Vai a Team World Shop
Pagina 3 di 6 PrimaPrima 12345 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 53

Discussione: Sweet Child O' Mine

  1. #21
    Backstage Addicted


    Data Registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    356

    Predefinito Re: Sweet Child O' Mine

    .21

    Venerdì, domani siamo a Torino per gli EMA.
    Io e Ste siamo in camera mia a sfogliare il The Rolling Stone..
    << Ste? >>, è Ka.
    << oi.. che c’è? >> chiede lui alzando lo sguardo.
    << mi sposti la tua auto? Io e Giada dovremmo uscire >> dice.
    Ste si alza dal letto e scende a spostare la sua auto, poi ritorna su da me..
    (3 persona)
    L’impianto stereo dell’auto trasmette “Meglio Di Noi Non C’è Niente” mentre Ka è alla guida e Giada vicino a lui.
    << amore, ma sei sicuro? I tuoi come la prenderanno? >> chiede lei timorosa.
    Stanno andando ad Arconate, Ka è deciso a presentare Giada ai suoi.
    << calmati amore.. ti adoreranno.. ma stai attenta a mia sorella >>
    Giada lo guarda spaventata..
    << e perché? >>
    << ehm.. no niente.. niente.. >>
    Ka parcheggia l’auto in un vialetto alberato e spegne il motore.
    << eccoci >>
    Scende dall’auto e va ad aprire la portiera a Giada.
    << grazie >>
    La guarda.. indossa un paio di jeans bianchi con una maglietta nera sopra, un filo di mascara e un po’ di ombretto chiaro.. semplice, come la vuole lui..
    << sei bellissima >> le sussurra baciandola.
    << anche tu >>
    Sorride e la prende per mano.. apre un cancellino nero e entrano in un piccolo giardino davanti a una casa color pesca..
    << ehm.. è mia madre che ha scelto il colore.. >> dice Ka..
    Poco dopo arriva zampettando un cane..
    << ehi Birba >> dice Ka vedendola arrivare.
    La cagnolina appena vede il suo padrone, scodinzola, prende la rincorsa e salta addosso a Ka sotto le risate di Giada.
    << sìsì, va bene.. anche io sono contento di rivederti >> dice Ka cercando di spostarsi da quella cucciola di Labrador di 60 chili.
    Arrivano davanti alla porta d’ingresso e Ka apre.
    << mamma! Papà! Siamo qui >> chiama lui entrando e posando il giaccone suo e di Giada sull’omino.
    << oh, ci chiedevamo quando sareste arrivati >> esclama contenta la madre arrivando seguita da un uomo.
    Un pomeriggio abbastanza particolare.. Giada conosce i genitori di Ka, gentili e calorosi.. nota l’incredibile somiglianza che Ka ha con il padre in quando all’aspetto fisico, ma il caratterino è tutto della madre.. dopo l’ora di cena arriva anche Lory.
    << oh, Lory, prima di dileguarti in camera tua.. vieni qua >> dice Ka alla sorella che passa nel corridoio.
    Giada vede entrare una ragazza alta, mora.. con gli occhi dello stesso colore di Ka, forse più chiari..
    << Lory, lei è Giada.. amore, lei è mia sorella.. >> le presenta Ka.
    Lory la saluta e già pensa “diventeremo grandi amiche”.
    << rimani a dormire Giada? >> chiede Annamaria, la mamma di Ka.
    << sono domande da fare, ma? >> chiede Ka baciando la spalla alla ragazza.
    << suppongo sia un sì.. >>
    << supponi esattamente.. le faccio vedere casa, poi andiamo a nanna.. buonanotte >>
    << buonanotte >>
    Ka prende per mano Giada e salgono al primo piano.. c’è una mini sala su cui si affacciano varie porte.. una la camera e il bagno di Lory, la camera dei genitori di Ka e la stanzetta di Birba..
    << cioè, il tuo cane ha una camera tutta sua? >> chiede Giada stupita mentre tornano di sotto.
    << eggià.. anche se il più delle volte, quando sono a casa io, dorme con me.. >> dice Ka mentre scendono le scale e vanno in taverna..
    È stile far west, molto più piccola di quella di Pedro, e a sinistra ci sono tre porte.
    << camera mia, mio bagno e mio studio personale >> dice Ka indicando le varie porte..
    << tuo studio personale? Dove tieni le tue armi segrete? >> chiede Giada ridendo.
    << ehh.. no.. – Ka apre quella porta – le mie chitarre dormono con me >>
    << guarda che divento gelosa >>
    << ma loro non hanno la stessa passione e lo stesso amore che mi dai tu >> le sussurra lui all’orecchio baciandola..
    << sono i tuoi disegni? >> chiede Giada guardando le pareti dello “studio”.
    << sì.. è una delle poche cose che so fare.. >>
    Giada guarda ammirata i vari disegni appesi.. paesaggi, i suoi amici che provano in studio, Birba, i loghi dei loro CD...
    << e io? >> chiede lei guardandosi attorno..
    << tu cosa? >> chiede Ka mentre entrano in camera.. moderna, una scrivania trasparente, il pc fisso, il letto matrimoniale e un paio di armadi..
    << amore mio, va bene che io spendo a palate per i vestiti, ma tu mi batti alla grande >> commenta Giada notando i vestiti che sono poggiati sulla panca vicino al calorifero..
    Lui se la ride e estrae un quaderno a quadretti dal comodino..
    << ecco, che dici che non ci tengo a te e non faccio mai niente.. >> dice Ka porgendogli il quaderno aperto su una pagina..
    Giada lo prende e guarda.. è lei mentre dorme.. gira pagina, un’altra mentre è in piscina..
    << amore, sei bravissimo a disegnare.. >> commenta Giada ridando il quaderno che Ka rimette nel cassetto del comodino.
    << disse la vanità >>
    << dai, non è vero.. >> dice lei cadendo a peso morto su di lui sul letto.
    Lui da sotto la guarda sorridere.. le passa una mano sul viso e poi la bacia dolcemente..
    << uhm.. è da quanto che non stiamo da soli io e te? >> chiede Ka passando una mano sotto alla maglietta di lei..
    << credo cinque giorni.. no, decisamente sei giorni.. >>
    << sicuramente sei >>
    << ma dai.. ero.. “indisposta” io >>
    << invidio Ste.. lui non ne ha questi problemi >> commenta Ka facendola passare sotto di se..
    << eh.. ma aspetta che nasca la bambina e vedi come si riduce.. >> dice Giada ridendo.
    << già.. – lui la bacia ancora una volta – sai.. mi è venuta un’idea, un paio di giorni fa.. >>
    << e quale? >>
    << perché non ci sposiamo in Grecia? Scegliamo un’isoletta.. tranquilli, solo noi, i nostri familiari, i nostri amici.. >>
    A Giada si illuminano gli occhi..
    << amore è un’idea fantastica.. >> dice lei baciandolo..
    << lo so.. sono pieno di idee fantastiche, è una delle qualità che ti piacciono di me >>
    << oh, ma pensavo che mi piacessi perché hai il cuore d’oro >> dice Giada prendendo un cuscino..
    << anche per quello.. >> dice Ka sorridendo.
    Lei lo guarda sorridendo maliziosa e lui capisce al volo..
    Lentamente la spoglia e finiscono per fare l’amore fino a mattina.. ancora non è sorto il sole..
    Giada si appoggia al petto di lui e lo bacia dolcemente svegliandolo.
    << mmm.. >> è tutto quello che riesce a dire Ka..
    << amore.. dai, ti svegli? Stasera ho gli EMA >> dice Giada in un sussurro.
    << eh? Cosa? >> chiede lui svegliandosi.
    Giada ride.. ha i capelli sparati in aria e sembra un pulcino..
    Sarà bello d’ora in avanti svegliarsi con lui a fianco.. per sempre..

  2. #22
    Backstage Addicted


    Data Registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    356

    Predefinito Re: Sweet Child O' Mine

    .22

    EMA 2011
    E noi ci siamo dentro!
    Finisco di sistemare il mio vestito.. semplice, verde acqua lungo fino alle ginocchia con una fascia nera sotto al seno..
    Metto le decoltè nere e il coprispalle sempre nero e mi metto un filo di matita.
    << amore? Sei pronta? >> chiede Ste facendo capolino in camera.
    << sì.. eccomi.. >> dico sorridendo mentre entra.
    << ok, gli altri sono già pronti.. è ora di andare >>
    Li raggiungiamo in corridoio, le ragazze mi vengono incontro euforiche..
    Scendiamo al piano terra, dopo aver dato le chiavi delle camere alla reception dell’hotel di Torino, e ci troviamo davanti una limousine nera con le rifiniture oro..
    Sta scendendo la sera..
    Noi guardiamo i ragazzi con un grosso punto interrogativo sul viso.
    << una piccola cosuccia per l’occasione >> dice Ka sorridendo.
    Come autista altri chi se non il mitico Omy?
    << buonasera signorine >> dice aprendoci la portiera con un sorriso.
    Noi, esaltate come non mai, saliamo seguite dai ragazzi e partiamo per la volta dell’”AbraKadabra”, il “locale” dove si tengono gli EMA quest’anno.
    Arriviamo e ci sono tantissime telecamere.. il red carpet anche.. fotografi, fans..
    << destinazione.. >> ci annuncia Omar rallentando.
    << bene, pronte? >> chiede Pedro prendendo per mano Anto.
    << per niente >>
    << perfetto! Andiamo! >>
    Scendono Pedro e Anto mano nella mano, poi Dani e Lucri, Giada e Ka e anche io e Ste.
    I fotografi ci chiedono di fare qualche foto.. allora li accontentiamo e ci mettiamo in posa..
    Qualche fan chiede un autografo e, sorridendo, firmiamo tutto quello che ci capita..
    Grazie al cielo mi sono portata l’indelebile.. non si sa mai!
    Entriamo e ci troviamo in un mini bar, dove ci sono altre scale.. saliamo e per poco sveniamo.. è un posto gigantesco! Il palco sarà largo 30 metri e anche il parterré con i tavolini non scherza mica!
    Si avvicina Enrico e ci abbraccia tutte.
    << bene, siete arrivate.. inizia tutto tra un’oretta circa.. – guarda me – e la Chiaretta qua come sta? >> chiede accarezzandomi il pancione..
    << sta fin troppo bene.. è cresciuta tantissimo nelle ultime settimane, se va avanti così nasce molto prima del previsto >>
    << l’importante che stia bene >>
    << esatto >>
    << venite, il vostro tavolo è di qua >> dice facendoci andare verso un terrazzo.. in tutto ce ne sono sette, su vari piani.. al nostro ci siamo noi e gli altri candidati per il Best Italian Act..
    Ci accomodiamo e intanto che aspettiamo ordiniamo da bere e parliamo tra di noi..
    << buone nuove dal fronte Ruggiero? >> chiede Pedro intendendo il matrimonio.
    << bhe, abbiamo pensato più o meno alla data.. che sarà fine luglio inizio agosto dell’anno prossimo.. >> dice Ka stringendo Giada al suo fianco.
    << avete già scelto se sposarvi a Milano o a Brescia? >> chiede Dani sorseggiando la sua birra.
    << oh, non ci sposiamo né a Milano né a Brescia.. >> dice Ka ridendo.
    << e dove allora? Andate a Napoli dove sei nato te? >> chiede Ste.
    << nemmeno.. ci sposiamo in Grecia >>
    << wow! Bella la Grecia.. >>
    << e come mai codesta scelta? >> chiedo io.
    << bhe, gliel’ho proposto perché stavo guardando in giro su internet dove andare in luna di miele.. e invece ho pensato bene di proporle di sposarci lì >>
    << cioè, ma state già pensando alla luna di miele? >>
    << eh, lo sapete che voglio fare le cose per bene >>
    << sì, come il disegno che mi hai fatto mentre dormivo >> sbuffa Giada.
    << cosa? >> chiede Ka.
    << ehm.. no niente amore.. >>
    Lui la guarda male.. poi guarda l’orologio.
    << manca ancora mezz’ora, non ci metto tanto a farti parlare a modo mio >> dice avvicinandosi a lei e baciandole il lobo dell’orecchio..
    << madonna santa quanto sei rompi palle! – Giada si alza – ragazzi, torniamo subito >>
    Ka, tutto soddisfatto, si alza e la prende per mano e si allontanano..
    << non cambieranno mai.. si sono proprio trovati >> commenta Lucri ridendo.
    Arrivano i Sonohra con i Lost..
    Walter si ferma un attimo e mi guarda..
    << l’ultima volta che ci siamo visti io e te è stato ancora a Padova, al festival del paese... >> ricorda lui sorridendo.
    Mi alzo per salutarlo e lui nota la panciona..
    << sono cambiate un bel po’ di cose eh? >> chiede abbracciandomi.
    << già.. sono passati quasi sei mesi dall’ultima volta che ci siamo sentiti.. tutto bene? >> gli chiedo.
    << sì, tutto bene.. te? >>
    E iniziamo a chiacchierare del più e del meno mentre il locale si riempie e sul palco finiscono di sistemare le attrezzature.
    << e quando nasce la piccolina? >> chiede Walter.
    << inizi di novembre più o meno.. >>
    << fammi sapere, che lo zio Walter vuole vederla appena nasce >> dice dandomi un bacio sulla guancia e andando al suo tavolo.
    Torno da Ste e mi abbraccia.. mi accarezza i capelli e poi anche il ventre..
    Ora non solo io parlo con Chiara, si sono messi a farlo anche Ste, Dani, Lucri e Pedro.
    << ehi Chiaretta, sono il tuo papà.. >>
    Poggia una mano poco sopra l’ombelico e la sente muoversi.
    << ti sente, riconosce la tua voce >> gli dico dandogli un bacio.
    Tornano Giada e Ka..
    << era ora! Adesso iniziano >> li rimprovera Lucri.
    << scusa mamma.. non mi si allacciava più il vestito >> dice Giada.
    << Giadì, trattieniti a raccontare.. grazie.. >> la prega Anto.
    Sul palco arrivano i Green Day, saranno loro i presentatori di questa edizione..
    << ma io non ci capisco gran che.. >> si lagna Ste dato che parlano in inglese..
    << non ti lamentare, studiavi a scuola >>
    << ma come potevo se la profe era una racchia? >> chiede lui.
    << ti cedevamo volentieri la nostra >> dice Giada.
    << perché? Chi è? >> chiede Ka.
    << prova a indovinare.. la persona meno probabile che ti viene in mente per insegnare inglese a una quinta liceo >> dice Lucri.
    << Franci? >> chiede Dani.
    << sì, lei.. >>
    << e Ile ha già festeggiato.. >>
    << ah, è vero che me l’hai detto ieri.. amore.. però dovevi tirarglielo più forte lo schiaffo! >> commenta Ste.
    La serata continua, non seguiamo tanto quello che dice Tree Cool mentre premiano gli artisti regionali degli altri stati..
    << and the winner for Best Italian Act is… >> inizia a dire Mike..
    << Deal >>
    Noi ragazze saltiamo in piedi e corriamo sul palco con un sorriso che fa invidia allo Stregatto..
    Billie da un bacio a tutte mentre Mike ci consegna la statuetta..
    Ringraziamo tutti, la casa discografica, il nostro manager, i nostri ragazzi..
    Prima di scendere dal palco Billie mi ferma e mi da un bacio sulla panciona..
    << she’ll be a star >> mi dice sorridendo.
    Torniamo tutte al nostro posto e piazziamo il premio al centro della tavola.
    << siamo 2 a 1.. vediamo come si mette nei prossimi anni.. >> dice Pedro.
    << è una sfida? >> chiedo io.
    << diciamo di sì >>
    << accettata >>
    Pedro mi guarda con un sorriso.. negli ultimi mesi abbiamo legato parecchio.. quando le ragazze erano ai concerti e i ragazzi in discoteca, noleggiavamo un paio di film, facevamo i pop corn, poi sdraiati sul divano a ridere e scherzare..
    << ehi, ehi.. calma! Voi due.. >> ci riprende Dani.
    La serata si spegne lentamente..
    L’ultimo premio che devono consegnare è il Premio alla Carriera..
    << We think that this prize must be for Joan Jett >>
    Sale sul palco una donna sulla cinquantina, tenuta benissimo.. alta, carnagione chiara che risalta sul vestito nero lungo fino ai piedi e i capelli sbarazzini che la fanno sembrare una ragazzina da poco sul palco..
    Io rimango ammirata..
    << amore mio bello, cresci come quella donna e sono contenta >> dico rivolgendomi a Chiara.

  3. #23
    Backstage Addicted


    Data Registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    356

    Predefinito Re: Sweet Child O' Mine

    Guardate qua =)
    Have fun!
    Per i prossimi giorni non ci sarò perchè ho gli esami.. v.v brutta faccenda!
    Commenti please

    .23

    Metà ottobre, il 16 per la precisione.
    Domani è il compleanno di Dani.. gli ho già preso il regalo, un cd in vinile dei Foo Fighters che mi sono fatta fare da Woodstock, introvabile.
    È sera e io e Ste siamo sdraiati sul letto di camera mia qua a Brescia..
    Lui sta sfogliando il The Rolling Stone, mentre io sono abbracciata a lui.
    << oi – mi risveglio dai miei pensieri, mi sta guardando – tutto bene? >> chiede sorridendo.
    << sì, tranquillo >>
    << vuoi qualcosa da bere? >>
    << vado io, non ti preoccupare >>
    Mi alzo, ma subito mi risiedo, mi mancano le forze..
    << l’ho detto io che tu non ti senti bene, sdraiati, almeno riposi un po’ >> mi dice lui con voce dolce.
    << no, voglio alzarmi >>
    Lui mi da una mano e andiamo in cucina.. mi siedo sulla poltrona.. in quel momento arrivano anche Ka e Giada.
    << sera >>
    << oh, ciao ragazzi >> dico io sorridendo.
    Giada si siede vicino a me..
    << tutto bene? >>
    Mi piego in due e appoggio una mano sul ventre..
    << Ile? >> mi chiama Ka mettendosi vicino a me.
    Rimango così per un paio di minuti, poi mi rialzo..
    Guardo Ste.
    << amore.. mi sono iniziate le contrazioni >> gli dico.
    Lui mi guarda..
    << ma amore, è troppo presto.. cosa dici? >>
    << ti dico che è così >> gli dico.
    Detto fatto.. in nemmeno mezz’ora siamo all’ospedale.. Ka che guida, Ste che fa da navigatore e io e Giada dietro, ho le contrazioni ogni dieci minuti..
    << arrivati >>
    Lo stesso ospedale dove sono nata io..
    Entriamo al reparto maternità.. ci viene incontro la Rossella.. è da poco più di due mesi che è stata spostata qua.
    << Ile, come mai qui? Il termine è più avanti >> dice lei sorpresa.
    Ka le spiega brevemente e in men che non si dica sono già in sala parto.. Ste vicino a me…
    È quasi l’una di notte, ma Chiara non ne vuole sapere di uscire…
    Ste ormai fa tutto quello che gli chiedo.. poverino, lo sto facendo impazzire.
    << amore.. non diventare pazzo >> gli dico vedendolo entrare in sala.
    << ma figurati.. fuori ci sono gli altri.. sono arrivati ora.. >>
    << bene >> scendo dal lettino.
    << ehi, ehi.. che fai? >> chiede Ste fermandomi subito.
    << vado a salutarli no? >>
    << lasciala andare Ste, le farà bene fare due passi >> interviene Rossella.
    Così, con lui affianco che mi tiene, vado in corridoio dove ci sono i ragazzi..
    Dani, appena mi vede, mi abbraccia subito.
    << ehi, fratellino, calma.. >>
    << come posso calmarmi? Mia nipote nasce il mio stesso giorno >>
    << già.. mi dispiace che tu debba passare il giorno del tuo compleanno qua.. >>
    << ma scherzi? È il miglior modo per festeggiare >>
    Le contrazioni iniziano a essere molto più frequenti.. saluto i ragazzi e torno con Ste in sala..
    Ore 3:34 del 17 ottobre 2011.
    Ste esce con un viso incredulo e mezzo d’infarto..
    << allora? >> chiede subito Pedro vedendolo arrivare.
    << è nata? Come sta? >> chiede Ka.
    << Ile? Lei, invece? >>
    << calmatevi, sì, è nata.. e Ile sta benissimo, è solo stanca.. >> annuncia con un sorriso.
    Ore 8.
    Mi ritrovo nel letto di una stanza.. affianco a me c’è un’altra ragazza.. forse tre anni in più di me..
    Dal suo letto mi sorride mentre allatta suo figlio, un maschietto..
    Entra Ste, mi vede e si avvicina..
    << sei stata bravissima >> mi sussurra baciandomi.
    << anche tu, papà >> gli dico sorridendo.
    << non so te, ma qua fuori mi sa che dobbiamo mettere il ticket per venire a trovarti.. >> dice indicando fuori dalla porta.
    Ci sono le ragazze che mi salutano mentre i ragazzi stanno attaccati al vetro dall’altra parte del corridoio a vedere Chiara.
    << com’è? >> chiedo a Ste guardando fuori.
    << è uguale a te.. ha preso il mio naso però.. potevamo fare di meglio >> dice scherzando.
    << ma dai.. – lo guardo – sei contento? >> chiedo io.
    << contento? Ancora non ci credo di essere papà.. mi pare ieri che ti ho conosciuta.. >>
    << è passato in fretta questo tempo.. >>
    Arriva Rossella che mi accompagna da Chiara.
    << cognome? >> mi chiede prendendo i braccialetti.
    << Mantegazza >> dico sorridendo.
    << bene – scrive e mette a me e Chiara al polso lo stesso braccialetto – anche se è nata con un mese di anticipo, è in buona salute.. è lì.. >>
    Mi indica una culla con un fiocco rosa.
    Mi avvicino e guardo il cartellino sopra.
    Nata il 17 ottobre 2011, ore 3:34, peso 2,950 kili e lunga 59 centimetri..
    È vero, assomiglia tantissimo a me.. ma gli occhietti che già tiene aperti sono dello stesso colore di quelli di Ste, molto più scuri dei miei.. le guanciotta rosee sono le mie, il nasino quello del suo papà..
    La prendo in braccio mentre da fuori vedo Dani trattenere a stento le lacrime..
    Mi ricorda tanto me il giorno quando nacque Marta..
    Finisco di allattare Chiara e poi la tengo vicino a me a coccolarla..
    Quando esco dal nido, vedo arrivare da lontano mamma e papà.
    << tesoro, ci è arrivata la chiamata di Ka poco fa.. >> mi dice mamma abbracciandomi.
    << dov’è la principessa? >> chiede papà.
    Mi avvicino al vetro e le indico la culla di Chiara.
    Nel frattempo arrivano anche i genitori di Ste.
    I neo nonni stanno a guardare la piccola mentre io torno a letto.. con le ragazze che mi seguono.
    << certo che Ste poteva impegnarsi un po’ di più >> commenta Lucri.
    << ma che dici Lu! La Chiaretta è già bellissima così >> le dice Giada.
    << bellissima non direi – loro mi guardano – oddio, le voglio tutto il bene di questo mondo.. ma non ditemi che è bellissima >>
    << bhe, in effetti >> dice Anto.
    << ma tanto diventerà bellissima.. e Billie dei Green Day ti ha detto che diventerà una star.. cosa vuoi di più dalla vita? >>
    Due colpi di nocche alla porta ci interrompono..
    Entra Ale.
    << oh Ale!! >> esclamo abbracciandolo.
    << ciao sorellina >>
    << ma che cosa ci fai qui? Pensavo partissi oggi per la Finlandia.. >>, lui e il suo cavolo di lavoro che lo porta in giro per il mondo.
    << non volevo partire prima di aver visto la mia nipotina >> dice lui dandomi un bacio sulla guancia.
    << ti ho portato una cosuccia per la piccola.. chissà quando ci rivedremo.. >> dice allungandomi un portagioie..
    Lo apro e c’è dentro una catenina d’oro bianco con la C.
    << grazie Ale.. >>
    Questo 17 ottobre si può definire come il giorno del pellegrinaggio..
    Dopo che Ale è andato via assieme a mamma e papà e ai genitori di Ste, sono arrivati Enrico, Anna con Andrea, le nostre roadie, Walter con Roby e anche il fratello di Ste.
    Verso sera anche i ragazzi vanno via.. Ste rimane qui con me..
    << amore, puoi anche andare a casa.. tanto io qua sto bene.. >> lo rassicuro.
    << sicura? >>
    << sicurissima, ci vediamo domani >>
    Mi lascia con un bacio dolce e io mi addormento dopo pochi minuti..

  4. #24
    Backstage Addicted


    Data Registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    356

    Predefinito Re: Sweet Child O' Mine

    No, non sono morta.
    No, non mi è salito un alligatore su dal water.
    No, non sono scappata a Detroit con Ste.
    Sono Tornata!! *conga!! nananana nà*
    vi sono mancata? per niente di sicuro v.v
    è un capitolo un po' così.. è da un po' che non scrivo, devo rirprendermi..
    Commentate mi raccomando =D

    .24

    Dopo quattro giorni di visite e analisi a Chiara, possiamo uscire dall’ospedale.. vengono Ste e Pedro a prenderci all’ospedale.. mi sto cambiando nel bagno della camera quando arrivano.
    Esco con su solo i jeans..
    << ciao amore >> mi saluta Ste dandomi un bacio.
    << ciao.. dammi un attimo che finisco di vestirmi >>
    Mi metto una maglietta stile hippy con tutti i fiori su sfondo bianco e sotto al seno una fascia marrone lucido.. ormai ho la mania di queste magliette.
    Sistemo le all star marroni e vado a prendere Chiara.
    << ehi, ciao amore mio >> dico prendendo in braccio Chiara che apre gli occhi a sentire la mia voce.
    Esco dal nido con lei in braccio e la poso nella culla che Ste ha portato.
    Usciamo dall’ospedale e vedo qualche flash.. e che cazz*! Non si può stare tranquilli?
    Andiamo all’auto di Ste, parcheggiata poco fuori e torniamo a casa.
    Hanno sistemato la culla e il fasciatoio e anche alcuni peluche che le ragazze mi hanno regalato.
    << amore, siamo a casa >> dico a Chiara accarezzandole la testolina.
    Pochi mesi dopo..
    << Ste! Vai tu ad aprire? Chiara sta mangiando >> dico io dal divano in salotto.
    Va alla porta e sento subito la voce felice di Giada.
    << ciao patata! >> esclama vedendo Chiara e dandole un bacio sulla testa.
    << amore, io e Ka siamo giù >> mi dice Ste indicando le scale.
    << va bene.. >>
    << ciao Chiaretta >> dice Ka dando un bacio veloce alla nipotina.
    << ma io sono diventata invisibile? >> chiedo fingendomi offesa.
    << ma no! Che dici! Ora salutavo anche te sorellina >> mi dice Ka dandomi anche a me un bacio.
    << bene, che ne dite di andare giù a fare i vostri bramini? >> chiede Giada spingendoli di sotto.
    E mentre Chiara, che ha finito di mangiare, si addormenta in braccio a Giada, io studio tutti gli appunti che mi ha portato.
    << quando torni a scuola? >> chiede Giada gironzolando per la stanza con Chiara in braccio.
    << solo per le verifiche e le interrogazioni.. come negli ultimi mesi.. forse gli ultimi due mesi >>
    << amore, Chiara ha quasi 5 mesi.. fra due settimane apriamo per i Guns n’ Roses.. >>
    << lo so.. e dobbiamo provare.. >> commento io.
    << e domani è anche il tuo compleanno >> mi fa notare lei.
    << sai che me ne ero completamente dimenticata >> le dico ridendo.
    << con Ste? Va tutto bene? >> chiede sedendosi vicino a me e ridandomi Chiara.
    << uhm.. >>
    << che è quel uhm? >> chiede lei preoccupata.
    << è da due mesi che litighiamo solo >> le dico guardando Chiara.
    << e come mai? >>
    << e come mai.. – la guardo – dice che non lo amo più e che sto diventando egoista >>
    << qua a qualcuno serve un bel lavaggio del cervello >> commenta lei.
    << sì, ma non solo io.. lui quasi sempre mi fa venire una testa così.. e tieni la bambina, e studia, e fai questo, e fai quello.. >>
    << ti devo assumere Cenerentola? >> chiede scherzando.
    Sorrido, Giada ha preso da me.. a nessuna delle due piace parlare sul serio, tendiamo sempre a scherzarci su.
    << amore? >>, è Ka.
    << sì? >>
    << andiamo? >>
    << non vi fermate a cena? >> chiede Ste prendendo in braccio Chiara che a sentire la voce del suo papà si sveglia e fa i sorrisini.
    << sarà per un’altra volta, dobbiamo andare dal parroco a vedere se è disponibile per la nostra pazza idea >> dice Giada sorridendo mentre Ka l’abbraccia.
    << va bene dai.. allora facciamo settimana prossima >>
    << ok.. ciao ragazzi, ciao Chiarì >>
    Quando vanno via, Ste si siede sul divano e accende la tv, mentre io porto Chiara nel lettino.. non è mia figlia questa! È un ghiro.. ha preso tutto dallo zio Ka e dallo zio Dani.
    << possiamo parlare? >> chiede Ste appoggiandosi all’arco della porta della cameretta di Chiara.
    << Ste, l’ultima volta che mi hai chiesto di parlare abbiamo finito col litigare.. >>
    << lo so.. e mi dispiace.. mi sono comportato male.. >> mi sussurra abbracciandomi dolcemente..
    Mi lascio cullare tra le sue braccia.
    << sai.. mi piace tenerti così… sento che sei solo mia.. che tu ami solo me.. >> mi dice baciandomi il collo.
    Poi guarda Chiara che dorme nella sua culla.
    << è proprio bella ora >> commenta facendole una carezza senza svegliarla.
    << già.. uno splendido capolavoro.. >>
    << che ne dici di andare a dormire? >>
    Annuisco e andiamo in camera, che è la porta subito dopo quella di Chiara.
    << a luglio vendiamo questa casa.. >> gli dico mettendomi il pigiama.
    << sarà bene iniziare a cercarne una a Milano.. >> mi dice sorridendo.
    << già.. se mai quando finisco la maturità andiamo a guardare qualche appartamento.. >>
    << o una villetta a schiera.. penso che a Chiara piacerà.. >>
    << vedremo – mi infilo sotto le coperte – come mai è venuto Ka oggi? >>
    << curiosona.. – si sistema vicino a me e mi abbraccia – uhm.. niente, stiamo organizzando un concerto e guardavamo quali location vanno bene.. >> mi risponde coccolandomi.
    Ci penso su poi lo guardo.
    << come scusa? Concerto? >>
    << ho deciso di tornare nei Finley >>
    Per poco non caccio un urlo e lo abbraccio fortissimo.
    << ma davvero? >>
    << sì.. tu e Ka siete gli unici a saperlo.. domani mi vedo con Pedro e Dani e lo dico anche a loro.. anche perché dobbiamo fare una cosa >>
    Sono delusa.. non si ricorda che domani è il mio compleanno.. ha preso i suoi impegni con i suoi amici.
    << ehi, che c’è? >> chiede notando la mia espressione.
    << niente.. figurati >>
    Guardo l’ora.. le 4 di mattina.. da poco più di mezz’ora ho 19 anni.
    << non puoi farmi quel visino prima di darti il mio regalo >> mi dice con un sorriso allungandosi verso il comodino.
    Prende una scatolina quadrata.. il mio cervello tende a fare così: scatola quadrata = anello = proposta = matrimonio = assolutamente no = rottura definitiva tra me e Ste.
    Come sospettava il mio cervellino, è un anello.. con la stessa forma del braccialetto che mi regalò quando mi disse “Ti Amo” per la prima volta.
    << Ile, io non ti sto chiedendo di sposarmi.. voglio solo sapere se accetti di passare parte della tua vita con me.. da ora fino a quando non smetterai di amarmi.. >>
    Guardo la scatolina e poi guardo Ste..
    Annuisco tra le lacrime e mi infila l’anello..
    << ti amo amore mio >> mi sussurra.
    << anche io ti amo >>
    << pensavi che mi fossi dimenticato del tuo compleanno? >> chiede lui ridacchiando.
    << in un primo momento sì.. >>
    << non dimenticherò mai il giorno in cui è nata la mia splendida pulce >> mi sussurra sorridendo e mordendomi dolcemente l’orecchio.
    Ci scambiamo qualche bacio.. mi accarezza le cosce e mi sussurra qualcosa.. lo sento toccarmi gli slip, ma lo fermo..
    << amore, lo sai che non possiamo ancora.. devi aspettare ancora un mese o due >> gli dico accarezzandogli il viso..
    << va bene.. >>
    Si rimette al suo posto e mi abbraccia.. e così, alle luci dell’alba del 3 marzo 2012 ci addormentiamo.

  5. #25
    Backstage Addicted


    Data Registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    356

    Predefinito Re: Sweet Child O' Mine

    Ritorno!! Chissà di chi.. mah... xD
    Commenti prego v.v

    .25

    27 marzo 2012, mattina.
    Sono quasi le 11.. io sono in camera d’albergo con Chiara che si fa coccolare da Dani e Pedro.
    Ka e Ste sono a fare un giro per Roma..
    << quando inizierà a parlare? >> mi chiede Pedro giocando con Chiara.
    << verso i 10 mesi credo.. come me.. e a camminare bho.. sempre in quel periodo.. >> dico io.
    Noi siamo arrivati ieri sera, siamo venuti in giù con il van.. sia io che Chiara ancora non possiamo prendere l’aereo.. lei è troppo piccola e io non posso lasciarla da sola.
    << chiamo Lucri vedo fra quanto partono da là >> ci dice Dani uscendo con il cellulare in mano.
    Rimaniamo io e Pe..
    << si è addormentata >> mi fa notare lui poggiandola nella culla.
    << si vede che trasmetti tranquillità.. >> dico io sorridendo.
    << non per niente mi hanno chiamato “Pacifico” >> commenta lui voltandosi verso di me.
    << e Ste? Come mai Coraggio? >> chiedo curiosa mentre mi sdraio sul letto.
    << perché, secondo Ka, era coraggioso ad andare con tutte ragazze che non erano proprio il massimo.. >>
    Mi metto a ridere.. Ka le tira fuori da non so dove queste!
    A parlare dei diavolo, spuntano le corna.. arrivano Ka e Ste.
    << finito il giro? >> chiedo io.
    Si spostano e vedo entrare una ragazza alta, con i riccioli rossi e gli occhi verdi..
    Le lentiggini nascoste dal correttore e il sorriso triangolare..
    << Rachi.. >> dico in un sussurro.
    Le scende qualche lacrima e mi corre incontro abbracciandomi tra i singhiozzi.
    << scusa >> mi dice insistente.
    << ehi, calma.. – la stacco da me – che succede? Non ti devi scusare di niente >>
    << come di niente? Vi ho lasciate con una scusa assurda e non mi sono più fatta sentire >> mi ricorda lei asciugandosi le lacrime.
    << quello è passato.. – la abbraccio ancora – lo sai che tu sei una delle Deal.. noi non ci possiamo arrabbiare e non possiamo abbandonare nessuna delle componenti >>
    Lei mi sorride timidamente.
    << auguri >> le dico oggi, 27 marzo.. il giorno in cui compie 19 anni e in cui apriamo il concerto dei Guns n’ Roses.
    << sei qua da sola? >> chiedo.
    Si incupisce nuovamente.
    << ragazzi, ci lasciate sole? >> chiedo gentilmente.
    Loro annuiscono e escono.
    << che è successo? >> chiedo preparandomi al peggio.
    << Torres mi ha lasciata.. – mi guarda – mi ha lasciata per una sedicenne del suo paese che si portava a letto da cinque mesi già! >>
    << dov’è ora? >> le chiedo prendendo la mazza da baseball di ferro.
    Lei mi guarda e scoppia a ridere.
    << che c’è? È vero! Lo uccido con le mie mani appena lo vedo! >> dico riponendo le armi.
    << sai di farmi paura? >>
    << sì, l’ho sempre saputo.. d'altronde io sono la strega di Hansel e Gretel >>
    Scoppiamo a ridere entrambe per le cavolate che non muoiono anche dopo quasi un anno di lontananza.
    Sentiamo dei gorgoglii..
    << sì, arriva la tua mamma – mi alzo e prendo in braccio Chiara che si è appena svegliata – Chiara, lei è la zia Rachi.. salutala dai.. >>
    << ciao amore >>
    Rachi la prende in braccio e la bimba inizia a ridere..
    << le stai simpatica.. >> noto con un sorriso contento.
    << è identica a te.. >>
    << il naso è quello di Ste >>
    << già, anche i capelli.. quand’è nata? >> chiede.
    << il 17 ottobre, quando è nato Dani.. non immagini quanto è stato contento di sapere di avere una nipote che è nata il suo stesso giorno >>
    << per avere 5 mesi ne dimostra molti di più.. è bellissima >>
    Dopo poco Chiara si riaddormenta.
    << caratteristica di casa Ruggiero e Calvio >> sbuffo io rimettendola nella culla.
    Ci sdraiamo sul letto e lei mi racconta per bene cos’è successo con Fernando e tutto il resto.
    << ho una cosa per voi e le ragazze dopo.. >> mi dice sorridendo.
    Toc – toc..
    << ci chiedevamo se eravate scappate con i camerieri.. >> fa Ste entrando.
    << ahah.. quasi quasi >> dico io.
    Ste mi guarda male..
    << ma dai amore.. – mi avvicino a lui e lo bacio – non te la prendere >>
    << no che non me la prendo.. ma lo sai che sono geloso >> mi abbraccia da dietro e mi bacia.
    << e questo? >> chiede Rachi indicando l’anello che porto al dito.
    << una promessa di rimanere insieme fino a che dura >> spiego sorridendo.
    Toc – toc..
    << ancora? Ma chi è? >> chiedo sbuffando e andando alla porta mentre i ragazzi si coccolano Chiara da bravi zii.
    << oh, finalmente! >> esclama Giada entrando con le altre.
    Appena vedono Rachi seduta sul letto si fondano su di lei abbracciandola.
    << ci sei mancata tantissimo >>
    << non siete arrabbiate? >> chiede con un sorriso.
    << no.. >>
    << ma Torres? >>
    E così, si rifà la moviola del racconto di prima.
    In cinque secondi siamo pronte con le nostre armi.. se non ci fermava Rachi, noi ora eravamo già là in Spagna.
    << abbiamo un concerto da opened stasera.. a fare le prove su >>
    Così andiamo allo stadio, mentre i ragazzi fanno un giro per la capitale con Chiara nel passeggino.
    << arrivano >> urla Anto con la chitarra al suo fianco saltellando da un capo all’altro del palco.
    << cosa? >> chiede Giada da dietro la batteria risvegliandosi dai suoi sogni..
    Guardiamo verso il fondo dello stadio.. la prima cosa che si nota è il cappello a cilindro con le borchie e i capelli riccioli di Slash.. le chiome biondo platino di Duff e Steven.. la bandana che nonostante l’età, Axl porta ancora e il cappellino basso di Izzy..
    I Guns n’ Roses, formazione originale del 1985 davanti a noi e apriremo il loro concerto.
    Se è un sogno, vi prego non svegliatemi!

  6. #26
    Backstage Addicted


    Data Registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    356

    Predefinito Re: Sweet Child O' Mine

    Mi scuso umilmente con Amy se non è dettagliato al massimo.. però non sapevo che scrivere!! ç__ç potrà mai perdonarmi? XD
    Rocket Queen Axl te l'ha dedicata v.v.. contenta?
    Bene bene.. commentate in tante!

    .26

    Scendiamo dal palco e raggiungiamo i Guns.. fa così strano dirlo..
    Posano i loro strumenti vicino alle scalette del palco e ci raggiungono.. sto parlando veramente con Duff? Il bassista da cui ho preso il nome per il mio basso.. e stasera userò quello!
    Ci chiedono un po’ della nostra band, della discografia, il genere che facciamo.. arriva la moglie di Slash, Perla, che ha portato le birre.. così, tutti insieme seduti nel campo a berci una birretta con i Guns n’ Roses..
    Vediamo scorrazzare due bambini..
    << they are my sons >> mi dice Slash guardandoli con un sorriso..
    Gli assomigliano molto..
    Arriva il loro manager per provare.. noi stiamo sdraiate sul prato ad ascoltare..
    A “Don’t Cry” Giada inizia a piangere.. è la canzone sua e di Ka.. sentirla live la emoziona..
    Guardo Slash sul palco.. come lui stesso ha detto in un’intervista, la paternità gli ha messo la testa a posto.. ha iniziato a fare meno cazzate, a prendersi più responsabilità.. ma sul palco c’è sempre la grinta e la voglia nel suonare che lo fanno tornare a 20 anni fa, quando iniziava la sua avventura nei Guns.. è sempre il primo concerto..
    Verso le 17 arrivano i ragazzi..
    Vado da Ste che spinge il passeggino con dentro Chiara e la prendo in braccio.
    Mi volto automaticamente verso Ka.. è sbiancato alla vista di Slash.. certo, l’aveva già visto in concerto, l’aveva visto tramite chat quando gli ha fatto gli auguri due anni fa.. ma trovarselo di persona è tutta un’altra storia..
    Slash si ricorda di lui e lo saluta come se fossero amici da anni.. vanno sul palco e iniziano a parlare di chitarre e delle loro carriere..
    Dani e Pedro intanto stanno con le loro belle.. Giada e Rachi non si vedono da nessuna parte.. ah, eccole là!
    Stanno parlando con Izzy..
    Chiara, che è in braccio a me, inizia a fare dei gorgoglii e con la manina sembra che indichi Duff che sta parlando con Ste.
    << che c’è amore? Hai visto Duff.. >> mi avvicino a loro..
    << Is she our son? >> ci chiede Duff guardandola.
    << yes, her name is Chiara >> gli dice Ste.
    Duff la prende in braccio e lei inizia a ridere contenta e tirargli i capelli biondi..
    Ora però dobbiamo andare.. alle 18 aprono i cancelli.
    Andiamo al “Rainbow” un locale che hanno aperto qua a Roma proprio in onore dei Guns e del loro video “November Rain” e mangiamo tutti insieme..
    Stiamo sul cortile sul retro del locale a fumare una sigaretta mentre io do da mangiare a Chiara..
    << mentre siamo sul palco, te peste stai con il tuo papà.. va bene? >> dico a Chiara che mi sorride e agita le manine.
    Vede passare Duff e inizia a fare urletti per richiamare la sua attenzione.. lui si avvicina e la prende in braccio..
    Ore 21, inizio del concerto.
    Noi ragazze ci siamo preparate.. siamo a bordo palco.. Giada butta via la sigaretta e sale tra le urla che vengono dal prato e dalle tribune..
    Poi su Rachi e Anto.. e infine io e Lucri..
    << ciao Roma! >> urla Rachi nel suo microfono.
    Iniziamo con “Libera”, ormai il nostro brano simbolo.. ci divertiamo come non mai.. nella tribuna centrale c’è un cartellone, sono i nostri compagni di classe..
    << grazie a tutti, buon concerto.. Ile, Lucri, Rachi, Giada e Anto.. le Deal! >>
    Scendiamo dal palco e si spengono le luci.. i tecnici sistemano il pianoforte a coda al centro del palco.. cambiano i piatti alla batteria..
    Vado dalla mia Chiaretta e da Ste.. lui mi abbraccia e mi bacia..
    << sono orgoglioso di te amore mio >> mi sussurra dolcemente..
    << è un sogno che si è realizzato >>
    Inizia a baciarmi con più passione.. gli altri se ne accorgono..
    << Chiaretta bella, vieni dalla zia Anto >> dice Anto prendendo in braccio la piccola.
    Ci lanciano uno sguardo complice e Ste mi prende per mano.
    Andiamo nel camerino di noi ragazze e mi fa sdraiare sul divanetto baciandomi e togliendomi la maglietta.
    << mi manca sentirti >> gli sussurro mentre si abbassa e mi slaccia i jeans..
    Velocemente gli tolgo i jeans mentre si libera della camicia cadendo all’indietro..
    Mi metto a ridere e lo aiuto ad alzarsi.. mi spinge contro il muro.. ci liberiamo anche dell’intimo e sulle note lontane e sfocate di “November Rain” ci amiamo..
    << ti amo >> mi sussurra mentre gli bacio la fronte leggermente sudata..
    << anche io ti amo >>
    Ci rivestiamo e ci sediamo sul divano a coccolarci..
    << torniamo di là a vedere il concerto? >>
    Annuisco e ci alziamo..
    Slash sale sul pianoforte e fa le prime note de “Il Padrino”…
    Arriviamo e Chiara si allunga verso di me appena mi vede..
    La prendo in braccio e ascoltiamo quei tre minuti di chitarra che fa venire i brividi..
    << tonight.. this song is an other reason for make love.. it is dedicated to all lovers >> dice Axl sedendosi al pianoforte..
    Parte “Don’t Cry”
    Alle prove Giada ha pianto.. ora è abbracciata a Ka e ballano lentamente la loro canzone.. romanticamente..
    Dopo questa canzone ne seguono altre, alcune anche del cd solista di Slash..
    La penultima canzone è “Rocket Queen”..
    Dani e Lucri si stringono e lui le sussurra qualcosa che la fa ridere..
    << the final song.. is.. is a song that everyone know! So.. this song is the.. what? It is for a child – già da qua molti capiscono e iniziano a urlare – a child that I love and she was my wife.. my dear, I love you again.. >>
    Slash inizia con l’intro di “Sweet Child O’ Mine”..
    E su quelle note finisce il concerto dei Guns n’Roses a cui le Deal hanno fatto da opened..
    Ora ci saranno grossi cambiamenti.. ma di che tipo? Chissà..
    E come dice Battisti.. lo scopriremo solo vivendo..
    Per ora so solo che tra un po’ una cicogna verrà a farci visita..

  7. #27
    Backstage Addicted


    Data Registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    356

    Predefinito Re: Sweet Child O' Mine

    .26

    23 luglio.
    Foggia.
    Da quasi 20 giorni io, Lucri, Giada e Rachi siamo nelle vacanze che ci dividono dall’anno sabbatico che ci vogliamo prendere.. tutte promosse alla maturità.. io e Giada con 87, Rachi con 75 e Lucri con 91… ora siesta!
    Io e Dani andiamo dai nonni.. è la prima volta che li vedo.. metto Chiara nel passeggino e salgo con Dani per una stradina di campagna..
    Tutti gli altri sono già a Citno, dove, tra qualche giorno, Giada e Ka si sposeranno.
    Mi trovo di fronte a una villa immersa nel verde.. a due piani, bianco crema.. un enorme giardino con la piscina..
    << dove passavamo le estati io e Ka.. >> mi dice Dani mentre apre il cancello di ferro.
    << wow >> riesco a dire..
    Entriamo nel viale fatto con sassi lucidi e bianchissimi e raggiungiamo il portone..
    Ci apre una ragazza che salta in braccio a Dani.. avrà sì e no 14 anni..
    << ciao cugina >> dice Dani dandole un bacio.
    << ciao cugino – poi vede me – piacere, sono Ilaria.. la cugina di Dani.. tu sei? >>
    << Ilenia >> e le stringo la mano..
    << ci sono i nonni? >> chiede Dani mentre entriamo.
    << arrivano tra cinque minuti.. venite di là? >>
    Ci accompagna attraverso un lungo corridoio dove ci stanno dei cassettoni.. mi fermo a uno e c’è la foto dei Finley nella piscina di quella casa.. sotto la data “25 agosto 2007”
    Usciamo.. sul retro c’è un salotto all’aperto e la piscina..
    Alla faccia! Si trattano bene i nonni di Dani!
    Ci sediamo su uno dei divanetti e prendo in braccio Chiara.
    Dani si mette gli occhiali da sole e si accende una sigaretta mentre io faccio giocare un po’ Chiara sulle mie gambe..
    Ha quasi 10 mesi.. è un fiore di bimba! Diventa sempre più uguale a me anche se il caratterino è tutto del suo papà..
    << oh, Dani.. che bella sorpresa >> esclama una signora arrivando appoggiata al marito.
    << ciao >>
    Lui si alza e abbraccia i nonni.. li osservo.. lei è in forma.. ha gli occhi uguali a Dani e i capelli scuri raccolti in un crocchia.. lui invece tende a incurvarsi un po’ sulla schiena.. ma è un bell’uomo.. oserei dire quasi come Richard Gere..
    << questa bella ragazza chi è? La tua nuova fidanzatina? >> chiede la nonna sorridendomi.
    << ehm… no.. è meglio se vi sedete così vi spiego bene.. >>
    << prima facci presentare almeno.. – si rivolge a me – io sono Amelia, la mamma del papà di Dani.. e lui è mio marito, Tommaso.. e tu, cara, come ti chiami? >>
    << Ilenia.. signora.. >>
    << nome insolito, molto bello.. >>
    Ci sediamo e Ilaria ci porta il caffè..
    I nonni ascoltano attentamente il discorso del nipote.. e alla fine annuiscono..
    << bhe, l’ho sempre sospettato che tuo padre non fosse un uomo fedele.. – Amelia mi guarda – comunque noi ti accettiamo ben volentieri come nipote.. sei una Calvio infondo.. >> mi dice con un sorriso.
    Per metà sono una Calvio, per metà una Ruggiero.. ma il mio cognome è Arici! Mi metterei a ridere, ma mi trattengo..
    Sento Chiara tirarmi il vestito..
    << sì amore.. lo so che hai fame.. ora la mamma ti da la pappa >>
    << che amore >> esclama Amelia alzandosi e guardando Chiara.
    << vuoi prenderla? >>
    Lei annuisce e la prende in braccio..
    << ehi.. ciao.. sono la tua nonna bis.. oddio, già quando avevo 38 anni mi faceva strano girare con Dani in braccio.. ora ho in braccio la mia bis nipote.. >> dice Amelia contenta mentre si spupazza Chiara con Tommaso.
    << il padre chi è? >> chiede Tommaso.
    << la persona meno immaginabile in quel ruolo che voi conosciate >> dice Dani girando a bordo piscina.
    << Stefano? >> chiede Amelia sorpresa.
    Io annuisco.
    << ha messo la testa apposto finalmente quel ragazzo.. >> commenta contenta lei.
    Io mi metto a ridere..
    << e Ka si sposa fra qualche giorno >> aggiunge..
    << oddio! Il mio Ka! Quell’adorabile bambino che scorrazzava nel prato e giocava con le bambole… >> esclama lei.
    Non posso fare a meno che ridere..
    Ka che gioca con le bambole? Non poteva rimanere su quelle e lasciare stare Spongy?
    Rimaniamo con i nonni ancora per due orette e poi li salutiamo.. abbiamo l’aereo per Citno..

  8. #28
    Backstage Addicted


    Data Registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    356

    Predefinito Re: Sweet Child O' Mine

    Ahah, sì.. sono ancora viva XD e sono stata promossa *balla la samba*
    Ecco un bel capitoletto per voi a quasi 30 minuti dopo la mezzanotte.. ^^
    Bacioni a tutte da parte mia e di Pedro (la mia lepre-peluches)

    .27

    30 luglio.
    Ieri sera ci sono stati gli addii al nubilato e al celibato di Giada e Ka..
    In due posti ben distinti dell’isoletta.. così da divertirci senza nessun ragazzo tra i piedi.. o meglio.. i nostri dato che per l’addio di Giada abbiamo chiamato tre o quattro spogliarellisti..
    Ci siamo divertite come non mai e intanto Chiara era nelle fide mani della nonna..
    Mi sveglio e sposto di dosso la manaccia di Rachi dalla mia faccia e la gamba di Lucri dal mio stomaco.. ma come cavolo abbiamo dormito?
    In mutande e canottiera raggiungo il bagno e mi do una rinfrescata.. poi guardo l’ora.. sono quasi le 7.. Chiara deve mangiare..
    Così mi infilo di un paio di pantaloncini e esco dalla camera..
    Per il nostro soggiorno abbiamo prenotato una piccola cascina tutta per noi.. il matrimonio invece si farà sulla spiaggia.. a cinque minuti a piedi dalla cascina..
    Scendo le scale e vado verso la cucina, dove ci sono mia mamma e Chiara..
    Nell’entrare vedo subito i capelli riccioluti di Pedro che vengono tirati da Chiara..
    << prima Duff, ora lo zio Pedro.. ma si può sapere che ti fanno i capelli? >> chiedo prendendola in braccio.
    << buongiorno mattiniera >> mi dice Pedro dandomi un bacio sulla guancia.
    << buongiorno.. >>
    << oggi mi puoi dedicare la giornata? >> chiede mentre versa in due tazze del tè freddo, come piace a noi..
    << per cosa? >> chiedo io mentre mi sollevo la maglietta e allatto Chiara..
    << dobbiamo scrivere i discorsi dei testimoni.. ricordi? Dovevamo farlo l’altro giorno.. ma dato che tu e Ste avete pensato bene di andarvene.. dobbiamo farlo oggi >> dice bevendo..
    << ok.. Chiara intanto tu stai con il tuo papà.. va bene? >>
    E io che mi aspettavo una risposta.. lei mangia tranquilla dal mio seno e basta..
    << mi è venuto un seno enorme >> commento io prendendo il tè..
    << sarà ben contento Ste.. >> scherza Pedro..
    << non immagini quanto.. >>
    Dopo un po’ finisce di mangiare e le pulisco la bocca e mi riabbasso la maglietta mentre Pedro chiacchiera con mia madre..
    << dov’è la mia nipotina? >> chiede Dani entrando con un sorrisone..
    << è qui.. ha appena finito di mangiare >> gli dico mentre la prende in braccio..
    << oi.. ciao bellissima.. – le da un bacio sulla guancia – sta diventando sempre più cicciotella >>
    << avrà preso da qualcuno.. >> commenta Ste entrando seguito da Lucri e Anto.
    << stai insinuando che sono grassa? >> chiedo guardandolo mentre mi fa sedere sulle sue gambe..
    << no amore.. però non è che sei magrissima.. >>
    << lo so.. infatti meglio in carne.. almeno c’è qualcosa da toccare >> dice lui affondando il viso nella mia spalla e baciandomela..
    << certo che anche tu Ste da quando stai con Ile un po’ di chili li hai messi su.. >> commenta Ka.
    << eh certo.. poi non siamo sempre in movimento come te e Giada >>
    << bhe.. però ci divertiamo.. >>
    << ahh.. mi chiedo come farai domani notte senza di lei.. >>
    Lui si volta spaventato e mi guarda preoccupato..
    << perché? >> ci chiede già con le lacrime..
    << bhe, la sera prima del matrimonio, lo sposo e la sposa dormono separati.. poi avete una vita per stare insieme.. >> gli spiega Dani.
    << giusto.. >>
    << ma a proposito.. dov’è la mia bella? >> chiede Ka guardando fuori..
    << sta ancora dormendo.. è con Rachi.. >>
    Ka si alza per andare a chiamare Giada, ma appena esce se la ritrova davanti..
    << ciao mia unica ragione di vita >> dice Ka prendendola in braccio e baciandola..
    << ciao amore mio >>
    << potete trattenerci dalle smancerie, per favore? >> chiede Rachi sbadigliando.
    Loro ridono e si siedono con gli altri a fare colazione..
    << amore.. oggi la puoi tenere tu Chiara? Devo scrivere il discorso con Pedro.. >> dico a Ste con un sorrisino dolce mentre fa giocare Chiara fuori in cortile..
    << ok.. ma non stare via tanto.. >>
    << no figurati… >>
    << e dove state a scriverlo? >>
    << pensavamo sulla collina.. almeno c’è calma e silenzio.. così prima iniziamo e prima finiamo >>
    << bene.. poi al ritorno sei mia.. >>
    << certo.. >>
    Chiara si addormenta in braccio a Ste che la porta di sopra in camera nostra e sta con lei.. mentre io sto in cortile, seduta sul dondolo..
    Arriva Dani..
    << sorellina >>
    << fratellone >>
    Mi abbraccia e mi da un bacio sulla testa..
    << fra un po’ allora diventi zia.. >>
    << già.. >>
    << contenta? >>
    << contentissima! E poi Chiara avrà un amichetto con cui giocare.. >>
    << o amichetta.. >>
    << giusto.. >>
    Un attimo di silenzio e Dani mi coccola come solo un fratello sa fare..
    << dove hai detto che vanno in luna di miele Ka e Giada? >> mi chiede lui.
    << hanno prenotato in Scozia e in Irlanda.. fanno una settimana in un posto e l’altra nell’altro.. >>
    << bene.. poi quando tornano sarà la fine.. dobbiamo iniziare a registrare il quarto album, organizzare il concerto per il ritorno di Ste.. >>
    << le fans lo sanno? >>
    << no, ma sei pazza? Vogliamo che sia una sorpresa.. >>
    << alcune potrebbero anche essere colte da infarto >>
    << se.. non credo.. >>
    << perché sei dall’altra parte della scena.. >>
    Ci chiamano gli altri.. è pronto il pranzo.. poi, verso le 14, con Pedro e la chitarra “gentilmente prestata” da Ka, andiamo in collina.
    << tranquillità >> esclama Pedro lasciandosi cadere per terra a stella..
    << wow.. che bello >> commento guardando il paesaggio..
    << già.. quasi come su a casa dei tuoi zii.. >> dice Pedro sedendosi vicino a me..
    << ancora ti ricordi? >>
    << certo.. mi ricordo tutto.. anche la scaletta di quella sera.. >>
    << che è meglio rimanga tra noi.. >>
    << giusto… >>
    Tiro fuori il block notes e lo passo a Pedro che inizia a disegnare fiorellini e cuoricini sparsi ovunque..
    << ti vuoi concentrare o ti spacco la chitarra sulla testa? >> gli chiedo esasperata.
    << no dai.. scriviamo.. >>
    Proviamo a scrivere qualcosa.. ma niente.. non ci viene niente..
    << ehi.. proviamo se no con una canzone.. >>
    << cosa? >>
    << sì.. al posto del classico discorso dei testimoni.. proviamo a scrivere una canzone.. >>
    << Pedretti.. inizio a stimarti già molto di più.. >>
    << bene.. >>
    Prendo la chitarra e provo a fare qualche accordo.. scriviamo qualche strofa e sopra ci appunto gli accordi..
    << un pezzo finito >> esulta Pedro.
    Io, per la contentezza, muovo fin troppo la tastiera della chitarra, fino a spiaccicare in faccia a Pedro la paletta.
    << oddio, scusa tanto.. scusa Pe.. non l’ho fatto apposta >> gli dico subito vedendolo sdraiarsi con le mani sul viso..
    << mi hai fatto male al naso >> si lamenta lui..
    << eh, massimo te l’ho fatto rientrare un po’.. non è un dramma, anzi.. devi ringraziarmi.. >> gli faccio ridendo..
    Anche lui ride, ma si ferma..
    << fa male! >> esclama lui.
    << la zia Ile ti ha fatto la bua? >> dico con una vocina ridicola..
    Gli do un bacino sul naso..
    << passato? >> chiedo sorridendo.
    << uhm.. no.. ho male anche qui >> dice indicandosi sopra le labbra..
    << eh no.. con me non funziona caro.. >>
    Mi metto seduta e cerco di alzarmi, ma lui mi prende la mano, facendomi voltare verso di lui.. mi guarda per un secondo negli occhi..
    Poi mi bacia.

  9. #29
    Backstage Addicted


    Data Registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    356

    Predefinito Re: Sweet Child O' Mine

    Scusate se non è il massimo ma stasera ogni volta che scrivevo Ste, mi veniva in mente il ragazzo che mi piace.. che stasera ho scoperto che è fidanzato.. v_v.. c'est la vie.. buona lettura e buona notte <3

    .28

    Si stacca lentamente e mi guarda..
    << eh.. scusa.. non volevo.. ma è da tempo che volevo farlo.. >> mi dice balbettando imbarazzato.
    << Pedro.. che cavolo ti salta per la mente? >> chiedo guardandolo male..
    << mi dispiace >>
    Mi alzo e prendo la chitarra rimettendola nella custodia.. sto per prenderla, ma lui mi ferma..
    << che fai? >> chiede spaventato.
    << vado via.. no? Te la finisci da solo la canzone >> dico arrabbiata.
    << Ile, dai… è stato solo un bacio.. >>
    Mi volto..
    << rimango solo per finire la canzone perché è per il matrimonio di mio fratello e della mia amica, chiaro? >>
    Lui annuisce e ci rimettiamo al lavoro..
    Dopo mezz’oretta abbiamo finito..
    Prendo i fogli e li piego mentre Pedro si accende una sigaretta..
    Ci alziamo e scendiamo silenziosamente.. uno vicino all’altro.. poco prima di arrivare lui mi ferma..
    << Ile.. dai.. ti prego.. scusami.. non può un insignificante bacio rovinare la nostra amicizia.. >> mi fa con gli occhioni dolci..
    << bhe, ormai le abbiamo fatte tutte io e te.. no? >> gli dico sorridendo..
    Mi abbraccia e entriamo nella cascina..
    Raggiungo Ste.. è in camera.. addormentato vicino a Chiara..
    Prendo in braccio la piccola e Ste si sveglia..
    << uhm.. sei tornata.. >>
    << si vede proprio che siete padre e figlia.. >> gli dico con un sorriso..
    Lui si avvicina a me e mi da un bacio.. ma si stacca subito.. sembra pensare..
    << Pedro ti ha baciata >> dice subito infuriato.
    << Ste, te l’avrei subito detto.. è stato un bacio che non ha significato niente.. >> gli dico a bassa voce senza svegliare la piccola.
    << sta di fatto che però vi siete baciati >> mi dice uscendo e sbattendo la porta..
    Sospiro.. perché fa così?
    Mi sdraio sul letto e poggio Chiara di fianco a me con la testa sul cuscino basso..
    C’è il profumo di Ste.. è da quando stiamo insieme che usa sempre lo stesso.. sempre lo stesso che mi fa andare fuori di testa quando lo sento.. lo stesso che alla mattina, anche se non era lì con me, sentivo sulla sua maglietta che usavo come pigiama..
    << scusa.. >> mi fa rientrando..
    Alzo lo sguardo verso di lui, ma non gli rispondo..
    << amore? >> mi chiama scrollandomi un po’..
    Ancora non do cenni di ascoltarlo..
    Mi fa voltare e mi costringe a guardarlo negli occhi..
    << questa è la fiducia che tu hai nei miei confronti >> gli dico alterata..
    << lo so.. ma mi dispiace.. lo sai che sono geloso.. >>
    << e di cosa? Di me e Pedro? >>
    Lui annuisce lento..
    << Ste, sembri un bambino.. >> dico voltandomi a guardare Chiara e a farle qualche carezza..
    << il tuo bambino cattivo e geloso.. >> mi dice sorridendo contro il mio collo..
    Ma come faccio a resistere a un ragazzo così?
    Lo guardo sorridendo..
    << e io sarei la tua bimba? >>
    << no.. lei è la mia bimba – e fa una carezza sulla testolina a Chiara – tu sei la mia perla rara.. sei il mio tutto.. come faccio senza di te? >>
    << bene.. ma ti prego.. non farmi più il muso.. ti prego.. >>
    Lui mi fa un sorriso e si abbassa baciandomi..
    Sentiamo bussare alla porta.. è Giada..
    << Ile, mi puoi venire a dare una mano? >> mi chiede con gli occhi dolci..
    Annuisco e sposto Ste da sopra di me..
    << amore, bada tu alla piccola.. >>
    << è per il vestito e ora i ragazzi sono con Ka.. ti stanno aspettando.. >> gli dice Giada..
    Con attenzione prendo in braccio Chiara e andiamo in camera di Giada..
    C’è il suo vestito da sposa sul letto..
    << che succede? >> chiedo io..
    Il vestito è perfetto.. bianco.. senza spalline.. con la coda..
    << non mi piace più… lo voglio più… più.. >> dice mentre si gira tra le mani le forbici..
    Ci penso su.
    << mettilo.. >>
    << eh? >>
    << provatelo.. cosi vediamo che fare.. >>
    La aiuto a indossarlo e poi le giro attorno un po’..
    << uhm.. – vado fuori – Anto! Rachi! Lu! A rapporto! >> esclamo.
    In un nano secondo sono su.. Lu si occupa di Chiara intanto e la fa giocare..
    << che ne pensi di farlo un po’ stile November Rain? >> propone Rachi.
    November Rain.. ora ci ripenso.. quando l’ho sentita live non ci ho fatto caso, forse perché in quel momento io e Ste eravamo “occupati” in altro.. però mi viene ancora in mente Stefano..
    Ogni tanto fantasticavamo sul nostro matrimonio.. ma per scherzo.. e io gli dicevo sempre che volevo il vestito della nostra canzone.. e lui ovviamente rideva e poi mi diceva che ero una piccola maliziosa..
    << uhm.. si potrebbe fare.. proviamo >> dice Giada convinta..
    Prende gli spilli e la aiutiamo a sistemarlo..
    Poi si volta verso lo specchio..
    << aggiudicato >>
    << sì.. a me piaci tantissimo.. e poi ti sta da Dio.. >>
    << l’unico problema è vedere se poi Ka resiste ad aspettare la sera per andarvene.. >> dice Lucri ridendo.
    << così poi eliminate dalla lista anche voi “nudi tra le nuvole” >> dico io.
    << come? >>
    << bhe, domani mattina non partite per la luna di miele? >>
    << si.. e allora? >>
    << magari siete sull’aereo.. la frase della canzone Lei “Nudi tra le nuvole” può essere realizzata.. no? Io e Ste abbiamo già provveduto >> gli dico ridacchiando.
    << e quando? >>
    << eh… sapessi.. >>
    Finiamo verso l’ora di cena di sistemare il vestito e poi andiamo di sotto a mangiare..

  10. #30
    Backstage Addicted


    Data Registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    356

    Predefinito Re: Sweet Child O' Mine

    Ragazze, il prossimo capitolo è già in cantiere, ma devo finirlo e non so quando avrò tempo e ispirazione per finirlo..
    Posterò raramente, se non mi assenterò addirittura per una o due settimane.. dipende sempre dalle profi quanto ci danno (non vorrei essere ancora rimandata come l'anno scorso).
    Ma di tanto in tanto tornerò.. e comunque, nella mia ff..
    THE BEST IS YET TO COME!

    Bacioni a tutte e mi scuso infinitamente!

Pagina 3 di 6 PrimaPrima 12345 ... UltimaUltima

Segnalibri

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •