi forse è qualcosa di ancora più potente. Sò solo che ti amo e ti voglio al mio fianco. Questo è ciò di cui ero sicura. Finalmente mi sentivo sicura e protetta.

    Che ne pensate? commentiiiiiiiiii!

  4. #34
    Supporter


    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    147

    Predefinito Re: You'll be always part of me

    cap 24 Paris

    Era giunto il giorno della partenza! mi svegliai alle sei di mattina per prepararmi con cura, Ste sarebbe passato per le sette. C'era un silenzio di tomba in casa, Pedro e Omar dormivano ancora. Feci tutto con calma per non svegliarli. Aprirono gli occhi solo una mezz'oretta più tardi. Mi aiutarono a chiudere la vialigia e scendemmo le scale.
    io: Ste dovrebbe arrivare tra poco.
    P: mi raccomando comportatevi bene e tienilo fermo
    io: hahhahahahahaha! tranquillo, mica vado chissà dove, sono abbastanza vicina a casa.
    O: chiama sorellina anche se stai via solo 5 giorni non farci preoccupare.
    io: siete peggio di mamma e papà a momenti.
    Suonarono al campanello. Erano tutti gli altri, non volevano lasciarmi andare via senza avermi salutato.
    E: tesoroooooo! mi raccomando divertiti e fai spendere a Stefano tanti soldoni visto che Paris è la città della moda.
    io: ahhahaha! grazie Eli seguirò il tuo consiglio.
    Anche Kelly e chiara( la ragazza di ka) mi abbracciarono augurandomi un buon viaggio.
    k:fatti abbracciare dallo zio ka. Tornate in tre o quattro ok?
    P:come scusa? taci te che è ancora presto per procreare.
    D: hahahahahahahahaha! Pedro mi fai troppo ridere, sei sempre incazzato! hahahaa!
    P: taci va!
    Uscimmo di casa e Ste era lì che mi aspettava.
    S: eccomi qui, ma quanta gente c'è? mica dobbiamo andare dall'altra parte del mondo.
    io:già, andiamo all'aereoporto è tardi e dobbiamo fare il check in della valigia e del bagaglio a mano.
    Sk partiamo.
    Ci seguirono all'aereoporto solo Omar e Pedro. Là poi mi attendevamo la Bea e la Giuli. Ci dovevamo salutare per bene. Erano solo 5 giorni ma mi sarebbero mancate moltissimo.
    Appena arrivati vidi subito le mie socie e gli saltai in braccio.
    io: ragazzeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee! mi mancherete!
    B: hahahha! smettila di fare la pesa e vai con il tuo uomo che ti stà aspettando
    G: giusto, mica vorrai perdere l'aereo.
    B: ah e visto che Parigi è la città dell'amore vedi di fare tanto sesso con il tuo ragazzo, non avete Pedro tra le scatole.
    G: lo fanno anche se non glielo dici.
    io:siete scandalose. Ora vado bacino e vi mando un mex appena arrivo
    Ultimo abbraccio e poi via verso il check in. Riuscimmo a fare tutto con calma. Non ricordo molto del viaggio in quanto ho dormito per tutto il tragitto.
    Vengo svegliata dalla mano di Ste che mi accarezza i capelli e mi bacia la testa.
    S:amore siamo arrivati, svegliati!
    Aprì gli occhi ed eravamo all'aereoporto di Parigi. Dopo aver recuperato le nostre valigie prendemmo un taxi e arrivammo subito all'albergo. Era abbastanza lussuoso e collocato nel centro di Parigi. Mi sembrava di vivere un favola: io e Ste per cinque giorni da soli a Parigi senza nessuno che rompe i *******i! fantastico! Avevo bisogno di andare in camera per sgranchirmi le gambe. La camera era una suite ed era gigante con una vista mozzafiato di Parigi.
    io: è stupenda! tu finirai col viaziarmi. Lo sò già.
    S: il meglio per la mia donna, altrimenti che moroso sarei.
    io: mi vai bene già come sei.
    S:meno male.
    io:devo mandare un messaggio a quelle due pazze e a Pedro, devo tranquillizzarlo.
    Sk, intanto io apro le valigie e metto qualcosa nell'armadio.
    io: vuoi una mano?
    S:tranquilla, vai a farti una doccia dopo ti raggiungo
    iok, grazie in effetti ne ho bisogno in aereo c'era troppo caldo.
    Il bagno era gigante mi spogliai ed entrai nella vasca. Avevo bisogno di un bagno rilassante. La porta si aprì ed entrò Ste.
    io: ma non dovevi finire di disfare le valigie?
    S:veramente pensare che la mia ragazza stà facendo il bagno tutta soletta nel bagno mi rendeva triste, allora ho pensato di farti compagnia. Mi accetti?
    io: certo. haahhaha!
    Si spogliò ed entrò nella vasca con me.
    io: mi sbaglio o era la tua mano?
    S:no non ti sbagli
    mi baciò intensamente mentre mi sedevo sulle sue gambe. Finimmo col fare l'amore in quella vasca con le bolle che ci circondavano. Parigi ci stava già contagiando. Nel tardo pomeriggio non poteva mancare una passeggiata per il centro di Parigi. La città è fantastica piena di luce, scattiamo alcune fote davanti al Louvre che avremmo visitato il giorno seguente per poi passare alla tour eiffel. Questa città mi aveva sempre affascinata e viverla con lui era la cosa più bella che potesse capitarmi. Cenammo in un ristorante tipicamente parigino per poi fare una passeggiata romantica lungo le rive della senna. Si fermò un attimo immobile.
    io: amore che c'è!
    S:c'è un'ultima cosa che vorrei darti e che fa anche parte di questa fantastica vacanza romantica.
    Tirò fuori dalla tasca una piccola scatola.
    io:il cuore mi batteva a mille, non capivo più niente.
    La aprì e c'era un piccolo anello.
    Ser me sei davvero importante e con questo anello ti voglio chiedere se vuoi che la nostra storia diventi ufficiale da questo momento! sò che magari tu sei giovane perchè hai solo 18 anni però per me stà diventando davvero importante.
    Ero pietrificata, ***** non riuscivo a spiaccicare parola lui era fermo immobile davanti a me che aspettava una risposta.
    Non riuscivo a parlare. Mi limitai a prendere la rincorsa e a gettarmi tra le sue braccia e baciarlo con passione. Penso che fosse esplicito che volevo dire di si.
    Sk, mi sembra che sia un si!
    io: si si si! lo voglio! ti amo troppo!
    S:anche io ti amo!
    Era stata la sorpresa più bella che potesse farmi! questi giorni sarebbe stati memorabili.

  5. #35
    Supporter


    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    147

    Predefinito Re: You'll be always part of me

    Rieccomi! vi posto un altro capitoletto.

    cap 25 need you now

    Apro lentamente gli occhi. é mattina. Cerco di darmi un pizzicotto per realizzare se quello che è successo è tutto vero! credo proprio di sì, a volte stento ancora a crederci. Mi alzo piano dal letto per andare in bagno e chiamare Pedro, non voglio che Ste si svegli, stà ancora dormendo come un angioletto. Il telefono suona.
    P:ehi sorellina, tutto bene?
    io:hola pedrito!si tutto a posto! Ieri è successa una cosa indescrivibile non me lo aspettavo.
    P:ti ha regalato l'anello?
    io:come fai a saperlo?
    P:lo spevamo tutti!Ste ce lo aveva già detto e mi ha anche chiesto un consiglio per essere più sicuro.
    io:******oni che non me l'avete detto!
    P:hahahahaha! ti è piaciuto allora?!
    io:moltissimo, è il più bel regalo che potesse farmi.
    Pra vai non farlo aspettare, ci sentiamo bacio.
    iok, tanto stà ancora russando hahahahaa.
    Mi precipitai in camera e Ste si era appena svegliato, mi buttai sul letto.
    io:buongiorno amore
    S:buongiorno, sei pimpante già di prima mattina?
    io:si, oggi dobbiamo visitare per bene la città e andare a fare shopping!
    Sovera la mia carta di credito!
    io:hahhahaahahhahaha!
    Finì di prepararmi
    S:amore andiamo, dai che il museo mica ci aspetta
    io:un attimo.
    Presi l'anello che mi aveva regalato e me lo misi al dito
    S:ti sei messa l'anello!
    io:certo tutti devono sapere che sono ufficialmente fidanzata con Stefano Mantegazza.
    S:ecco, ora la cosa mi piace.
    Il louvre era grandissimo e ricco di quadri interessanti, lo avevo già visto con i miei genitori e Pedro, ma ero piccola e mi ricordavo pochissimo poi allora non avevo ancora la capacità di apprezzare l'arte. Visitammo il museo per tre ore, poi esausti ci recammo in un ristorantino carino per pranzare.
    io:che carino questo posto.
    S:si, è molto caratteristico. Cosa prendi?
    ioenso un omelette.
    S:io un bel piatto di pasta.
    io:ahahha ti fai sempre riconoscere.
    Dopo mangiato ci recammo alla tour eiffel, era bellissima.
    io:aspetta, oddio!
    S:dammi la mano non avere paura.
    Purtroppo per chi non lo sà sofro di vertigini e quindi l'altezza mi spaventava un pò. Con l'aiuto di Ste arrivammo fino in cima alla torre, e ammirammo il panorama della città.
    io:è magnifico, fantastico ed eccitante allo stesso tempo.
    S:già, aspetta copriti bene che fa freddo, sei scoperta qui nel collo.
    In realtà lo aveva fatto apposta per lasciarmi un bacio sul collo.
    io:non cambierai mai.
    Ci scattammo una foto mentre ci baciavamo, l'avrei messa come profilo su facebook al mio ritorno.
    Il pomeriggio lo dedicai allo shopping,avanti e indietro per i negozi parigini, ormai la carta di credito di Ste chiedeva pietà
    S:sembro un manichino con tutte queste buste.
    io:ahhahaha sei bellissimo amore infatti ti ho fatto una foto.
    S:si, per s******armi su facebook davanti ai miei amici e alle mie fan.
    io: eh su dai non fare il peso, sai cosa ci vuole ora? un bel frappè al cioccolato.
    Sk ci stò
    Il frappè era squisito se non fosse stato che Ste continuava a sporcarmi la faccia con il frappè e a leccarmi a mò di gatto per tirarmelo via, ci guardavano malissimo. hahahahahahaha!
    Arrivai in albergo esausta.
    io:sono stanchissima. é stata una giornata lunga.
    S:sù preparati che ti ho preparato una sorpresa
    ioddio mi devo preoccupare!
    Mi vestì molto elegante, quella sera avremmo cenato in un ristorante di lusso. Era tutto squisito, infatti il menù comprendeva anche cucina italiana. Mi prese la mano e andammo in alto nella terrazza, poi apparvero delle luci che illuminarono una scritta gigante: "vivo solo di te di ogni gesto che fai di quegli attimi che tu soltanto mi dai ogni giorno di più sai convincermi che nulla avrebbe senso se non fossi qui"! erano le parole della canzone. Avevo i lacrimoni che scendevano dagli occhi!
    IOddio è bellissima!
    S:ho sempre sognato di dedicarla ad una ragazza, ma doveva essere quella giusta e penso che questa persona sia finalmente arrivata! Ti ringrazio perchè riempi i giorni della mia vita e perchè mi hai cambiato in meglio visto che prima ero solo un ragazzaccio da mille e una notte.
    io:ahahhahahaah! non è merito mio sei tu che sei cambiato e hai cominciato a credere nell'amore, è questo che conta!
    Lo abbracciai forte forte e lo baciai. Questo bacio aveva un sapore diverso dagli altri.
    Passammo il resto della serata a contare le stelle e a guardarle. Decisi di esprimere un desiderio all'insaputa di Ste. Volevo che questo potesse durare in eterno, finalmente avevo trovato la felicità e l'avevo affidata nella mani del ragazzo che amavo confidando che la sapesse custodire.

  6. #36
    Supporter


    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    147

    Predefinito Re: You'll be always part of me

    Chiedo scusa alla mie lettrici per l'assenza di questi giorni ma non avevo molta ispirazione, oggi posto però.

  7. #37
    Supporter


    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    147

    Predefinito Re: You'll be always part of me

    Oggi è un giorno particolare, è il compleanno di Ste e ricordarlo mi fa ancora male. La ferita è ancora aperta e non si rimargina più. Spero che quello che fa adesso gli porti gioia e felicità nella sua vita! Non mi dimenticherò mai di lui, il NOSTRO bassista preferito. Ste, UNO DI NOI, UNO DEL GRUPPO RANDA.

    cap 26 back home

    Questi giorni a Parigi erano volati e dovevamo ritornare a casa, il giorno dopo sarebbe stato capodanno. Sistemai le ultime cose in valigia e ci dirigemmo all'aereoporto. Questa vacanza era stata speciale, aveva solidificato il rapporto tra me e Ste, ora non avevo più dubbi: lo amavo ancora di più e mi fidavo ciecamente di lui. Chiamarono il nostro volo così dovemmo dirigerci al gate per imbarcarci. Il viaggio fu breve ma intenso, questa volta fu Ste ad addormentarsi con la testa appoggiata alla mia spalla. Presi il mio diario e cominciai ad annotare tutti i ricordi e le emozioni di questa vacanza fantastica guardando l'anello che avevo al dito e che lui mi aveva regalato.
    Arrivammo a Milano malpensa alle quattro del pomeriggio, erano già tutti lì ad aspettarci.
    io:ragazzeeeee!
    Abbracciai subito la Giuli e la Bea
    B:bè allora come è andata?
    io:benissimo!
    G:sono contenta l'ho intuito dal mega sorrisone che avevi due secondi fa! ahhahahaha!
    K:eccola! vieni a farti abbracciare da zio ka?!
    io:ma certo!
    Abbraccia tutti e fece lo stesso anche Ste
    B:l'anello!
    Tutti focalizzarono il loro sguardo sul mio dito
    G:è bellissimo che gesto romantico
    Dra siete fidanzati ufficialmente bisogna festeggiare
    K:e alla grande!
    P:ehi ehi calma! sorellina ma non mi abbracci?
    io:vieni qui gelosone!
    Abbracciai lui e Omar, mi erano mancati tantissimo!
    P:sapevo che le sarebbe piaciuto
    S:già non l'ho mai vista così felice!
    P:sono contento per voi, lo dico sul serio finalmente ha trovato una persona che ama davvero!
    O:direi di fare una festicciola a casa nostra stasera, vado a comprare qualcosa da bere ora!
    S:buona idea!
    Arrivata a casa corsi ad abbracciare i miei, mi erano mancati troppo.
    Mamma: tesoro! finalmente, è andato tutto bene a Parigi, vero?
    io:si mamma tranquilla.
    Papà: bene sono contento per voi due, vi vedo davvero bene insieme.
    P:stasera organizziamo qualcosa qui a casa con gli altri per festeggiare il loro ritorno
    M:bene tanto io e Papà siamo fuori per una cena di lavoro, fate i bravi e non demolite casa
    io: si si
    Omar tornò con una miriade di borse della spesa, sembrava avere svaligiato un supermercato.
    O:eccomi! ho comprato qualcosina.
    P: se tu lo chiami qualcosina questo! hai svaligiato un intero supermercato!
    O:mi sono anche attrezzato per domani, è capodanno.
    Arrivarono tutti alle otto e mezza e cominciammo a festeggiare alla grande.
    Pedro si alzò in piedi.
    P: ehm ehm, dunque vorrei un pò di attenzione! vorrei fare questo brindisi a mia sorella e a Ste affinchè la loro storia duri per sempre! auguri ragazzi!
    tutti! auguriiiiiii!
    Brindammo tutti insieme! ero commossa, avevo le lacrime agli occhi, baciai Ste in modo intenso, volevo davvero che la nostra storia continuasse in modo meraviglioso!
    io:grazie fratellone! non me l'aspettavo!
    P:eh lo sò, io stupisco sempre.
    k:si si come no!
    P:taci te
    Bevemmo tutta la serata, infatti eravamo un pò brilli, la musica era abbastanza alta e ballavano tutti. Mi sentì afferrare per la vita, mi girai ed era Ste.
    io: ehi amore! sei un pò sballato anche tu!
    non disse niente ma mi baciò, da quel bacio capì quali erano le sue intenzioni.
    S:voglio fare l'amore adesso!
    io:scemo, ma come facciamo, ci sono anche gli altri?!
    S:vieni
    Mi prese la mano e andammo ai piani superiori, nel ripostiglio.
    io:ma tu sei matto amore mio! qui ci possono beccare!
    S:no, non ci beccano!
    Cominciò a baciarmi il collo, sentivo le sue mani che scorrevano sulle mie gambe per poi alzare il vestito.
    intanto al piano sotto....
    P:ma mia sorella e Ste?
    K:eh dai, saranno andati a divertirsi!
    O:ahahahhaha! ma si dai!
    Prmai non dico più niente è meglio!
    ***
    io:ma forse gli altri si preoccupano!
    S:no, non penso!
    mi abbandonai tra le sue braccia, quel posto divenne il rifugio nel quale sfogammo il nostro amore. A notte fonda uscimmo dal ripostiglio e con grande sorpresa, tutti si erano addormentati sul pavimento o sui divani. Eravamo talmenti impegnati che non ci eravamo accorti che non si sentiva neanche più la musica. Presi per mano Ste e ci recammo in camera mia, chiusi la porta a chiave e mi coricai sul letto con lui. Ci addormentammo subito.

  8. #38
    Supporter


    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    147

    Predefinito Re: You'll be always part of me

    rieccomi!

    cap 27 Happy new year!

    31 Dicembre! l'arrivo di un nuovo anno era alle porte! questo avrebbe segnato molti cambiamenti tra cui la mia relazione con Ste e l'uscita del nuovo album dei ragazzi, di cui non si sapeva niente, tenevano anche me all'oscuro di tutto. Stasera avremmo festeggiato in un locale di Milano molto intimo, gli invitati erano tantissimi, sarebbe stato un capodanno indimenticabile! stasera si doveva fare botto e così Eli mi aveva consigliato un vestitino niente male, un pò scollato e corto con un bel paio di scarpe con tacco a spillo. Mi stavo preparando quando Pedro entrò in camera mia.
    P:wow sorellina, che sorella gnocca che ho!
    io:scemo, mi aiuti con la lampo del vestito?
    P:certo, lo sai che pericoli corri con Ste se ti vesti così?
    io:lo sò mi salterà addosso, ormai ci ho fatto l'abitudine.
    P:ti stà molto bene però, sei cresciuta ultimamente, la storia con Ste ti ha cambiata prima eri molto più triste
    io:già, ma preferirei non pensare a prima ma a questo momento e a quello che sarà il nuovo anno.
    P:ben detto, ti aspetto giù, poi arrivano gli altri
    Finiti i preparativi scesi le scale, sentivo delle voci quindi erano arrivati tutti. La solita ritardataria ero io
    io:ciao a tutti!
    S:
    K: Ste componiti almeno, capisco che la tua ragazza è una bomba stasera ma cavolo!
    Tutti: ahhahahahahaha!
    Uscimmo di casa per prendere le macchine. Mi sentì avvolgere la vita
    Sosso dirti che stasera sei veramente troppo bella e gnocca! sono geloso!
    io: hahaahha! ma dai, lo sai che sono tutta tua.
    S:non dirmi così perchè hai mosso già troppo stasera.
    io: Steeeeeeeeeeeeeeeeeee!
    S: dai vieni in macchina ti porto io.
    Arrivammo in poco tempo al locale dove ci aggregammo al resto del gruppo e ad alcuni amici dei ragazzi.
    Il locale era veramente grande e gremito di gente, io conoscevo pochi di loro, mentre i ragazzi abbracciavano tutti. Persi di vista Ste, forse era a salutare qualche amico. Mi voltai e lo vidi, stava parlando con un gruppo di ragazze, a giudicare molto *****tte amiche di qualcuno e sicuramente imboscate nella festa. Lo raggiunsi subito.
    S: ehi amore, sono qui. Andiamo a ballare?
    io: ehm va bene.
    S:ciao ragazze!
    Andai in pista lasciando la mano di Ste.
    S:ehi cosa succede?
    io: niente, chi erano quelle *******?
    S:eh dai, non farai mica la gelosa! amore è capodanno, non voglio litigare stasera quando si proietta davanti a noi una serata indimenticabile io e te soletti a casa mia! vieni da me dopo?
    io: penso di si, voglio passare il resto della notte con te!
    S: anche io!
    Ci baciammo lì in pista, ero furiosa presi l'iniziativa e invitai la sua lingua a danzare con la mia in una danza veloce e desiderosa.
    S:ti amo ricordalo!
    io: come potrei dimenticarlo!
    Lo sò ero gelosa ma era normale con tutte le tipe che gli ronzavano intorno.
    Mancava poco alla mezzanotte e quindi ci munimmo di bicchieri e spumanti per condividere il brindisi e dare il benvenuto al nuovo anno!
    K:sù sù prepariamo i bicchieri
    Ci avvicinammo al resto del gruppo
    P:dove eravate finiti voi due, non vi trovavamo più
    S:eravamo in pista a limonare, non si può più?
    P: sempre con quella lingua tu! prima o poi te la taglio!
    S: basta che non mi tagli quello che ho tra le gambe, sai com'è mi servirebbe!
    io:
    K: hahahaha grande Ste!
    P: è meglio che non mi esprima.
    Era cominciato il conto alla rovescia ed eravamo pronti con il bicchiere in mano. 10- 9-8-7-6-5-4-3-2-1-0!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Il nuovo anno era arrivato! brindammo tutti! c'era chi si abbracciava, chi si versava dell'altro spumanti e chi si baciava come me e Ste.
    K: *****oooooo! benvenuto 2010! l'anno del nostro nuovo discooooooooooooooooooo!
    P: si *****ooooo!
    Eravamo tutti estasiati, finalmente il nuovo anno era giunto, era momento di girare pagina e aprire un nuovo capitolo della mia vita insieme a Ste. Ballammo tutta la sera bevendo e scherzando. Che bel capodanno! tutti allegramente insieme. Alle quattro del mattino lasciammo il locale per proseguire verso casa.
    Ste era un pò brillo.
    P: buon capodanno a tutti e buonanotte! sorellina torni a casa con lui, vero?
    io:si, ti lascio casa libera.
    Salutammo tutti.
    In poco tempo fummo a casa di Ste.
    Aprì la porta e mi buttai sul divano.
    io: che stanchezza! sono esausta. Non mi sento più i piedi.
    S: eh no, non pensare di dormire!
    io: bè ma chi vuole dormire!
    Si avvicinò a me con fare malizioso e mi tirò sù di peso per poi portarmi sul tavolo della cucina. Mi alzò il vestito mentre ci baciavamo. Quella notte il tavolo della cucina fu il nido del nostro amore. Non ricordavo fosse così doloroso, le altre volte non era stato così. Urlavo dal dolore. Mi accoccolai sul petto di Ste.
    S: ehi, tutto ok?
    io: si si tranquillo! gli diedi un bacio sul collo per tranquillizzarlo!
    Esausti ci addormentammo sul divano del salotto. Avevo il presentimento che qualcosa fosse andato storto.

  9. #39
    Supporter


    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    147

    Predefinito Re: You'll be always part of me

    Cap 28 fairytale gone bad

    Capodanno fantastico ma adesso mi ritrovo nel mio letto con un mal di pancia assurdo e sento la nausea. é da qualche giorno che non mi sento bene e ripenso alla notte di capodanno, ma ho ancora un gran mal di testa, forse ho bevuto troppo. Decido di chiamare Ste anche se è in studio.
    S:ehi amore, come stai oggi?
    io:insomma, meglio di ieri di sicuro
    S:dopo se riesco passo da te e ti faccio qualche coccola così ti passa tutto.
    iok!
    Mi rimisi a letto e mi addormentai ma neanche dopo mezz'ora fui costretta a correre in bagno, ecco lo sapevo avevo la nausea. Dovevo prendere un'aspirina per fare passare tutto. In questi giorni dovevano anche arrivare le mie cose ma stavano ritardando, sarà tutto questo malanno improvviso.
    Mi arrivò un messaggio di Ste con scritto che sarebbe passato tardi stasera per via delle prove con i ragazzi e anche perchè dovevano incontrare Pierpa.
    Chiamai le ragazze che vennero a casa mia.
    B:come stai?
    io:insomma, Ste passa stasera tardi. Sono sola soletta in casa, i miei sono a lavoro.
    G:tranquilla dolcezza ci siamo noi, ora ci sediamo e parliamo
    io:è da giorni che non mi sento bene, questo senso continuo di nausea.
    Silenzio di tomba, non parlava nessuno, ma leggevo la preoccupazione negli occhi delle mie amiche.
    G:ti sono venute?
    io:no, stanno ritardando!
    B: non è che sei incinta?
    io: oddio! spero che tu stia scherzando
    G: sù sù non precipitiamo le cose
    io: non è possibile io e Ste usiamo sempre la precauzione.
    G:calma calma non ascoltare questa qui
    B: bisogna prenotare una visita dal ginecologo e di nascosto dai tuoi e da Pedro e Omar, devi solo parlarne con Ste, ma non stasera, solo quando avrai i risultati in mano.
    io: ok ok.
    Bra proviamo il test di gravidanza, ma ricorda non sono del tutto precisi
    io: andai in bagno a fare il test
    Aspettamo un pò....
    B: è.... positivo!
    io: oh *****! ma non posso avere un figlio adesso! lo sapevo che non dovevo farlo la notte di capodanno! me lo sentivo, avevo un brutto presentimento addosso!
    G: tesoro stai calma!
    io: ora Pedro e Omar mi ammazzano!
    B:cosa farai se è vero?
    io: lo terrò! anche se Ste non lo volesse!
    G: ma come non può volerlo? ti ama da impazzire!
    io: si, ma non lo vorrebbe un figlio adesso, più avanti si ma non adesso.
    G:noi andiamo se hai bisogno chiamaci.
    io: ok, ne parlo subito con Ste, non riesco a stare in silenzio e fingere.
    Le ragazze mi lasciarno da sola, domani avrei chiamato la ginecologa per prenotare la visita. Ero in panico.
    Bussarono alla porta, andai ad aprire era Ste....
    S:ehi amore.. ma cos'è quella faccia?
    io: niente tutto ok, mi stò riprendendo pian pianino
    S:meno male, sono alquanto preoccupato
    io: tranquillo.
    No, non potevo dirglielo ancora, avrei finto aspettando le analisi. Non volevo farlo preoccupare, dovevo assaporare gli ultimi momenti con lui, non ero sicura che sarebbe rimasto con me dopo questa notizia. Ma lo amavo e se lui mi amava avrebbe capito e accettato questo dono della natura.
    Andammo in camera. Mi misi sotto le coperte e lui si coricò con me.
    io:guarda che stò poco bene
    S:non mi interessa, rimango lo stesso con te
    io: grazie, ora va già meglio.
    S:ero preoccupato oggi, Pedro mi ha detto che stai davvero poco bene in questi giorni e che la nausea stà aumentando.
    io: ma non è niente, solo un pò di vomito ma poi passa, anzi stà già passando.
    Stavo mentendo alla grande..... e ciò mi faceva parecchio male
    S:sei sicura? non mi convinci del tutto.! se c'è qualcosa che non va devi dirmelo!
    io: ma no! è tutto ok, gli risposi alterata!
    S:ehi tranquilla, non c'è bisogno di alterarsi tanto!
    Si alzò dal letto incazzato pure lui!
    io: bè forse in questi giorni invece di provare con la band di continuo dovevi passare a vedere come stavo, invece di chiedere a mio fratello e di fare quelle patetiche chiamate.
    S: ah quindi le mie chiamate sarebbero patetiche! scusa tanto miss acidità se io sono impegnato con la band, ma mi sembra di starti sempre vicino anche in questi giorni!
    io: vai a girare!
    S: amore, scusami! cosa succede!? dimmelo!
    io: forse sono incinta!
    Momento di silenzio, vedevo il panico nei suoi occhi, erano paralizzati! non era la reazione della scorsa volta, questa volta era forse vera per davvero! stavo quasi per gridare!
    S:stai scherzando!?
    io: no, ho fatto prima il test di gravidanza con le ragazze ed era positivo. La prossima settimana vado dalla ginecologa e solo lì saprò la verità
    S: ma come ***** è possibile! sono stato attento come tutte le volte!
    io: il preservativo forse era bucato!
    S: porca p........!
    Io: non dovevamo farlo la notte di capodanno lo sapevo!
    S:ehi ehi tranquilla!
    io: eh se fosse vero?
    S:vorrà dire che vedremo cosa fare!
    Non lo vedevo così convinto, gli tremava la voce, non era pronto e forse non lo voleva neanche adesso un figlio.
    io: Ste non lasciarmi ti prego!
    S: no, non ti lascio!
    Avevo paura che se ne sarebbe andato o che si sarebbe allontanato in questi giorni! Il suo abbraccio era forte e mi riscaldava. Ero pronta anche ad affrontare ciò.

  10. #40
    Supporter


    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    147

    Predefinito Re: You'll be always part of me

    Cap 29 Cry for you

    Quella che stavo passando era una settimana di lacrime e rancore, la fine delle vacanze di natale era alle porte e poi sarei ritornata alla vita scolastica di tutti i giorni. Quel maledetto 4 gennaio avevo la visita, ero molto nervosa, mi avrebbere accompagnato le mie socie. Ste era impegnato con la band e non volevo renderlo più nervoso di quello che era, in questi ultimi giorni mi era rimasto accando ma lo vedevo spegnersi, quasi privo di forze, questa storia lo stava distruggendo.
    Guidai fino alla meta prestabilita. Entrai nell'ambulatorio, mi sentivo gelare il sangue nelle vene. Il controllo fu breve, tra non meno di tre giorni avrei avuto i risultati finali. Avrei preferito se mi avessero conficcato un coltello nella schiena almeno per placare quel dolore che sentivo dentro di me e che mi lacerava di giorno in giorno. Tornai a casa più tranquilla e in pace con me stessa. Non avevo ancora detto niente a Pedro e ad Omar, tanto meno ai miei genitori. Sentì la porta aprirsi!
    S:ehi!
    io: ciao!
    S: come è andato il controllo?
    io: mah ho i risultati tra tre giorni, speriamo bene
    Mi abbracciò, lo sentivo teso, le sue braccia forti mi abbracciavano in modo protettivo come se non volesse farmi scappare.
    S:affronteremo anche questo insieme.
    io: vorrei fosse tutto un brutto sogno.
    Fummo costretti ad interrompere la nostra conversazione appena sentimmo le voci di Pedro ed Omar.
    O: ciao ragazzi, tutto bene?
    S:si Omar, tranquillo.
    P:Ste, rimani a cena da noi?
    S: come volete, tesoro?
    io: ma certo lo sai che non dai fastidio.
    Durante la cena parlarono di lavoro, io ero piuttosto tesa e non parlai molto, avevo anche poca fame. La nausea era passata ma mi sentivo vuota.
    P: ehi stai bene? hai mangiato pochissimo.
    io: si, tranquillo. Ora vado un attimo in camera a coricarmi
    Appena andai via....
    P: si può sapere che succede?
    Senso si senta ancora un pò frastornata
    O: già, ma comunque la vede meglio rispetto a qualche giorno fa
    Pedro si alzò per andare a buttare via i resti della cena e si accorse di una scatola di plastica
    P: ma cos'è? ma....
    O: Pedro che succede?
    Pedro si girò a guardare Ste aveva una specie di ira negli occhi
    P: non dirmi che hai messo incinta mia sorella? cos'è questo test?
    io: Pedro smettila! è colpa di entrambi! forse sono incinta, oggi ho fatto le analisi e tra tre giorni mi danno la risposta. Se devi arrabbiarti sfogati su di me non sù di lui
    S: è colpa mia, non doveva succedere niente la sera di capodanno. Me ne prendo le responsabilità.
    O: bel problema
    io: comunque decido di tenerlo, non voglio sacrificare una vita.
    P: vieni qui.
    Avevo paura avvicinandomi a lui in questo momento, ma mi abbracciò. Mi accarezzò i capelli.
    P: ti voglio bene, e se avete bisogno sapete che io ci sono. Ste, guai a te se l'abbandoni in questo momento perchè se fosse così ti scordi di rimanere nella band e di essere ancora mio amico, e stò parlando seriamente.
    S: tranquillo.
    Mi sentivo meno tesa e nervosa, anche se questo peso continuava ancora a persistere. I guai non erano finiti, sarebbe successo qualcos'altro tra me e Ste. Sò solo che non volevo perderlo.

Pagina 4 di 7 PrimaPrima ... 23456 ... UltimaUltima

Segnalibri

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •