Vai a Team World Shop
Visualizza Feed RSS

My little world

Last Day

Valuta Questa Inserzione
Di , 27-09-2008 alle 23:06 (1219 Visite)
Ciao 28 Settembre. Sai che per me diventerai un giorno importante?

Mentre scrivo sono le 23.30 e tra 30 minuti saluterò il nuovo giorno, il mio ultimo nuovo giorno in questa vita.
C'è aria di malinconia dentro me.

I saluti sono già iniziati da qualche giorno, ho trovato sempre freddezza da tutti i miei parenti, nessun tipo di dolcezza...quasi un assoluto menefreghismo. Mi ha ferita questa cosa anche se non mi aspettavo calorosi abbracci e lacrime di commozione.

Dall'altra parte i miei amici invece mi hanno ripagata di tutto l'affetto che mi manca da parte della mia famiglia. Chi mi è passato a salutare, chi mi ha abbracciata e baciata, chi ancora aspetta trepidante di farlo.

Due modi di fare diversi, eppure gli amici dovrebbero tenere di meno a te che la tua famiglia.
Eppure ancora una volta devo assegnare la stellina agli amici.

Sono la prima in famiglia dopo mio zio che va via da taranto, sono l'unica tra le nipoti con cui hanno un rapporto, che va via e si trasferisce in un'altra città...eppure non sono passati neanche a salutarmi.
Ci sono nonni che prima di far partire il nipote organizzano feste, o che ne so lo invitano per una uscita o lo invitano a casa per un saluto o vanno a casa del nipote anche solo per un abbraccio prima della partenza. A me una glaciale chiamata.
"miraccomando a te che taranto non è milano e in bocca al lupo".
Che orrore.

Mia madre che è partita e che la sera prima non mi ha neanche dato la buona notte o detto buon viaggio.

Mio padre che si è limitato a sganciare la grana, a dire "miraccomando che stai andando per studiare lì" e ad abbracciarmi solo perchè io mi sono tesa a farlo.

Sento come se a nessuno importerà della mia assenza. Del fatto che ci vedremo tra tre mesi per le vacanze e che se ci sarà qualche evento importante io non ci sarò. Ciò vuol dire che la mia presenza o la mia assenza non è mai stata importante. (su questa parole mi scendono le lacrime perchè fa veramente male pensarlo)

I miei pensieri sono così stanchi...stanchi di guardare il nero e non scorgere almeno il grigio.
I miei pensieri urlano.

Avrei bisogno di un grande abbraccio non fatto perchè si deve, ma perchè si vuole, perchè quell'abbraccio ti deve bastare per quei tre mesi, perchè quell'abbraccio lo ricorderai quando pensando a me mi sentirai lontana. A nessuno è venuta questa necessità.
Mi avete torturato la vita per tutti questi anni. L'amore non so cosa è e mi faccio schifo da sola perchè non sono capace a darlo ed a riceverlo per colpa vostra.

Ho la forza dentro che continua a battere forte sulle pareti del mio cuore. Non cesserà di battere e la mia pelle non smetterà di essere una corazza. LO GIURO.

Sono stanca di vedere il mio viso rigato dalle lacrime perchè mi viene negato l'affetto. Sono stanca di sentire sempre l'inverno sulla mia pelle.

E mentre nell'altra stanza le valige sono colme ed è tutto in movimento, io scrivo per ricordare, per non scordare mai cosa provavo in quei momenti, in quelle poche ore che mi separavano dalla svolta più grande della mia vita.

Grazie a VOI. Voi che nel bene e nel male ci siete sempre e che non fate cadere mai le mie aspettative. Mi avete coccolata e abbracciata. Mi avete dato quei baci e detto quelle parole che sognavo da qualcuno arrivassero. Mi avete guardato negli occhi dicendomi che vi sarei mancata tantissimo e che senza di me non sarà la stessa cosa. Mi avete fatto commuovere e vi siete commossi a vosta volta.

GRAZIE DI ESISTERE.


Silvia

Invia "Last Day" a Google Invia "Last Day" a Facebook

Categorie
Non Categorizzato

Commenti

  1. L'avatar di Valsyy*
    • |
    • permalink
    Dai... tutto andrà per il meglio.
    A Milano c'è vita, e sicuramente tu ne troverai una.
    Buon viaggio... e se sei già arrivata, benvenuta al nord (L)
  2. L'avatar di Sim
    • |
    • permalink
    vieni da me.
    qua c'è una porta sempre aperta... : )
  3. L'avatar di Beesp
    • |
    • permalink
    Sì, so cosa si prova a non essere amati.
    Ma per fortuna c'è sempre qualcuno che ha bisogno di noi.