Vai a Team World Shop
Visualizza Feed RSS

Frangar, non flectar.

Alchimia del Verbo



Uno si costruisce grandi storie, questo è il fatto, e può andare avanti anni a crederci, non importa quanto pazze sono, e inverosimili, se le porta addosso, e basta. Si è anche felici, di cose del genere. Felici. E potrebbero non finire mai. Poi, un giorno, succede che si rompe qualcosa, nel cuore del gran marchingegno fantastico - tac - senza nessuna ragione, si rompe d'improvviso e tu rimani lì, senza capire come mai tutta quella favolosa storia non ce l'hai più addosso, ma davanti, come fosse la follia di un altro, e quell'altro sei tu.
Tac.
Alle volte basta un niente.
Anche solo una domanda che affiora.
Basta quello.

未来で待てる
I'm waiting for you in the future.

  1. I've got another confession to make

    Di , 20-08-2011 alle 19:06 (Frangar, non flectar.)
    I was too weak to give in, too strong to lose.
    My heart is under arrest again, but I break loose.
    My head is giving me life or death, but I can't choose.
    I swear I'll never give in, I refuse!


    Se le dai tempo, alla vita, lei si rigira in un modo strano, inesorabile, e tu ti accorgi che a quel punto non puoi desiderare qualcosa senza farti del male.
    È lì che salta tutto, non c'è verso di scappare, più ti agiti più si ingarbuglia la rete, più ti ribelli
    ...
  2. Scrivevo silenzi, notti, notavo l'inesprimibile. Fissavo vertigini.

    Di , 17-07-2011 alle 15:13 (Frangar, non flectar.)
    A me. La storia di una delle mie follie.

    Alle quattro del mattino, d'estate,
    Il sonno d'amore perdura.
    Sotto i boschetti svapora.
    L'odore della sera di festa.


    Fui costretto a viaggiare, distrarre gli incantesimi adunati nel mio cervello. Sul mare, che amavo come se avesse dovuto lavarmi da un'immondezza, vedevo levarsi la croce consolatrice. Ero stato dannato dall'arcobaleno. La Felicità era la mia fatalità, il mio rimorso, il mio verme:
    ...
  3. Zingara.

    Di , 22-07-2010 alle 14:34 (Frangar, non flectar.)
    Zingara, a nessuno io parlo di me.
    Zingara, quale vita è la vita mia? Zingara, chi lo sa dove andrò e con chi. Zingara, zingara.. la mia mano sa tutto di me.



    Ho un'anima zingara, nomade. Cerco un pezzetto di mondo da assaporare lentamente, una canzone da sussurrare, un profumo che mi ricordi la vita.



    Zingara, chi lo sa come amo e chi.
  4. Via delle storie (in)finite.

    Di , 11-06-2010 alle 17:23 (Frangar, non flectar.)
    Abiti ancora in via delle storie infinite?
    In quella terrazza con vista sui tetti dei tuoi desideri? All'ultimo piano che suoni soltanto quando resti da sola. Si affaccia a guardarti il tramonto quando esci la sera e ti si vede annaffiare con cura gli amori di ieri.






    . . e ripassi i tuoi sogni a memoria.




    Dormi, ché è meglio pensarci domani
    alla muta distanza che scorre tra noi.

    Aggiornato il 20-06-2010 alle 14:39 da » Thunder }

    Categorie
    Est quaedam flere voluptas. {Untold stories}
  5. Good luck, Ste.

    Di , 10-06-2010 alle 13:43 (Frangar, non flectar.)
    Mi sembra doveroso dedicare due righe all'ormai ex-bassista dei Finley. E' andata così, anche se nessuno se lo sarebbe mai aspettato (o forse sì?).
    Siamo tutti un po' scossi, certo; più che scossi, forse, non riusciamo a convincerci che è tutto vero, che Stefano (Ste?) ha deciso di lasciare la band. E' come se un pezzo della mia adolescenza si fosse sgretolato inaspettatamente.. forse è per questo che mi sento un po' strana. E comunque gli rivolgo un sincero in bocca al lupo, e gli auguro
    ...
Pagina 1 di 7 123 ... UltimaUltima