NEW YORK - Miley Cyrus in veste di scultore. Oggi 10 settembre le sue opere artistiche e figurative saranno esposte durante la New York Fashion Week nello spazio riservato al fashion designer statunitense Jeremy Scott, designer di Moschino. Successivamente nella galleria espositiva di «V Magazine» in Mercer Street, sempre a New York. Si tratta di opere creative realizzate con materiale povero raccolto durante i suoi tour. Qualcosa per terra, oggetti regalati dai fan, altri raccolti in diversi momenti della sua giornata.



Il risultato
è un insieme di creazioni pop cui l'artista ha dato il nome di «Dirty hippie».

La stessa Cyrus ha spiegato la genesi di queste opere: «Forse sembrerà stupido da dire, ma sento che la mia arte è una specie di metafora della mia vita. Perché continuavano a succedermi cose brutte. E io sono sempre stata così ******amente fortunata. Tutto è sempre stato facile per me. Mentre all'inizio di quest'anno... ho odiato il 2014 perché tutto quello che poteva andare male lo faceva di continuo. Sono stata in ospedale, il mio cane è morto... tutto continuava a trasformarsi in ****a, allora ho cominciato a prendere queste cose brutte e a trasformarle in buone, ho deciso di utilizzarle. I miei amici, mio fratello, dicevano che trasformavo le cose negative in positive e così ho iniziato a fare arte. Ho trasformato l'immondizia in cose che mi rendevano felice».

FONTE:
Miley Cyrus, insolita scultrice alla New York Fashion Week | Donna | DiariodelWeb.it