Vai a Team World Shop
Risultati da 1 a 7 di 7
Like Tree1Likes
  • 1 Post By wintergirl

Discussione: HUNGER —L'intervista: Miley Cyrus [Traduzione]

  1. #1
    MILEY MOD


    Data Registrazione
    Mar 2013
    Messaggi
    81

    Predefinito HUNGER —L'intervista: Miley Cyrus [Traduzione]

    5741_6_026_f1-518x653.jpg

    L’uscita del suo nuovo album Bangerz è stata una delle più attese dell’anno, e il suo ultimo video “Wrecking Ball” ha battuto il record di visualizzazioni YouTube in sole 24 ore. Si può quindi dire che in questo momento Miley Cyrus sia all'apice della sua carriera.

    Iniziando come la dolce e saccarina Hannah Montana quando aveva solo 13 anni, Miley è cresciuta su un palcoscenico mondiale che ha fatto entrare il pubblico nella sua vita fin da allora, creando controversie lungo la sua via — indipendentemente se fosse quasi nuda con addosso solo un lenzuolo per Annie Leibovitz a 15 anni (per un servizio fotografico di Vanity Fair n.d.t.) o twerkando in maniera provocante con Robin Thicke ai VMA dello scorso Agosto.
    L’unica cosa certa è che il fascino che nutre il pubblico per questa giovane donna di Nashville non si è mai placato. Ma perché?

    Quando Miley è balzata nell’ufficio di Hunger, indossando degli stivali di pelle modello coscia-alta da 15 centimetri di tacco, hot pants, una camicia a quadri sudicia, labbra rosso brillanti, fumando sigarette e ridendo animatamente, lo devo ammettere: ero dubbioso.
    Poteva mai trattarsi di un’altra bambina attrice alla ricerca di attenzioni, con un ego più grande del suo entourage e una furiosa macchina PR dietro di lei pronta a competere con le dimensioni di un piccolo paese?

    Ma io ero quello rimasto a mangiarsi le parole, poiché Miley, per l’intera durata del suo servizio fotografico, era calma, amichevole ed incredibilmente alla mano (“Certo che indosserò quello, qualsiasi cosa tu pensi sia la migliore e potrei avere il tuo numero così possiamo andare a fare shopping insieme mentre sono qui?”) e ha una vista molto più aperta rispetto a molti altri che vengono trainati in controparte dai media per esprimere zero opinioni proprie e comportarsi come se ci si fosse appena sottoposti ad una lobotomia di interviste.
    E cos’altro mi ha colpito? Miley è incredibilmente astuta. Molti riflettono che così come la popstar è ben (a malapena) vestita come se fosse un fantoccio dell’industria, Miley sa esattamente invece che cosa sta facendo e, secondo lei, deve spesso persuadere il suo management ad essere d’accordo con le sue sempre più bizzarre idee. Ed è lei che se ne esce fuori con la sua immagine pubblica e le sue esibizioni poiché sa che le persone ne rimarranno talmente scioccate, che ne continueranno a parlare, cosa che corrisponde poi alle vendite del suo album. Una formula intelligente che sicuramente sta funzionando.
    Qui Miley ci spiega perché è quella ad avere l’ultima risata.


    IL TUO NUOVO ALBUM, BANGERZ, È USCITO OGGI — COM’È CHE QUEST’ALBUM È UN PROGRESSO SIA LIRICAMENTE CHE MUSICALMENTE?

    Penso che molto di questo sia ora per lo più di tipo visuale. Le persone sono ossessionate con quello che sto facendo visualmente e penso che farà bene alle persone ascoltare molto di più che “We Can’t Stop” o “Wrecking Ball”, così che possano avere una visione completa di ciò che sto facendo. Perché al momento sono l’unica al mondo ad aver ascoltato tutta la musica e così sto cercando di spiegare alle persone che quello che sto facendo è diverso, e il tipo di sound che ne esce fuori è qualcosa che non puoi davvero descrivere. Penso solo che le persone debbano ascoltarlo per la prima volta, non posso più aspettare.


    QUANDO HAI RILASCIATO LA LISTA DELLE CANZONI ABBIAMO NOTATO CHE CE N’È UNA CON BRITNEY.


    Penso che l’intera West Hollywood sia esplosa, ogni area gay del mondo sia saltata in aria in una polvere rosa glitter.


    COM’È LAVORARE CON LEI?

    Lei è incredibile. So che oramai non si danno più poster o adesivi durante il confezionamento degli album. Per me era importante dare qualcosa come un poster, degli adesivi e dei regali perché quando ero più giovane il primo cd da me acquistato era di Britney Spears e fin dal primo momento volevo avere un suo poster appeso. Penso che lei rappresenti quel periodo in cui le persone erano connesse ai propri fans, non come con Twitter e tutto il resto, ma era qualcosa che ti portava ad uscire di casa a comperare il cd. Uscivo a comperare ogni album di Britney uscivo perché c’è qualcosa nel tenere in mano un album, come quando sei eccitato nel vedere che cosa c’è dentro. È come un icona in un certo senso, così volevo riportarla a questo. Continuavo a dirle “Britney tu davvero non ti rendi conto di quanto tu sia una grande. Le persone continuano a dirmi che rappresento la loro infanzia, tu invece per me rappresenti la mia intera infanzia, eri come la colonna sonora della mia vita”. Volevo capisse quanto grande fosse e come lei sia una leggenda vivente. Ovviamente quando hai 30 anni non realizzi chi sei per davvero, io invece voglio che lei ne esca fuori e capisca che “Io sono Britney Spears”. Quindi ho voluto celebrare la cosa in una canzone, volevo che fosse qualcosa alla Britney, non riguarda nemmeno il suo cantare così come si tratta della sua voce. Lei ha una di quelle voci che non appena apre bocca sai subito che è Britney Spears e volevo che questo fosse esattamente così.


    TUTTI SONO OSSESSIONATI DA TE AL MOMENTO. È DIFFICILE QUANDO LE PERSONE RICERCANO ATTRAVERSO IL TUO LAVORO PER TROVARE COSE CHE RIGUARDANO LA TUA VITA PERSONALE — COME “WREACKING BALL”, PER ESEMPIO?


    Sì, m’infastidisce ma alla fine ho passato gli ultimi due anni rintanata nello studio di registrazione e le cose non sono andate bene, non ho fatto davvero nulla. Stavo principalmente seduta con i miei amici e non facevo un *****, così adesso sento che questo è come devono andare le cose. Sono sia zero che un milione, non c’è davvero nulla in mezzo, sono sia hot che cold. Quindi o tutto deve riguardare la mia musica come se nient’altro importasse, oppure tutto il resto conta e la mia carriera non conta affatto. Devo quindi decidere ciò che è il mio tempo ed è per questo che penso che sia giusto isolarsi, c’è molto da bilanciare tra la vita reale e questo.

    Adesso è tempo di buttarsi. Tu non fai una pausa quando un razzo sta per decollare, non dici “aspettami che vado a fumare con i miei amici”, sai solo che devi andare per forza, che è arrivato il tuo momento. E, io voglio continuare a ricordare a me stessa che questo è il mio momento. È dura adesso che devo continuare a spingere. Dopo che la musica sarà uscita mi sentirò sicuramente più stimolata perché dovrò esibirmi maggiormente, con le persone che canteranno dietro le mie canzoni. Al momento sto cercando di descriverlo ma non so davvero come.


    QUESTO TI RENDE PIÙ PRUDENTE, OPPURE PENSI SOLTANTO CHE “FORSE QUESTO LO TERRÒ PER ME STESSA”. OPPURE SEI SEMPLICEMENTE DEL TIPO “CHISSENEFREGA, CI METTO DENTRO DI TUTTO”?

    Solo un pochino…non sono prudente perché in realtà sono stremata, ma mi sento come se molte persone fossero in dovere nei confronti delle vite personali degli altri mentre io no. Sento d’aver dato molto come intrattenitrice, voglio che le persone si focalizzino su questo. Non sto parlando della mia vita personale quando le persone stanno invece parlando dei VMA oppure dei miei video, questo è ciò che faccio come lavoro e voglio che le persone parlino di queste cose perché è solo così che gli altri continueranno a guardare.



    [continua]

  2. #2
    MILEY MOD


    Data Registrazione
    Mar 2013
    Messaggi
    81

    Predefinito Re: HUNGER —L'intervista: Miley Cyrus [Traduzione]

    COME CI SI SENTE AD ESSERE PRATICAMENTE LA DONNA PIÙ FAMOSA DEL MOMENTO?

    È abbastanza figo, ma solo perché come ho detto prima, sono sparita per un paio di anni, dove non facevo nulla in particolare e non lavoravo. Ora sembra invece che tutto il lavoro fatto in studio venga ripagato. Ho dovuto ripetere un sacco di volte alle persone “Yo, fidati di me, ti sto dicendo che il video di “We Can’t Stop” attirerà le persone a guardarlo”. E una volta girato il video, è stato allora che le persone hanno iniziato veramente a fidarsi di me. Buttato lì sulla carta il video sembrava folle, nessuno lo capiva e io ero del tipo “Lasciamelo girare e se non funziona non dovrai più fidarti di me, ma se funziona dovrai lasciarmi guidare questa nave, lo sai che ho trovato qualcosa”. E quindi mi hanno poi chiamata per dirmi “Yo, hai trovato qualcosa!”.

    Sai, Rankin ed io ne stavamo parlando. Come i giornali o i film, è sempre strano quando le cose vengono etichettate per giovani quando vengono invece guidate da persone che di anni ne hanno 40. Non può essere come questo 70enne ebreo che non lascia la sua scrivania tutto il giorno, dicendomi che cosa i vari club vogliono sentire. Io esco, so che cosa gli altri vogliono sentire. So che cosa fa impazzire le persone nei club, e quand’è il momento in cui qualcuno dice “okay vado a prendere qualcosa da bere”. So quando le persone vanno via dalla pista e so che cosa le spinge ad andarci, quindi voglio essere quella ad occuparsene, perché loro non sanno che cosa fanno i 20enni d’oggi.


    PARLANDO DEL TUO VIDEO “WRECKING BALL”, SEMBRA CHE TU E TERRY SIATE La COPPIA PERFETTA CREATA IN PARADISO.

    È assurdo, questo è anche quello che provo con Rankin. Del tipo “Ci siamo trovati, questo è tutto”.


    DI CHI È STATA L’IDEA PER “WRECKING BALL”? HAI AVUTO MOLTO CONTROLLO DAL PUNTO DI VISTA CREATIVO?

    L’idea è venuta a Terry e io gli ho detto che volevo creare qualcosa come in “Nothing Compares To You” di Sinead O’Connor. So che molti hanno cercato di ricreare la stessa cosa, molte persone hanno cercato di riprenderne i sentimenti, ma c’è qualcosa nel modo in cui lui l’ha fatto. Doveva avere un aspetto diverso, doveva essere reale. Non poteva essere qualcosa con qualcuno che corre con gli occhi pieni di collirio per farlo sembrare bello, doveva essere davvero bello. C’è qualcosa di evidentemente sessuale in questo, ma non è da questo che il video è stato guidato. In realtà è guidato dalle emozioni, è un video sentimentale, tuttavia le persone guardano soltanto la sessualità perché non cercano di vedere la cosa in maniera completa.


    AVEVI INTENZIONE DI ESSERE SCONVOLGENTE?

    Sono stupita che le persone ne siano ancora sconvolte. Sono contenta che lo stratagemma stia ancora funzionando perché mi aspetto che le persone ad un certo punto non ne siano più scioccate.


    TI PIACE SCIOCCARE LE PERSONE?

    Beh, non potrebbe essere lo stesso tipo di shock come per “We Can’t Stop”, ma dovrebbe essere qualcosa del tipo “Wow, non mi aspettavo Terry Richardson e non mi aspettavo niente di tutto questo”. Devi accettare per forza l’intero pacchetto perché puoi parlare di sessualità quanto vuoi, ma devi anche tener conto che si tratta di Terry. Bisogna rispettare il fatto che si tratti di arte, bisogna rispettare il fatto che il video ti faccia sentire qualcosa ogni volta che lo guardi e che ti faccia anche venire il magone in alcuni punti.


    LO STILE È UN’ALTRA COSA CHE SI È EVOLUTA PER TE. IL TUO STILE SI È EVOLUTO MOLTO DALLA FASE HANNAH MONTANA. QUINDI, QUAL È IL TUO LOOK ADESSO?

    Lavoro un sacco con Marc Jacobs. Lui mi ha praticamente portata nel mondo della moda quando avevo 16 anni, ed è da allora che ho iniziato a girargli intorno e ad imparare da lui. Lui mi ha praticamente lasciata ispirarmi per alcuni suoi pezzi e adesso è come se ti sentissi di avere le persone giuste intorno a te.

    Come in “Wrecking Ball” o “We Can’t Stop”, ci sono delle parti che ovviamente sono rivolte ad un pubblico maturo, ma ovviamente c’è anche qualcosa di immaturo in questo perché la festa è ridicola. C’è sempre bisogno di un certo bilanciamento delle cose, qualcosa alla ying yang. Lo stesso vale per “Wrecking Ball”. Dev’essere sexy e forte e questo è quello che provo con la moda, mi sento come se Marc l’abbia fatto a meraviglia. C’è senza alcun dubbio qualcosa di incredibile nell’essere così signora come nell’essere così punk, che è generalmente quello che sono di più, anche se sto indossando cose che non lo sono. Mi piace avere questa sensazione punk a riguardo anche se è come se si trattasse delle Louboutin. Si tratta di trovare i giusti stilisti che sanno come mescolare le cose. Quando ero a Parigi per lavorare con Kenzo, questo è qualcosa che sanno fare benissimo anche lì. Come la moda e tutto il resto, non deve necessariamente essere tutto così serio. Le persone prendono le cose troppo seriamente; dovrebbe essere invece un modo di esprimersi e di come vuoi che gli altri ti vedano. Ho letto che l’80% di ciò che le persone pensano su di te viene dato da quei primi dieci secondi in cui ti incontrano, tu guardi qualcosa e dici “Sono competenti, sono questo, sono quest’altro?” E per me se è questo che le persone guardano nei primi 30 secondi in cui mi vedono, loro sicuramente penseranno di sapere chi io sia, quindi voglio tirare fuori tutto e voglio che tutto rappresenti ciò che sono veramente.


    LE PERSONE TI HANNO CRITICATA DICENDO CHE NON SEI UN BUON MODELLO, MA TU STAI SICURAMENTE PIÙ IN ALTO DI MOLTE ALTRE POP STAR DEL MOMENTO. STAI AVENDO LA TUA ULTIMA RISATA?

    Certo. Voglio dire, questo è come di solito cerco di pensare. È come quando un venditore pensa “Questa ****a non ti farà andar via le rughe, ma se so venderla per bene, la gente sicuramente la comprerà”. E la stessa cosa vale per me. Alla fine della giornata voglio che le persone comprino i miei dischi, non si tratta di pensare ai quei due minuti di esibizione ai VMA o al video musicale. Io voglio che le persone vogliano ascoltare le mie registrazioni e più loro si chiedono che cosa diavolo io stia facendo, più avranno intenzione di ascoltare il mio disco.


    CI SONO MOLTE COSE SCRITTE SU DI TE, MA CHE COS’È CHE VORRESTI DIRE AL MONDO — QUALCOSA CHE VENGA DIRETTAMENTE DA MILEY?

    Andate a comperare il mio ******o album…ORA.


    COME ULTIMA COSA: COMPIERAI 21 ANNI A NOVEMBRE, CHE COSA HAI INTENZIONE DI FARE PER LA TUA FESTA?

    Se tutto va bene vorrei andare via in qualche bel posto. Non vado mai in vacanza quindi vorrei provare a progettarne una. Potrei ibernarmi per il mio 21esimo compleanno, questo sicuramente scioccherebbe le persone!


    BANGERZ È GIÀ IN VENDITA.






    ~

    TRADUZIONE: Miley Cyrus Italia
    Facebook.com/mcoif
    @MileyCyrusITA
    AviE_MileY likes this.

  3. #3
    TW superstar


    Data Registrazione
    Aug 2010
    Messaggi
    2,752

    Predefinito Re: HUNGER —L'intervista: Miley Cyrus [Traduzione]

    Grazie mille per la traduzione!

  4. #4
    MILEY MOD


    Data Registrazione
    Mar 2013
    Messaggi
    81

    Predefinito Re: HUNGER —L'intervista: Miley Cyrus [Traduzione]

    Citazione Originariamente Scritto da princessofrock91 Visualizza Messaggio
    Grazie mille per la traduzione!
    prego

  5. #5
    TW superstar


    Data Registrazione
    Mar 2007
    Messaggi
    1,940

    Predefinito Re: HUNGER —L'intervista: Miley Cyrus [Traduzione]

    Sì, Miley grazie per gli adesivi ma.... IO VOLEVO I TESTI!

  6. #6
    TW superstar


    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    10,215

    Predefinito Re: HUNGER —L'intervista: Miley Cyrus [Traduzione]

    "Le persone guardano soltanto la sessualità perché non cercano di vedere la cosa in maniera completa"

    Ben detto! Bella intervista

  7. #7
    TW superstar


    Data Registrazione
    Jul 2007
    Messaggi
    17,406
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: HUNGER —L'intervista: Miley Cyrus [Traduzione]

    molto bella come intervista

Segnalibri

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •