Vai a Team World Shop
Pagina 1 di 5 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 43
  1. #1
    Backstage Addicted


    Data Registrazione
    Oct 2008
    Messaggi
    361

    Predefinito FF,my prima Fan Fiction:Avril-imbroglio

    Commenti QUA



    Ecco la mia 1 FF (qll + bella fino ad ora che ho letto e' quella di NOT_ordinarygirl!!!Piena di suspense! Che bella storia...(L) ed anche quella di avrillinalavigne e' bella!!!)
    Se vi piace la continuo. La pagina dei commenti la aggiungero' a breve.
    Ditemi se la continuo


    Avril si era addormentata davanti al pc quella sera dopo tanto lavoro. Era davvero molto stanca il giorno prima. Si era ritirata tardi a casa per via di impegni e cose varie e per di piu’ aveva anche dovuto lavorare,con il risultato di addormentarsi sfinita alle 4 del mattino. Ora era mezzogiorno,ed al risveglio avril venne accecata dalla luce dello schermo del computer ancora acceso. Sbadiglio’ rumorosamente poi si rese conto di essersi addormentata la notte prima. Guardo’ socchiudendo gli occhi l’orario sul monitor e si sorprese vedendo che era gia’ mezzogiorno.
    “Oh no sono in ritardo,devo sbrigarmi” Incomincio’ ad urlare e a correre per tutta la casa gettando il pigiama per l’aria e prendendo dall’armadio qualsiasi cosa le capitava sotto mano. Ando’ in bagno,si lavo’ e si preparo’ velocemente, scese giu’ al piano di sotto ed usci’ dalla porta freneticamente dove venne accolta da un quotidiano in faccia gettato dal postino in corsa sulla bici che disse “scusi” senza neanche rendersi conto di chi era stato colpito dal suo giavellotto di carta.
    “Quanta fretta eh!” gli rispose la ragazza.
    Camminava in fretta. Doveva recarsi ala posta per mandare una lettera al marito lontano.Le sembrava una cosa carina da fare. E cosi’ si mise in cammino. Aveva lo sguardo abbassato per non farsi riconoscere dai paparazzi. Noto’ cosi’ che aveva messo due calzini di diverso colore. Arrivata all’ufficio postale tutto era tranquillo. Arrivo’ anche il suo turno e la addetta lesse il mittente. “Avril lavigne? Vuole fare qualche scherzo al ragazzo? Non possiamo permetterlo…”
    “Come scusi?In che senso?”
    “Lei non e’ Avril Lavigne. Non ci assomiglia minimamente!”
    “Bhe’…forse lo dice perche’ sono mancata per un paio d’anni dalla scena…ma sono io le assicuro!”
    “Non mi prenda in giro per favore!”
    “Ma…”
    “Niente ma…vada via grazie!”
    “Arrivederci!” Disse la ragazza con aria incavolata. Perche’ la commessa affermava che lei non era Avril?
    Ebbe il dubbio quasi di non essere davvero lei,non aveva indosso gli occhiali o il cappuccio,eppure nessuno l’aveva fermata in strada come succedeva sempre.
    Cosi’ si vide allo specchio di un negozio ma era il suo aspetto di sempre. Allora perché nessuno la riconosceva????
    Ad un certo punto una ragazzina parlare con altri amici che diceva “Questo e’ il nuovo singolo di Avril Lavigne” ed incuriosi’ la ragazza che si fermo’ ad ascoltare. Una canzone strana,che non aveva mai sentito prima e mai scritto! Il suo nuovo album stava per uscire, ‘The Best Damn Thing’,ma non era inserita quella track nel CD.
    Corse via diretta a casa quando tutta pensierosa e con lo sguardo rivolto verso ando’ a finire su un ragazzo. Era Evan.
    “Evan ciao,non sai che piacere vederti!!! E’ successa una cosa incredibile! La commessa della posta non mi ha riconosciuto e…”
    “So tutto,Av,so tutto…”
    “Ma cosa e’..”
    “Vieni ti spiego…siamo in un imbroglio…”
    Ultima modifica di Roxy_FreakOut; 04-11-2008 alle 16:27

  2. #2
    Roadie


    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    647

    Predefinito Riferimento: FF,my prima Fan Fiction:Avril-imbroglio

    Bella FF....
    Vuoi che la aggiungo io la pag. dei commenti???

  3. #3
    Backstage Addicted


    Data Registrazione
    Oct 2008
    Messaggi
    361

    Predefinito Riferimento: FF,my prima Fan Fiction:Avril-imbroglio

    Citazione Originariamente Scritto da Simplavigne' 95 Visualizza Messaggio
    Bella FF....
    Vuoi che la aggiungo io la pag. dei commenti???
    e' statta gia' aggiunta Grazie
    continuo raghi!

  4. #4
    Supporter


    Data Registrazione
    Oct 2007
    Messaggi
    158

    Predefinito Riferimento: FF,my prima Fan Fiction:Avril-imbroglio

    Uh che bella!!
    Per me puoi continuarla!

  5. #5
    Backstage Addicted


    Data Registrazione
    Oct 2008
    Messaggi
    361

    Predefinito Riferimento: FF,my prima Fan Fiction:Avril-imbroglio

    thanx!
    Allora ecco il 2 capitolo:
    ----------------------------------------------------------------

    L’amico la porto’ a casa sua e le fece vedere una locandina. “Avril in concert. Tappa New York,il 12 novembre.”
    “Ma questa non sono io! Mio dio! Non ho nemmeno la ciocca rosa tra i capelli!”
    “Se non sei tu allora e’ qualcuna che ti assomiglia tremendamente”disse Evan mordendo un panino.
    “Gia’… Mamma…che stranezza! Cioe’ e’ qualcuno che si finge me!? Ma a quale scopo non capisco…”
    “Forse per derubarti,per prendere cioe’ i tuoi soldi.Ha prodotto un album sotto la tua immagine pensa che milioni di tuoi fan che ti aspettano da due anni non esiteranno a comprare il nuovo album di ‘Avril Lavigne’!”
    “Anche questo e’ vero…ma io non capisco proprio…chi è questa persona? La conosco? Una gemella cattiva?”
    Evan scoppio’ in una risata e per poco non affogava con il panino.
    “Che c’e’?”
    Evan si riprese:”Come sei carina con la faccia da investigatrice…” disse con dolcezza - Avril arrossi' - “E poi…haha…la gemella cattiva…da dove ti e’ spuntata!”
    “Scemo!”
    “Dai…non prendertela! Come sei permalosa!”
    “Non farmi la predica!”
    “Non ti sto facendo la predica” Disse Evan serio,che invece gliela stava facendo
    “Dai basta…comunque facciamo una cosa,cerchiamo notizie su questa tipa. Vai so Google.”
    “ E che scrivo…Avril Lavigne?”
    “Si’,prova.”
    Uscirono moltissimi risultati tra cui ‘intervista ad Avril sul nuovo album’
    “metti metti!”
    “Un attimo….ecco. Allora… ‘ Sono felice che l’album sia uscito dopo tempo che sono scomparsa dalla scena e mi sono anche sposata,blablabla…’”
    “Che faccia tosta!” Disse Avril piu’ rossa che mai
    “Ehm…Avril…hai forse voglia di ascoltare il cd di … ‘Avril’?”
    “Perche’ non me lo hai detto prima che ce l’avevi?”
    “Per paura di farti arrabbiare ulteriormente. L’ho comprato stamattina credevo che fosse uscito in anticipo e tu avessi cambiato copertina. Non ci vediamo da qualche giorno. Ma quando l’ho inserito non c’era neanche una canzone che abbiamo inciso insieme.”
    “OK…vabbe’,mettilo comunque…”
    Misero il Cd,all’inizio la prima Track era un messaggio che diceva:
    “Ciao ragazzi io sono Avril Lavigne e questo e’ il mio nuovo CD dopo due anni di riposo…non vedevo l’ora di inciderlo…in effetti non la vedevo proprio! Hihi!”
    Fini’ ridendo cercando di imitare la risata della vera Avril
    “Io se scopro chi e’…cacchio…la storpio!”
    “Calmati Avie…dai…”
    “Si’,hai ragione…”
    “Usciamo ti offro una pizza.”
    Quando furono in pizzeria Avril sembrava calma,senza preoccupazioni. Voleva parlare ad Evan dell’accaduto,ma non sapeva da cosa iniziare. Era incavolata. Adesso chi l’avrebbe riconosciuta se neanche i suoi fan lo avevano fatto?Eppure non era cosi’ diversa dall’ultimo periodo…
    “Sediamoci.”
    “Si’..” disse Avril con un falso sorriso per nascondere la preoccupazione.
    “Allora…cosa vuoi ordinare?”
    “Una pizza…margherita…”
    Mangiarono e parlarono tutto il tempo ed Evan la riporto’ a casa.
    Nel tragitto non ebbero tante cose da dirsi.
    “Grazie Evan per la serata. Sei un vero amico.”
    I due si guardarono negli occhi per qualche secondo,Avril voleva abbassare lo sguardo ma non ci riusciva.
    Cosi’ Evan all’improvviso,come uno scatto istintivo la guarda negli occhi,e pensa "Come vorrei fosse mia..." la avvicina e la bacia dolcemente,ma Avril resto' con gli occhi spalancati e cerco' di allontanarlo,ed alla fine gli suono' un sonoro schiaffone ed usci' tutta rossa tra la rabbia e l’imbarazzo dall’auto dell’amico…



    <<<<<<<<<<TO BE CONTINUED<<<<<<<<<<<<<<
    Ultima modifica di Roxy_FreakOut; 04-11-2008 alle 21:40

  6. #6
    Backstage Addicted


    Data Registrazione
    Oct 2008
    Messaggi
    361

    Predefinito Riferimento: FF,my prima Fan Fiction:Avril-imbroglio

    Ehy guys ecco come promesso il 3 capitolo...si fa intrigrante


    Avril si getto’ sul letto vestita. Indossava una maglia bianca a righe rosa ed un jeans.Scaravento’ la borsetta per terra e si catapulto’ sul letto a pancia in giu’. Era cosi’ confusa. Non vedeva Deryck da qualche mese,era in tour. Voleva isolarsi dai suoi pensieri e restare tranquilla,ma la scena di Evan che si avvicinava a lei per baciarla…non riusciva a toglierla dalla testa. Aveva un espressione triste e confusa,come quando qualcuno delude una persona che vuole bene. Non aveva mai sospettato che Evan era innamorato di lei,ma in ogni caso era consapevole che il gesto compiuto era stato inavvertitamente compiuto. Si era calmata ma era comunque ancora imbarazzata e preoccupata,e se Deryck avrebbe scoperto tutto? Cosa sarebbe successo? Avrebbero rotto per uno stupido bacio? No,si rassicuro’. Si infilo’ il pigiama molto piu’ lentamente di come si era vestita la mattina prima. Non era neanche riuscita a mandare la lettera al marito,ne’ a telefonarlo. Si sentiva in colpa. Aveva anche completamente dimenticato la faccenda della ragazza che si spacciava per lei. In quel momento voleva solo riposare,e sarebbe stata da sola anche quella notte. Provo’ un tal senso di malinconia. Voleva stare con qualcuno per sfogarsi e aveva voglia di piangere. Non sapeva proprio dove battere la testa! Bevve un bicchier d’acqua ammirando dalla finestra della camera, illuminata da una lampada a luci soffuse che serviva per leggere,il via vai di macchine e luci della strada. Poi torno’ a letto si infilo’ sotto le coperte e chiuse gli occhi sperando di potersi addormentare,e dopo aver pensato ancora a lungo ci riusci’.
    Il giorno dopo si sveglio’ di buon mattino erano le sette. Incomincio’ a camminare per la stanza a piedi nudi e raggiunse il salotto dove si butto’ sul divano e si rannicchio’ su se stessa prendendo al volo il telecomando e facendo zapping in tv. Aveva ancora l’espressione triste e crucciata della sera prima. Aveva bisogno di consolazione,di affetto. Le venne un improvviso flashback del bacio con Evan ed una fitta al cuore. Chiuse di fretta gli occhi per non pensarci,ma non ci riusciva. Una lacrima solco’ il suo viso.
    Dopo qualche canale in tv trovo’ Mtv che stava trasmettendo proprio il singolo della presunta ‘Avril’. Si fermo’ a guardare e le rivenne in mente che aveva altre faccende anche a cui pensare.
    “Questa canzone ha parecchi accordi di Complicated…-penso’ fra se’-ma fa schifo comunque!E poi questa ragazza non ha il mio stile! E i miei capelli! E i miei occhi! Aspetta! Vero i miei occhi! Nella cartolina che mi ha dato Evan aveva gli occhi castani e non azzurri come qui nel video! Mah…”
    A quest’ultima nota non diede molta importanza. Passo’ per il resto la giornata in pigiama e pantofole,un pigiama color blu notte con gli orsacchiotti e un paio di pantofole rosa imbottite. Era stato monotono il suo sabato. Aveva visto un mucchio di tv tra cose che non avrebbe mai visto:reality e documentari,ma vide anche qualche film e si era rimpinzata di patatine. In compenso adesso sapeva come vivono gli ornitorinchi,cosa che probabilmente non avrebbe tirato fuori in un argomento. Erano ormai le 8:00 di sera,quando il display del suo Nokia si illumino’ ‘BIP’ fece.
    “Un messaggio. Sara’ Deryck? –disse in tono speranzoso …. No. E’ solo Evan.” Riprese con delusione
    Ma dalla curiosità apri’ il messaggio che diceva:
    ‘Avril ti prego,vediamoci davanti alla pizzeria dove abbiamo cenato ieri. Fatti viva devo parlarti! E’ importante…
    Evan. ‘

    “Cosa vorra’ ? Non me ne frega niente! ASpettera’ invano!”
    Passo’ mezz’ora esatta ed Avril si decise. Quasi avendo paura di dimostrarlo anche a se stessa,si lavò e si vesti’ in fretta e si reco’ nel punto dove l’aveva pregata di venire il ragazzo. Usci’ di casa e mentre camminava si mise a piovere…



    ------>Continua<-----

  7. #7
    Backstage Addicted


    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    302

    Predefinito Riferimento: FF,my prima Fan Fiction:Avril-imbroglio

    bella mi piace

  8. #8
    Backstage Addicted


    Data Registrazione
    Aug 2007
    Messaggi
    491

    Predefinito Riferimento: FF,my prima Fan Fiction:Avril-imbroglio

    Citazione Originariamente Scritto da favril Visualizza Messaggio
    bella mi piace
    I commenti vanno qui --> http://forum.teamworld.it/showthread.php?t=113779



  9. #9
    Backstage Addicted


    Data Registrazione
    Oct 2008
    Messaggi
    361

    Predefinito Riferimento: FF,my prima Fan Fiction:Avril-imbroglio

    ehy guys 3 capitoli in 1 sera record! XD la storia mi sta prendendo...e vorrei scrivere altro xke' il capi e' cortino...ma vi lascio sulle spine...sempre che vi piaccia questa FF!

    ............................................ che succedera'???.........
    titolo ironico:La botta in testa. XD

    povera Evrollina(mi piace trp qst nome!) che gli faccio passare?

    __________________________________________________ _______________

         Camminava con lo sguardo verso il basso. Era sera. Il cielo era scuro. Le uniche luci erano quelle delle auto. Avril svolto’ l’angolo dove doveva trovarsi Evan.Non lo vide.
    “Se ne sara’ andato…” penso’ un po’ delusa
    “Evaaan! Sei qui?”
    All’improvviso un ombra si riflesse sul muro dell’edificio,la pizzeria,che era chiusa. Avril ebbe un attimo di paura e emise un sospiro di tale emozione(paura).
    “…Tranquilla…Avril sono io…” rassicuro’ Evan alla ragazza.
    “Ah…che paura mi hai fatto prendere… - esordi’ imbarazzata;poi cambio’ tono,che divenne severo – Allora? Cosa devi dirmi di cosi’ importnate?” Aveva per via della pioggia una felpa viola pesante ed il cappuccio abbassato
    “Ascolta…Avie… - Evan aveva lo sguardo rivolto verso il basso – vo-vo-volevo scusarmi…bhe’ sai per ieri.I-io non so cosa mi e’ preso. Sono stregato dai tuoi occhi,probabilmente. I tuoi occhi azzurri… - Avril lo fissava rossa come un peperone,ed Evan a questo punto tese ad alzare il capo –cosi’ belli…cosi’ luminosi…”
    “Evan.”
    “S-si’?”
    “Guardami negli occhi. GUARDAMI!”
    Evan alzo’ il capo imbarazzato con le mani nelle tasche del suo jeans. Stava ancora piovendo.
    “Evan...” esordi’ timidamente la ragazza che cambio’ tono,che divenne piu’ deciso
    “Evan.Tu mi ami…vero?”
    Il ragazzo non sapeva che dire adesso tremava e balbettava:”I-io…”
    “Evan rispondimi!- Disse Avril con tono quasi seccato – mi ami o no?
    “Ecco…io….Si ti amo! Come fai a non capirlo!”
    “Evan…ma…perche’ non me lo hai detto e hai continuato a mentire! Perche’? –Avril scoppio’ a piangere – Perche’ giochi col mio cuore? E’ fragile! Se cade si rompe subito!”
    Avril appogio’ la testa sulle spalle del ragazzo,con le mani in tasca. Adesso a tremare era lei. Evan timidamente l’abbraccio’,mentre lei continuava a singhiozzare,bagnata dalla pioggia.
    “Su,Avie non fare cosi’,ti prego… Mi dispiace…e’ colpa mia…non dovevo darti quel bacio!”
    Avril cerco’ di calmarsi e sciolse l’abbraccio. Guardo’ con occhi lucidi il ragazzo impassibile in quella scena e disse:”Vorrei che bastasse… Ma non e’ cosi’! E tu non mi hai dato l’opportunita’ di…bha’ lasciamo perdere”
    Su queste parole Avril giro’ l’angolo diretta a casa mentre Evan diceva:”Quale opportunita’? Avril aspetta!”
    Ma lei finse di non sentire e se ne ando’ delusa di non aver fondato i suoi dubbi. Ad un tratto la via divenne sempre piu’ scura,nel vicolo prima di quello di casa sua. Avril senti’ una voce che chiamava il suo nome:”Avril! Avriiiil!”
    Lei ne fu impaurita si rigirava continuamente sperando di scorgere la persona che la chiamava,ma niente. “Chi e’? Chi e’???” Chiedeva invano.
    “Avriiil,e’ la finee!”
    “Aiuto! Qualcuno mi aiutii! Evan dove sei? DOVE SEIII? Aiutami ti pregoo! Evan !vuole uccidermi !"Evan! Ti prego! Aiutami!”
    Ma purtroppo Evan era fia’ andato via. Avril si sentì colpire dietro la nuca e tutto d’un tratto divenne tutto buio.


    chi ha dato la botta ad Avril? Come si metteranno le cose tra lei ed Evan? lo scoprirete nella prossima puntata!


    To be continued!
    Ultima modifica di Roxy_FreakOut; 04-11-2008 alle 21:47

  10. #10
    Backstage Addicted


    Data Registrazione
    Oct 2008
    Messaggi
    361

    Predefinito Riferimento: FF,my prima Fan Fiction:Avril-imbroglio

    ehy guys....tranquilli avril sta bene.... Non avrei mai fatto morire nella mia storia la mia luce,la mia adorata evrollina...

    °°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°° °°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°


    Avril quella notte fece un sogno,anzi,un incubo stranissimo,di quelli che ti lasciano senza respiro. Sogno’ di essere in una strada lunghissima,dove c’era il vuoto giu’,e finiva con due bivi,uno dove c’era Deryck,l’altro dove c’era Evan. All’improvviso si sveglio’ di colpo. Era nel suo letto,nella sua casa. Si massaggio’ dietro la nuca,le faceva molto male ma la ferita era coperta da un cerotto. Si ricordava della sera prima,del litigio con Evan e della voce che la chiamava. “Ma…forse ho sognato…com’è possibile? Sono a casa mia,eppure…la ferita dimostra il contrario. Sono stata aggredita ed ho ancora i vestiti di ieri.”
    Erano le 7:00 di mattina ed Avril decise di scendere a prendere una boccata d’aria. Dopo circa una mezz’ora un ragazzo alto,dai capelli castani sfumati di biondo scuro con un bel fisico e braccia abbastanza muscolose camminava di fronte a lei con le mani in tasca. Avril non lo noto’ perché,come ormai succedeva da qualche giorno camminava presa dai suoi pensieri con lo sguardo verso il basso e le mani in tasca. Ma il ragazzo la noto’,e quando i due si avvicinarono lui si abbasso’ leggermente per scorgere il viso della ragazza quando esclamo’ “Avril! Sei tu?!”
    Avril torno’ sulla terra e vide il ragazzo. Stette un paio di secondi ad osservarne il viso per riconoscerlo,e disse con aria incredula,mentre il ragazzo aspettava una risposta col sorriso sulle labbra “Matt???”
    “Mio dio,Avril quanto tempo!” Era Matt Brann,il suo ex batterista,i due erano molto amici. I ragazzi si abbracciarono. “Oh dio come sei cambiata dalla ragazzina che ho visto l’ultima volta! Hai colorato i capelli?”
    Avril lo guardava sorridendo ancora con aria incredula. “Ma sei ancora bellissima!” disse Matt dolcemente,quasi ironicamente. Avril arrossi’. I due cammnaronoo per un po’ e si raccontarono parecchie cose. Si sedettero ed Avril ad un certo punto incomincio’ a barcollare,si sentiva debole. Il ragazzo allora gli sfioro’ la fronte e noto’ che aveva la febbre alta cosi’ la prese in braccio e la porto’ a casa sua.
    “Ma non te ne sei accorta stamattina che eri malata?”
    “N-no…”
    “Hai la febbre alta parecchio. Vado a prepararti degli impacchi di acqua fredda.”
    “Grazie,Matt…”disse Avril con foce flebile.
    Matt torno’ e gli mise gli impacchi sulla fronte per fargli abbassare la temperatura. Poi si sedette sul letto accanto a lei.
    “Cosa ci fai qui?” gli chiese la ragazza
    “Sono qui perche’ devo registrare nello studio con la mia nuova band. Sai tu e gli altri mi mancate da morire. Peccato che ci siamo sciolti…”
    “Gia’…mi avete abbandonato…”
    “Non dire cosi’… ognuno ha preso la sua strada.Sono cose che succedono…”Matt provo’ un leggero senso di colpa.
    “Si’…e’ vero…Ricordo tutti uno per uno. Jess lo sballato,Charlie il serio,Matt il riservato quanto basta…e…ed…Evan…”
    “Uhm…Evan il…?”
    Avril cerco’ di trattenersi le lacrime,ma scoppio’ a piangere quando disse “Il mio migliore amico!”
    “Avril,che ti succede? Perche’ piangi?”
    “No…non e’ niente – tiro’ su col naso –scusami…”
    Ma Matt capiva che qualcosa non andava,ma non volle impicciarsi.
    “Sai ho ancora molte foto di noi…ogni tanto le vedo. Sono,sono in quel cassetto li’,prendile sono in un album color panna.”Avril indico’ un cassetto.
    “Qui?”
    “Si’,prendilo”
    Cosi’ i due amici si misero a guardare tutte le foto e a parlare dei vecchi tempi. Avril provo’ un senso di spensieratezze e le ritorno’ il sorriso sulle labbra.
    “So che ti sei sposata…come va con Deryck?”
    “Oh…a …a meraviglia…non lo vedo da qualche mese…”
    “Ah…e’ in tour?”
    “Si’…”
    Matt non sapeva nulla del nuovo CD di ‘colei che si fingeva Avril’. Ed Avril non lo tiro’ fuori come argomento. Si fece tardi,circa le 6 di sera.
    “Avril,scusa ma adesso devo proprio andare.Stammi bene. – disse sorridendo – e curati! Promesso?”
    “Promesso!”
    Matt prese la sua roba e la bacio’ sulla fronte:”Uhm…la febbre e’ scesa. Ciao! A presto”
    “Ciao…vieni a trovarmi qualche volta…grazie per avermi portato a casa ed esserti preso cura di me! Sei come un fratello maggiore per me!”
    Matt sorrise. “Allora…ciao sorellina!” ed usci’ dalla stanza.
    Avril era di nuovo da sola. Ma tutto sommato era felice. Chiamo’ il marito per salutarlo. Deryck stava provando e rispose.”Pronto?”
    “Ciao Deryck sono Avril”
    “Ah…ciao”
    “Sai ho la febb..”
    “Avril,scusami ma devo provare ho ancora poco tempo. Ti richiamo ciao”
    TLAC
    “Si…ciao…”
    “Oh mio dio…che periodo da schifo. Mi sento davvero sola.” Penso’
    “In questi casi chiamerei Evan,ma lui…lui...lasciamo perdere.”
    Imbraccio’ la sua chitarra e provo’ a suonare qualche nota, ma il malumore gli fece passare la voglia. Non sapeva che fare. Non poteva uscire…non poteva fare nulla.

    Passarono un paio di giorni ed Avril guari’. Deryck non l’aveva piu’ chiamata. Si sentiva trascurata. Usci’ di casa e passo’ davanti ad un bar dove vide Evan ad un tavolo che dormiva con un bicchiere di birra. Come colpo istintivo entro’ nel locale e cerco’ di svegliarlo,era ubriaco. “Evan! Evan!”
    Lui apri’ gli occhi. “A-Avril…che ci fai qui?”
    “Che ci fai tu qui!”
    “Qualcuno qui e’ un po’ permalosetto! Signore mi porti un altro driiink!”
    “Oddio Evan! Sei ubriaco marcio!”
    Avril lo trascino’ fuori e cerci’ di portarlo a casa sua lo fece entrare e mettere sul divano del suo salotto.
    Dormiva ancora. Quando si sveglio’ si ritrovo’ Avril vicino a lui che leggeva un libro.
    “Avril… -disse fastornato e SOBRIO – sei tu?”
    Avril poso’ il libro:”Si’,sono io! Ma che ti prende? All’improvviso vai ad ubriacarti?!”
    Evan si sentiva quasi in colpa.
    “Era…era per…per dimenticare..”






    ...continua...

Pagina 1 di 5 123 ... UltimaUltima

Segnalibri

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •