Vai a Team World Shop
Visualizza Feed RSS

~ The Dark Side of the Moon

. Riproduzione Casuale .

Valuta Questa Inserzione
Di , 23-04-2008 alle 21:20 (1185 Visite)
Ho voglia di scrivere. Una voglia sfrenata di scrivere.
Imposto lo stato di MSN su occupato. Accompagnandolo ad una semplice scritta. [FLYING AWAY....]. Sì. Voglio volare via. Voglio lasciare le mie dita correre sui tasti e volare via, lasciando che le parole che sceglierò di usare, mai scelte a caso, mi prendano per mano e mi trascinino via.
Prendo tra le mani il mio Jack e premo il tasto del Casule Intelligente. Perché si chiama pure Intelligente il casuale del mio lettore mp4 non l’ho mai capito.

I Write Sins Not Tragedies. Panic! At The Disco.

Sarà un caso?
Mah. Forse.
La musica è la cosa più imprevedibile ed esatta del mondo.

Cosa voglio dire?
Non lo so neanche io.
Forse che mi dispiace sentirmi così.
E’ una sensazione strana. Mi è capitata di provarla soltanto poche volte prima d’ora.

In My Arms Again. Finley.

Jack, ma perché sei così crudele?

Il mio rapporto con i Finley sta andando a ******e ultimamente.

Però le note iniziali di questa canzone mi hanno procurato ancora una volta un brivido.

Credo sia questo il bello, no?
Anche se le cose tra me e loro stanno cambiando è bello vedere che tutto quello che mi hanno dato rimane.

Quanti pianti sulle note di questa canzone.
Quanti sogni.
Quante speranze.
Quanti sorrisi.
Quante illusioni.
Ed è come se ascoltando questa canzone riprovassi di nuovo tutto.

E sorrido ancora. Sorrido nel vedere che, nonostante riesca a ricordarli così bene tanto quasi da provarli, certi sentimenti non mi appartengono più.
Il mio mondo è ancora caotico. E’ un vero casino.
E vorrei tanto che qualcuno non badasse a questo difetto, se così volete chiamarlo, e si tuffasse nel mio mondo.
Ma quel qualcuno che desidero non sei più tu.

Hunter. 30 Seconds To Mars.

*****. Quanto mi piace la voce di Jared in questa canzone.

Riprendendo il discorso che avevo introdotto ascoltando la prima traccia.
Quello che sento è un sentimento alquanto strano.
Direi che sono felice.
Ma ho un brutto presentimento.

Oggi le cose sono andate bene.
Sorvolando sul fatto che è stata una giornata alquanto piatta e forse è per questo che questa sorta di felicità che provo non mi emoziona più di tanto. Giornata normale.
E in più i colloqui sono andati abbastanza decentemente.
E allora perché mi sento così?

Sì. Mi è già capitato di provare questa sensazione.

Welcome To The Black Parade. My Chemical Romance.

Awwww. Quanto ***** amo i My Chemical Romance io? Troppo.
Gerard, sei uno degli uomini che è riuscito a lenire le mie ferite. Uno degli uomini che stimo di più al mondo.
Quando avrò l’occasione di ringraziarti?
Probabilmente mai.
E quando avrò l’occasione di sentirvi suonare live?
Forse dovrei rispondere “Probabilmente mai” pure in questo caso. Grazie ai miei, ovviamente.

Andremo avanti. Noi andremo avanti.
E io? Io andrò avanti?
Sì. Perché se non vado avanti, se non spingo, se non scalcio, se non do qualche sgomitata, come posso pensare di fuggire da questo posto di ****a che mi condanna?
E come posso pensare di liberarmi da quello che provo ora?
Una felicità falsa.
Anche se falsa non è il termine adatto.
Direi una felicità ossessionata. Ossessionata dall’idea del dolore.

Sìsì, mi ricordo benissimo di quando mi sentivo così. Più di un anno fa oramai.
Ed era proprio il momento in cui i My Chemical Romance sono entrati nella mia vita. E l’hanno salvata.

Breathe Easy. Blue.

Oh, yeah. Alcune delle canzoni dei Blue e dei suoi derivati [cioè le canzoni composte dai componenti dei Blue in versione solisti, dopo che si sono sciolti.] sono finite nel mio lettore mp4. Perché alcune di queste mi piacciono davvero.

Questa per esempio.
Quanto è dolce questa canzone?
Quanto fa male questa canzone?
Dopo 4 anni, se la sento ancora sto male.

E’ questo il grande pregio della musica. Resta nel tempo.
E’ anche per questo che la amo.
Come cantavano i Gemelli Diversi “Non è la grana che ti spinge, ma la voglia di essere un nome inciso a fuoco nella storia”.
Sorvolando sul fatto che non posso sopportare i Gemelli Diversi, non tanto come artisti, ma come persone, direi che qualcosa di vero in questa frase. Penso sia una bella frase.
Però forse non è proprio adatta al mio caso. Nel senso che a me non frega dei soldi, ma in fondo non me ne frega neanche di passare alla storia. Se un giorno o l’altro riuscirò a fare musica l’unica cosa che avrà davvero importanza sarà avere la certezza che quelli che ascoltano la mia musica lo fanno perché ci si rispecchiano, perché la capiscono. E, perché no?, magari perché li aiuta.
Lo so, è un progetto molto ambizioso, troppo forse per una modesta come me.
Ma se è vero che sono modesta, è anche vero che rispetto il sacro valore del saper dire “Grazie”. E aiutare qualcuno attraverso la musica sarebbe un modo per ringraziare indirettamente chi ha aiutato me in passato con le sue note.

Satisfied. Finley.

Quanto mi fa schifo ‘sta canzone!
La musica mi piace, eh. Il testo però lo odio.
Mia madre ha detto che è la canzone più sincera che un ragazzo potrebbe scrivere.
Io dico che i ragazzi dovrebbero farsi un esame di coscienza e rendersi conto che ragionare in questo modo è molto squallido.
Non che le ragazze siano meglio a volte, eh. Si parla tanto di emancipazione della donna, di parità fra i sessi eccetera eccetera. Ma vedere donne che fanno le stesse cazzate degli uomini è proprio una pugnalata al cuore.
E’ questo l’obbiettivo di tanto battersi?

Diventerai Una Star. Finley.

Direi che Jack stasera vuole darci dentro con i Finley.
Bella questa canzone. Ha un bel significato.
Peccato che credo che solo chi sente i Finley davvero l’abbia colto, visto che gli altri si fermano più sulla melodia dicendo che potrebbe fare concorrenza ad una dello Zecchino D’Oro.
Non sarà una musica da super rockettari, ma che palle!
Le parole di una canzone ce l’hanno la loro funzione, sapete?

Che ricordi. Questa è una delle canzoni ufficiali dei concerti. Tanto casino quando la suonano.

Golden. Fall Out Boy.

Ho comprato il loro cd, Infinity On High, alla FNAC di Lille. Dovevo per forza portarmi a casa un cd da quel negozio meraviglioso.

Molto bello il pianoforte di questa canzone.
E tanta stima per Patrick. Grande voce.

Ma riprendiamo il discorso di prima.
Quello che sento è molto semplice: sento che ora le basi per essere felice ci sono, ma non so se vale la pena costruirci qualcosa su queste basi perché quando poi tornerà la tristezza forse avrò l’impressione di aver soltanto sprecato solo tempo.
Ma la fatica fatta per avere un po’ di felicità è davvero sprecata?, mi chiedo io.
E rispondo di no.
Ma mi chiedo pure, E’ possibile che la felicità devo costruirmela e non averla come se piovesse dal cielo e mi bagnasse completamente?.
E a questa domanda non ho risposta.
Si accettano suggerimenti.

Stay. Elisa.

Grande lei.

Direi che ascoltarla non mi piace più di tanto. Solo in alcuni momenti.
Mi piace molto cantarla. Perché il suo stile è unico e i suoi testi sono pazzeschi.
Tanta stima per questa ragazza.
E prima o poi andrò ad un suo live.
Fin’ora le occasioni che ho avuto sono andate sempre perse, ma ce ne saranno altre.

Un talento così continuerà a brillare a lungo, come ha fatto fin’ora.

Muahahahah. Questa è bella.
Da quando uso la riproduzione casuale non mi era mai capitata questa canzone.
Ma oggi sì. Si vede che il mondo gira al contrario.
E’ Un Po’ Magia Per Terry & Maggie.
[Gentilmente inviatami da Nicky durante una sera dell’estate scorsa. Ancora me lo ricordo.]
Ve lo ricordate questo cartone animato?
Che meraviglia che era.

Quelli di una volta sì che erano bei cartoni animati, che facevano sognare e di cui sapevamo le sigle a memoria.
Che tristezza invece vedere mia nipote di 6 anni spendere i quattrini dietro i gadget di quelle 4, 5 o quante ***** sono delle Winx.

Mah. Questo è quanto per oggi.
E sulle note di Bliss dei “santi subito” Muse vi saluto.
Che controsenso, eh?
L’ho detto che la musica è ciò che di più bello, imprevedibile, crudele ed indispensabile esista.

Invia ". Riproduzione Casuale ." a Google Invia ". Riproduzione Casuale ." a Facebook

Aggiornato il 02-11-2008 alle 12:55 da _ Snow White Queen *

Categorie

Commenti

  1. L'avatar di » m a r t i .
    • |
    • permalink
    Non ho parole.
    E' tutto talmente bello che non saprei come commentarlo.
    Brava Ela.
    Mi emozioni sempre quando scrivi. <3
  2. L'avatar di Walking Disaster
    • |
    • permalink
    Ehi, non offendere le Winx. Sono cinque. U_U
    Ti capisco: a volte ascoltando una canzone che piace anche a lui mi sembra di essergli seduta accanto, ma poi, alla traccia dopo, mi rendo conto che vicino ho tutti tranne che lui.
    Ma la cosa migliore è che ora mi sento tanto vicina a Gerard Way. Non l'avevo mai nemmeno preso molto in considerazione come artista, ma ora devo solo dire che lo stimo. <3
  3. L'avatar di _Rory*
    • |
    • permalink
    le Winx sono 6, e io le odio.
    èèèèèèèèè un po' magia per Terrrrrrrrrrrrrrrrry e Maggieeeeeeeeeeeee!
    XD XD
    cmq, stupendo.

    L’ho detto che la musica è ciò che di più bello, imprevedibile, crudele ed indispensabile esista.
    posso rubarti questa frase da mettere nel mio diario? XD
    tutto fantastico veramente.
  4. L'avatar di [.Nina.]
    • |
    • permalink
    Amore mio, questo post è stupendo. *___*
    E' molto originale. ^___^
    E tutto quello che hai scritto mi è piaciuto molto, soprattutto perchè mi sono spesso identificata nella tue parole. Ma forse questa non è una novità.

    Mi dispiace solo che il tuo rapporto con i Finley non sia nei periodi migliori. Credi che si possa rimediare? Se hai bisogno di me ci sono, sempre e comunque. Se hai bisogno di parlarne, contattami pure <333