Vai a Team World Shop
Risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: Proibite Passioni.

  1. #1
    New Kid on TW


    Data Registrazione
    Jan 2011
    Messaggi
    13

    Predefinito Proibite Passioni.

    Questa è la mia fanfiction!

    Autore: BhuddaForMary93
    Titolo: Proibite Passioni.
    Personaggi: Di fantasia: Margherita,serena,lorena,bruno. E jared e shannon dei 30 seconds to mars.

    Italia,13/05/1870.

    Oggi in Sicilia stranamente pioveva. Pioveva là fuori e piovevano lacrime dal viso di Margherita.. Era il funerale di suo padre, Marcello Onofri, un uomo benestante siciliano, sposò la madre quando lei aveva solo 16 anni e lui 30..lei a 17 ebbe la prima figlia: Benedetta. A 19 nacque margherita. Lorena D'Amico era sempre stata insoddisfatta del matrimonio che aveva avuto con Marcello, i suoi genitori glielo avevano fatto sposare per soldi, e poi Lorena era stata fin da piccola una bella signorina e quindi Marcello l'aveva sposata per la bellezza.. Si nessuno dei due si era sposato per amore. L'unico amore che avevano dato era alle loro figlie.. e sia Benedetta che Margherita avevano ricambiato in tutti quegli anni..!

    -Non piangere per Papà Margherita,adesso sta bene, negli ultimi tempi la malattia lo aveva ridotto veramente male, nessuno poteva guarirlo..Sia che le cure costavano veramente troppo e poi nessuno qui per ora ha studiato bene per curare quel tipo di malattia..-

    -Non piango solo per papà, sono felice che finalmente abbia trovato la pace, dopo quel periodo bruttissimo, solo che nostra madre appena papà si è
    ammalato ha iniziato a frequentare un altro e ieri sera ci ha detto che stasera a cena c'è lo farà conoscere. Come faccio a conoscere un altro uomo se appena poco fa mio padre è stato sepolto? Non ha una dignità, ecco perchè in paese la chiamano “La prostituta dell'Americano”.. E te lo sto dicendo in italiano, in dialetto avrai ben capito come la chiamano!

    -Si hai ragione sorellina, mamma ha fatto un grave sbaglio, non è giustificabile! Però tu a lei e soprattutto alle dicerie o a quello che senti dire non devi badarci, vivi la tua vita, ormai hai 20 anni sarebbe ora che ti trovassi un bel conte e ti sposassi.-

    -Sposarmi?Per fare la fine di mamma? Avere due figlie e vivere nella menzogna? Far finta di amare un uomo che non amo e viverci tutta la vita solo per avere dei figli è una stabilità economica, beh, NO! Non voglio che questo errore si ripeta, se sto conservando la mia verginità e perchè voglio trovare un uomo che mi ami, per quello che ho dentro e che mi rispetti. Si so che è chiedere tanto, ma giuro che se nostra madre deciderà di farmi sposare qualcuno che non mi va bene mi faccio suora, e non scherzo Benedetta.-

    -Hai le idee ben chiare è! Spero per te sorellina che la sorte sia con te, ora scusami vado alla lezione di violoncello. Spero di tornare qui per l'ora di cena, se farò tardi comportati bene.-

    -Si, tu vai proprio a lezione di violoncello, dimmi la verità ti vedi con Bruno..? Non voglio che sparlino anche su di te.

    -Mi sono sempre stupita di quanto sei perspicace! Tranquilla i nostri sono solo incontri d'amore -

    Faccio finta di crederti, a stasera.-

    Mentre la sorella andava a darsi anima e corpo al suo amato Bruno, Margherita pensava a quanto potesse essere brutto sposare qualcuno che non amava, perchè doveva sposarsi per forza? Solo per mettere al mondo figli e non godersi niente della vita come sua madre? Per poi arrivare a 40 anni per trovarsi un uomo?Ed essere vittima di ingiurie da tutto il paese? No Margherita non voleva quella vita, Benedetta si che era fortunata, sapeva che prima o poi dalle sue “lezioni di violoncello” non sarebbe tornata, e anche se ne fosse amareggiata, Margherita sperava che quel giorno arrivasse presto,cosi Benedetta sarebbe stata felice e sicuramente nella casa che un giorno avrebbe comprato con Bruno ci sarebbe stato spazio anche per lei se un giorno avrebbe voluto scappare via di casa.



    -Hai mai parlato di me alle tue figlie?-

    -Oh certo,lo sanno da tempo. In paese sono malvista per questa mia storia d'amore con te, mi chiamano “ a ******a do mericanu”, cioè la sgualdrina dell'Americano. Ma non badarci e solo gente invidiosa che mi invidia da quando sposai mio marito. Ora che sapranno che tu sei una persona altolocata sarò vittima di malocchio.-

    -Ciò che per me è importante e che le tue figlie siano contente per te. Anzi per noi. Poi che la gente parla, lasciala parlare. La carrozza sarà qui tra poco. Avviamoci cosi William il cocchiere ci vede. Mia adorata potrò tenere William con noi?Come nostro cocchiere ufficiale?L'ho fatto viaggiare dall'America fino a qui, non vorrei sembrare una persona sgarbata dopo tanti anni che mi offre un fedele servizio.-

    -Jared, qualsiasi cosa ti dirà mia figlia Margherita, tu non badarci, era molto attaccata a suo padre, credo fossero una sola cosa l'uno per l'altro! Quindi lei non ti vede di buon occhio.. Ma sono sicura che conoscendoti ti adorerà, come ho fatto anche io d'altronde.-

    -Oh mia tenera Lory, non ho paura di niente e di nessuno, voglio solo restare con te, non vedo l'ora di conoscere le tue figlie, quanti anni hanno?10 o 9 non ricordo bene..-

    -Oh magari avessero quell'età, Benedetta la più grande ne ha 21, Margherita ne ha 20. Oh vedo William, incamminiamoci, non vedo l'ora di essere a casa, deve essere tutto perfetto.-



    Per l'occasione Margherita,aveva indossato il vestito migliore che il padre le avesse potuto regalare, non sapeva se l'indossava per fare un dispetto alla madre o se solo voleva apparire bella difronte il suo nuovo fidanzato. Margherita aveva i lineamenti dolci e soavi, gli occhi ramati erano contornati da un marrone scuro che ne sottolineavano la profondità, i capelli mossi ricadevano sulle spalle come le onde del mare che si infrangevano sugli scogli. Era bellissima, e per questo non perdeva mai l'occasione di sembrare appariscente, e di quei tempi esserlo voleva solo significare essere una sgualdrina, ma per Margherita voleva solo dire, curare il suo corpo e sentirsi bene con se stessa. Anche se lei fosse così bella, non era mai riuscita ad avvicinare un ragazzo, era bella ma anche molto timida, quindi a 20 non aveva ancora dato un bacio, non sapeva come fosse un uomo nudo, e a volte si ritrovava in camera sua ad immaginarne uno, bello con gli occhi di ghiaccio capelli scuri e bocca invitante, molte volte si era detto che quello che faceva nella sua stanza quando era sola era disonorevole, ne parlava spesso con Benedetta e la sorella le diceva che era normale provare attrazione per un uomo e quindi appagare le sue voglie da sola, che non doveva vergognarsi di niente e che prima o poi avrebbe assaporato le gioie del fare l'amore.


    -Finalmente eccoti arrivata, e da un ora che guardo dalla finestra nella speranza che arrivassi prima tu che loro.-

    -Calmati, sono qua ora. Comunque li ho visti arrivare. Preparati una buona dose di educazione e rispetto, mi raccomando, non fare la sciocca, nostra madre ci tiene tantissimo.-

    -Si, va bene. Iniziamo a scendere li aspettiamo sulla porta, da brave ragazzine educate.-



    -Eccoci arrivati. Jared le mie figlie sono là sulla porta. Vieni forza te le presento. Salve piccole mie, la mamma è tornata, state bene? Oh scusate vi presento il signor Jared Joseph Leto, il mio nuovo amore.-

    Lieto di fare la vostra conoscenza signorina..?-

    Salve signor Leto io sono Benedetta, sono lieta di fare la sua conoscenza.-

    Io sono Margherita e credo di dover correre in camera mia perchè ho una terribile emicrania, ma sono comunque felice di conoscerla.-

    Nell'esatto istante in cui aveva visto il suo nuovo patrigno Margherita credeva di essere impazzita, era identico all'uomo che quasi tutte le notte immaginava nudo che le faceva provare i piaceri più proibiti, una casualità? O cosa era? In un attimo le guance le erano andate a fuoco, come poteva aver immaginato quell'uomo se neanche lo aveva mai visto, si era in due minuti ripromessa di non fare mai più pensieri proibiti, mai più.

    {Oh Madonna mia assolvimi dal peccato, non volevo farlo non conosco questo uomo credo di averlo immaginato per casualità, Madonnina perdonami se ho molto peccato, domenica correrò in chiesa a farmi purificare ma preservami dal fuoco dell'inverno..}



    “Toc Toc”

    Avanti. -

    Tesoro è tutto apposto?Non hai la febbre vero?A un certo punto ti ho vista diventare rossa e credevo stessi veramente male.-

    No madre per ora è tutto apposto, perdonatemi se sono sembrata maleducata, ma è da stamani che ho questo mal di testa, vorrei solo riposare, sempre se permettete.-

    Certamente. Riposa pure cara. Domani a colazione voglio che tu stia bene, devi essere in bella forma per conoscere Jared,che, ti perdona per come sei scappata visto che anche lui ha notato che non stai bene.-

    Sarò sicuramente in forma domani mi serve solo un po' di riposo, buona notte madre.-

    Dormi bene mio piccolo tesoro.-


    Fine Primo Capitolo.

  2. #2
    New Kid on TW


    Data Registrazione
    Jan 2011
    Messaggi
    13

    Predefinito Re: Proibite Passioni.

    I Battiti del cuore.


    Il sole filtrava dalle tende della stanza di Margherita,i raggi del sole contornavano i lineamenti del suo viso,dolci e fragili. Chissà cosa stava sognando o chi stava sognando. Magari sognava un'amore, di quelli che ti tolgono il fiato, che ti fanno ringraziare Dio di avergli donato la persona più bella che posso esistere nel mondo. Oppure sognava di trovarsi in un altra città, a Margherita piaceva molto viaggiare, anche se ancora non sapeva bene cosa volesse significare, visto che non aveva mai viaggiato in vita sua. Avrebbe voluto visitare Roma,Parigi,Londra. Le capitali che per lei traboccavano di amore. Penso che Margherita fosse cosi determinata a trovare l'amore solo perchè insoddisfatta della vita vissuta da bambina. Aveva sempre ricevuto amore e qualsiasi cosa essa desiderasse, solo che non aveva mai visto i suoi genitori scambiarsi gesti affettuosi. Da bambina sua madre le aveva insegnato che amare era quasi come fare peccato. Scambiarsi baci in presenza di altre persone era segno di maleducazione. L'unico scopo del matrimonio erano i figli. Margherita si era sempre immaginata come erano stati brutti i rapporti sessuali dei suoi genitori,immaginava sua madre stessa sotto suo padre a piangere e a ripetere nella sua mente che “è giusto,che non doveva andare contro i suoi genitori.” Le lacrime aumentavano come il ritmo delle spinte del padre,non si provava amore in quel che si faceva, era soltanto DOVERE ma non AMORE.

    Margherita si svegliò di colpo. Aveva sentito un rumore strano. Si infilò l'esile vestaglia di raso e andò a guardare fuori dalla finestra. Era il suo patrigno che scaricava le valige di un altro signore. Presumeva fosse il fratello più grande, sua madre le aveva raccontato che il fratello ormai disprezzava le donne, aveva avuto una lunga storia d'amore e prima del matrimonio la futura sposa si era rivelata essere innamorata di una donna, e alla fine se ne era scappata in Francia,lasciando che il cuore del povero Shannon si frantumasse come un bicchiere lanciato verso il pavimento.
    Margherita pensò che gli uomini di quella famiglia fossero molto strani. Pensava alla donna che aveva lasciato Shannon, aveva avuto il coraggio di mostrare al mondo che amava una persona dello stesso sesso e che non le importava cosa diceva la gente, loro si amavano e sarebbero andate anche all'inverno insieme,purchè non fossero divise.

    “Toc Toc”

    < Avanti >

    < Buon Giorno Margherita,nostra madre mi ha detto di venire a controllare se fossi pronta per la colazione. Ci ha raggiunti il fratello del Signor Jared,mi raccomando non comportarti come ieri sera, ho visto che ti sei sentita male apposta. Devo ammettere che questo Jared sembra una brava persona,magari nostra madre con lui è davvero felice, quindi ti pregherei di sorridere di più, hai un così bel sorriso.>

    < Si lo visto mentre scaricavano insieme le valige. Non è il fratello di cui parlava nostra madre?Quello che la futura sposa lo lasciò per scapparsene in Francia con “L'amante”?>

    < Si è proprio lui, mi raccomando che non ti scappasse qualche parola che non và! Quel povero uomo ha il cuore infranto, non vorrei ti ci mettessi pure tu! >

    < Secondo me quello non ha proprio il cuore infranto! Nostra madre mi ha detto che adesso disprezza le donne, secondo me ci ricoprirà di insulti! Una persona che ha sofferto odierà ciò che l'ha fatto soffrire, quindi preparati a sentirtene dire tante!>

    <Oh su via dai,smettila di dire cose non vere. Preparati e vieni a fare colazione.>




    < Sono felice di avervi qui Shannon. Le fa bene cambiare un po' d'aria.>

    < Sono onorato di essere vostro ospite Lorena. Mio fratello è veramente innamorato di voi. E poi si magari venire qui mi farà davvero bene, qualche volta bisogna far cambiare aria ai proprio polmoni.>

    < Non vorrei sembrare maleducata, ma magari qua potrebbe conoscere una bella signorina siciliana, che le rapisce il cuore. Qua ce ne sono di ragazze pronte per il matrimonio.>

    < Per ora sono sicuro che non c'è nessuna ragazza capace di..................... ehm farmi innamorare.>

    <(Baciamano) Io sono Margherita,lieta di fare la sua conoscenza.>

    <... Il piacere è tutto mio.>

    <Visto che ora siamo tutti,possiamo fare colazione.>

    Negli occhi di Shannon erano apparse due scintille,appena aveva visto e sfiorato con le labbra delicatamente la mano di Margherita, il suo cuore a un certo punto si era riempito di un calore strano, un calore che Shannon non sentiva da tempo o che magari non ricordasse come fosse quel calore. Shannon non credeva nell'amore a prima vista, e poi quel periodo per lui era molto strano e doloroso, quindi non era proprio momento di pensare di nuovo alle donne. Margherita era bellissima. Non aveva mai visto una bellezza di quel genere. Aveva degli occhi ramati profondi. Quei capelli mossi che ne aveva sentito il profumo di lavanda, quelle mani esili e che tremavano sotto il tocco delle sue labbra. Chissà come avrebbe tremato sotto il tocco del suo corpo contro il suo,avrebbe voluto rubargli un bacio. Doveva stasera attento, non la conosceva bene, era solo un attrazione fisica, il suo cuore doveva restare assolutamente chiuso.



    < Oggi è una bella giornata, ieri pioveva così tanto. Mi meraviglio come a Maggio si metta a piovere. Qui si dice che quando piove a maggio succederà un brutto presagio.>

    < L'Italia è veramente superstiziosa. Jared io starei veramente attento.>

    < Ahahahaha (risata di gruppo).>

    <Ma lo sa signorina Margherita, che il suo sorriso fa invidia al sole? E' veramente bello.>

    <......Oh beh grazie, lei è veramente gentile. Oh si è finito il succo d'arancia ne vado a spremere un altro po'.>


    Doveva assolutamente trovare una scusa per allontanarsi, le sue guance erano andate di nuovo in fiamme. E con la scusa che il succo di arancia si era finito,Margherita poteva benissimo lavarsi il volto con un po' di acqua. Margherita si sentiva così strana, troppe cose successe in pochi giorni.

    {Ma cosa mi sta succedendo? Mi ha fatto solo un complimento. Mi sto immaginando troppe cose. Devo rendermi conto che è un uomo più grande di me, ed è uscito poco fa da una relazione complicata. Non posso farmi strane idee, no devo stare calma. Calma veramente calma.}

    < Disturbo?.>

    <Aaaaah, mi ha spaventato. Cosa le serve?.>

    < Sua madre mi ha chiesto se può portare la marmellata di fragola. Mi spiace averla fatta spaventare.>

    <Va benissimo. Mi scuso io per la reazione.>

    In quella frazione di secondo per Margherita il canto degli uccelli si fermò, il sole non splendeva più come prima, si era tutto fermato. Shannon si era avvicinato a lei, era poggiata al mobiletto e pregava che riuscisse a diventare un liquido e poterci sprofondare dentro. Il viso di Shannon era vicinissimo al suo. Poteva sentire il suo respiro caldo. Margherita si sentiva strana, una sensazione molto strana,diciamo che si stava eccitando, quel corpo maschile era veramente virile,cosa stava succedendo tra loro? Shannon si avvicinava sempre più,Margherita d'impulso chiuse gli occhi e con fare invitante lasciò le labbra alla mercè di Shannon. Ma con l'ultimo bricioli di ragione Shannon le chiese scusa e andò dritto a rifugiarsi nella sua stanza, lasciando Margherita ai suoi brividi e alle sue emozioni.
    Fine 2 Capitolo.

  3. #3
    New Kid on TW


    Data Registrazione
    Jan 2011
    Messaggi
    13

    Predefinito Re: Proibite Passioni.

    *La traduzione dei linguaggi in dialetto li trovate a fine capitolo!*

    Scandalose Emozioni.

    Margherita era rimasta lì,appoggiata a quel mobile fremente di eccitazione,il contatto con quel corpo caldo e virile l'aveva devastata, sentiva un calore pervadere dalle parti intime e finire alle orecchie. Era cosi che si sentiva una donna prima di fare l'amore? Calda ed eccitata? Oppure aveva la febbre?Stava delirando?Come faceva a sentirsi in quel modo? Stare a contatto con Shannon le aveva procurato delle sensazioni calde e piacevoli, e doveva assolutamente stargli lontana altrimenti avrebbe perso il controllo dei propri sensi.

    < Tesoro,avevo detto a Shannon di.. Cara sei rossa in volto sicura di sentirti bene?>

    < Oh.. Ehm, no non credo sia febbre, te lo detto ultimamente ho molti mal di testa, magari sono le nostre cose da donna. Sarà meglio che vado a controllare, e poi magari vado al mercato a comprare qualcosa.>

    < Oh tesoro forse è vero. Con te farò venire Jared, non vorrei ti sentissi male.>

    < No madre non è necessario che voi lo facciate venire. >

    < No no insisto! Ora vado a portare la marmellata a tua sorella. >

    < Madre, dite a Serena di raggiungermi in camera per favore.>


    {Cosa mi sta succedendo? E da quando sono arrivati in questa famiglia i Leto che mi succedono cose strane. Quell'altro mascalzone aveva provato a baciarmi, ma chi si crede di essere? Non posso negare che sia bellissimo, e ha un corpo caldo e virile, e mi ha mandato i sensi in visibilio.. Ma io sono una ragazza seria e non mi lascio sedurre dal primo che capita. Se si permetterà di nuovo ne parlerò con mia madre. Si sta approfittando della nostra ospitalità e gentilezza. Suo fratello si sbaglia le donne non le disprezza affatto!}


    < Shannon non sei tornato a finire la colazione con noi. Qualcosa ti preoccupa?>

    < Forse qualcosa si. Anzi qualcuno.>

    < Mi dici cosa hai?Pensi ancora a Vivienne? Shannon so che può farti star male questa storia, ma devi dimenticarla, vedrò di informarmi sulle ragazze in età da marito di questa zona. Ne conoscerai qualcuna che riuscirà ad amarti con sincerità. Non devi stare sempre all'erta. Non tutte le donne sono come quella lì. >

    < Margherita è veramente bella. Mi è apparsa come una Dea davanti gli occhi e ho sentito nel cuore un emozione che mi ha scaldato l'anima. Ha degli occhi che vanno dal rame al marrone scuro, e gli appaiono più profondi, le labbra così piccole sembrano boccioli di rose che devono ancora sbocciare per bene. E i suoi capelli profumano di lavanda. Oh fratello secondo me è davvero una Dea.>

    < Oh... Si devo ammettere che la prima volta che l'ho vista anche io ho provato le stesse sensazioni. Ma ricordiamoci che è figlia di Lorena, e poi è ha bambina ha quasi 21, e poi sua madre mi ha detto che sta per organizzare una festa per il suo debutto in società, così conoscerà qualche giovane e magari deciderà di sposarsi.>

    < Perchè mai dovrebbe sposarsi per forza un altro bambino come lei, Jared potrei amarla anche io. E poi sicuramente Lorena me la lascerebbe sposare. Sono pur sempre tuo fratello, un estraneo non potresti mai sapere come la tratterebbe. Perchè non gliene parli?>

    < Shannon chiudiamo questa storia, Margherita sposerà un ragazzo della sua età e tu sposerai una donna di almeno 30 anni, ma non voglio più che tu ti faccia strane idee in mente. Lei per te non va bene. Sarà bellissima,ma ha bisogno di un uomo della sua età. Non farmi fare cattiva figura oppure ti faccio tornare in America. >

    “Toc Toc”

    < Oh mi scuso per il disturbo signori, Lord Jared mia madre diceva se mi potreste accompagnare al mercato a prendere alcune cose, sa la dispensa è vuota.>

    < Non può andarci la servitù? >

    < Se vuole MyLady la posso accompagnare io.>

    < La servitù non ha l'incarico di andare a prendere le cose da mangiare, andavamo io ho mio padre a scegliere i prodotti migliori, ma se lei è cosi impegnato vedrò di andarci sola. Uh>

    < No no Mylady non ascoltate mio fratello anzi scusatelo se e stato scortese, vi porterò io, vostra madre non avrà niente in contrario se vengo io al posto di mio fratello. >

    < Se proprio insiste può accompagnarmi.. >


    Al mercato...

    < *“L'aranci chiù boni li tenimu nui!Signorina bella accattati l'aranci!”>

    < Mmm non ho mai visto questo frutto in America. E' buono?>

    < Certamente! Buon uomo fate assaggiare uno spicchio di arancia al signore?>

    <E comu no! Teniti sentiti chi bontà!>

    <Mmm, oh “tossisce” e amara.Mmm però in compenso mi ha dissetato. Ne compro un Kg. >

    <Vin da regalu mezzu chilu in più pecchi siti stranieru!>

    <Cosa ha detto?>

    <Ve ne regala mezzo kg in più perchè siete straniero..>

    <Oh che gente gentile, ditegli di non disturbarsi..>

    < Il signore dice che non si deve disturbare..>

    < No macch' disturbu!E un onore aviri ca nu principa.>

    <Bon giornu signorina Onofri.. Comu staciti?Seppi e vostru patri..>

    < Buon giorno signora Filomena. Sto meglio. Voi? Eh si papà finalmente ha smesso di soffrire .Oh le presento Lord Shannon Christopher Leto.>

    < Molto lieto signora Filomena.>

    < E cu dè? Nu lordu? E pecchì un si lava? >

    <Ahaha no signora, è un Lord, una persona altolocata. Benestante. Non è sporco ..profuma cosi bene...*_* >

    <Cosa ha detto la signora che avete sorriso?>

    < No niente, poi glielo spiego.>

    < Ah aiu capitu. Vabbuò signorì tegnu da fari. Salutatimi a mamma vostra. Arrivederci ….Lord....>

    < Salve signora. >


    Margherita e Shannon finirono tutta la giornata col ridere. A Shannon stava simpatica la gente del posto e lo faceva sorridere molto il loro dialetto, di cui non capiva una parola. Ma poi c'èra lei, raggiante e sorridente, che gli traduceva qualsiasi cosa. Aveva assaggiato un arancia e gli era piaciuta molto, mentre la degustava si chiedeva di cosa sapesse la pelle di lei, i capelli le profumavano di lavanda, la pelle doveva essere un misto di pesco e ciliegio, e poi doveva avere un odore speciale tutto suo. Il pomeriggio passò in fretta,nel tragitto di ritorno a casa, si mise a piovere, benchè corressero Margherita col vestito che si ritrovava finiva sempre con l'inciamparsi e cadere, e Shannon era sempre pronto a soccorrerla..

    < Dobbiamo ripararci un attimo. Andiamo laggiù c'è un casolare abbandonato, aspettiamo che smetta.>

    < Si ha ragione signorina,andiamo.>


    <Eccoci qua. Dia a me i cestini li poggiò qui sono ben riparati. Lei si riposi ha il viso molto rosso. >

    <Oh grazie, si sono caduta tante di quelle volte. E' stato gentile ad alzarmi tutte le volte.>

    < Non vorrei mai lei si facesse male. E' così fragile è dolce, e anche tanto bella. >

    < Lei così mi fa arrossire di più. No, la prego..>

    In quel minuscolo istante stava rivivendo la scena della stessa mattina, lui l'aveva poggiata a un muro, e la guardava negli occhi, le spostò un ciuffo di capelli bagnati dal volto, e le accarezzò i lineamenti dolci e soavi del suo viso. Era li tremante di freddo e forse tremante per quel bacio tanto desiderato e atteso. Margherita ringraziava in cui suo il tempo che si era messo a piovere, proprio perchè grazie alla pioggia si ritrovava li a un centimetro della sua bocca. Anche se erano bagnati i loro corpi erano caldi di passione e desiderio.

    < Stiamo sbagliando Shannon. >

    < No, quando una cosa desideri farla, si deve fare, e io ti avverto sto per baciarti..>
    Si la baciò. Un baciò che sembrava non volesse mai arrivare. Shannon avverò le labbra di lei e le bacio con forza,con passione. Margherita aveva una gran paura di far brutta figura, ma in quel momento l'unica cosa che voleva era stare fra le sua braccia e baciare la sua candida bocca. Margherita si aggrappò alle sue braccia più che poteva, lo baciava lo desiderava, era fremente di eccitazione. Shannon affondò il viso nel suo collo e inizio a baciarlo a mordicchiarlo. Margherita nel suo corpo aveva sensazioni nuove, era percorsa da un eccitazione tale da toglierle il fiato. A un certo punto un fulmine li riportò alla realtà. E Margherita corse via, nel buio della sera.

    Fine 3 Capitolo.

    *< Le arance più buone le abbiamo noi. Signora su comprate le arance.>

    *< E come no,sentite che bontà.>

    *< No macchè disturbo. E' un onore avere un principe.>

    *< Buon giorno signorina Onofri. Come state? Ho saputo di vostro padre..>

    *< E chi è? Perchè è sporco?Perchè non si lava? > *

    *< Ah ho capito. Vabbè signorina, ho da fare. Salutatemi vostra madre. Salve..Lord..> *

Segnalibri

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •