Vai a Team World Shop
Visualizza Feed RSS

; Tra palco e realtà.



Porta itineris dicitur longissima esse.

La porta è la parte più lunga di un viaggio.


E io so che voglio un Sogno,
e voglio un senso,
voglio una partita che mi faccia dare un senso
e questa vita sia
la mia Strada in salita
che mi possa guidare in ciò che amo
e così sia.


Gioia, Amore, Gratitudine.



Il meglio deve ancora venire.

L'amore conta,
conosci un altro modo per fregar la morte?




Tenere botta, sempre.

  1. E un giorno alla farfalla si spezzarono le ali.

    Di , 07-07-2010 alle 18:57 (; Tra palco e realtà.)




    Sempre in solitudine.
    Continuamente in silenzio.
    Piena di egoismo.
    Voglia di piangere.
    Lacrime amare sui fiori.
    Nessun colore.
    Sopravviveva e non viveva.


    E un giorno alla farfalla si spezzarono le ali.


    © ;Simmy

    Aggiornato il 10-07-2010 alle 10:48 da SimmY

    Categorie
    ; Rerum vulgarium fragmenta {Parole represse mai dette.}
  2. Con te.

    Di , 04-07-2010 alle 19:50 (; Tra palco e realtà.)
    Non chiedevo molto.

    Solo di stare
    con Te.





    E invece no.
  3. Speranze vane, cara ragazza.

    Di , 01-07-2010 alle 17:59 (; Tra palco e realtà.)



    Giornate grigie. Giornate tristi. Giornate in bianco e nero.
    Giornate spente. Giornate di pioggia.
    Non era il caso di uscire di casa. Faceva freddo.
    Un freddo che le spezzava la faccia.
    E il cuore.


    Ma si ostinava. Tutti i giorni tornava al molo, col suo ombrello,
    camminava fino a dove poteva,
    e lo aspettava.
    Lo aspettava per ore, le veniva la febbre, si bagnava,
    ...
  4. Lei e il suo ombrello trasparente.

    Di , 28-06-2010 alle 18:38 (; Tra palco e realtà.)




    I have to find you, tell you I need you.


    Quella canzone le rimbombava nella testa.
    Continuava a ripetere quella frase sottovoce, per non farsi sentire.
    Anche se avrebbe voluto urlarla al mondo intero.


    Doveva trovarlo, aveva bisogno di lui.


    La pioggia continuava a scendere quel pomeriggio.
    L’aveva preso apposta quell’ombrello trasparente.
    ...
  5. Una verità effimera.

    Di , 26-06-2010 alle 17:54 (; Tra palco e realtà.)
    E che in qualsiasi luogo si fossero trovati
    si ricordassero che il passato era menzogna,
    che la memoria non aveva vie di ritorno,
    che qualsiasi primavera antica è irrecuperabile,
    e che l’amore più sfrenato e tenace
    era in ogni modo
    una verità effimera.


    Cent'anni di solitudine - Gabriel Garcìa Marquez

    Aggiornato il 28-06-2010 alle 18:29 da SimmY

    Categorie
    ; Ciò che piace al mondo, è breve sogno. ~ [Citazioni.]
Pagina 34 di 58 PrimaPrima ... 24323334353644 ... UltimaUltima