Vai a Team World Shop
Visualizza Feed RSS

My little world

Quando tutto cambia

Valuta Questa Inserzione
Di , 23-11-2008 alle 00:02 (1015 Visite)
Caro diario,

ancora una volta scrivo questo post dalla mia postazione classica.
Sono a Taranto, questo è il sesto giorno che trascorro nella mia città, sesto ed ultimo.

Ho trascorso un mese e mezzo a Milano per tornare sconfitta ed abbattuta nella mia casa, nella mia città. Ora dopo sei giorni rimetto tutte le mie cose apposto e riparto con una nuova speranza.

Sono successe tante cose in quel mese e mezzo, tante belle, ma altrettante orrende che mi hanno portato a dover trascorrere una settimana a casa quì a taranto.
Ho pensato che non avrei mai più messo piede a Milano, ho pensato che quest'avventura come era iniziata, in poco tempo fosse finita, ed invece riparte.

Rileggevo il mio post precedente e quante cose sbagliate scrivevo.

Ho imparato cos'è una famiglia, o meglio, che questa è quella che ho io e devo essere felice.
Ho imparato ad apprezzare le persone che fanno parte di questo nucleo familiare, perchè sono loro che mi hanno sorretta quando ne avevo bisogno.
Ho imparato il rispetto, ho imparato che tante volte si sbaglia ed ammettere di aver sbagliato non è un male.
Ho imparato che se un abbraccio non arriva non è perchè non c'è affetto, ma perchè forse io non mi ponevo in modo da averlo.
Ho imparato che la famiglia per quanti problemi possa darti, è l'unica che quando tu hai un problema ti è vicino senza porsi troppe domande.
Ho imparato che gli amici sono una fetta importante della vita di una persona, ma non la più importante.
Ho imparato che gli amici vanno e vengono anche se tu vorresti che fossero per sempre.

In questa esperienza ho conosciuto la parte debole di me, ho consociuto colei che ha dormito per 17 anni dentro di me perchè in qualche modo coccolata dalla quotidianità e dalla consapevolezza che qualsiasi cosa succedesse comunque qualcuno attorno c'era. Quella persona in me si è svegliata quando tutto è caduto: in questo mese e mezzo la mia quotidianità è cambiata, ero sola in un ambiente che non era il mio ed in una situazione difficile.
Ho capito di essere fragile, ho capito di avere una soglia da non oltrepassare.

Ho 17 anni, sto intraprendendo una strada non facile. Ho delle responsabilità nei confronti di me stessa e dei miei genitori. Ho scelto questa strada e voglio percorrerla. Per questo motivo torno a Milano. Sono stata ostacolata da chi di me non sapeva niente e giudicava, da chi per me ha avuto parole cattive e diffamatorie, ma era un ostacolo. Ti ho superato.

Ricomincio. Ancora.
Che Dio me la mandi buona....

-Sil

Invia "Quando tutto cambia" a Google Invia "Quando tutto cambia" a Facebook

Categorie
Non Categorizzato

Commenti