Vai a Team World Shop
Visualizza Feed RSS

Vi voglio bene (L)

  1. Bentornata, ispirazione. Bentornata, SaRa!

    Di , 11-01-2010 alle 15:40 (Una firma rossa sbavata su un foglio bianco)
    Sono qui, sono io, finalmente.
    Ma quanto tempo, SaRa! Quanto tempo ti ho aspettata, così tanto che a momenti credevo di averti perso per sempre!
    Ho viaggiato molto, sai. Ti ho cercata ovunque, per scoprire poi che tu eri sempre rimasta lì, intrappolata tra le parole di un foglio. Tu hai portato la penna, io la chitarra. Direi che siamo una coppia fantastica!
    E con te c'è anche Lei.
    Ragione della mia vita, quanto ti ho aspettata!
    Senza di te, mi sentivo persa. ...
  2. John Rambo: un nome, una leggenda

    Di , 15-10-2009 alle 22:26 (Una firma rossa sbavata su un foglio bianco)
    John Rambo. Un nome, una leggenda.
    Un nome che subito richiama alla mente l'immagine fiera e decisa di Silvester Stallone, fisico scolpito, sudore a perle sulla fronte e capelli lunghi cosparsi nel vento.
    Ebbene, non è a questo John Rambo che mi riferisco, ma a uno molto più grande.
    Un piccolo Rambo che non ha solo i capelli lunghi e ricci e il fisico scolpito, ma anche un cuore, un cuore grande così, pieno di pazienza e di amore, un cuore diverso da quello dei suoi coetanei, ...
    Categorie
    Vi voglio bene (L)
  3. 5 settembre 2009: un anno dopo.

    Di , 05-09-2009 alle 14:34 (Una firma rossa sbavata su un foglio bianco)
    5 settembre 2009.
    è passato un anno da quella tragica sera.
    Questa data ha un pò segnato anche me, sebbene non c'entrassi niente, sebbene non conoscessi direttamente il protagonista della storia, sebbene non possa dire che mi manchi la sua presenza.
    Semplicemente, mi ha turbato venire a conoscenza di una cosa del genere, e, a distanza di un anno, se penso "chissà dov'è ora" mi viene in mente un ragazzo seduto davanti al televisore a parlare con la madre o a casa di ...
  4. 20 agosto 2007; Finley a Cattolica

    Di , 20-08-2009 alle 15:27 (Una firma rossa sbavata su un foglio bianco)
    "Oh, SaRa, l'hai vista questa foto, che bella? C'è Ste... banzai!" gridava la mia amica Fabiana eccitata dopo il concerto che avevamo appena visto, riguardando gli scatti sulla macchina digitale.
    "è ora di andare, Fabi. Saluta SaRa e sali in macchina!" l'avevano interrotta i suoi genitori.
    E così pareva essere terminata la serata: Sara, la ragazza che avevamo conosciuto sul posto e che aveva passato tutta la serata con noi se n'era andata già da un pò, e ora anche ...
  5. Sei corde e una storia da raccontare: Burdela.

    Di , 14-08-2009 alle 14:36 (Una firma rossa sbavata su un foglio bianco)
    dovevano essere gli anni 80, o forse 70, addirittura. Non saprei.
    Un giorno un Uomo entrò in un negozio di chitarre, e, dopo averle passate in rassegna un pò tutte, buttò l'occhio su una Eko.
    Un modello molto particolare: acustica, ma più piccola del normale, la grandezza di una classica, più o meno. Le corde di ferro, al tocco, emettevano un suono acuto e rassicurante al tempo stesso. Le costò una piccola fortuna, quel piccolo esserino di legno.
    Chissà come gli era saltato ...
    Categorie
    Vi voglio bene (L)
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima