Vai a Team World Shop
Visualizza Feed RSS

; Tra palco e realtà.



Porta itineris dicitur longissima esse.

La porta è la parte più lunga di un viaggio.


E io so che voglio un Sogno,
e voglio un senso,
voglio una partita che mi faccia dare un senso
e questa vita sia
la mia Strada in salita
che mi possa guidare in ciò che amo
e così sia.


Gioia, Amore, Gratitudine.



Il meglio deve ancora venire.

L'amore conta,
conosci un altro modo per fregar la morte?




Tenere botta, sempre.

  1. Grazie, Sogno Mio..

    Di , 09-02-2010 alle 19:09 (; Tra palco e realtà.)
    31.O1.1O - O6.O2.1O
    London.

    Un brivido, un battito forte di cuore,
    i piedi si staccano da terra,
    eccoci sopra un oceano di nuvole bianche.

    Ti avevo chiesto di aspettarmi,
    sogno mio,
    e tu mi hai ascoltata, mi hai aspettata,
    e io sono venuta.

    Grazie.

    Ora so che tutto non è solo un sogno,
    ma che esiste veramente.
    È meraviglioso.
    Piango
    ...
  2. Vieni Qui, Tu Per Me, Te Lo Dico Sottovoce, Amo Te..

    Di , 07-02-2010 alle 19:13 (; Tra palco e realtà.)
    E...
    Vuoi da bere
    Vieni qui
    Tu per me
    Te lo dico sottovoce
    Amo te.

    Come non ho fatto in fondo
    con nessuna
    resta qui un secondo.

    E...
    se hai bisogno
    e non mi trovi
    cercami in un sogno.

    Amo te
    quella che non chiede mai
    non se la prende
    se poi non l'ascolto.

    E... uo... e....
    sei un piccolo fiore per me
    e l'odore che hai
    mi ricorda ...
  3. Arrivo Sogno Mio, vedrai che prima o poi arrivo.

    Di , 29-01-2010 alle 18:31 (; Tra palco e realtà.)

    Faccio la valigia.
    Sì oggi parto.
    Parto per un posto lontano.
    Tornerò. Purtroppo credo che tornerò.

    Mi abbandono a voli isterici di Fantasia
    così provo a immaginare
    come sia.


    Faccio la valigia.
    C’è tutto?
    Sì credo di sì.

    Volerei per ore ed ore.

    Non è un semplice Fare una valigia.
    Non è un semplice ...
  4. C'è un paio di scarpette rosse. (Per non dimenticare)

    Di , 28-01-2010 alle 15:51 (; Tra palco e realtà.)
    27 Gennaio.

    C'e' un paio di scarpette rosse

    C'è un paio di scarpette rosse
    numero ventiquattro
    quasi nuove
    a Buchenwald.

    Erano di un bambino di tre anni e mezzo
    chi sa di che colore erano gli occhi
    bruciati nei forni
    ma il suo pianto lo possiamo immaginare
    si sa come piangono i bambini
    anche i suoi piedini
    li possiamo immaginare
    scarpa numero ventiquattro
    per l'eternità
    ...

    Aggiornato il 02-03-2010 alle 20:23 da SimmY

    Categorie
    ; Ciò che piace al mondo, è breve sogno. ~ [Citazioni.]
  5. E piango. Come il cielo d'estate.

    Di , 27-01-2010 alle 21:09 (; Tra palco e realtà.)

    Hai presente quei temporali
    che arrivano d’estate all’improvviso?
    Vedi il cielo che diventa nero d’improvviso,
    le nuvole che coprono tutto,
    e devi correre,
    correre via dall’acquazzone che arriva.

    E piango.
    Piango come i bambini.
    Piango come quel cielo che d’improvviso
    si oscura di nuvole, non vedo più niente,
    e piango.

    Piango per te.
    ...
Pagina 48 di 58 PrimaPrima ... 384647484950 ... UltimaUltima