Vai a Team World Shop
Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 37
  1. #1
    Roadie


    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    738
    Inserzioni Blog
    35

    Predefinito ~ Ci siamo detti Ti Amo e non è successo nulla di strano.

    Allora, innanzi tutto ciao a tutti, sono qui a postare la mia seconda ff, per chi avesse letto la mia precedente sappia che questa è molto diversa, non ci saranno più fatti inspiegabili o cose simili XD E comunque non abbandonerò la precedente!
    Credo anche che questa sia scritta meglio e con più attenzione ai particolari. Ho cominciato a scriverla di getto un giorno in cui ero particolarmente ispirata e poi non mi sono più fermata. Spero vi piaccia, sono curiosa di sapere cosa ne pensate.

    Ho deciso di dedicare questa ff a tutte le persone che ho conosciuto qui sul Forum o in qualche modo grazie ai Finley ed in particolare a delle persone importanti: Alice, Arianna, Zaira e Shana. Grazie di tutto! Vi voglio bene!




    Il cuore ci guida e nessuno che lo segue più.
    Il cielo ci assiste e nessuno se ne accorge più.
    L'amore ci chiama.. Nessuno che risponde più!

    L'Amore Ci Chiama - dARI.




    - Ci Siamo Detti Ti Amo E Non E' Successo Nulla Di Strano -




    Capitolo 1.


    E' sabato sera, un sabato sera come tanti altri, io e gli altri abbiamo deciso di evadere un pò e di rintanarci in un locale. Fa freddo, l'aria gelida di inizio inverno mi fa rabbrividire. Sono fuori casa di Ka, sto aspettando esca per poi passare a prendere anche Ste e Pedro, questa sera è il mio turno di stare alla guida, dovrò fare a meno di bere e tener d'occhio gli altri tre. Già si prospetta una serata difficile. Ka esce e mi raggiunge salendo in macchina, "Finalmente, era ora!", "Sai come sono, mi piace essere perfetto, non si sa mai che stasera incontri la ragazza giusta per me.." "Si, stanne certo, come ogni sera che usciamo, ma poi finisce tutto subito.". Lui devia subito il discorso , "Anche tu non mi sembri molto più fortunato!" risponde provocandomi. In effetti ha ragione, ormai è da troppo tempo che non ho una ragazza fissa, ma non me ne pongo particolarmente il problema, a me basta così, se un giorno troverò la persona giusta forse ci ripenserò.
    Passiamo a prendere gli altri due, Ste è già a casa di Pedro, impeccabilmente pronto per rimorchiare più ragazze possibili e sicuro di sè come ogni serata, Pedro invece è tranquillo come al solito, non si pone troppi problemi, un pò come me. Salgono in macchina e Ste dice estasiato "Evvai! Stasera guida Danii!" si diverte a prendermi per il culo, sa che mi piace bere. Gli altri scoppiano a ridere, "La prossima volta però toccherà a te!" gli fa notare Pedro. Tra varie battute arriviamo al locale. E' stra pieno, come ogni sera. Parcheggiamo ed usciamo, un'ondata di aria fresca mi attraversa ma non sento freddo, ci voleva proprio! Gli altri entrano subito, io decido di rimanere un pò fuori a fumarmi una sigaretta, mi attende una lunga serata.
    Dopo poco entro, si soffoca da quanta gente c'è, vado al banco e a malincuore prendo un cocktail analcolico, non posso rischiare di perdere la patente. Molte persone presenti già le conosco, mi fermano e parliamo un pò, intanto il tempo passa e non me ne accorgo nemmeno. Di tanto in tanto incontro gli altri, vedo Pedro parlare con degli amici e mi avvicino anche io a salutarli. Ka poco più in là non mi sembra molto sobrio, avanza traballando tra la gente e abbraccia una ragazza messa ancora peggio di lui, non saprei dire chi dei due porta l'altro, mi passano vicino e Ka non si accorge nemmeno di me. E' preso proprio male. E' una delle sue serate peggiori. Decido di uscire per prendere un pò d'aria e fumare un'altra sigaretta; lì fuori in mezzo alla gente c'è Ste, non sembra essere molto in sè, sta parlando con due ragazze che ridono, ci starà provando con qualche solita battuta, quando mi vede mi fa cenno di avvicinarmi, non è messo proprio malissimo allora dai. Mi avvicino e mi presenta alle due ragazze "Ragazze, questo è uno dei miei migliori amici, Danilo!". Ste sembra essere concentrato più su una delle due, la sua probabile "preda" di quella sera, sposto l'attenzione sull'altra ragazza, è davvero carina, è alta e magra, ha dei lunghi capelli castani ed occhi marroni, indossa un vestitino corto color rosa chiaro e devo dire che le sta veramente bene. Per un attimo penso che anche io, anche se oggi non bevo, forse ho trovato qualcuno per quella sera. Stringo la mano ad entrambe, la ragazza che tanto mi ha affascinato si chiama Martina, la sua amica invece Shana. Ste riprende a parlare con loro ma non riesco a sentire tutto con precisione, la musica è troppo alta. Finisco di fumare la sigaretta e la spengo calpestandola. Alzo lo sguardo e vedo che Martina mi stava osservando, ma appena vede che la guardo si gira dall'altra parte fingendo di vedere qualcosa di interessante tra quel mucchio di gente, sorrido e appena si gira dalla mia parte incrociamo lo sguardo, lei lo abbassa subito, ho come la sensazione che sia arrossita. Sembra così dolce. Decido di farmi avanti per parlare di qualcosa con lei ma in quel momento sento vibrare il cellullare nella tasca dei miei pantaloni, lo tiro fuori: è Pedro; faccio cenno a Ste e alle due ragazze che mi devo un attimo allontanare, a malincuore mi allontano dove c'è meno gente e sento i suoi occhi su di me, mi giro e incrociamo di nuovo lo sguardo, poi lei lo distoglie subito e beve un sorso dal suo bicchiere. Sorrido un'altra volta. Quando sono abbastanza isolato rispondo al cellullare che sta ancora suonando, Pedro mi dice che Ka è preso malissimo ed ha bisogno delle chiavi della mia macchina per accompagnarlo subito a casa, riaggancio e li raggiungo dove abbiamo parcheggiato. Ka è seduto per terra, è pallido e come minimo credo abbia vomitato l'anima. Do le chiavi a Pedro, lui non ha bevuto molto, come sempre. Facciamo salire Ka che farfuglia qualcosa che non capisco, " Ok allora io lo accompagno a casa e poi torno qui, intanto tu avvisa Ste che tra un pò andiamo..", "Va bene Pè.. A dopo.".
    Non sono arrabbiato con Ka, è capitato anche a me altre volte di sentirmi male, noi siamo uniti, ci aiutiamo a vicenda.


    Commenti Qui.

    Marty (:
    Ultima modifica di Marty92loveFinley; 26-09-2010 alle 21:41

  2. #2
    Roadie


    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    738
    Inserzioni Blog
    35

    Predefinito Re: ~ Ci siamo detti Ti Amo e non è successo nulla di strano.

    Eccomi con il secondo capitolo (:

    Capitolo 2.


    Torno nel posto in cui avevo lasciato Ste con Martina e Shana ma non ci sono più. Mi guardo intorno cercando di incrociare un'altra volta il suo sguardo ma non la trovo.
    Entro dentro e mi metto a cercare tra la gente, giro mezzo locale ma non vedo ne lei, ne la sua amica e ne Ste. Poi finalmente vedo Ste di spalle, tiro un sospiro di sollievo, mi avvicino e vedo che c'è anche Sha, stanno ballando ma di Martina non c'è traccia. Comincio a girare per il locale, mi chiedo dove possa essere finita, ho voglia di vederla ancora, non so perchè, sono preoccupato che le possa accadere qualcosa. Riincrocio degli amici, non sono presi proprio bene, mi offrono da bere ma a malincuore rifiuto, alzo lo sguardo per cercarla lì in mezzo alla gente quando vedo che un tipo non molto raccomandabile è li con lei, le fa bere qualcosa dal suo bicchiere e sbadatamente gliene versa un pò addosso, poi la trascina per un braccio verso il bagno, saluto in fretta gli amici mezzi ubriachi e mi dirigo verso quella direzione. Entro nel bagno, lui la tiene ferma contro il muro e cerca di baciarla. In quel momento non ci vedo più dalla rabbia e lo prendo per un braccio, lui si gira e io gli tiro un pugno in faccia, giuro che potrei ammazzarlo, lui è troppo ubriaco per controbattere, "Prova a toccarla solo un'altra volta e te ne pentirai, questo è solo un assaggio di quello che posso fare!" gliene do un altro sullo stomaco, poi lo prendo per un braccio e lo sbatto fuori dalla porta richiudendola. Mi giro verso di lei, è appoggiata al lavandino e sta piangendo, mi avvicino e l'abbraccio "Stai tranquilla, ora va tutto bene!". Lei farfuglia un "Grazie". A malincuore sciolgo quell'abbraccio, lei si sistema un pò il vestito, quello stro**o glielo ha macchiato tutto, se ci fosse stato qualcuno con lei sarei uscito per dargliene talmente tante da ammazzarlo. Lei si asciuga le lacrime e poi timidamente alza gli occhi su di me "Mi accompagni fuori per favore?" sono incantato dal suo sguardo, la prendo per mano e passando in mezzo a tutta la gente la accompagno fuori. Troviamo un posto un pò appartato e ci sediamo su un muretto, io mi accendo un'altra sigaretta, sono nervoso. Lei mi guarda "Grazie, davvero, se non ci fossi stato tu prima non so cosa mi sarebbe capitato." Sta ancora piangendo. " Non mi devi ringraziare, mi ha fatto piacere, non ti avrei mai lasciata con quello ******o!" vedo dai suoi occhi rossi per le lacrime che dev'essere molto stanca, la abbraccio e lei appoggia la testa sulla mia spalla e chiude gli occhi, è veramente bellissima. Per un attimo penso che vorrei fosse mia, mia e di nessun altro. Poi lei riapre gli occhi, sospira asciugandosi le ultime lascrime, "Posso chiederti un ultimo favore? Mi aiuti a cercare la mia amica? Credo sia con il tuo amico.. Stefano mi pare..", "Si certo, prima gli ho visti dentro.." Ci alziamo e li vedo uscire dal locale, Ste mi vede e viene verso di noi. "Ehi Dani! Non ti vedevo più in giro! Che avete combinato?" Dice e poi guarda in modo malizioso Martina, lei arrossisce e io rispondo "Niente dai Ste! C'è stato solo un piccolo problema che è stato risolto.. Poi ti spiego.." Martina raggiunge Sha, le due si scambiano un'occhiata d'intesa e poi lei le chiede che è successo, "Pff, poi ti spiego.." Avviso Ste che Pedro ha accompagnato a casa Ka perchè era ubriaco e che appena arriva sarebbe meglio andare, le ragazze lo sentono e credo di vedere un pò di tristezza nei loro occhi. In quel momento ci raggiunge Pedro, io e Ste gli presentiamo le ragazze, si stringono la mano, Pedro sembra essere ammaliato da Martina, proprio come lo ero io quando l'ho vista prima, per la prima volta, le sorride e lei ricambia timidamente il suo sorriso. "Non vi ho mai viste da queste parti.." comincia Pedro, Sha risponde "Si infatti ci siamo trasferite da poco a Milano, per via dell'Università..". "Ah, capisco.." Il cellullare di Sha squilla, lei si sposta per parlare e Ste la segue con lo sguardo, questa sera non sembra essere molto ubriaco, sembra più che altro imbambolato da lei, Pedro vede che Martina ha freddo e le offre la sua felpa, lei timidamente accetta e si scambiano un altro sorriso. Comincio a sentirmi irritato, se non fosse stato tra i miei migliori amici gli avrei detto li subito di starci alla larga, Sha nel frattempo torna "Marti, mi sa che è meglio che noi andiamo.. Si è fatto tardi." Io mi offro subito "Se volete vi riaccompagnamo noi.." " No grazie, siamo qui in macchina" dice Sha, poi Ste le dice "Beh, spero ci rivedremo presto, sono stato bene con te" lei sorride e dice "Anche a me ha fatto piacere!" "Ti va di darmi il tuo numero?" "Certo!" continuano la loro conversazione, io mi accendo un'altra sigaretta e dico a Martina "Beh, anche io naturalmente spero ci rivedremo!" Pedro mi guarda in modo strano, forse ora ha capito.. "Certo! Mi farebbe piacere, e grazie ancora.." risponde con un sorriso, estraggo il cellullare e mi faccio dare il numero. "Ok grazie, allora ci sentiamo presto!" Poi la saluto con due baci sulle guance, le sue labbra sono delicate sulla mia pelle ed ha un profumo buonissimo; mi sembra di scorgere di nuovo il suo viso arrossire. E' veramente stupenda. Anche Pedro la saluta ed insiste perchè lei tenga la felpa "Non voglio che ti ammali, me la restituirai un'altra volta.". Stringo i pugni e spengo con violenza la mia sigaretta. Saluto anche Sha e le guardiamo allontanarsi verso il loro parcheggio.


    Commenti Qui.

    Marty (:


  3. #3
    Roadie


    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    738
    Inserzioni Blog
    35

    Predefinito Re: ~ Ci siamo detti Ti Amo e non è successo nulla di strano.

    Ecco il teeerzoooo XD

    Capitolo 3.


    Anche noi ci avviamo verso la macchina, strada facendo mi rivolgo a Pedro "Vacci piano con lei, hai capito? Non sei l'unico ad averla notata.", "Maddai Dani, non prendertela, sono solo stato gentile.. Poi la conosci solo da poche ore..", "Non sto scherzando, dico davvero. Io ti ho avvisato!" , "Uuuh! C'è tensione nell'ariia!" Interviene Ste. Saliamo in macchina e nessuno più parla, Ste, forse per sciogliere la tensione, comincia a parlare di quanto gli piaccia Sha "Non vedo l'ora di rivederla.. Pensate un pò, non l'ho nemmeno baciata! Ci tengo a lei *****, anche se l'ho appena conosciuta, con lei non voglio rovinare nulla.. Ci devo andare piano.". Sembra che stia pensando ad alta voce, io e Pedro non rispondiamo. E' scontato che anche io non veda l'ora di rivedere Martina, quella ragazza mi ha colpito davvero. Ma non dico nulla, a quanto pare interessa anche a Pedro. Scarichiamo Ste a casa sua e per gran parte del resto del tempo io e Pedro rimaniamo in silenzio, lui guarda fuori dal finestrino e sembra assorto tra i suoi pensieri. Interrompo io la sua riflessione "Questa sera un *******e ubriaco marcio ci ha provato con lei, non ci ho più visto!" Pedro si gira verso di me e mi chiede nervosamente "Che le ha fatto?" "Per fortuna niente, sono arrivato in tempo..". Cala di nuovo il silenzio, Pedro si gira di nuovo verso il finestrino e appena arriviamo davanti casa sua scende e ci salutiamo. Spero solo che non le piaccia davvero, non sarebbe una bella cosa per la nostra amicizia.
    Appena arrivo a casa mi butto sul letto e scrivo un messaggio a Martina "Ciao spero tu sia arrivata a casa e stia bene, buonanotte, un bacio.Dani".


    ----


    Salgo in macchina di Sha, non vedo l'ora di arrivare a casa. Sono stanca morta. E' stata una lunghissima serata.
    "Allora, divertita stasera?" mi chiede lei, "Si dai.. E' successo un pò di casino ma si è sistemato tutto.." "Che è successo tra te e Danilo?", "Nulla.. Lui ha visto che un tipo ubriaco voleva baciarmi nel bagno ed è venuto ad aiutarmi.." "Wow! Menomale, come Superman!" ridiamo. Poi lei prosegue "Anche il loro amico, Marco, non mi è sembrato tanto indifferente a te..". "Mannò dai, è solo stato gentile.. Sono solo stati gentili tutti e due..". "Però Dani ti piace!" . "Beh, non esageriamo.. E' carino dai.. Ma basta parlare di me! Tu e Stefano invece?", lei si illumina "Oh, è stra carino! Poi è divertente.. Mi piace!" dice con un sorriso, sono contenta per lei.
    Arriviamo all'appartamento, mi cambio e butto a lavare il mio vestito, uno dei miei vestiti preferiti rovinato così, che nervi! Poi mi butto subito a letto, uff, sono stanca morta.
    In quel momento mi arriva un messaggio, lo apro, è lui che mi da la buonanotte. Sorrido e rispondo "Ciao! Tutto bene grazie..Buona notte anche a te! Baci.".
    Sha mi vede estesiata e capisce subito, poi subito dopo arriva un messaggio anche a lei, dal suo sorriso capisco subito chi glielo ha mandato.


    ----


    E' l'una e mi alzo dal letto, sono tutto indolenzito e mi fa male il braccio destro, forse la sera prima ho esagerato a darle a quello str**zo. Oggi è domenica e come ogni domenica alle tre siamo tutti a provare da Pedro. Mi infilo in bagno e mi faccio una doccia, poi vado da basso, i miei sono via ma mi hanno lasciato qualcosa da mangiare in frigo. Mangio distrattamente e decido di scriverle un sms di buona giornata. Poi sento Ste, mi dice che Ka sta abbastanza bene e che ci troviamo da Pedro alla solita ora. Finisco di prepararmi e con un pò di anticipo arrivo da Pedro, entro e mi accorgo che sono già tutti là. Ka è steso sul divano, è pallidissimo. Menomale che doveva stare meglio! Ci salutiamo e poi mi avvicino a Ka, puzza ancora da alcool, mi viene da ridere, anche gli altri ridacchiano "******i!" ci dice Ka. Mi arriva un messaggio, è la sua risposta, sorrido e rimetto via il cellullare, Pedro mi guarda, credo abbia capito, ma non dice niente. Esco un attimo a fumare, Pedro mi raggiunge "Era lei, vero?", "Si.." dico serio, guardando verso la strada. Ho capito che non le è indifferente.
    Lui sbuffa e si appoggia al muro, poi comincia a parlare "Io non so cosa ci sia stato tra di voi ieri sera, ma a me lei ha colpito appena l'ho vista. Comunque ho capito, è roba tua ormai, non preoccuparti. Le ragazze degli amici non si toccano." "Grazie Pè!" "Di niente". E' davvero un amico, non so quanti altri si comporterebbero così se fossero nella sua stessa situazione. Finisco di fumare la sigaretta e torniamo dentro.
    Ka dorme sul divano e Ste guarda la tv, ho capito che oggi non è giornata da prove. Ho voglia di rivederla, il prima possibile, ho voglia di incrociare di nuovo lo sguardo con lei, di sentire ancora il suo profumo..
    "Mi sa che oggi non si prova" dice Ste indicando Ka, scoppiamo tutti a ridere. "Mi sa di no, beh allora io torno a casa, devo sistemare alcune cose.." Con questa scusa me ne vado, appena sono in macchina la chiamo. "Pronto?" "Ehi ciao! Mi chiedevo, ti andrebbe di vederci? Magari per bere qualcosa al bar." Lei sembra sorpresa, "Quando? Adesso?" rispondo di si e spero con tutto il mio cuore che accetti, "Uhm.. Va bene! Però dovrei prepararmi.. Tra quanto ci troviamo? Mezz'ora ti va bene?" "Sisi certo!" rispondo estasiato. Le spiego dove si trova il bar e capisce subito di quale sto parlando, menomale! "Ok, a dopo allora! ciao ciao.." Mi saluta e riaggancia, arrivo a casa, entro e poi vado in bagno per sistemarmi al meglio.


    Commenti Qui.

    Marty (:

  4. #4
    Roadie


    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    738
    Inserzioni Blog
    35

    Predefinito Re: ~ Ci siamo detti Ti Amo e non è successo nulla di strano.

    Ok posto il quarto (:
    Però mi piacerebbe ricevere più commenti u.u



    Capitolo 4.


    Madonna! Mi ha chiesto di uscire così, su due piedi e io non so nemmeno cosa mettermi, ho solo mezz'ora per prepararmi, sto impazzendo! Tiro fuori dall'armadio le cose che penso potrebbero andare meglio.. Pantaloni neri e maglioncino bianco oppure gonna in jeans con il mio adorato cardigan rosa cipria e sotto una camicetta? O forse meglio un paio di jeans? Non so decidermi!
    Mi dirigo verso il corridoio e comincio ad urlare "Shaaaaaaaaaa!" lei esce dalla camera in fretta, mi guarda stupita "Che c'èèè?! Cos'è successoo?!" "Dani mi ha chiamata, adesso! Vuole che ci vediamo tra mezz'ora! Non so cosa mettereee!", "Oddio santo! E io che credevo fosse successa una tragedia, calmati va!" "E' una tragedia! Dai dai, vieni a consigliarmi cosa mettere!" La trascino per un braccio in camera mia e le mostro le cose buttate sul mio letto. Lei le guarda per un attimo, poi dice "Cardigna rosa con camicia sotto e jeans chiari.. Mocassini come scarpe." "Waaaa! Ti adoro!" le dico estasiata, prendo quelle cose e mi infilo in bagno per cambiarmi e truccarmi. Lei mi segue, "Dove vi trovate?". "In un bar..non è molto distante da qui..vado a piedi..". "Capito.." dice e poi se ne torna in camera.. Forse si aspettava che anche Ste la invitasse da qualche parte. Esco dal bagno, sono pronta. Lei mi viene incontro con il cellullare in mano e un sorriso ebete in faccia, "Come sto?" le chiedo, lei non mi calcola nemmeno "Ste mi ha chiesto di vederci staseraaa!" "Wow è fantasticoo!" "Siiii! Oddio, e io cosa metto? Ti prego Martiii, consigliamiii!". "Sisi! Appena torno!" "Ma se non torni in tempo? Daiii! Ti prego!", "Ok dai, ma veloce! Sono già in ritardo!" entriamo in camera sua, apro il suo armadio e comincio a guardare tra i suoi vestiti.. Dopo poco ho deciso "Metti questo vestito nero di pailettes! Sopra un coprispalle nero, se non lo hai usa il mio, lo trovi nel mio armadio e poi le tue calze nere con i brillantini.. e poi..Ballerine! Si, le tue ballerine nere lucide! Con i tacchi no sennò è troppo.. Vi conoscete appena!" "Ok ok, grazie Marti! Divertiti!" "Anche tu!" dico mentre di fretta mi dirigo verso la porta, "Io vado, ciaoo!" dico, e mi fiondo fuori dalla porta con ben venti minuti di ritardo.


    ----


    Sono qui seduto ad un tavolino del bar da più di mezz'ora, la cameriera è già venuta due volte a chiedermi se volevo qualcosa. Tamburello con le dita sul tavolo e mi chiedo dove possa essersi cacciata, penso se scriverle o chiamarla, forse è meglio di no.. Aspetto ancora un pò. Alzo lo sguardo e la vedo entrare, wow, è stupenda! mi vede e mi sorride. Mi sento strano. Mi alzo e quando arriva vicino a me ci salutiamo con due baci sulle guance. Sento di nuovo il suo profumo, finalmente, già cominciava a mancarmi. Poi lei comincia "Oddio, scusami tanto! Sono in ultra ritardo! Ci ho impiegato troppo a prepararmi! Mi dispiace!" dice mentre si siede. "Non ti preoccupare! E' tutto apposto, non ho aspettato molto.." Beh, forse un pò si, ma non glielo voglio far pesare.
    La cameriera torna per la terza volta e chiede un pò alterata "Ora volete ordinare?", "Si si, io prendo una birra" rispondo. Martina sta ancora guardando il menù, poi d'un tratto lo chiude e dice "per me un macchiato, grazie.". La cameriera se ne va e finalmente ci lascia soli, lei sembra imbarazzata, rigira una ciocca di capelli tra le dita e si guarda le punte.
    Mi fa tenerezza, poi comincio a parlare "Mi piacerebbe sapere qualcosa di te.. Conoscerti un pò meglio.. Non so nulla di te.." Lei mi guarda attentamente, i suoi occhi mi fanno impazzire.


    ----


    Oddio, non mi piace parlare di me, non so mai che dire, poi *****, lui mi fa perdere la testa, così tanto non mi era mai successo con nessun ragazzo, non ragiono più, muoio ogni volta che lo guardo, dio che imbarazzo. Mi faccio coraggio e comincio a parlare "Allora.. Che cosa vuoi sapere? Beh.. Ho 19 anni, sto studiando qui all'Università di Milano per diventare giornalista.. Vengo da Treviso.. Poi oddio, non lo so.. Adoro il rosa.. Ma non è che tutto quello che è rosa mi piace. Poi mi piace il pasticcio, i carciofi.. Meglio il pasticcio ai carciofi.. Il cioccolato fondente non mi piace, è amaro.." Sto parlando a vanvera e senza farlo apposta l'ho fatto ridere, rido anche io, sono felice. "Ok dai, ora dimmi tu qualcosa di te.." Lui comincia "Allooora, ho vent'anni, sono di qui.. Non studio nulla, ho lasciato l'università, non faceva per me. Ho una band con i miei amici che hai visto ieri sera.. Io suono la batteria.." "Wow è fantastico!" dico estasiata "Mi piacerebbe sentirvi un giorno!" Lui sorride, e mamma mai, che sorriso. "Beh se vuoi domani sera suoniamo in un locale qui vicino, avevo già pensato di invitarti.." "Si va bene, non mancherò di sicuro!" dico allegra, mi ha già invitata ad uscire un'altra volta. Nel frattempo arriva la cameriera, ci porta le cose che abbiamo ordinato. Verso due bustine di zucchero sul mio caffe e lo mescolo. Sento i suoi occhi su di me, non devo alzare lo sguardo o morirò un'altra volta. Poi non resisto più e alzo la testa, così incrociamo lo sguardo, sorrido e lui fa lo stesso.


    Commenti Qui.

    Marty (:

  5. #5
    Roadie


    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    738
    Inserzioni Blog
    35

    Predefinito Re: ~ Ci siamo detti Ti Amo e non è successo nulla di strano.

    Eccomi qui dopo secoli XD
    Ari, ancora tanti auguriii!! Ti voglio taaantooo beneee!!!
    E tanti auguri anche a Dani u.u


    Capitolo 5.


    Mi piace troppo quando arrosisce, finiamo di bere e poi io pago il conto, mi ringrazia molto. Quando siamo fuori passeggiamo un pò per il centro di Milano, le prendo la mano, è fredda, mi sembra così delicata.. Camminiamo un pò e lei guarda un pò di vestiti, ad ogni vetrina si ferma e dice qualcosa come "Oddioo, com' è bello quel vestito! Ma madonna quanto costa.. Qui è troppo bello, ci sono un mucchio di negozi.." sembra una bambina che sta sognando. Evidentemente non è ancora abituata a vivere in una grande città. Poi ci fermiamo di fronte ad un altro negozio, lei sembra essersi innamorata di uno dei vestiti in vetrina. Lo guarda con occhi sgranati e riesce solo a dire "Wow, quant'è bello.." non ho mai capito tutta quest'attrazione delle donne verso i vestiti, ma quel vestito si dai, è carino. E' di un viola chiaro.. Come sbiadito, già me lo immagino addosso è lei, di sicuro le starebbe benissimo. D'un tratto mi guarda e dice "Pff, qui costa tutto troppo.." "Si è vero.. " rispondo io, quel vestito costa ben 350 euro. Sono un pò stufo di guardare vetrine così la prendo per mano e la trascino in una panchina "Sediamoci un pò qui" le dico. Mi siedo prima io e la faccio stare in braccio mio, come una bambina. Lei si appoggia a me e io l'abbraccio. Sento di nuovo il suo profumo, siamo così vicini, ho una voglia tremenda di baciarla. Si gira, credo stia per dirmi qualcosa ma io le appoggio un dito sulle labbra, poi la guardo intensamente, è bellissima, credo abbia capito che cosa voglio e credo lo voglia anche lei, non lascio passare altro tempo, mi avvicino di più a lei, le accarezzo i capelli, il suo profumo mi piace troppo, chiudo gli occhi e poi appoggio le mie labbra alle sue e comincio a baciarla, è dolce come lo zucchero, proprio come me la immaginavo, anzi, ancora di più. Sento il suo cuore battere e mille, ancora più veloce del mio. Era dal primo istante che l'ho vista che aspettavo questo momento. Appena smetto di baciarla lei mi guarda e fa un largo sorriso, poi stavolta è lei a volermi baciare, si avvicina, mi circonda il collo con le sue braccia, passa le mani tra i miei capelli e poi mi bacia.


    ----


    Non ne ho mai abbastanza dei suoi baci, mamma mia, starei su questa panchina per ore a baciarmi con lui, mi fa stare bene. Non so da quanto siamo qui, comincio a sentire freddo e mi accorgo che sta diventando buio, le giornate ormai si stanno accorciando, sono appena le sei.
    Mi faccio coccolare dalle sue braccia, è così strano che tra di noi tutto sia successo così velocemente, ma non la sento come una cosa prematura. La sua voce mi riporta alla realtà "facciamo un altro giretto?", "Va bene!" rispondo con un sorriso e torniamo a guardare i negozi mano nella mano. Ormai fa buoi ed è tutto più bello con le luci accese, mi sento felice, lui è tutto quello che mancava alla mia vita. Ripassiamo davanti alla vetrina con quel fantastico vestito color lavanda che avevo visto prima, lo guardo per un attimo e poi continuo dritta, ma vengo trattenuta dallo mano di Dani, si è fermato anche lui a guardarlo. "Che c'è? Lo vorresti per te?" dico scherzando, lui sembra distratto "No no.. Riflettevo a come ti starebbe.". Mi sento un pò in imbarazzo. "Vabbè dai, ce ne saranno tanti di più belli a minor prezzo!" cerco di autoconvincermi. Lui ride e torniamo a camminare. Si fanno le sette, mi arriva un messaggio, lo tiro fuori dalla borsa, lo apro, è la Sha.

    "Marti scusa! Non vi voglio disturbare.. Ma.. Tra quanto arrivi? Sto diventando matta. Ho provato il vestito e tutto il resto ma non mi piaccio per niente così! Non so che cosa mettere ç.ç Ste passa alle nove.."

    Crisi da primo appuntamento, io prima ho avuto un mezzo esaurimento. Uscire di sera è ancora peggio. Mi viene un pò da ridere, Dani mi chiede che succede. "No niente, la mia amica ha bisogno di me.. Sai, stasera lei e Stefano escono assieme." "Ah, ho capito. Cose da donne insomma.." dice sorridendo. "Più o meno.. E' meglio che torni a casa."."Va bene, ti posso accompagnare io?" "Ok grazie" rispondo con un sorriso, saliamo in macchina e dopo meno di cinque minuti siamo sotto il mio appartamento. Mi giro verso di lui per ringraziarlo ma in un battibaleno me lo ritrovo vicinissimo, il cuore mi batte a mille e mi da un altro dei suoi baci. "Ok, allora grazie di tutto, sono stata benissimo con te oggi!" , "Grazie a te! Ci vediamo domani sera allora! Ti manderò un messaggio per l'ora e il posto.." "Va bene, ciao Dani! E grazie ancora!" dico mentre scendo. Chiudo la portiera e mi avvio verso l'entrata.
    Entrata in casa Sha mi viene subito incontro, sarà che non riesco a smettere di sorridere ma capisce che è andata benissmo "Odiiiio! Raccontami tutto! Com'è andata?" mi dice eccitata. Le racconto tutto, lei continua a ripetermi "Oddio, ma quant'è carinooo!". Io annuisco e poi ritorno alla realtà. "Allooora, dimmi un pò, qual'è il problema del vestito?". "Non mi vedo, non mi piace! Mi sembra troppo.. Ho provato anche tutti gli altri miei ma niente! Avevo pensato al tuo vestito color panna..Me lo prestii?"mi chiede supplicadomi. Cavolo, avevo intenzione di metterlo domani sera per andare a sentire Dani e gli altri! "Uhm.." non sono molto convinta.. "Ti prego Martiii!" Uhmpf.. "E va bene!" "Waaaa! graziiee!" mi abbraccia. "Prego! Però, voglio qualcosa in cambio! Domai sera mi presti quello tuo nero che non hai voluto mettere stasera!" "Va bene, va bene! Ma ti ha invitato ad uscire anche domani?" "Si! Sapevi che hanno un band? Ne fanno parte anche Ste e Marco.. E poi credo anche l'altro loro amico che ieri si è sentito male.. Dani suona la batteria, ma gli altri non so. Mi ha invitato a sentirli suonare.. Credo che Ste inviterà anche te!". "Oddio! Non lo sapevo! Vediamo se m'invita.. Beh adesso vado a vestirmi! Grazie ancora del vestito!". E sparisce chiudendosi in bagno.


    Commenti Qui.

    Marty (:

    P.S. Shaaa! Tocca a te il prossimo u.u
    Te vui massa ben

  6. #6
    Backstage Addicted


    Data Registrazione
    Aug 2008
    Messaggi
    590
    Inserzioni Blog
    37

    Predefinito Re: ~ Ci siamo detti Ti Amo e non è successo nulla di strano.

    Ebbene sì. Dopo un mese e 4 giorni posto io. XD
    Ringrazio la scrittrice di questa ff per avermi aggiunta. Grazie Stela
    Buona lettura


    Capitolo 6.

    Mi guardo allo specchio per 30 secondi. Quel vestito non mi convince. Non voglia di disturbare Marti, desiderava l’appuntamento dal giorno in cui ha incontrato Dani in quella discoteca.
    Apro il mio armadio. Capperi, troverò qualcosa che mi vada bene per stasera: non devo vestirmi troppo elegante.
    Panico. Panico assurdo. Mi serve la Marti ma non so cosa fare.
    Le mando un messaggio. Poco dopo mi risponde:

    “ Non ti preoccupare. Ora torno a casa. Il tempo di arrivare e ti aiuterò! (:”

    Infatti dopo dieci minuti entra in casa.
    “ Scusami non volevo” “ Ma stai tranquilla Sha.. Tanto ci rivediamo domani! u.u”.
    Mi fa un sorrisone enorme. "Che avete combinato voi due?" Mi racconta tutto. "Oddio, ma quant'è carinooo!" "Sìì.. tenerissimo.. ma comunque torniamo a noi. Perchè non ti piaci così?". Mi guardo allo specchio " Boh. Non lo so. Non mi piaccio", "Avevi pensato a qualcosa?" dice guardando i miei vestiti nell'armadio. "Avevo pensato al tuo vestito color panna..Me lo prestii?" chiedo supplicadola. "Cavolo, avevo intenzione di metterlo domani sera per andare a sentire Dani e gli altri!". "Ti prego Martiii!" "E va bene!" "Waaaa! graziiee!" la abbraccio. "Prego! Però, voglio qualcosa in cambio! Domani sera mi presti quello tuo nero che non hai voluto mettere stasera!" "Va bene, va bene! Tutto quello che vuoi! "
    Vado in bagno a prepararmi. Dopo 10 minuti la Marti mi chiede " Ma a che ora dovrebbe venirti a prendere?" "Alle 9 perchè?"
    "Sono le 9 e 5!!".
    Apro immediatamente la porta "No dai.. non raccontarmi ca**ate."
    " E guarda l'orologio allora!"
    Erano in effetti le 9 e 5.. Ed avevo anche 4 chiamate di Ste.
    "Ahah povera Sha. Inziamo bene " " Spiritosa. Beh sono pronta. Vado". Prendo la borsa e mi dirigo verso la porta. "Buon divertimento" mi dice "Grazie "

    ______________________

    Ma dove sarà? Non mi avrà dato buca! Impossibile. Nessuno ha mai dato buca a Stefano Mantegazza. Uff.. Ma dove sarà. Mi accendo una sigaretta. La vedo scendere. Mi viene incontro quasi correndo. La saluto. Due baci, anzi tre come i francesi, sulle guance.
    "Ste scusami scusami scusami. Ho avuto un problema." "Fammi indovinare. Non sapevi cosa mettere ed hai chiesto aiuto alla Marti" "Wow.. Sei un veggente. " " E' sempre successo così con le ragazze con cui uscivo".
    Ecco, non dovevo dire questa frase. Abbassa lo sguardo e guarda l'asfalto.
    "Scusa, non avrei dovuto dirla".. "No no, non preoccuparti" accenna un sorriso.
    "Per farmi perdonare scegli tu dove andare" "Mmm.. sinceramente non lo so. Cinema?"
    "Non è che sia un amante di cinema eh, però va bene. Basta che non sia un film troppo romantico e strappa lacrime". Imito una ragazza in preda ad un pianto disperato. Cerco di farla sorridere.
    "Ahah ok.. Andiamo là e vediamo cosa c'è"
    Cinque minuti e arriviamo al cinema.
    "Capperi ._." "Che succede?" Chiedo preoccupato.
    "Per tua fortuna niente film romantico e strappa lacrime. Il cinema è chiuso ._."
    " E cosa facciamo ora?" " Ora sta a te scegliere." Risponde spingendomi verso la macchina.
    " Quindi mi servirebbe un piano B?" " In un certo senso sì. Su su.. Decidiiii ;D"
    Saliamo in macchina. Quei 5 minuti non passarono più. Dovevo pensare a dove andare. Non avrà mai visto Milano, visto che si è trasferita da poco. Bene, proviamo con questo.
    " Sha, hai mai visto Milano? Il centro, Piazza Duomo?" "No, non ne ho ancora avuto la possibilità di andarci" " Ok, ti ci porto io " "Grazie "
    Arriviamo a Milano. Sembra spaesata. È meravigliata. Osserva tutto con piacere. S'incanta a vedere il Duomo.
    "Ti piace?" "Sì è stupendo". E torna ad ammirarlo.
    Mi viene voglia di prenderle la mano, di abbracciarla e di baciarla. "Sha?" "Sì.. dimmi". "Io e gli altri stiamo formando un gruppo. Ti va di venire a sentirci domani?". " C'è per caso anche il tuo amico.. come si chiama Dani?".
    Oddio. E se ora gli piace quello?
    “Sì c’è pure lui, perché? “ Perché allora vengo con la Marti visto che Dani l’ha invitata” “Ah ok "
    E se ne torna ad osservare Piazza Duomo. Devo fare qualcosa, voglio baciarla.
    Faccio come avevo pensato prima. Le prendo la mano, lei si gira verso di me e mi avvicino per baciarla. Entrambi sentivamo la stessa cosa. Probabilmente avevamo la stessa intenzione. "Il suo cuore starà battendo a mille" penso.
    Dopo esserci baciati, mi sorride. "Grazie "
    " E di che? Sha non vorrei rovinare questo momento, ma si è fatto tardi. Forse è meglio che ti riaccompagni a casa." "Ok (: La Marti si starà domandando che fine abbia fatto :P"
    La riaccompagno a casa, e con il sorriso sulle labbra mi dà un altro bacio e mi saluta. "Ci vediamo domani allora! Ciao Ste e grazie per la serata" "Grazie a te. A domani".

    _______________________

    Torno a casa. Credevo che la Marti si fosse addormentata, invece stava guardando la tele sul divano. "Allora, alloraaaa.. com'è andata?" "Bene bene.. benissimo" dico buttandomi sul divano. "Benissimo non significa niente. R A C C O N T A!". "Non posso farlo domani?" "No, ora!".
    Le racconto tutto e le dico anche dell'invito a sentirlo suonare insieme ai suoi amici. "Vedi? Te l'avevo detto che ti invitava " "Sì hai ragione. Waaa.. Se non ci fossi tu. Ora però vado a dormire.
    Troppe emozioni in una serata. Notte stela..". "Buona notte (:"


    Commenti Qui.

    Sha (:

  7. #7
    Roadie


    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    738
    Inserzioni Blog
    35

    Predefinito Re: ~ Ci siamo detti Ti Amo e non è successo nulla di strano.

    Eccomi qui!
    Grazie Sha per il capitolo Sappi che ti sono vicina e ci sono sempre se vorrai


    Capitolo 7.


    Sono le cinque del pomeriggio e sto studiando in camera mia, sulla scrivania, Sha si fa le unghie seduta sul mio letto, continua a ripetermi di quanto sia fantastico Ste e di quanto sia pazza di lui. Ripete sempre le stesse cose e ormai non l'ascolto più, cerco di concentrarmi sullo studio e di scacciare Dani dalla mia testa, ma non è per niente facile. Ad un tratto suona il campanello, io e Sha ci guardiamo stupite, le chiedo "Aspetti qualcuno?"."No!" risponde lei sorpresa. Lei mi indica lo smalto fresco sulle sue unghie così mi alzo io e vado ad aprire ma non c'è nessuno, provo a sentire al citofono se c'è qualcuno, nessuno risponde ma sento il motore di una macchina partire. "Boh.." dico, appena torno in camera vedo che Sha guarda fuori dalla finestra "Ma quella non era la macchina di Dani?" "Non so, aspetta, vado a controllare da basso.." "Ok" dice lei risiedendosi sul mio letto e soffiando sulle sue unghie.
    Scendo le scale e davanti al portone vedo un grosso pacco regalo con la scritta "Per Martina". Sono stupita, lo prendo in braccio, non pesa molto, salgo le scale in fretta e chiudo la porta con un calcio. Entro in camera con il pacco in mano. Sha sgrana gli occhi "Oddio! Che cos'è quelloo?" . "Oddiiio! Non lo so!" . "Aprilo, aprilo!" dice quasi più euforica di me. Ci trovo un bigliettino attaccato, lo leggo ad alta voce "Mi sono sentito di farti questo piccolo regalo, un bacio. Dani" Oddio, cosa sarà mai? Lo scarto. E' una scatola, davanti alla scatola un'altro biglietto, leggo anche quello "Mi piacerebbe lo indossassi stasera.." Alzo il coperchio e ci trovo quel magnifico vestito che avevo visto la sera prima con Dani! "O mio dio! Non ci posso credereeee!". "Wow è bellissimooo!" mi dice Sha. "Si *****ooo! L'avevo visto ieri mentre passeggiavo con lui!" comincio a saltare con il vestito in mano, Sha mi guarda euforica e ripete "Oddio! Che carinooo!" , "Siii!" poi mi fermo un attimo e dico "Oddio però, costava 350 euro! Sono troppi soldi.. Non so se sia giusto accettarlo.."."Vabbè, se te l'ha regalato vuol dire che se lo poteva permettere!" "Dici?" "Dico, dico!" Mi accorgo che per terra c'è un altro bigliettino, forse era messo tra le pieghe del vestito "Con questo addosso stasera sarà come avere la mia principessa". " Oddio! Tra un pò piango!" dico, la Sha comincia a fregersi del suo smalto e si avvicina per vederlo meglio, poi mi prega di provarlo. "No! Aspetta! Devo chiamarlo e ringraziarlo!" il vestito mi ha dato talmente tanto alla testa che mi stavo dimenticando di ringraziare Dani.


    ----


    Sono appena entrato a casa di Ste, oggi proviamo qui prima del concerto di stasera, sono un attimo in ritardo ma sono contento che la mia sorpresa sia andata a buon fine, l'ho vista scendere e prendere il pacco, credo che ora sarà contenta di averlo ricevuto.
    Entro e gli altri stanno davanti alla tv a bare lattine di birra, tutti tranne Ka, probabilmente ne ha abbastanza per questi giorni dopo la sbronza di sabato. Ci salutiamo e offrono una lattina di birra anche a me. In quel momento suona il telefono, è lei. "Vado un attimo fuori a rispondere!" non mi va di parlare al telefono con lei di fronte a Pedro. "Oh, il signirino vuole nasconderci qualcosa?" mi dice Ka. Faccio finta di non sentirlo ed esco a rispondere. "Pronto?" "Pronto Dani? Oddio, il vestito è stupendo! Grazie grazie grazie grazie grazieee!! Non so come ringraziarti! Però non avresti dovuto, costava un mucchio di soldi!" parla tutto d'un fiato, mi fa ridere. Mi rende felice sapere che le è piaciuta così tanto la mia sorpresa. "Non ti preoccupare! Mi ha fatto piacere regalartelo! Ho visto che ti piaceva un sacco e poi ho subito pensato che ti sarebbe stato
    benissimo!". "Oddio come sei dolce, grazie!". Sorrido "Mi dispiace ma ora ti devo lasciare, sono da Ste e dobbiamo provare. A stasera. E mi raccomando, indossa quel vestito!" . "Certo! Va bene, buone prove e ci vediamo stasera!" Metto giù e torno dentro dagli altri. Ka torna a chiedermi "E allora? Possiamo sapere chi è questa tua nuova fiamma?". "Loro già lo sanno..". "Cosa? E perchè loro lo sanno e io no?" sembra che si stia incazzando. "Perchè tu sabato sera eri ubriaco marcio forse? L'ho conosciuta sabato..". Ste poi s'intromette "Anche io sabato ne ho conosciuta una! L'amica di quella di Dani" Ka è stupito "Addirittura! E tu Pedro, non mi dire che anche tu ne hai conosciuta un'altra!". Pedro beve l'ultimo sorso dalla sua lattina e la schiaccia tra le mani, poi risponde nervoso "No, io no.". "Menomale!" esclama Ka. Pedro esce in giardino dicendo "Ho bisogno di un pò d'aria.." Io e Ste ci guardiamo e capiamo, mi butto sul divano, non so che cosa fare.. Credevo ci avesse messo una pietra sopra. "Ma allora, mi spiegate cosa sta succedendo?!" si lamenta Ka. Io decido di uscire fuori per parlare con Pedro e sento che intanto Ste comincia a spiegare la storia a Ka.
    Pedro è seduto su una panca li appena fuori dalla porta, sul porticato. Mi siedo vicino a lui, sta fumando una sigaretta, non ne fuma mai, solo quando è nervoso, ne tiene sempre due o tre nel portafoglio, certe volte se ne fuma una prima di salire su un palco.. Comincia lui a parlarmi "Scusa Dani, so che ti avevo detto che non mi mettevo da parte e difatti l'ho fatto.. Ieri pomeriggio però stavo facendo un giro in centro e per caso l'ho vista entrare nel bar dove poi ho visto c'eri anche tu.. E poi vi ho visti sulla panchina.."
    "Ci hai seguitii?!" rispondo alterato. "In un certo senso..si.." risponde Pedro, sincero come sempre, poi mi chiede "Stasera lei ci sarà?" "Si..". "Va bene, spero si ricordi di portarmi la mia felpa" dice, si alza e spegne la sua sigaretta calpestandola, poi si dirige verso la porta di casa lasciandomi li fuori seduto. Che situazione di ****a!


    Commenti Qui.

    Marty (:
    Ultima modifica di Marty92loveFinley; 27-11-2010 alle 12:49

  8. #8
    Roadie


    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    738
    Inserzioni Blog
    35

    Predefinito Re: ~ Ci siamo detti Ti Amo e non è successo nulla di strano.

    Eccomi qui! Colpo di scHIena in questo capitolo XD
    Spero interessi ancora a qualcuno questa ff u.u


    Capitolo 8.


    Dopo un ora e mezza di preparativi io e Sha siamo pronte, per me non è stato difficile trovare cosa mettere. Ho messo il mio vestito nuovo, un maglioncino beige sopra, calza color carne e della ballerine beige.. Sha si è convinta a mettere il suo bellissimo vestito nero di pailettes e alle nove meno cinque, perfettamente in orario, siamo di fronte al locale in cui loro suoneranno, c'è abbastanza gente. Forse noi due siamo un pò troppo eleganti ma non importa, è stato Dani a volere che io mettessi questo vestito. Entriamo e vediamo che sul palco sono già sistemati i microfoni e la batteria, ci sediamo su un tavolo non molto lontano dal palco ed ordiniamo qualcosa da bere. Io prendo un Pesca Lemon e lei un ....... Sono curiosa di sentirli suonare. Da quello che dice il manifesto appeso alla parete dovrebbero cominciare alle nove e mezza.. Mi sono ricordata di portare la felpa all'amico di Dani, Marco. Mi guardo intorno per vedere se li vedo da qualche parte ma non ci sono. Non vedo l'ora di rivedere Dani.
    "Chissà dove sono" dico a Sha pensierosa. "Infatti, il palco è già pronto quindi dovrebbero essere dentro al locale.". Guardo verso il palco e vedo che stanno uscendo da dietro il tendone e scendono le scale del palco per venire verso di noi. "Eccoli!" esclamo, Sha si gira e appena vede Ste gli sorride.
    Arrivano tutti e quattro da noi e ci salutiamo, Ste saluta Sha con un bacio sulle labbra, Dani invece si limita a darmi due baci sulle guance. Ci rimango un pò male, volevo un'altro dei suoi bei baci. Forse si vergogna a baciarmi di fronte ai suoi amici? Lui si accorge che ci sono rimasta male e mi sussurra ad un orecchio "Quando saremo soli avrai tutti i baci che vuoi. Sei davvero stupenda con questo vestito". Poi ci presentano l'altro loro amico, si chiama Carmine, detto Ka. E' un bel ragazzo, ha degli occhi verdi molto intensi, capelli ribelli e un bel sorriso, ma non m'interessa. Marco sembra strano questa sera, con me è più freddo rispetto a sabato, fa di tutto per non incrociare il mio sguardo. Forse è in ansia per il concerto. Ci spiegano che Ka suona la chitarra e Pedro, come lo chiamano loro, canta. Ci avrei scommesso! Dani mi dice che va un attimo fuori a fumare e lo seguono anche Ka e Ste, anche Pedro sembra voler andare fuori, ma lo fermo "Marco, aspetta!" lui si gira e per la prima volta quella sera mi guarda negli occhi, mi avvicino a lui che non ha più mosso un muscolo e gli restituisco la felpa ripiegata dentro una borsetta in plastica "Grazie mille! Se non l'avessi avuta l'altra sera mi sarei di sicuro ammalata!" gli dico con un sorriso, lui sembra abbandonare la tensione che aveva e ricambia il mio sorrido "Prego! E chiamami pure Pedro, lo preferisco!". "Va bene, come preferisci.". Prende la borsa e poi mi squadra per bene "Wow, sei davvero bella stasera, hai davvero un bel vestito" Mi sento un pò in imbarazzo, i complimenti mi hanno sempre messa a disagio "Grazie! Me l'ha regalato Dani oggi" dico contenta. Lui d'un tratto si fa serio e torna ad essere teso come prima "Ah, capito.. Un bel gesto.. Ora devo andare fuori, ho bisogno di un pò d'aria prima di cominciare" mi dice e si avvia verso l'uscita.


    ----


    Sono fuori che fumo insieme a Ka e Ste, vedo che dentro Pedro e Martina stanno parlando. E' davvero una situazione del ***** questa, Pedro soffre come un cane ed io non so cosa fare. Per tutto il tempo stasera lui non l'ha nemmeno guardata in faccia. Prima ho addirittura fatto a meno di baciarla davanti a lui anche se ne avevo una voglia pazzesca. Lo vedo avvicinarsi all'uscita con la borsa che gli ha dato lei, do per scontato che dentro ci sia la sua felpa. Ci raggiunge dicendoci "Vado a mettere questa in macchina" è nervoso, lo capisco da come parla e da come cammina, non è tranquillo come al solito ed è pensieroso, lo è da tutta la sera. Si avvia verso la sua macchina. Ka mi guarda e dice "*****, lascia il segno la tua ragazzina. Difatti non è niente male! Ma nemmeno la tua, eh Ste!". Ste gli da del cretino e poi lo minaccia "Non pensarci nemmeno a lei!", "Maddai che sto scherzando!". Continuano a punzecchiarsi ed intanto Pedro torna da noi. Non so che cosa dirgli, gli piace la mia quasi ragazza, *****! Cosa posso dire ad uno dei miei migliore amici in una situazione del genere? Dovrei chiedergli scusa forse? Scusarmi per essermene innamorato anche io? Non lo so, non lo so *****! Mi sento una ****a. Spengo la sigaretta calpestandola. Anche Ste a Ka fanno lo stesso. Poi Ka chiede "Allora ragazzi? Pronti? Sono le nove e mezza..". "Si!" rispondiamo tutti assieme, forse suonare mi farà bene, mi aiuterà a tirarmi un pò su..
    Saliamo sul palco e cominciamo a suonare. Dalla mia postazione da seduto dietro alla mia batteria riesco a vederla, è davvero bella. Anche lei mi guarda, solo poche volte sposta lo sguardo sugli altri tre. Suono l'ultima canzone e poi sono convinto di alzarmi quando Pedro comincia ad annunciare al microfono un'altra canzone che non avevamo previsto. Guardo Ste e Ka e anche loro si girano verso di me, a quanto pare sono stupiti quanto me. Mi risistemo meglio sullo sgabello, non mi dispiace affatto suonare un'altro pezzo. "Ed ora, volevo dedicare quest'ultima canzone ad una persona speciale che è qui stasera. E' una ragazza, bellissima. Si chiama Martina, non potete non averla notata, è quella laggiù." Dice indicandola, rimango di stucco, a bocca aperta, non posso crederci. Poi Pedro continua "Questa canzone s'intitola 'Scegli Me' ". E' davvero un colpo basso questo, da lui non me lo sarei mai aspettato. Ka comincia a suonare le prime note seguito da Ste e comincio a suonare anche io. Picchio forte sulla mia batteria, il doppio di quanto basti. Che ***** avrà in testa di fare? Mentre canta indica lei che lo guarda con occhi sgranati, è molto imbarazzata, riesco a capirlo dalle sue guancie. Ho capito che non le piace ricevere troppe attenzioni.
    La canzone finisce, Pedro ringrazia e saluta il pubblico. Poi sparisce dietro le quinte seguito da Ka e Ste, scendo dalla mia batteria e li seguo anche io.
    Pedro sta bevendo da una bottiglietta d'acqua, sembra calmo, come non fosse successo nulla, come se fosse stato un concerto qualunque. Mi avvicino a lui e comincio ad urlare "Che ***** ti è saltato in mente di faree??" "Nulla.. Le ho solo dedicato una canzone, ti da così tanto fastidio?". "Si, si mi da fastidio! *****! Lei è mia, hai capito?" Non so cosa mi trattenga dal tirargli un pugno come ho fatto con quello ******o l'altra sera. "Non è tua! Non ancora! Non la comprerai con un vestito! E sai una cosa? A me invece ha dato fastidio vedere voi due baciarvi ieri! E mi da fastidio il modo in cui guarda solo te!". Detto questo esce dal tendone e scende dal palco. Sono incazzato nero e tiro un pugno al muro. Ka mi dice di darmi una calmata e Ste esce per raggiungere Pedro.


    Coomenti Qui.

    Marty(:

  9. #9
    Roadie


    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    738
    Inserzioni Blog
    35

    Predefinito Re: ~ Ci siamo detti Ti Amo e non è successo nulla di strano.

    Eccomi qui, come promesso ho postato XD Però vorrei un pò più di commenti please u.u Con così pochi mi passa la voglia di postare ç.ç
    Cmq scappo a dormireeeee XD
    Buona notte

    Capitolo 9.


    Sono sconvolta, tutti continuano a fissarmi, tutte le ragazze presenti mi stanno uccidendo con gli occhi. Vorrei diventare minuscola e nascondermi sotto il tavolo. Non credevo di piacere a Pedro, non fino a questo punto insomma. Lui è carino ma non mi piace, non provo nulla per lui. Che situazione! Sha non sa nemmeno cosa dire. Vedo Pedro avvicinarsi a noi. Arriva davanti al tavolino, senza dire nulla afferra la mia giacca e la mia borsa appoggiati sopra ad una sedia vuota, saluta Sha, mi prende per una mano e mi trascina verso l'uscita. Mi giro verso il palco e non vedo Dani, Sha mi guarda a bocca aperta, la saluto con la mano libera, intanto vedo Ste scendere dal palco e raggiungere il tavolino su cui è seduta Sha ma ormai siamo già fuori in mezzo ad un sacco di gente. "Pedro! Che cosa fai?! Lasciami!" urlo mentre mi trascina lontano dalla gente. Non so cos'ha in mente di fare, ma non ho paura di lui, è un bravo ragazzo, l'ho capito fin da subito. Quando siamo abbastanza appartati si ferma, mi da la mia giacca "Mettila su, fa freddo qui fuori.." la indosso e poi mi passa la borsa, appena la prendo mi prende di nuovo per mano e mi fa salire sulla sua macchina, sale anche lui. "Che cosa fai? Dove mi portii? Sei impazzito? Lasciami usciree!". Lui però non parte, ma comincia a parlare "Scusa, non volevo rapirti così, ma ho bisogno di parlare con te senza Dani nei paraggi.. Ecco insomma, tu mi piaci, mi sei piaciuta dalla prima volta che ti ho vista l'altra sera.. Credevo di poter lasciar correre, so che ti frequenti con Dani e lui è uno dei miei migliori amici, però non riesco a non pensarti, a non volerti. Oddio, mi sento un idiota a dirti queste cose." Rimango in silenzio ad ascoltare quello che dice, dire che sono schockata è poco, non so che cosa dire. Poi lui continua "Non ti voglio obbligare a fare nulla.. Però pensavo che potremmo uscire un pomeriggio. Così, da amici. Senza impegno. Vorrei che provassi quello che posso darti io prima di scegliere Dani.. Dopotutto ci conosci entrambi dallo stesso tempo.." continuo a non saper cosa dire "Ti prego, dimmi qualcosa, qualsiasi cosa..". "Io.. Non so cosa dire, io non provo nulla per te Pedro, mi dispiace.. Potemmo uscire si, da amici, quando risolverai con Dani.." mi blocca subito e mi chiede "E per Dani cosa provi?" Ma che domande sono? Non lo so nemmeno io! Lo conosco da 3 giorni.. "Non lo so, lo conosco appena.. Lui mi piace ma non so.." mi sembra di essere sotto interrogatorio. Lui perde tutta la sua grinta, si gira verso di me e sembra nervoso, poi dice "Almeno lasciami fare questo, ti prego, non avrò mai più altre occasioni" dice mentre si avvicina a me, capisco che vuole baciarmi, ma ormai è troppo tardi per fuggire, le sue labbra si sono già impossessate delle mie. Sono morbide e calde, ma non provo niente. Mi stacco subito da lui, sono furiosa. Lui mi guarda incantato, poi si fa trieste "Scusa! non so che ***** mi è preso! Sono proprio un *******e!" dice. Faccio per aprire la portiera ma non si apre. Mi viene da piangere ma trattengo le lacrime, "Fammi uscire! Subito!" urlo. Lui schiaccia un pulsante sul volante e io apro la portiera, scendo dalla macchina e la richiudo. Nel frattempo sono scoppiata a piangere, ho bisogno di sfogarmi.


    ----


    Raggiungo Ste e Sha al tavolino correndo, lei non c'è e non c'è nemmeno Pedro. "Dov'è andata??" chiedo a Sha, lei mi risponde "E' uscita con Pedro..". Parto correndo verso l'uscita, sento Ste che mi chiama "Dani aspetta!" ma non me ne frega più niente, corro fuori, ho già perso troppo tempo. Li fuori è pieno di gente e non li vedo, mi allontano dalla calca e poi vedo lei che sta uscendo dalla sua macchina. Sta piangendo, lui l'ha fatta piangere. Non ci vedo più e comincio a correre verso l'auto, quando sono abbastanza vicino Pedro abbassa il finestrino e mi dice "Complimenti, hai vinto tu, è tua.." prima che io possa rispondere parte e sfreccia via con la macchina. Lei corre verso di me e mi abbraccia. Non posso credere che Pedro le abbia fatto del male, siamo amici da anni, non ha mai fatto nulla a nessuna ragazza, ne sono certo. "Che cosa ti ha fatto?" chiedo nervoso. "Nulla! Non mi ha fatto niente.. Niente di male.. Mi ha confessato quello che prova per me e poi.. Poi mi ha baciata!" dice tutto d'un fiato. "Cosaa?" sono sconvolto, la prendo per mano e mi dirigo verso la mia macchina, voglio seguirlo, in questo momento lo sto odiando, non lo capisco! Mi giro verso di lei "No! Tu è meglio che stai qui.. Ora chiamo Ste.. Starai qui con lui e Sha.." Sto per tirare fuori il cellullare dalla tasca quando lei comincia ad urlare "Noooo!" ora non piange più, "No! Non andare da nessuna parte! Lascialo stare! Sta già male abbastanza di suo! Si è scusato, basta così! Non voglio che vi odiate per colpa mia! Ho rovinato tutto! Sto rovinando tutto!" dice, si siede sul marciapiede e scoppia a piangere più forte di prima. No, no. E' tutto sbagliato, *****! "Ma cosa stai dicendo? Non è vero! Non hai rovinato nulla! Tu sei la cosa più bella che mi sia capitata! Con Pedro sistemerò.. Risolveremo come abbiamo sempre risolto.." dico, sto cercando in tutti i modi di consolarla. Comincio a calmarmi, mi siedo vicino a lei e l'abbraccio forte. Non la lascerò mai, per nulla al mondo, al costo di perdere un amico.


    Commenti Qui.

    Marty (:

  10. #10
    Roadie


    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    738
    Inserzioni Blog
    35

    Predefinito Re: ~ Ci siamo detti Ti Amo e non è successo nulla di strano.

    Eccomi quii
    Capitolo un pò noiso, ma non temete, le novità arriveranno presto.



    Capitolo 10.


    L'ho accompagnata a casa e le ho giurato che non avrei torto un capello a Pedro, mi sono calmato, non ho più intenzione di fargli del male ma ho bisogno di vederlo e di parlare con lui, subito. Passo davanti a casa sua ma la macchina non c'è, non è ancora tornato a casa. Giro piano con la macchina per le strade del centro, ma non lo vedo. Poi decido di parcheggiare e cercarlo a piedi, forse così sarà più facile trovarlo. Ormai le strade sono quasi deserte. Passo davanti al Duomo, ci sono un gruppo di ragazzini seduti li davanti sulle scalinate, ridono e scherzano. Poco più in là, seduto li da solo c'è Pedro. Non fa nulla, guarda dritto davanti a sè, assorto tra i suoi pensieri.
    Mi avvicino a lui, quando mi vede sobbalza ma non dice niente. Mi siedo vicino a lui e mi accendo una sigaretta. Rimaniamo così un pò in silenzio, poi io gli chiedo "Perchè lo hai fatto? Perchè l'hai baciata?" "Non lo so, non lo so.. Non so più niente ora. Io volevo che capisse quello che provo per lei, io non credevo che fosse già innamorata di te.. Ho fatto una cazzata, ho rovinato tutto. Ho rovinato la nostra amicizia, ho rovinato il vostro rapporto, mi sento un idiota." poi si alza e dice "Scusa, ma voglio stare un pò da solo." "Pedro, aspetta!" dico e lo seguo, voglio risolvere con lui. Voglio che tutto torni come prima anche se adesso sembra impossibile.
    E' ridotto proprio male povero, si gira e poi mi dice "Non so come fai a non odiarmi.. Perchè non mi hai riempito di botte..". "Sono venuto a cercarti per risolvere con te, sono disposto a metterci una pietra sopra. Siamo amici da anni, non voglio rovinare nulla.". "Non lo so Dani, non me la sento più di vedere lei e voi due vi frequentate, ormai fa parte della tua vita." "Ho parlato con lei, non ce l'ha con te." Mi guarda stupito "Davvero?" "Si, davvero. Vuole solo che risolviamo.." "Va bene, ho capito. Grazie Dani!" mi dice, poi riprende "Ora però davvero, voglio starmene un pò da solo. Ci sentiamo presto." Mi arrendo e lo saluto, è giusto che lo lasci un pò riflettere. Si allontana camminando e io torno verso la mia macchina.


    ----


    Sono stesa sul letto nella mia camera e non riesco a dormire, desidero solo che tra Pedro e Dani si sitemi tutto. Mi sento in colpa, ho rovinato la loro amicizia che durava da anni. Non so più se voglio continuare a vedere Dani. Lui mi piace molto ma io non voglio mettermi tra il loro rapporto.
    Mi alzo e me ne vado in cucina per bere un pò di acqua. Sha mi raggiunge lì, è stata tutta la sera a consolarmi e io come un' idiota riuscivo solo a piangere e ad uralare isterica che era tutta colpa mia. Si avvicina a me e mi stringe, poi mi chiede "Allora, com'è? Meglio?". Sospiro e rispondo "Si dai.. Grazie!" bevo il mio bicchiere di acqua e ce ne torniamo a letto. Sono stanchissima e appena tocco il letto ora mi addormento.


    ----


    Sono le undici passate quando mi alzo, la testa mi fa male, forse ho pianto troppo la sera prima. Vado di là, busso ed entro in camera di Sha, sta leggendo un libro seduta sul suo letto. La saluto e me ne vado a farmi una doccia. Mentre sono sotto la doccia sento suonare il campanello, non so chi possa essere. Sento che Sha parla con qualcuno e sento che dice "Ehm, è in bagno ora..". Credo che l'altra persona abbia risposto qualcosa come "Allora aspetto" non sono riuscita a riconoscerne la voce ma credo sia Dani. Non vedo l'ora di vederlo. Esco dalla doccia, mi asciugo e mi vesto in fretta. Esco e mi dirigo verso la cucina. Lì seduto su una sedia vicino a Sha c'è Pedro e senza dire nulla guardano uno sciocco programma di cucina in tv. Più che altro fissano lo schermo. Non mi aspettavo di trovarmelo lì, così. Dopo tutto quello che era successo ieri sera. Lui mi guarda e gli scappa un sorriso, io lo guardo stupita e dico "Ah, ciao.." Sha si alza dalla sedia e dice "Ok io vado di là a studiare.." e ci lascia soli. Non so che cosa dire. Rimango li in piedi e lui comincia a parlare "Volevo chiederti scusa per ieri, sono stato un *******e." "Tranquillo, non ci sono problemi! Va tutto bene ora..". "Spero potrai fare finta di niente, lo farò anche io e farò finta di niente anche quando ti vedrò con Dani.." Pff, perchè deve spiattellarmi in faccia così i suoi sentimenti? Mi sento a disagio. "Si certo, non ti devi preoccupare! Spero abbiate risolto..". "Più o meno si.." mi risponde. "Ok dai, ora devo andare. Non voglio farti perdere altro tempo." dice "Non preoccuparti!" lo accompagno alla porta e ci salutiamo, per fare finta di nulla gli do due baci sulle guance. Lui poi mi guarda e scherzando dice "Non scherzare con il fuoco". "Oh, scusa. Non credevo." dico imbarazzata, ho fatto una cazzata! "Tranquilla!" mi dice sorridendo e poi comincia a scendere le scale. Chiudo la porta e faccio un sorriso, sono contenta sia tutto apposto, almeno così sembra..


    Commenti Qui.

    Marty (:

Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima

Segnalibri

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •