Vai a Team World Shop
Visualizza Feed RSS

,koordinaten ubekannt ~    

Le parole che non ti ho mai detto.

Valuta Questa Inserzione
Di , 01-05-2010 alle 20:14 (391 Visite)
;le parole che non ti ho mai detto.

“Le parole che non ti ho mai detto?
Quelle parole sono quelle che ti avrei voluto dire da una vita.
Ma non avendo trovato il coraggio, mi ritrovo in questo parco immenso a scrivere questa lettera.
Quelle parole sono quello di cui mi sono pentita amaramente di non avertele dette.
Quelle parole sono quelle che tutti vorrebbero sentirsi dire.
I ricordi di una vita non si cancellano. Soprattutto quelli di una vita passata insieme a te.
Tu non sai e non hai mai saputo che il tuo arrivo ha fatto rinascere in me qualcosa.
Tu non sai e non hai mai saputo cosa io provo per te. Tutte le emozioni che mi fai provare con ogni tuo piccolo gesto.
Io ti amo. Sin dalla prima volta che ti ho visto. Dalla prima volta in cui ti ho parlato.
Me lo ricordo benissimo, sai? Otto anni fa, il primo giorno di prima media. Tu eri seduto nel muretto rosso, quel muretto famoso alla destra dell’uscita della scuola, insieme a Bill. Lo stavi consolando perché dei bulletti l’avevano preso in giro. Io mi avvicinai, e chiesi cosa c’era che non andava. Da quel momento in poi in me sono nate due emozioni nuove, che non conoscevo; l’amore e l’amicizia. Due emozioni che lì per lì mi erano sembrate fantastiche. Ma una di queste, col passare del tempo, è diventata distruttiva per me. Fino al punto di divorarmi, e di decidermi a farla finita.
Il mio mondo, la mia vita, dipendeva solamente da te. Ma tu, col tuo modo di essere, ovvero quello di non darmi attenzioni, mi hai reso la vita impossibile. Grazie alla tua assenza nei miei confronti, la mia vita non ha più un senso.
L’amore che ho provato per te è stato puro ed estremamente vero.
Ma evidentemente tu non te ne sei mai accorto. Eri troppo impegnato a cercare delle marionette usa e getta, con cui divertirsi una notte. E poi lasciarle sole con il suo dolore.
O forse hai fatto semplicemente finta di non accorgertene, e mi avresti fatto stare così male per niente.
Sento ancora il tuo profumo sulla mia pelle. D’altronde, non è passato tanto da quando ci trovavamo nella stessa stanza. Nello stesso letto. A condividere lo stesso piacere.
Ma io ciò che ho fatto, l’ho fatto mettendoci tutto l’amore che provo per te.
Invece tu l’hai fatto solo per divertimento, come è solito che fai ogni sera.
Per questo sono qui. Non voglio passare altri anni da schifo, solamente per colpa tua. Quindi ho deciso di tuffarmi nell’immenso vuoto, quel vuoto da cui non potrò mai tornare indietro.
E anche se tu non mi vorrai, sappi che io sarò sempre lì per te. Il tuo angelo custode. Per darti consigli, per aiutarti in tutto e per indicarti la via verso la felicità.
Perché, nonostante tutto, nonostante quelle cose che ho scritto, io ti amo. E non lo smetterò mai di farlo.
Addio Tom, trascorri una buona vita. E non ti sentire in colpa per quello che sto per fare; fidati, è meglio per tutti e due.
Mi mancherai.
Vivien"


Buttai la penna a terra.
Posai la lettera su una delle tante panchine che c’erano in quell’immenso parco, in modo che la notassero tutti.
Riguardai per l’ultima volta la sua foto.
Dio, quant’era immensamente bello.
Il suo sorriso. Il suo sguardo. Le sue mani perfette.
Rigiravo e Rigiravo quella foto nelle mie mani; quell’immagine perfetta e quel cuoricino disordinato.
Non riuscivo a smetterla di guardarla.
Fino a quando non mi scivolò di mano, e il vento la trascinò via con se.
Lacrime amare scesero ancora, rigandomi il viso.
Guardai il cielo, le stelle, sognando la sua voce.
Sognando il suo amore.
Mi misi in posizione e premetti il grilletto.

Invia "Le parole che non ti ho mai detto." a Google Invia "Le parole che non ti ho mai detto." a Facebook

Aggiornato il 05-09-2011 alle 13:26 da jucky

Categorie

Commenti