Vai a Team World Shop
Risultati da 1 a 5 di 5
  1. #1
    MILEY MOD


    Data Registrazione
    Mar 2013
    Messaggi
    81

    Predefinito Love Magazine - MILEY [Traduzione]



    MILEY


    All’inizio non ero molto sicura riguardo a Miley come molte altre persone. Era complicato prendere in prestito dei vestiti per il servizio fotografico poiché sembra che lei divida la sua opinione in maniera Marmite-esque. Molte persone che io rispetto non volevano essere coinvolte. Pensavano che ci fosse qualcosa di superficiale in lei, addirittura pericoloso.
    Ma poi la incontri. E lei è la più affascinante ed intrigante celebrità che io abbia mai incontrato. Mi ricorda una giovane Drew Barrymore, una persona più saggia degli anni che porta, che ha visto molto ed è uscita dall’altra parte (all’età di 21 anni), ed è circa pericolosa quanto il mio coniglio. Lei è estremamente vivace, in effetti quasi ipnotizzante.
    Sinceramente, ero titubante riguardo allo scrivere un’introduzione a questa storia. Non mi sentivo come se avessi il bisogno di difendere la decisione di lavorare con Miley solo perché mi piace – Marc Jacobs mi aveva detto che l’avrei adorata – e mi piace Bangerz. Ma poi c’è stato su internet quel furore legato al fatto che lei abbia sparlato di Beyonce nell’intervista che segue. Non l’ha mai fatto: Beyonce non è mai stata addirittura nominata. Sia io che lei non siamo interessate nello sparlare di qualcuno, soprattutto se non di talento ed affascinante quanto Beyonce. La vita è troppo corta e come Miley dice nell’intervista: “Io non parlo mai male di nessuno”.
    In più lei adora assolutamente la moda: le sta bene e la diverte. È arrivata nello studio indossando un top trasparente Margiela, con i capezzoli coperti con delle toppe a forma di stella, dei pantaloni neri skinny in polivinile e pesanti stivali lace-up. Lei è alta e snella, e sa vestire molto bene, dovrebbe infatti indossarne così molto più spesso. La sua scelta di musica era strana ed interessante presumibilmente influenzate da suo padre: essa include “Tiptoe Through the Tulips” di Tiny Tim e “Ruler of My Heart” di Irma Thomas, accanto alla più prevedibile Lil’Kim. Inoltre, s’è fatta viva al servizio fotografico in orario, e non ha mai fatto una telefonata o risposto a nessun messaggio nelle varie occasioni in cui ho lavorato con lei - molti dovrebbero prender nota riguardo a questo livello di concentrazione e dedizione. Quando la stavamo fotografando per la campagna di Marc Jacobs, gli scatti erano difficili da creare poiché avevamo diverse ragazze nelle foto e diversi set di pellicole per l’illuminazione. Ad un certo punto David Sims ha ringraziato Miley per la sua pazienza, e lei ha risposto “Non c’è nient’altro al mondo che preferirei fare adesso. Sto indossando Marc Jacobs su una spiaggia finta in uno studio di LA.” e lo intendeva sul serio. Quindi ecco a voi Miley, la perfetta star di oggi, e io sono sua fan.

    (Kate Grand, 7 Gennaio 2014)


    ~ ~ ~


    Miley Cyrus lascia il set del suo servizio fotografico per la copertina nel preciso momento in cui stiamo per sederci e parlare del suo anno di transizione. Nel popolare racconto della sua fiaba, il 2013 di Miley l’ha vista compiere 21 anni con una metamorfosi dalla cara Disney in un codice per il collasso della civilizzazione dell’Ovest, o almeno la parte femminile pop di essa. Data probabilmente l’enormità di quest’enorme cambiamento percepito e il volere della star di essere in piena forma per poterlo presentare, il suo management ci ha gentilmente chiesto se ci dispiacesse posticipare l’intervista con due giorni di ritardo. A Miley mancano i suoi cani lasciati a casa a Los Angeles. È stanca. Posso notarlo, un po’ distrattamente, nel momento cui il parrucchiere si offre di lavare via la tinta rossa dai suoi capelli, servita per il servizio fotografico. Lei spiega che può farlo da sola all’hotel.

    Nella settimana precedente, Miley ha viaggiato dalla città di Los Angeles tra Londra, Amsterdam e Berlino. Sono otto giorni prima del suo importante compleanno, per il quale dice che festeggerà non facendo niente di che (“Sono la persona più barbosa di sempre”), per poi esibirsi la sera seguente agli American Music Awards. Ha cacciato via questo ciclo promozionale accettando il premio Best Video per la sua sensazionale “Wrecking Ball” (“I never meant to start a war, I just wanted you to let me in/Non ho mai avuto intenzione di iniziare una guerra, volevo soltanto che mi lasciassi entrare”) agli MTV Europe Music Awards ad Amsterdam. Si è esibita con un vestito argenteo Spandex sulle note della sua hit “We Can’t Stop” che segna la sua ascesa adulta (“it’s our party we can do what we want to/è la nostra festa possiamo fare quel che ci pare”; “It’s my mouth I can say what I want to/è la mia bocca posso dire quello che voglio”), mentre brinda con un nano di lattice. Ha accettato il suo premio da Will Ferrell in un bianco e scintillante costume da bagno e una voluminosa bombetta di pelliccia, tirando fuori dal suo clutch Chanel uno spinello e accendendolo sul palcoscenico. La folla ha lanciato un urlo di approvazione.

    A Berlino si è esibita con una diretta interpretazione di “Wrecking Ball” nel più grande programma pop tedesco “Wetten, Dass…?” in un abito vintage Moschino con simpatica stampa a fragola, i suoi capelli sistemati in due piccole crocchie. Aspettandosi forse che enfatizzasse l’infamia del suo nuovo impertinente personaggio pubblico, lei afferma che i produttori TV sono rimasti sconcertati dal concetto. “Sto cercando di spiegargli, in inglese e lui è tedesco, il perché della fragola. Gli dico che l’intero spettacolo è costruito attorno a questo vestito con le fragole e deve essere così.” E le loro facce erano facce da “questa persona è fuori di testa.” Ma io vedo ciò che spinge tutto insieme e rende tutto una storia. Nella mia testa è come se le fragole stessero esplodendo, quindi è come se Fruit Ninja incontrasse ciò che il mio cuore sente, ed è profondo, ma è anche divertente.
    A Londra deve esibirsi ad X-Factor e vuole miniaturizzare il grande, splendente palco in qualcosa di intimo, per far si che non sembri un’ altra brutta imitazione del palco degli Oscar. Ha predisposto una stramba cornice artistica di direzione per il set e portato a lungo un severo riferimento di luci, ispirate dal suo vestito per l’esibizione, un lungo e dorato vestito Marc Jacobs.
    La realizzazione è riconoscibilmente priva di fascino. Si colloca imperfettamente in maniera perfetta accanto ai suoi attuali quadri di riferimento. Agli American Music Awards la sua esibizione ruotava intorno ad un malvagio gattino animato; sembra quasi un cenno ad Odd Future, l’hip hop collettivo di Los Angeles con il quale condivide una passione per le interpretazioni contorte dell’iconografia dei cartoni animati. La più vicina visuale pietra di paragone alla successione di Miley dello stabilire gli scatti nel 2013, non è stato il lavoro dei suoi coetanei pop, ma il sorprendente successo commerciale di Harmony Korine con la sua sovraesposizione di modelli giovanili in Spring Breakers. Tra di loro sta emergendo una brutale nuova estetica. Il tutto si sente come materiale di tesi. Come spesso accade alle pop star che sono nel bel mezzo di un’intensa corsa promozionale, Miley Cyrus sta iniziando ad annoiarsi un po’ di se stessa. “Tutto è così pianificato da essere estenuante”, dice. “Mi sento come se fossi stata dappertutto. E non lo intendo in maniera da tabloid. C’è stata una sera in cui ero da Jimmy Kimmel alle undici e dovevo essere a Good Morning America alle sei della mattina seguente. Così, letteralmente, non ho dormito. Quella era la loro battuta: “Miley non dormirà stanotte, quindi vediamo quant’è brava ad esibirsi dopo non aver dormito.”

    Nella coscienza popolare, il 2013 di Miley è stato definito da sesso, droga e twerking. Il potere virale della sua prima esibizione di successo post-Disney agli MTV Video Music Awards dello scorso 25 Agosto è stato sbalorditivo. Quando hai avuto quel momento di raffreddamento dell’acqua globale, i produttori si aspettano il trucco per farlo girare ancora ed ancora. “Quando vado agli spettacoli della mattina ed è come arrendersi nella ******a mattinata e loro iniziano a dire cose come ‘Stiamo per andare ad un twerking party! E tu dovrai fare da giudice al twerk contest’, mi viene da rispondere ‘No, col ***** che lo faccio.’ Non potrai mai pagarmi abbastanza per farmelo fare. Letteralmente”. Più tardi si spiega meglio. “Davvero, quando le persone pensano a questo, la prima cosa che pensano di me, e io sono solo questa ragazzina bianca di Nashville che ha messo su un video divertente di me che ballo in un onesie (pigiami generalmente a pezzo unico a forma di animale che ricordano dei costumi di carnevale, ad esempio panda, giraffa, coccodrillo, ecc..- n.d.t.). Poi la gente la prende in maniera folle. Quindi è semplicemente da matti quanto controllo e un potere folle….” Ti viene dato nel corso di un momento culturale?” “Vero? Credo che sia per questo che le persone impazziscono una volta diventate famose.”
    Poiché è lei alla carica della sua stessa creatività, Miley si sente meglio equipaggiata nello spiegare le tangenti sfumature della sua immaginazione. Abituata al falso sfarzo di stagione di award in stagione di award punteggiando i suoi anni Disney, durante i quali aveva un contratto con la casa discografica Disneyana Hollywood Records, Miley porta ora prove d’illuminazione e trame piene di scena in tutto il mondo. Un piccolo team della sua stessa età, scelto da lei stessa per disposizione e temperamento, emette un tintinnio di idee via email oltre Los Angeles per nuovi scenari caotici e sbagliati, al fine di accendere il suo istinto di prestazione.

  2. #2
    MILEY MOD


    Data Registrazione
    Mar 2013
    Messaggi
    81

    Predefinito Re: Love Magazine - MILEY [Traduzione]

    (continua...)

    “Sai, le persone ridono e pensano che sia divertente quando dico che sono una grande femminista, ma quale parte di me non lo è? Io dico alle ragazze, sii ciò che sei. Fa’ quel ***** che vuoi.”


    A sorvegliare l’elemento pratico che consente di portare tutto ciò in vita è Diane Martel, la brusca regista/produttrice che causò molteplici controversie nel 2013 partendo dal dirigere il video “Blurred Lines” di Robin Thicke. Incubata nella freddo e casto perfezionismo della Cenerentola della fabbrica dei sogni Disney, Miley ora ama tutto quello che è un po’ fuori, per presentare una versione di femminilità conflittuale che la porta a ciò che pure le Ugly Sisters stavano attraversando.
    Quando la facciamo sedere con noi due giorni dopo, Miley spiega chiaramente, ragionevolmente e categoricamente che non c’erano figure Svengali maschili in piedi all’ombra del suo sfondo, istruendola sul moo migliore per progettare il riposizionamento della sua carriera all’apice della soddisfazione commerciale. “No. Ci sono solo persone che mi dicono di non fare quello che sto facendo”. Lei spiega il suo processo. “Diane ed io mandiamo un’email dove sta scritto esattamente ciò che verrà fatto. Siamo così ossessivo-compulsive prima di fare qualsiasi cosa. Ecco perché sarà un po’ diverso.”

    I capelli erano sempre un incubo. Due giorni dopo e il colorante non era ancora svanito.
    L’incontro di questo pomeriggio è un affare inaspettatamente eccitate nel foyer dello studio televisivo di X-Factor, nella parte nord-ovest di Londra. Dinnanzi ai minacciosi cancelli d’acciaio dei Fountain Studios, una calca di adolescenti urlanti si è riunita per dichiarare il proprio amore a Miley Cyrus e gli One Direction, altri ospiti delle prove del Sabato.
    La prima persona che vedo un Harry Styles con sguardo vuoto mentre scende da una Mercedes con i vetri oscurati. Gary Barlow scambia dei convenevoli non appena cammina svelto fino al suo camerino. In quel momento un corridore passa con eccitazione la notizia che Kate Moss sarà presente tra il pubblico quella stessa sera. Poiché i loro più importanti artisti sono lì fuori, i capi di Sony Records e ITV si sono entrambi riuniti per l’occasione. In mezzo a questo tafferuglio laminato, Miley Cyrus appare attraverso le porte a battenti dello studio in leggina di lattice, ai piedi delle brothel creepers, un cappotto corto leopardato e una spilla di sicurezza d’oro all’orecchio sinistro. Sfoggia un turbante (4$) a cui ha aggiunto sul davanti una pesante spilla Chanel (4000$) come accessorio. “Il colore non va via dai capelli. Ha mentito!” dice, tuttavia sembra deliziata dal copricapo Grey Gardens/Gloria Swanson che ha fabbricato per rendere i suoi capelli rossi un’esclusiva. “Indosserai questo sul palco?” una delle solite domande da routine, indicando il suo turbante. Certo che lo indosserà.
    Mi accompagna attraverso un Winnebago fuori dagli studios che è pesante quanto l’odore di erba fresca appena fumata. Si accende una sigaretta e mi chiede se voglio accompagnarla a vedere gli One Direction mentre fanno le prove generali quando sarà arrivato il momento. Sembra divertente. “Bene, quindi sei gay” mi risponde. Non ci si annoia di Venerdì. Durante le ore prima della sua performance lei è concentrata, in allerta, pronta a dare il meglio. Il flusso della sua conversazione è veloce, pungente e non censurato. Ha aperto una conversazione con un breve riff sull’erba in pochi secondi dall’accensione del nastro.
    Le sue ragioni dietro all’essere trasparente con le sue abitudini non fanno parte del suo essere punk. La marijuana è comunque ora legale in California. “E non è com’era ai Teen Choice Awards”, dice riferendosi agli EMA. Col dichiararsi una fumatrice di erba, combatte l’informazione alle spalle della sua stessa responsabilità. “Okay, a questo punto quante volte mi avete vista fumare una canna? Io fumo erba. Non m’interessa se mi scattate una foto. Non m’interessa se mi vedete. Le cose stanno così, sapevi? Perché le persone hanno intenzione di continuare a parlarne se sei semplicemente onesto?”

    Miley Cyrus si è velocemente affermata nella coscienza popolare come la più controversa pop star della sua epoca. Non è mai stato pensato per essere così. È nata come Destiny Hope Cyrus il 23 Novembre 1992. Il nome “Miley” è una derivazione di “Smiley”, un soprannome datole a causa del suo temperamento allegro da bambina. È nata subito dopo che suo padre, il cantante country e star western di Nashville Billy Ray Cyrus, aveva goduto di un successo globale con l’irrefrenabile “Achy-Breaky Heart”. Billy dispensa frequentemente consigli pratici di tipo show-business a sua figlia. “Mio padre mi ha sempre detto che più pesti la ****a, più questa puzza. In pratica, è fregarsene sempre. Questo è il suo modo di dirlo.” Miley ha iniziato a fare audizioni per lavorare in televisione a 11 anni. Qualsiasi interferenza causata sul suo lavoro di scuola era ben accolto. Lei era stata dapprima sospesa dopo esser ritornata da un viaggio di riprese in Canada. “Mi hanno messa in un ISS [in-school suspension/sospensione a scuola], dove devi stare seduto nell’ufficio del preside, e devi fare i tuoi compiti davanti a tutti.”
    Che cosa aveva fatto? “Stavo spiegando il bacio alla francese davanti all’intera classe. Mi ero vestita come Afrodite. Ed ero come “Sono la regina del sesso! Mi piace avere bambini, bambini, bambini, bambini” - tutto questo avvolta in un asciugamano. Hanno chiamato i miei genitori dicendo loro “Sta facendo finta di essere Afrodite”, perché era nella classe di greco e si parlava di mitologia e all’improvviso io mi vesto e mi metto a fare un video. Questa ero io esattamente come se fossi stata nella situazione di sedermi al pianoforte con una foglia di fico e una d’olivo, è stato davvero divertente. Avevo avuto modo di baciare questo ragazzo nella serie tv così una volta tornata, mi sentivo come se dovessi spiegare che “Si tratta solo di questo. La lingua è dove deve stare.”
    L’ironia del venir sospesa per aver spiegato come usare la lingua non è una caratteristica andata persa nella cantante. “Lo so, è fin troppo ridicolo.” Non aveva idea di quanto fosse lunga la sua lingua,” lo dice tirandola fuori “Ma non riesco a toccare il mio naso. Non è strano?”
    A 13 anni ha vinto il ruolo di protagonista in Hannah Montana, il tempestivo scontro da parte di Disney Channel riguardo alla cultura delle celebrità e quella reale per i bambini. Miley veste i panni di Miley Stewart, una normale studentessa di giorno che conduce una doppia vita come la pop star Hannah Montana di notte. Ha vinto il suo primo Teen Choice Award come star di successo nel 2006 ed è diventata rapidamente un idolo fresco per la psiche giovanile americana. Hannah Montana: The Movie - ha sbancato i botteghini nel 2009, prendendo 17.436,095$ durante la settimana d’apertura.
    Non ha guardato il primo episodio di Hannah Montana quand’era andato in onda. “Non lo so il perché. Forse mi imbarazzava?” La sua sorellina Noah, 13 anni, si è ultimamente messa a guardare le repliche del franchise. “È grandioso ma è strano perché non sembra come se fossi io. Non posso nemmeno immaginare che cosa mi passasse per la testa mentre stavo facendo quello. Mi piacciono molto le persone fredde, sarcastiche. In un programma per bambini è tutto completamente opposto, così fisico.”
    Come promo per il film, era stata fotografata nuda da Annie Leibovitz per Vanity Fair, la prima volta che Miley aveva iniziato a suscitare le prime polemiche per controversia. “Non vorrei mai tornare indietro per cambiare le cose, anche se l’unica cosa che cambierei è il fatto che mi fossi scusata.” Chi la gestiva, all’epoca del fatto, l’aveva obbligata a scusarsi pubblicamente con i fans. “Perché ***** dovrei mettere su una dichiarazione dove mi scuso per aver scattato una fotografia con Annie Leibovitz?” La sua determinazione sembra averle fatto forza in quel momento.
    Per Miley, il problema con Hannah Montana era l’idea di femminilità che presentava si sentiva “un po’ troppo fatta.” A questo proposito, lei è ipnotizzante. “Penso che sia questo che viene detto alle donne e penso che io lo stavo seguendo solo perché ho uno stylist e una make-up artist e un parrucchiere e questo è ciò che viene loro insegnato. Non è bello.” Lei aveva inoltre solo 13 anni quando tutto questo apparato di femminilità applicata iniziava a venir applicato. “Non voglio che le persone si sentano come se io ne so più di loro, ma io dico sempre alla gente che questo non è un concorso. Lascia che ti faccia vedere le cose come le vedo io e non facciamo a gara di chi supera l’altro per il proprio vestito, capelli, trucco o qualsiasi altra cosa. È così ridicolo quanto divertenti sono diventati gli spettacoli delle premiazioni. Preferirei preoccuparmi di come sembrare carina nella vita vera piuttosto di avere un bell’aspetto sul carpet. Nella vita reale? È quello che tu sei. Chi vuole davvero andare a casa e disfarsi i capelli? Togliersi le ciglia finte? Togliersi le imbottiture delle tette? Togli loro il vestito ed ecco che diventano barbosi e noiosi. Lo sapevi?”
    Il suo contratto con Disney era scaduto già prima che le venisse data l’opzione di girare l’ultima stagione di Hannah Montana, ma aveva deciso di firmarlo comunque. I suoi fans meritavano un finale adeguato per Hannah. “Piuttosto che incazzare tutte quelle persone che mi avevano davvero adorata, mi sentivo in dovere di fare questo per loro e girare tutto quegli episodi. Ci sarebbe voluto un anno per farli uscire e io avevo tutto il tempo per rilassarmi ed imparare a come essere una persona.”

  3. #3
    MILEY MOD


    Data Registrazione
    Mar 2013
    Messaggi
    81

    Predefinito Re: Love Magazine - MILEY [Traduzione]

    (continua...)

    Dopo aver confezionato il suo ultimo episodio, ha trovato che la valvola a pressione del suo successo si stava pian piano allentando. “Quando ti prendi due anni di pausa, dopo un minuto i paparazzi si attenuano e così ance le persone e io ero finalmente in grado di guidare in giro per Los Angeles.” Ha così iniziato ad andare nel negozio vintage di Chuck a Melrose Avenue, consigliando ai clienti giapponesi i migliori pezzi di Ralph Lauren. C’è una serie di Polaroid topless di quel periodo, di lei che si libera letteralmente in città. Ascoltava la musica che voleva ascoltare e si prendeva cura delle proprie cose. Si era messa insieme all’attore australiano Liam Hemsworth, più grande di lei di un paio di anni. Si erano fidanzati.


    “Non parlo mai male di nessuno,” dice Miley. “Non lo farò mai.”


    Sembrava che Miley Cyrus sarebbe tornata dalla pausa post - Hannah Montana come tutte le altre star, le principesse moderne di Nashville alla Taylor Swift e Kacey Musgraves, accompagnando con molta delicatezza i teenagers nel mondo degli adulti. “Io non avrei mai potuto!”, dice Miley. “Non fa parte del mio essere. Non assomiglio a Shania per niente. Volevo semplicemente scoprire come fosse la vita. C’era gente che si occupava del mio look da quando avevo 13 anni. Ho iniziato a fare provini da quando ne avevo 11, ho iniziato a 13 anni lo show e l’ho finito a 18.”
    Adora la sua ritrovata libertà. Ha annullato il contratto con la Hollywood Records e ha fatto canzoni di suo gusto, senza alcuna imposizione da parte della casa discografica. “Sono una persona spirituale, ma non religiosa. Penso che alcune cose nella vita ti facciano credere che Dio esiste e cantare è una di quelle cose. Non c’è mai una volta che mi senta triste quando canto.”
    La prima canzone che troviamo in Bangerz è “Adore You”, in odore di Frank Ocean. Miley l’ha scritta a Philadelphia con la cantante R+B Stacy Barthe, “che è il top”. E’ stata lei a volere che mi tagliassi i capelli. Ricordo che la stavo fissando e le chiesi: “Ti piace portare i capelli corti?” e lei rispose: “Tesoro, faccio bocchini in continuazione. Certo che sì! Hai questo fisico, mostra anche la tua faccia!”
    In quel momento Barthe era a dieta per perdere 45 chili. “Una volta che non ho avuto più capelli mi sono detta: ‘fantastico! ora posso divertirmi!’. Penso che la gente debba essere chi vuole essere. Ecco perché oggi a X Factor erano sorpresi che volessi cantare senza makeup. Fa molto X-Factor andare vestiti super chic, ma io non ho bisogno di tutte quelle cose. Fate le vostre cose. Dobbiamo essere tutti meno seri e più fedeli a noi stessi.”

    Nel 1850 lo scrittore Nathaniel Hawthorne scrisse “La Lettera Scarlatta”, il suo capolavoro storico ambientato nella Salem del diciassettesimo secolo. Nel libro la protagonista Hester Prynne è segnata dalla lettera ‘A’, dopo aver concepito un figlio frutto di una relazione adultera. Tutta la città non vede l’ora di umiliare pubblicamente la donna. Nel corso del libro la donna assume il ruolo di emblema del puritanesimo e dell’ipocrisia della comunità. Mi sorprende molto che il libro non sia citato più spesso nel mondo femminista contemporaneo tutto teso a incolpare le donne adulte infedeli.
    La somiglianza del libro con la reazione alla performance di Miley ai VMAs è troppo simile per non essere citata. Mi torna in mente una frase che lessi mentre facevo delle ricerche per prepararmi ad incontrare Miley. Ci sono veramente un sacco di giudizi che si possono trovare sul web anche senza cercare in modo approfondito. Hawthorne dice di Prynne che era la “infamia pubblica a cui tutto il mondo aveva il dovere di puntare contro il dito.” Le chiedo se si riconosce. “Sì, sono io!”. Non si fa coinvolgere da quelli che l’hanno apertamente criticata, come la lettera aperta di Sinhead O’ Connor, il video ironico di Lily Allen e la campagna promozionale di Lorde, la cantante neozelandese che sembra aver costruito la sua immagine su tutto ciò che non è Miley. “Io non dico mai niente di negativo sugli altri, non lo farò.”
    Quello che fa è semplicemente difendere il suo posto e l’idea della sessualità femminile, una porta che è stata lei ad aprire. “Sai, quello che io penso su di me è che ho solo suggerito a tutti di ‘essere se stessi’. Non credo di essere niente di particolare. Sono tutte cazzate e non ci penso perché penso che sto lavorando su qualcosa. Parlo alla mia generazione giovane.” Ha mandato ancora una volta il suo messaggio: ‘Fregatene e sii pienamente te stesso.’
    Continua a dar voce ai pensieri che ha in mente, la sua saggezza è notevole. Sa che le critiche nei suoi confronti sono esagerate. “Quello che mi sembra strano è che la sessualità possa ancora offendere. I ragazzi hanno bisogno di conoscere la sessualità e le ragazze devono sentirsi a proprio agio con essa. Sai, la gente ha riso quando ho detto che sono una femminista, perché? Io dico invece alle ragazze di fare quello che vogliono e di essere chi vogliono.”
    Non pensa che le critiche provengano da quelli che non ammettono il cambiamento di Miley dall’era Disney. “Penso che sia perché nessun altro lo sta facendo, perciò io sono l’unica che va a fondo. Inoltre lo sto facendo in un modo molto meno affascinante se si pensa alla visione tradizionale di quello che è sexy.” Quando pensi a Miley in modo anti-fascino allora è lì che la capisci davvero. “Quando indosserò il tanga non avrò i soliti capelli sciolti e tonnellate di trucco in faccia. Anche nel punk c’è qualcosa di sexy.”
    Precedenti affermazioni, che risalgono a quando promuoveva Hannah Montana, le sono state rivolte contro. “La gente mi ricorderà sempre di quando avevo un anello di castità. Quello era un capriccio.” Taglia corto. ”So che molti ragazzi sentono dai loro genitori ‘Miley è così’, ‘Miley è colà’, però poi mi capiscono. Io credo che i ragazzini siano i più abili ad accorgersi quando qualcuno dice cazzate. Sanno che non faccio cose per vendere il mio ***** di CD. Non me ne frega niente di vendere il CD. Non starò a dirti quanti CD ho fatto e quanti ne ho venduti perché non lo so e non è quello che mi frega. So che ho venduto un bel po’ di copie ma non mi interessano i numeri.”

  4. #4
    MILEY MOD


    Data Registrazione
    Mar 2013
    Messaggi
    81

    Predefinito Re: Love Magazine - MILEY [Traduzione]

    (continua...)

    Verso la fine dell’arco di tempo che mi è stato concesso per l’intervista, Miley Cyrus mi dice qualcosa a proposito del suo mantra. “Penso che ognuno possa scegliere se vivere felice e positivamente o meno. Vedo gente stressata schiava di pensieri negativi, inconsapevole di fare sempre pensieri negativi. Dicono solo cose cattive e mi accorgo che cose negative accadono proprio a loro ogni giorno. Anche quando la vita mi butta ****a addosso, invece, io provo a spostarla e a sorridere, per trovare qualcosa di divertente.”
    La performance a X-Factor di quella notte va benissimo. Se lo scopo di Miley è confondere e confrontare l’eredità del pop è riuscita pienamente nel suo intento. Canta una canzone d’amore intelligente in modo intelligente. Non ha mai voluto iniziare una guerra. Infatti il giorno dopo i titolisti hanno chiaramente lavorato per trovare una descrizione adatta alla persona più ricercata su Google del momento. Quelli di Heat Magazine scrivono “Miley si esibisce a X Factor con un turbante”, mentre quelli del Daily Mail “Sfortunatamente la star non è uscita a ribellarsi.” Miley poi scriverà su Twitter: “Condannata se fai qualcosa, condannata se non la fai.”
    Non abbiamo mai visto le prove dei One Direction. Al contrario Miley mi mostra sul suo telefono alcune idee per il Bangerz Tour che la terrà impegnata in America e nel resto del mondo nei prossimi tre anni. E’ entusiasta di essere seguita dalla ribelle pop star Sky Ferreira. I loro tour-bus ricordano la detenzione a scuola, evocativa delle origini di Miley, che fu sospesa al liceo.
    “E’ fighissimo!”, dice sul fatto che sarà in tour con Sky. “Mi piace che indossa Saint Laurent con calze spaiate. Penso che molte ragazze.. certamente, abbiate paura delle ragazze che dicono che non hanno simpatia delle altre ragazze. Io sono una di quelle e così è Sky. Non è che non mi piacciano le ragazze, ma alcune possono essere molto false. Sky non è falsa e neanche io, quindi mi piace avere almeno un’amica che non sia falsa. Se qualcosa fa schifo le dirà semplicemente che fa schifo.”
    Secondo il programma le due popstar faranno un duetto con canzoni delle Hole e Stevie Nicks. Miley e Sky non saranno le prime, ma certamente le più famose star giovanili ad imparare molto dall’audace e confuso approccio alla fama di Courtney Love e dall’impeccabile e controllata ambizione di Madonna. “Entrambe siamo ad un punto nella nostra vita in cui credo che dobbiamo semplicemente andare in giro a fare musica. Non pensiate alle case discografiche o ai singoli o alle vendite. Era con Sky che volevo fare questa cosa, perché non volevo stare da sola nel ***** di Oklahoma. Voglio stare con Sky.”
    Miley e Sky sono la prima generazione di pop star che ha visto Britney Spears che si radeva la testa in un parrucchiere di Santa Monica non come momento di lunaticità, ma come la prima volta in cui lei ha combattuto contro ogni tipo di controllo sulla remissiva presentazione del modello di popstar in stile Barbie del 21° secolo.
    Miley paragona la loro amicizia a quella tra Joan Jett e Cherie Currie, ai tempi d’oro delle Blackhearts. “Mi piace giocare su quel rapporto.”
    Miley non ricorda quello che ha fatto del suo anello di fidanzamento dopo la rottura con suo fidanzato Liam Hemsworth: “Non lo so, sarà ancora nella doccia.” Non sembra che le interessi tanto. “Ci parliamo e ci sentiamo ancora. Stavamo insieme da quando avevo 16 anni e niente cancellerà questo rapporto. Conosco quel ragazzo da tutto questo tempo e anche se non ha funzionato riesco ancora a sorridere e a volergli bene e lui fa lo stesso per me, e questo va benissimo perché è così che deve andare. La vita è troppo corta. Se venisse la tua ora un giorno e quella persona non è con te, il tuo più grande rimorso potrebbe essere l’aver posto il tuo ego prima di ogni altra cosa. Se amate qualcuno diteglielo. Se volete essere amici di qualcuno siatelo.”

    E’ come un treno: “Fregatevene di tutto quello che dicono gli altri. Non rispettate le regole perché farlo è divertente e ve lo ricorderete. Non è che vi ricorderete di quella volta quando stavate in classe seduti e non avete passato il bigliettino al vostro amico che ve l’aveva chiesto. Vi ricorderete invece di quella volta che glielo passaste. E’ tutto quello che ricordo del liceo. Ricordo le lezioni di contabilità, c’erano un sacco di cose da imparare a memoria, e poi ricordo di essermi messa nei casini. Fu divertente. In generale farsi sospendere è divertente perché poi si ha una bella storia da raccontare. E farsi sospendere era il top.”


    TRADUZIONE
    © Miley Cyrus Pagina Ufficiale
    @MileyCyrusITA

  5. #5
    New Kid on TW


    Data Registrazione
    Jun 2013
    Messaggi
    73

    Predefinito Re: Love Magazine - MILEY [Traduzione]

    Bellissima intervista, l'ho letta tutta d'un fiato. Mi è piaciuta molto! Grazie per la traduzione

Segnalibri

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •