Vai a Team World Shop
Visualizza Feed RSS

; La storia della ragazza {Chi non comprende il tuo silenzio, probabilmente non capirà nemmeno le tue parole}

  1. Come se fosse inevitabile

    Di , 23-04-2012 alle 19:53 (; Tra palco e realtà.)
    Immagine.jpg

    Come se fosse inevitabile, se ne stava lì. Ferma.
    Nel freddo gelido e in un caldo torrido nello stesso momento.
    Lì. Ferma. Immobile. Senza sbattere ciglia.


    La vita andava avanti. La vita le passava davanti.
    A grande velocità e lei non era capace di afferrarla.
    Non era capace di salire sul treno della vita.
    Le sembrava andasse troppo veloce.
    E velocità significava decisioni.
    Lei non
    ...
  2. Era sola e sarebbe sempre rimasta sola.

    Di , 23-11-2010 alle 13:56 (; Tra palco e realtà.)




    Il treno del binario 9 ¾ passa solo una volta nella vita.
    E’ il treno dei sogni, il treno dei desideri, il treno dell’amore, il treno della felicità,
    il treno della vita. Non tutti riescono a prenderlo. La maggior parte lo perde.
    La ragazza era impaziente quel giorno. Era agitata.
    Era seduta su una panchina di una stazione abbandonata.
    C’era solo lei. Nemmeno il capostazione.
    Nemmeno
    ...
  3. Una lacrima le rigò il viso.

    Di , 17-10-2010 alle 09:26 (; Tra palco e realtà.)
    Non era ancora l’alba.
    C’era buio nella stanza,
    e lei non riusciva a vedere i contorni delle sue cose.
    Non riusciva nemmeno a vedere
    i contorni della sua stessa vita.

    Quella canzone continuava a ciclo continuo
    nel suo mp3.
    Non smetteva mai di tormentarla.
    Le ripeteva sempre la stessa frase.
    Il meglio deve ancora venire.
    Il meglio deve ancora venire.

    Non poteva più aspettare ormai.
    Quel futuro che
    ...
  4. Strappatele via il cuore, non lo può più sopportare.

    Di , 17-09-2010 alle 17:26 (; Tra palco e realtà.)
    Via via via!

    Non ce la faceva più, ormai la solitudine la stava lentamente divorando.
    Pian piano stava passando dalla vita a una non-vita.
    La ragazza viveva soltanto perché il suo cuore batteva ancora.

    Ma non batteva più amore.
    Batteva solo a ritmo di musica,
    batteva dolore, batteva domande senza risposta,
    batteva voglia di piangere, batteva una rabbia repressa,
    e batteva da solo.

    Basta. Si era stancata di sentir
    ...
  5. Disperazione. Solitudine. Silenzio. Paura.

    Di , 20-08-2010 alle 10:51 (; Tra palco e realtà.)



    Disperazione. Solitudine. Silenzio. Paura.



    Erano le uniche quattro parole
    che in quel momento giravano nella testa straziata della ragazza,
    in quella bianca stanza vuota,
    baciata dal sole in piena estate.


    E se fosse di colpo tutto finito?
    E se tutto quello che aveva fatto, non fosse servito a nulla?
    E se il suo piccolo amore non aveva senso?
    ...
Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima