Vai a Team World Shop
Risultati da 1 a 7 di 7
Like Tree10Likes
  • 3 Post By Athena
  • 1 Post By PrincesMonica.
  • 1 Post By PrincesMonica.
  • 4 Post By Athena
  • 1 Post By pink74

Discussione: Jared Leto in live chat nel sito di Fast Company

  1. #1
    TW superstar


    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    1,748
    Inserzioni Blog
    6

    Thumbs up Jared Leto in live chat nel sito di Fast Company

    Stasera, a partire dalle h 21:30 CET (fuso orario italiano),
    Jared sarà ospite della rivista economica Fast Company, per una intervista e chat in diretta, che si svolgerà nel sito della rivista stessa:
    How to Disrupt the Music Industry: A Conversation with Jared Leto | Fast Company

    Fast Company ha recentemente inserito Jared nel proprio elenco dei "100 Most Creative People In Business 2012", per le iniziative imprenditoriali particolarmente innovative, che Jared ha intrapreso negli ultimi anni.
    Fra queste, il lancio del sito VyRT.

    Potete anche inviare le vostre domande via Twitter a @FastCompany, usando l'hashtag #FCChat oppure scrivendo nel riquadro che compare nel sito (link qui sopra).


    Non mancate!!
    Ultima modifica di Athena; 24-05-2012 alle 21:04

  2. #2
    TW superstar


    Data Registrazione
    Jun 2007
    Messaggi
    3,587
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Jared Leto in live chat nel sito di Fast Company

    Pronta a vedere che ci dice questa volta!

  3. #3
    TW superstar


    Data Registrazione
    Jun 2007
    Messaggi
    3,587
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Jared Leto in live chat nel sito di Fast Company

    QUESTION: Do you believe there is a place for new hybrid types of relationships between business and people, and between business and business, as well as between people?! (by Outcast 9:27 PM)
    ANSWER: We're already at that place. The relationship between businesses and people has become a two-way conversation. Businesses used to have the supposed luxury of talking at people. Now if they're smart they know they need to talk with people.

    Q: Will VyRT be available for anyone who's interested in connecting with their fans? (by JessaG 9:30 PM)
    A: We hope so.

    Q: how did you get the ideo for VyRT in the first place? (by Anna 9:30 PM)
    A: The only solution to broadcast one of our shows was to go and beg for corporate sponsorship. There wasn't another option out there. So I started VyRT.

    Q:STEVE JOBS SAID THAT THE WORST THING THAT SOMEONE COULD DO IS TO THINK ABOUT TO MAKE A LOT OF MONEY WHEN THEY TRY TO DEVELOP A BUSINESS OR PREPARE STRATEGIES…HE SAID THAT THE MOST POWERFUL THING TO MAKE SOMETHING WORKS IS THE PASSION AND BELIEF OF YOUR IDEAS… HE SAID THAT HE HAD A GREAT NEED TO SHOW WHAT HE COULD ACHIEVE AND MAKE POSSIBLE THE IMPOSSIBLE…HE FELT THE PASSION TO CHANGE THE WORLD AND IMPACT OF A UNIQUE WAY, WHAT IS YOUR MAIN PASSION OR THE MOTOR FOR CREATE YOUR IDEAS? (by LIZ ALETHIA 9:32 PM)
    A:Finding creative solutions for artists to share their work with audiences around the world. And in a bigger way, to enhance the quality of how we share our lives with one another. Because that's what it really is.

    Q: Do you see yourself as a possible investor in music industry as a whole and not only to your own band? And how could your 3 businesses attract/affect other artists? (by Natalia 9:38 PM)
    A: I'm always thinking of creative solutions to the problems that plague the music industry and if I can help in any way, I'm down to do that.

    Q: will VyRT have a role in the next tours? i mean there'll be some live parts of different gigs going on vyrt or it will remaing an extra for extra events? (by SissiMars 9:40 PM)
    A:VyRT will definitely play a part in future tours or shows. We're really excited to use VyRT in ways that are less traditional. VyRT will definitely play a part in future tours or shows. We're really excited to use VyRT in ways that are less traditional.

    Q: Seems like all this started after your conflict with your record company. Seeing VyRT , The Hive and even GTs, kinda looks to me it could all take a shape and form into a digital , all-about-music , giving freedom to the artists record company . I get it's too early but could this be the case, an ultimate goal ?
    (by queen__vicky 9:43 PM)
    A: There are still a lot of benefits to working with a traditional record company. The biggest being the talent of the people that work there. Having boots on the ground around the world is essential for a global band like Thirty Seconds To Mars. There's a lot of people we love at the label, and there's a lot about the system that needs to be fixed.

    Q: Back in the day, major entertainment companies used to repeatedly conduct lawsuits to block new technologies at the moment, including the VCR, Digital Audio Tape recorders, the first MP3 player, the ReplayTV PVR, and P2P software. Why did the industry used to be so hostile to new technologies, and what do you believe, Jared, has motivated a turn around on the industry's outlook? Or, are there still major honchos out there whom still maintain a pessimistic outlook on technology?
    (by Skye Marie 9:46 PM)
    A:Fear. I think these days people are starting to realize that incentivizing innovation rather than punishing it is probably a smart thing to do.

    Q: How do you keep focus and motivation when obstacles occure.
    (by Ania 9:48 PM)
    A: Put one foot in front of the other. Keep marching forward, even when doubt, fear, and failure all come knocking at your door.

    Q: You're a huge inspiration to me and a few others, what's the biggest advice you can give?
    by Dilan 9:53 PM
    A: Dream hard and work even harder.

    Q: What was the biggest obstacle you came across while developing VyRT?
    by jenayfromMARS 9:55 PM
    A: We've had a lot of challenges. We've made a lot of mistakes. And those are blessings in disguise. They help us learn and do a better job for everyone. For example, as many of you know we had a technical issue at the beginning of the last VyRT, which taught us a lot, and also I think it helped the rest of the VyRT be better than it would have had everything gone according to plan.

    Q: How did you come up with VyRT to name the whole thing? Did something inspire you and you came up with that name?
    by DinosayrikMARS 9:58 PM
    A: It just came to me. I wanted a word that could be used both as a noun and a verb, and I also like the connection between "vertical" and "virtual."

    Q: what's you're favorite moment from VyRT ? would you change something ? and if yes what would that be ?
    by Dimitra Giova
    A: My favorite moments are always the surprises, whether it's the palm tree :-) Or the not-so-small fire that I started whilst attempting to make vegan pancakes.

    Q: What is your biggest source of inspiration?
    by Marjo Mars 10:01 PM
    A: YOU

    Q: What is the next goal that you would like to reach about Vyrt? What would you add?
    by Sara (OurCallToArms) 10:02 PM
    A: To improve the social, to make payment easier, quicker, and painless. And to start sharing VyRT with other artists.

    Q: WOULD YOU SAY THAT IT IS PIRACY THAT HAD THE BIGGEST IMPACT ON RECORD COMPANIES? OR JUST THE FACT THAT COMPANIES WEREN'T PREPARED AND WANTED TO KEEP THEIR MONOPOLY GOING ?
    by JAYECHELONCARNERO 10:04 PM
    A:I think it's many things: Again, fear. A phenomenon called "grouping" that keeps positive outside influence from affecting a business. And technology, the way that we all consume and deliver music.

    Q: I THINK I LOVE YOU.
    by Silvia 10:07 PM
    A: In the words of Michael Jackson: "I love you, too."

    Q: You always had a great connection with your fan base. Do you think the digital and multimedia are an advantage in that relationship?
    by Eva 10:07 PM
    A: Being surrounded by dreamers and believers certainly helps make the impossible much more impossible. I think the Echelon understands that I'm always searching for creative solutions to problems.

    Q: if there were no VyRT what would be the other option or plan ?
    by Isabel 10:11 PM
    A: There isn't one. That's why I started the company.

    Q: Are there any future plans for improving The Hive?
    by amirataylor 10:13 PM
    A: We've taken on new clients both in and outside of the music business, and that's really exciting for us, because it teaches us a lot and we love to learn. It'll help us do a better job for Thirty Seconds To Mars.

    Q: how do you deal with enemies?
    by DeadlyAngel_ 10:15 PM
    A: It depends on who they are. Sun Tzu said: If at all possible avoid the fight. I think that's pretty good advice.
    Ultima modifica di PrincesMonica.; 24-05-2012 alle 22:13
    pink74 likes this.

  4. #4
    TW superstar


    Data Registrazione
    Jun 2007
    Messaggi
    3,587
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Jared Leto in live chat nel sito di Fast Company

    Q: What new technology most excites you?
    by Jodi 10:17 PM
    A: Biotechnology. The ability to have organic elements to technology, and the way that we're going to engineer organic matter.


    Q: In what ways to you plan to brand your businesses? I assume you'd like to make VyRT, for example, a staple to digital live experiences, what are some things you plan to do to make that happen?
    by Navit 10:21 PM
    A: Three things: Build out an unstoppable team; continue to improve the product itself; and share VyRT with other artists and audiences.
    Ultima modifica di PrincesMonica.; 24-05-2012 alle 22:21
    pink74 likes this.

  5. #5
    TW superstar


    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    1,748
    Inserzioni Blog
    6

    Predefinito Re: Jared Leto in live chat nel sito di Fast Company

    Traduzione


    - Credi che esista uno spazio, per creare nuovi tipi di relazione fra il mondo degli affari e le persone, o nuovi tipi di relazione all'interno dello stesso mondo degli affari, così come avviene fra le persone?
    R. Questo spazio esiste già. La relazione fra il mondo degli affari e le persone è diventata un dialogo reciproco. Un tempo il mondo degli affari poteva prendersi il lusso di parlare alle persone.
    Ora sa che, se è abbastanza furbo, deve parlare con le persone.


    - VyRT diventerà disponibile per qualunque artista voglia mettersi in connessione con i propri fans?
    R. E' ciò che speriamo.


    - Come ti è venuta l'idea di creare il sito VyRT?
    R. L'unico modo, per poter trasmettere uno dei nostri concerti era chiedere ad una qualche azienda di sponsorizzarcelo. Non c'erano altre soluzioni disponibili.
    E allora ho creato VyRT.


    - Steve Jobs affermava che, l'errore peggiore che una persona possa fare, quando è impegnata a sviluppare un'impresa o a elaborare strategie per un'impresa, è pensare solo a fare un sacco di soldi. Diceva anche che, il fattore più potente per far funzionare un'impresa è la passione e la fiducia nelle proprie idee.
    Lui sentiva un enorme bisogno di dimostrare quali risultati poteva raggiungere, di rendere possibile l'impossibile; nutriva la passione di cambiare il mondo, di colpirlo con un approccio speciale.
    Qual'è la tua più grande passione o il motore che crea le tue idee?

    R. Trovare soluzioni creative, per consentire agli artisti di condividere il proprio lavoro con il pubblico di tutto il mondo.
    In un senso più ampio, migliorare la qualità del modo in cui condividiamo la nostra vita con gli altri. Perchè si tratta di questo, in realtà.


    - Ti vedi come un possibile investitore nell'industria musicale nel suo complesso, o pensi di investire solo nella tua band? Come pensi che le tue attività imprenditoriali possano attrarre altri artisti o avere influenza su di loro?
    R. Sono costantemente alla ricerca di soluzioni creative, ai problemi che affliggono l'industria discografica. E se posso essere d'aiuto in qualche modo, sono pronto ad impegnarmi.

    - VyRT avrà un qualche ruolo nei prossimi tour? Voglio dire, ci saranno parti di alcuni concerti che verranno trasmessi sul sito, oppure VyRT rimarrà escusivamente dedicato ad eventi speciali?
    R. VyRT avrà sicuramente un ruolo nei prossimi tour e concerti. Siamo molto ansiosi di utilizzare VyRT in modi meno tradizionali. Credo che l'ultimo evento VyRT sia stato un buon esempio di tutto ciò.


    - Sembra che, queste tue iniziative abbiano avuto origine dalla controversia con la vostra casa discografica. Considerando VyRT, The Hive e i Golden Tickets, ho l'impressione che tutto sia incentrato sulla musica in forma digitale e che questo consenta agli artisti di liberarsi dalle case discografiche. Capisco che è un po' prematuro ma, potrebbe essere questo l'obiettivo finale?

    R. Ci sono molti vantaggi nel collaborare con una casa discografica tradizionale. Il più importante fra questi vantaggi è il talento delle persone che ci lavorano.
    Avere un solido punto di riferimento in ogni paese del mondo è essenziale per una band internazionale come i Thirty Seconds To Mars. Noi amiamo moltissime persone all'interno dell'industria discograficha, ma ci sono anche molti aspetti all'interno di questo sistema che hanno necessità essere aggiustati.


    - In passato, le principali aziende di intrattenimento erano solite intentare cause civili in continuazione, nel tentativo di arginare le nuove tecnologie che si rendevano via via disponibili, come i videoregistratori a cassette, i registratori digitali, i primi lettori MP3, i videoregistratori digitali e i software P2P.
    Perchè l'industria è stata così ostile alle nuove tecnologie e cosa ha motivato, secondo te, questo dietro front nell'attegiamento dell'industria stessa? O ci sono ancora dirigenti delle major, che mantengono un atteggiamento ostile nei confronti delle nuove tecnologie?

    R. La paura.
    Credo che negli ultimi tempi le persone abbiano cominciato a rendersi conto che, incentivare l'innovazione, piuttosto che ostacolarla, sia probabilmente la cosa più intelligente da fare.


    - Come riesci a mantenere la concentrazione e la motivazione di fronte alle difficoltà?
    R. Facendo un passo per volta. Continuando ad andare avanti, anche quando il dubbio, la paura, i fallimenti, bussano alla tua posta.


    - Tu sei di ispirazione per me e per altri. Qual'è il suggerimento più importante che puoi darmi?
    R. Sogna con tutte le tue forze e lavora anche oltre tue forze.


    - Qual'è l'ostacolo più grande che avete affrontato, mentre stavate sviluppando VyRT?
    R: Abbiamo dovuto affrontare molte sfide e abbiamo commesso molti errori. Ma gli errori sono benedizioni travestite da errori. Ci hanno aiutato ad imparare e a svolgere un lavoro migliore per tutti.
    Ad esempio, come molti di voi sapranno, abbiamo avuto dei problemi tecnici all'inizio dello scorso evento VyRT, problemi ci hanno insegnato molte cose; inoltre credo che ciabbiano aiutato a rendere l'evento VyRT migliore di quanto non avrebbe potuto essere, se tutto fosse filato secondo i piani.


    - Come ti è venuta l'idea del nome “VyRT”? Cosa ti ha ispirato e ti ha portato al quel nome?
    R. Mi è arrivata e basta. Volevo un termine che potesse essere utilizzato sia come un nome che come un verbo e, allo stesso tempo, mi piaceva il legame fra “Verticale” e “Virtuale”.

    - Quali sono stati i tuoi momenti preferiti dell'evento VyRT? Cambieresti qualcosa? E se si, cosa?
    R: I miei momenti preferiti sono sempre le sorprese: sia che si tratti della palma :-), sia del non piccolo incendio che ho causato, mentre tentavo di preparare i pancakes vegani.

    - Qual'è la tua più grande fonte di ispirazione?
    R. VOI.

    - Qual'è il prossimo obiettivo che ti piacerebbe raggiungere, riguardo a VyRT? Cosa aggiungeresti?
    R: Renderlo più sociale, rendere il pagamento più semplice, più veloce e meno problematico. Cominciare a condividere VyRT con altri artisti.


    - A tuo parere, è la pirateria ad aver avuto il maggiore impatto sull'industria discografica ? O è il fatto che le case discografiche si sono trovate impreparate e vogliono mantenere il monopolio?

    R. Credo che si tratti di molti fattori: la paura e un fenomeno chiamato “corporativismo”, che impedisce alle influenze positive provenienti dall'esterno di modificare l'industria.
    Ma anche la tecnologia, il modo in cui tutti noi consumiamo la musica e la proponiamo al pubblico.


    - Ti voglio bene!
    R. Come direbbe Michael Jackson: “anch'io ti voglio bene”.

    - Hai sempre avuto un forte legame con la tua fan base. Ritieni che la tecnologia digitale e multimediale siano utili a questa relazione?
    R. Essere circondato da sognatori e da persone che credono in me aiuta a rendere l'impossibile molto più possibile. Credo che gli Echelon comprendano che, sono sempre alla ricerca di soluzioni creative ai problemi.

    - Se non esistesse VyRT, quale sarebbe stata l'altra opzione o il piano alternativo?
    R. Non esiste un'altra opzione. Ecco perchè ho creato VyRT.

    - Quali sono i piani per incrementare The Hive?
    R. Abbiamo assunto nuovi clienti, sia nell'ambito dell'industria musicale, sia all'esterno di essa e questo è molto entusiasmante per noi, perchè ci insegna molte cose e noi amiamo imparare. E ci aiuterà a svolgere un lavoro migliore anche per i Thirty Seconds To Mars.

    - Come affronti i tuoi nemici?
    R. Dipende da chi sono.
    Sun Tzu diceva: “Se è possibile, evita del tutto la battaglia”. Direi che è un suggerimento molto saggio.


    - Quale nuova tecnologia ti entusiasma di più?
    R. La biotecnologia. La capacità di aggiungere elementi organici alla tecnologia e il modo in cui la materia organica può essere trattata attraverso l'ingegneria.


    - In che modo stai pianificando di imprimere un marchio alle tue attività economiche? Presumo che tu voglia rendere VyRT l'elemento fondamentale per le esperienze digitali dal vivo. Ma cosa stai programmando, per far sì che questo accada?
    R. Tre cose: consolidare una squadra di lavoro irrefrenabile; migliorare il prodotto in sé; e condividere VyRT con altri artisti e il loro pubblico.

    Ultima modifica di Athena; 25-05-2012 alle 15:11

  6. #6
    TW superstar


    Data Registrazione
    Mar 2010
    Messaggi
    1,986

    Thumbs up Re: Jared Leto in live chat nel sito di Fast Company

    che peccato, ho completamente perso questo appuntamento.
    quindi, grazie infinite a @Monica e @Daniela per la trascrizione e la traduzione (per me fondamentale ) dell'intervista.
    Jared è così entusiasta di tutto quello che lo circonda, vede i problemi e si butta per cercare una soluzione. è un atteggiamento così positivo che tende a contagiarti. inutile dire che LUI è di ispirazione per noi.
    capisco come lo interessino le biotecnologie, io ho solo qualche remora sulla capacità umana di lasciarsi prendere la mano, andare oltre gli umani limiti e creare ciò che possa in un futuro danneggiarci. mischiare natura, materiali biologici con innesti sintetici potrebbe rivelarsi pericoloso. pensiero un pò confuso vero?!
    Athena likes this.

  7. #7
    Roadie


    Data Registrazione
    Sep 2010
    Messaggi
    606

    Predefinito Re: Jared Leto in live chat nel sito di Fast Company

    Grazie per aver postato l'intervista. Comunque sono proprio d'accordo con @Pink74, chiunque si sarebbe lasciato scoraggiare dalle varie difficoltà che Jared e i 30STM hanno dovuto affrontare soprattutto negli ultimi anni, e invece Jay senza perdersi d'animo si è rimboccato le maniche, è venuto fuori dai vari problemi e ha creato addirittura un nuovo "strumento" come VyRT. E' proprio la sua positività ad emergere da questa intervista e questo non può che essere d'esempio per tutti.

    Citazione Originariamente Scritto da PrincesMonica. Visualizza Messaggio
    Q: What new technology most excites you?
    by Jodi 10:17 PM
    A: Biotechnology. The ability to have organic elements to technology, and the way that we're going to engineer organic matter.
    ...e per una biotecnologa è proprio un bel sentire...

Tag per Questa Discussione

Segnalibri

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •